1 marzo 2021

Che c'è uno che io ho incontrato per la prima volta l'altro giorno, che io che non lo avevo mai visto prima, neanche in fotografia, né che lui mi aveva mai visto a me, neanche in fotografia, che però ci eravamo sentiti solo al telefono per un appuntamento e che lui che lui mi doveva far vedere delle cose e che allora che ci siamo incontrati per queste cose da farmi vedere, e che dopo che lui che a me che si è avvicinato a me per farsi riconoscere che lui a me mi ha detto "però ti facevo più giovane". Che lì per lì, un po', che io che ci sono rimasto male. Poi mi è passata. Come la giovinezza. Credo sia tutto per oggi.
                      
     
****

28 febbraio 2021

Ci sono delle volte che io mi sento come che sono che fuori dal mondo. Che io però a me che questa sensazione che poi a me che mi passa dopo che ho sentito, come l'altro giorno al supermercato, che ho sentito che uno che diceva a un altro, che aveva incontrato per caso tra le corsie del supermercato, che lui diceva all'altro che lui che di questo fatto della pandemia, che c'è la pandemia in giro, che lui non ne aveva mai sentito parlare. Che lo diceva mentre che aveva la mascherina indossata e che  l'altro gli diceva come è possibile che non ne hai mai sentito parlare e che l'altro insisteva sulla questione che della pandemia non ne aveva mai sentito parlare e che l'altro, la persona che voleva conversare con lui sulla pandemia, diceva che lo aveva colto impreparato. Era serio. Anche l'altro. Così sono uscito dal supermercato e che io sono entrato di nuovo nel mondo.                    
     


****

SpuntiSunti pubblicati dall'autore:


2
3
4
5

Indietro

©2005-2021. Massimo Gerardo Carrese