ANNO 2022

Rassegna Stampa su Massimo Gerardo Carrese



L'APPARENZA INGANNA

LABORATORIO SPERIMENTALE DI FANTASIOLOGIA SULLE SCULTURE PAREIDOLICHE


15 ottobre 2022
"Informazione Campania"
http://www.casertamusica.com/rubriche/articoli/2022-D/221001_libreria_che_storia_eventi.asp
16 Ottobre, ore 18, Workshop "L'apparenza inganna" di e con Massimo Gerardo Carrese. Più che domandarci “Che cosa sembra?” nel workshop sperimentale di Fantasiologia impariamo a costruire una nostra scultura, con pezzi geometrici plasmati da precisi gesti, da moltiplicazioni di sagome e da sovrapposizioni di forme. Dietro ogni elemento geometrico che costituisce la nostra scultura, c’è un insospettabile (e semplicissimo) processo creativo.
La scultura pareidolica può rappresentare qualsiasi cosa ma le forme geometriche non nascono da ritagli arbitrari né da assemblaggi casuali. L’apparenza inganna! Insieme, scopriremo che ogni pezzo della nostra scultura germoglia da una precisa tecnica e che le operazioni necessarie per mettere insieme le varie parti seguono una specifica e personale intuizione. Costruiamo la scultura pareidolica, tra l’altro, applicando alcune funzioni base della fantasia di cui parlava già S. Agostino, e che ci racconteremo. Il workshop è un momento di confronto sul nuovo gioco fantasiologico di Massimo Gerardo Carrese (www.fantasiologo.com), presentato per la prima volta pochi giorni fa a un gruppo internazionale di studenti Erasmus.



PIANA DI MONTEVERNA - LA FRAZIONE DI VILLA SANTA CROCE OSPITA LO SCRITTORE CARLO SPERDUTI

14 ottobre 2022
"Informazione Campania"
https://www.informazione.campania.it/caserta/229526-piana-di-monteverna-la-frazione-di-villa-santa-croce-ospita-lo-scrittore-carlo-sperduti.html

La piccola e accogliente comunità di Villa Santa Croce, frazione di Piana di Monte Verna in provincia di Caserta, ospita lo scrittore Carlo Sperduti. L’occasione è la presentazione del suo libro Le regole di questi mondi, edito da Pièdimosca edizioni.

L’evento si svolge presso la ‘stalla degustazione’ dell’azienda agricola “La Sbecciatrice”, sulla scena internazionale dopo la recente partecipazione alla puntata Chef’s table su Netflix con il loro pomodoro riccio che accompagna la “Margherita sbagliata” di Franco Pepe (pizzeria Pepe in Grani a Caiazzo). A dialogare con l’autore, un’altra presenza del territorio: Massimo Gerardo Carrese, studioso di Fantasiologia e fantasiologo di professione, che parlerà di fantasia, immaginazione e creatività per come rintracciate nel libro di Carlo Sperduti dove si incontrano maniacali descrizioni numeriche, geometrie strabilianti, esperienze di sogni a occhi aperti, bilance poco accurate, vertigini della lista, mondi rovesciati. Carlo Sperduti è co-titolare a Perugia della libreria Mannaggia – libri da un altro mondo. Autore di racconti, microfinzioni e romanzi. Con Pièdimosca ha pubblicato i romanzi Deriva, Le cose inutili e curato l’antologia Quaranta cose inesistenti. L’incontro, a ingresso gratuito, prevede su prenotazione una degustazione con prodotti tipici dell’azienda. Sabato 15 ottobre ore 18:30 via Villa Santa Croce 139, Piana di Monte Verna. 




PIANA DI MONTE VERNA / PERUGIA. Lo scrittore Carlo Sperduti all’azienda agricola “La Sbecciatrice” per la fatica letteraria.

14 ottobre 2022
"Matese News"
http://www.matesenews.it/179202-2/

Sabato 15 ottobre presenta il suo libro di racconti Le regole di questi mondi in dialogo con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese di Caiazzo.

La piccola e accogliente comunità di Villa Santa Croce, frazione di Piana di Monte Verna in provincia di Caserta, ospita lo scrittore Carlo Sperduti. L’occasione è la presentazione del suo libro Le regole di questi mondi, edito da Pièdimosca edizioni. L’evento si svolge presso la ‘stalla degustazione’ dell’azienda agricola “La Sbecciatrice“, sulla scena internazionale dopo la recente partecipazione alla puntata Chef’s table su Netflix con il loro pomodoro riccio che accompagna la “Margherita sbagliata” di Franco Pepe (pizzeria Pepe in Grani a Caiazzo). A dialogare con l’autore, un’altra presenza del territorio: Massimo Gerardo Carrese, studioso di Fantasiologia e fantasiologo di professione, che parlerà di fantasia, immaginazione e creatività per come rintracciate nel libro di Carlo Sperduti dove si incontrano maniacali descrizioni numeriche, geometrie strabilianti, esperienze di sogni a occhi aperti, bilance poco accurate, vertigini della lista, mondi rovesciati. Carlo Sperduti è co-titolare a Perugia della libreria Mannaggia – libri da un altro mondo. Autore di racconti, microfinzioni e romanzi. Con Pièdimosca ha pubblicato i romanzi DerivaLe cose inutili e curato l’antologia Quaranta cose inesistenti. L’incontro, a ingresso gratuito, prevede su prenotazione una degustazione con prodotti tipici dell’azienda. Sabato 15 ottobre ore 18:30 via Villa Santa Croce 139, Piana di Monte Verna.



“Passeggiate fantasiologiche” alla scoperta della Cripta del Peccato Originale, ultimo incontro con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese


27 agosto 2022
"Sassi Live"
https://www.sassilive.it/cultura-e-spettacoli/terza-pagina/passeggiate-fantasiologiche-alla-scoperta-della-cripta-del-peccato-originale-ultimo-incontro-con-il-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese/?fbclid=IwAR0Kgf5dTD6R-HqKhCrr5zMhCs-6qxsROMhBzMF-LP098d1Xtf9Mn0ln3RQ

Mercoledì 31 agosto terminano le sorprendenti “spasseggiate fantasiologiche” alla scoperta della Cripta del Peccato Originale. La “spasseggiata” è un incontro riflessivo, divertente e leggero su fantasia, immaginazione e creatività. Guarda alla morfologia del territorio circostante per trovare logiche e inaspettate corrispondenze gestuali, linguistiche, matematiche, artistiche e geometriche con la pittura e la storia della Cripta del Peccato Originale. I partecipanti alle “spasseggiate” delle scorse settimane si sono detti entusiasti dall’originalità dell’offerta culturale, accessibile tanto ai bambini quanto agli adulti.Mercoledì 31 agosto terminano le singolari “spasseggiate fantasiologiche” ideate e condotte da Massimo Gerardo Carrese, studioso di Fantasiologia e fantasiologo di professione, e promosse dalla Fondazione Zétema, Cooperativa Synchronos e Cripta del Peccato Originale. Destinate ad adulti e bambini, le “spasseggiate” sono frutto di sopralluoghi e di ricerche sul campo a opera di Carrese allo scopo di considerare, da punti di vista autentici, il territorio del Bradano e la Cripta del Peccato Originale. Un ciclo di incontri che riscuote partecipazione, successo e genera stupore per l’inedita offerta culturale. Gli incontri di Fantasiologia alla Cripta sono riflessioni condivise con i partecipanti sui rapporti scientifici e umanistici, ludici e artistici della fantasia, immaginazione e creatività con il luogo circostante e la stessa Cripta. Massimo Gerardo Carrese durante la “spasseggiata fantasiologica”, che si svolge a più tappe, interagisce con i partecipanti anche con propri giochi progettati per gli incontri di Fantasiologia alla Cripta del Peccato Originale. Un esempio è il suo dispositivo artistico “Il fiore rosso di Matera”, gioco che nasce da una sua domanda: è possibile riferire visivamente la storia della Cripta, anche della sua scoperta, combinando tutte e solo le sezioni del fiore rosso che caratterizza gli affreschi della Cripta del Peccato Originale? Evidentemente sì ma per i dettagli l’invito è aperto a partecipare alla “spasseggiata fantasiologica”, che dura 1h 45m per 800 metri. Partenza dalla biglietteria di Casal Dragone e arrivo nella Cripta del Peccato Originale. Necessaria la prenotazione. Max 25 persone. Info e prenotazioni – info@criptadelpeccatooriginale.it

CAIAZZO -IL FANTASIOLOGO MASSIMO GERARDO CARRESE NELLA “CAPPELLA SISTINA” DELL’ARTE RUPESTRE


17 agosto 2022
"Informazione Campania"
https://www.informazione.campania.it/caserta/229092-caiazzo-il-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese-nella-cappella-sistina-dell-arte-rupestre.html?fbclid=IwAR3G9JMoxycMci26zX_sYaqbfaXY1kMS9nBmT1HUyA7AtC4jfdllSYXHPPQ

Il caiatino Massimo Gerardo Carrese porta la Fantasiologia nella Cripta del Peccato Originale di Matera, definita la “Cappella Sistina dell’arte rupestre”, tra le 156 chiese rupestri più importanti di Matera e recentemente elogiata dal The Times come la più antica arte rupestre in Italia.

Il fantasiologo Carrese è impegnato in Basilicata dallo scorso luglio con le sue “spasseggiate fantasiologiche”, promosse da Fondazione Zétema e da Cooperativa Synchronos per valorizzare il territorio e la storia stessa della Cripta. Turisti e curiosi, adulti e bambini, arrivano da tutta Italia per “spasseggiare”.

Giovedì 18 agosto terzo appuntamento con l’evento “Il fiore rosso di Matera – spasseggiata fantasiologica alla Cripta del Peccato Originale”, con Massimo Gerardo Carrese, fantasiologo di professione e studioso di Fantasiologia, disciplina che si interroga sulle qualità scientifiche e umanistiche, ludiche e artistiche della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Al fine di comprendere la ricchezza del patrimonio rupestre che caratterizza la Cripta del Peccato Originale, e lo stesso territorio circostante, la Fondazione Zétema e la Cooperativa Synchronos hanno chiesto al fantasiologo Massimo Gerardo Carrese di realizzare uno studio specifico lungo gli 800 metri che da Casal Dragone portano all’ingresso della Cripta, e poi fin dentro la Cripta. Dallo scorso luglio Carrese “spasseggia” con visitatori e curiosi, adulti e bambini, provenienti dalle zone materane e da diverse regioni d’Italia, per guardare insieme, e con occhi rinnovati, tanto i luoghi limitrofi quanto la storia stessa della Cripta. La “spasseggiata fantasiologica” dura 1h e 45m, per un massimo di 25 persone. È un percorso da fare a piedi, con riflessioni sulla fantasia, immaginazione e creatività, tre facoltà osservate sul piano tecnico e in stretta connessione con la Cripta e il territorio. La “spasseggiata” è circostanza per presentare anche i giochi creati ad hoc dal fantasiologo Carrese, come “Il Fiore Rosso di Matera”, dispositivo artistico di composizione e scomposizione delle parti che caratterizzano il fiore rappresentativo della chiesa rupestre, per descrivere la storia stessa della Cripta e dei suoi affreschi; “Il radiatore”, gioco linguistico che ripercorre con specifiche parole estrapolate da una parola chiave il territorio della Gravina e i primi momenti della scoperta della Cripta; “Il dono”, uno sguardo morfologico sul territorio che restituisce strutture geometriche e matematiche che si incontrano negli affreschi della Cripta. I partecipanti alla “spasseggiata” condividono, in un clima leggero e divertito, esercizi e pensieri e scoprono, in maniera davvero sorprendente e originale, il territorio e la storia della Cripta del Peccato Originale. La “spasseggiata” inizia alle ore 19.





“Il fiore rosso di Matera – spasseggiata fantasiologica alla Cripta del Peccato Originale”, terzo incontro con Massimo Gerardo Carrese


16 agosto 2022
"SassiLive"
https://www.sassilive.it/cultura-e-spettacoli/arte-cultura-e-spettacoli/il-fiore-rosso-di-matera-spasseggiata-fantasiologica-alla-cripta-del-peccato-originale-terzo-incontro-con-massimo-gerardo-carrese/

Giovedì 18 agosto 2022 dalle ore 19 è in programma il terzo appuntamento dell’evento “Il fiore rosso di Matera – spasseggiata fantasiologica alla Cripta del Peccato Originale”, con Massimo Gerardo Carrese, fantasiologo di professione e studioso di Fantasiologia, disciplina che si interroga sulle qualità scientifiche e umanistiche, ludiche e artistiche della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Al fine di comprendere la ricchezza del patrimonio rupestre che caratterizza la Cripta del Peccato Originale, e lo stesso territorio circostante, la Fondazione Zétema e la Cooperativa Synchronos hanno chiesto al fantasiologo Massimo Gerardo Carrese di realizzare uno studio specifico lungo gli 800 metri che da Casal Dragone portano all’ingresso della Cripta, e poi fin dentro la Cripta.
Dallo scorso luglio Carrese “spasseggia” con visitatori e curiosi, adulti e bambini, provenienti dalle zone materane e da diverse regioni d’Italia, per guardare insieme, e con occhi rinnovati, tanto i luoghi limitrofi quanto la storia stessa della Cripta. La “spasseggiata fantasiologica” dura 1h e 45m, per un massimo di 25 persone. È un percorso da fare a piedi, con riflessioni sulla fantasia, immaginazione e creatività, tre facoltà osservate sul piano tecnico e in stretta connessione con la Cripta e il territorio.
La “spasseggiata” è circostanza per presentare anche i giochi creati ad hoc dal fantasiologo Carrese, come “Il Fiore Rosso di Matera”, dispositivo artistico di composizione e scomposizione che caratterizza il fiore rappresentativo della chiesa rupestre, per descrivere la storia della Cripta e dei suoi affreschi; “Il radiatore”, gioco linguistico che ripercorre con specifiche parole estrapolate da una parola chiave il territorio della Gravina e i primi momenti della scoperta della Cripta; “Il dono”, uno sguardo morfologico sul territorio che restituisce strutture geometriche e matematiche che si incontrano negli affreschi della Cripta.
I partecipanti alla “spasseggiata” condividono, in un clima leggero e divertito, esercizi e pensieri e scoprono, in maniera davvero sorprendente e originale, il territorio e la storia della Cripta del Peccato Originale, recentemente definita dal The Times “the oldest rock art in Italy”. La “spasseggiata” inizia alle ore 19. Prenotazione necessaria: info@criptadelpeccatooriginale.it


CAIAZZO / MATERA. Il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese nella Cappella Sistina dell’arte rupestre.


16 agosto 2022

"Matesenews"
http://www.matesenews.it/174636-2/

Tra le 156 chiese rupestri più importanti di Matera e recentemente elogiata dal The Times come la più antica arte rupestre in Italia.

Il caiatino Massimo Gerardo Carrese porta la Fantasiologia nella Cripta del Peccato Originale di Matera, definita la “Cappella Sistina dell’arte rupestre”, tra le 156 chiese rupestri più importanti di Matera e recentemente elogiata dal The Times come la più antica arte rupestre in Italia. Il fantasiologo Carrese è impegnato in Basilicata dallo scorso luglio con le sue “spasseggiate fantasiologiche”, promosse da Fondazione Zétema e da Cooperativa Synchronos per valorizzare il territorio e la storia stessa della Cripta. Turisti e curiosi, adulti e bambini, arrivano da tutta Italia per “spasseggiare”.

Giovedì 18 agosto terzo appuntamento con l’evento “Il fiore rosso di Matera – spasseggiata fantasiologica alla Cripta del Peccato Originale”, con Massimo Gerardo Carresefantasiologo di professione e studioso di Fantasiologia, disciplina che si interroga sulle qualità scientifiche e umanistiche, ludiche e artistiche della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Al fine di comprendere la ricchezza del patrimonio rupestre che caratterizza la Cripta del Peccato Originale, e lo stesso territorio circostante, la Fondazione Zétema e la Cooperativa Synchronos hanno chiesto al fantasiologo Massimo Gerardo Carrese di realizzare uno studio specifico lungo gli 800 metri che da Casal Dragone portano all’ingresso della Cripta, e poi fin dentro la Cripta. Dallo scorso luglio Carrese “spasseggia” con visitatori e curiosi, adulti e bambini, provenienti dalle zone materane e da diverse regioni d’Italia, per guardare insieme, e con occhi rinnovati, tanto i luoghi limitrofi quanto la storia stessa della Cripta. La “spasseggiata fantasiologica” dura 1h e 45m, per un massimo di 25 persone. È un percorso da fare a piedi, con riflessioni sulla fantasia, immaginazione e creatività, tre facoltà osservate sul piano tecnico e in stretta connessione con la Cripta e il territorio. La “spasseggiata” è circostanza per presentare anche i giochi creati ad hoc dal fantasiologo Carrese, come “Il Fiore Rosso di Matera”, dispositivo artistico di composizione e scomposizione delle parti che caratterizzano il fiore rappresentativo della chiesa rupestre, per descrivere la storia stessa della Cripta e dei suoi affreschi; “Il radiatore”, gioco linguistico che ripercorre con specifiche parole estrapolate da una parola chiave il territorio della Gravina e i primi momenti della scoperta della Cripta; “Il dono”, uno sguardo morfologico sul territorio che restituisce strutture geometriche e matematiche che si incontrano negli affreschi della Cripta. I partecipanti alla “spasseggiata” condividono, in un clima leggero e divertito, esercizi e pensieri e scoprono, in maniera davvero sorprendente e originale, il territorio e la storia della Cripta del Peccato Originale. La “spasseggiata” inizia alle ore 19. Prenotazione necessaria: info@criptadelpeccatooriginale.it



Da Caiazzo a Matera con il fantasiòlogo Massimo Gerardo Carrese nella ‘Cripta del Peccato Originale’



16 agosto 2022

"Teleradionews"
https://www.teleradio-news.it/2022/08/16/da-caiazzo-a-matera-con-il-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese-nella-cripta-del-peccato-originale/

Giovedì 18 agosto dalle ore 19 terzo appuntamento con l’evento “Il fiore rosso di Matera – spasseggiata fantasiologica alla Cripta del Peccato Originale”, con Massimo Gerardo Carrese, fantasiòlogo di professione e studioso di Fantasiòlogia, disciplina che si interroga sulle qualità scientifiche e umanistiche, ludiche e artistiche della fantasia, dell’immaginazione e della creatività.

Al fine di comprendere la ricchezza del patrimonio rupestre che caratterizza la Cripta del Peccato Originale, e lo stesso territorio circostante, la Fondazione Zétema e la Cooperativa Synchronos hanno chiesto al fantasiòlogo Massimo Gerardo Carrese di realizzare uno studio specifico lungo gli 800 metri che da Casal Dragone portano all’ingresso della Cripta, e poi fin dentro la Cripta.

Dallo scorso luglio Carrese “spasseggia” con visitatori e curiosi, adulti e bambini, provenienti dalle zone materane e da diverse regioni d’Italia, per guardare insieme, e con occhi rinnovati, tanto i luoghi limitrofi quanto la storia stessa della Cripta.

La “spasseggiata fantasiòlogica” dura 1h e 45m, per un massimo di 25 persone.

È un percorso da fare a piedi, con riflessioni sulla fantasia, immaginazione e creatività, tre facoltà osservate sul piano tecnico e in stretta connessione con la Cripta e il territorio.

La “spasseggiata” è circostanza per presentare anche i giochi creati ad hoc dal fantasiologo Carrese, come “Il Fiore Rosso di Matera”, dispositivo artistico di composizione e scomposizione delle parti che caratterizzano il fiore rappresentativo della chiesa rupestre, per descrivere la storia stessa della Cripta e dei suoi affreschi; “Il radiatore”, gioco linguistico che ripercorre con specifiche parole estrapolate da una parola chiave il territorio della Gravina e i primi momenti della scoperta della Cripta; “Il dono”, uno sguardo morfologico sul territorio che restituisce strutture geometriche e matematiche che si incontrano negli affreschi della Cripta.

I partecipanti alla “spasseggiata” condividono, in un clima leggero e divertito, esercizi e pensieri e scoprono, in maniera davvero sorprendente e originale, il territorio e la storia della Cripta del Peccato Originale.

La “spasseggiata” inizia alle ore 19; prenotazione necessaria: “info@criptadelpeccatooriginale.it”.




A Matera La Cripta Del Peccato Originale Come Non L’avete Mai Vista! Ecco L’appuntamento In Programma

2 agosto 2022
"Materanews"
https://www.materanews.net/a-matera-la-cripta-del-peccato-originale-come-non-lavete-mai-vista-ecco-lappuntamento-in-programma/

Mercoledì 3 agosto, alle ore 19:00, il secondo appuntamento con “Il fiore rosso di Matera – spasseggiata fantasiologica”.

Per visitare la Cripta del Peccato Originale, scrive il fantasiologo Carrese:
“propongo un percorso riflessivo inedito. Con me porto la gioia della condivisione e i miei giochi linguistici, matematici e artistici progettati per l’occasione. Sono dispositivi che ci aprono a studi e a ricerche, anche recenti, appresi e condotti su fantasia, immaginazione e creatività. Giochi, studi e ricerche che ci portano a conoscere, come mai prima, la Cripta del Peccato Originale. La fantasia, l’immaginazione e la creatività. Tre facoltà che per me, e non solo per me, sono sorprendenti strumenti di conoscenza per indagare e apprendere il mondo con cura, per entrare in contatto con gli altri e con noi stessi, per scuotere l’abitudine, per sperimentare casi e ipotesi. Esse chiedono da noi tempo, devozione e quel senso del dubbio ben misurato.
È con queste caratteristiche, insieme ad altre, che ci indicano il loro valore storico, la visione poetica e artistica che praticano, l’essere facoltà che lavorano anche con metodo rigoroso. La Fantasiologia, studio che provo a ordinare da vent’anni, entra per la prima volta nella Cripta del Peccato Originale e si confronta con il territorio prossimo e il luogo che fu chiesa. E, inevitabilmente, con la Storia dell’umanità: come eravamo prima e come siamo oggi, per di più in termini di sviluppo o diminuzione della fantasia, dell’immaginazione e della creatività.
Percorriamo 800 metri in 1 ora e 45 minuti. A piccoli (s)passi ci avviciniamo alla Cripta del Peccato Originale, e ci andiamo dentro, per avvertire gli equilibri dei paesaggi visibili e invisibili, le armonie delle pitture rupestri e per sentire che quando la fantasia, l’immaginazione e la creatività si manifestano ai nostri sensi, generano in noi meraviglia e confusione”.Le ‘spasseggiate’ si rivolgono a un pubblico eterogeneo, compreso tra gli 8 e i 99 anni.
Il gruppo sarà formato da max 25 persone. Necessaria la prenotazione. Appuntamento alle ore 19:00 presso la biglietteria della Cripta del Peccato Originale.
Per prenotare e richiedere info scrivere a info@synchronos.org a




15 luglio 2022
"Ansa"
https://www.ansa.it/basilicata/notizie/2022/07/15/una-spasseggiata-alla-cripta-del-peccato-originale-di-matera_f014c072-059e-4a51-b7b9-b8fb0f2090f4.html

Una ''spasseggiata'' alla Cripta del Peccato originale di Matera

Con il fantasiologo Carrese una visita tra giochi e creatività


(ANSA) - MATERA, 15 LUG - Una visione celeste, magari in un anfratto della gravina, potrebbe aver ispirato l'anonimo pittore dei fiori ad affrescare la Cripta del Peccato originale o dei ''Cento Santi'', nota come laCappella Sistina del rupestre? E i monaci benedettini, che nel periodo longobardo abitarono quei luoghi, da dove venivano, chi erano, come trascorrevano le giornate? Sono alcuni degli spunti della ''spasseggiata'' che ha coinvolto ieri sera, a Matera, turisti e curiosi per la prima delle quattro "Spasseggiate Fantasiologiche" di Massimo Gerardo Carrese alla Cripta del Peccato Originale.Gli altri appuntamenti sono fissati per il 3, il 18 e il 31 agosto.




15 luglio 2022
"La Gazzetta del Mezzogiorno"
https://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/curiosita/1350378/una-visione-potrebbe-aver-ispirato-il-pittore-della-cripta-del-peccato-originale.html

Una visione potrebbe aver ispirato il pittore della Cripta del Peccato originale?


La «Spasseggiata» nell'anfratto dei «Cento Santi» a Matera: il fantasiologo Carrese regala una visita tra giochi e creatività


Una visione celeste, magari in un anfratto della gravina, potrebbe aver ispirato l’anonimo pittore dei fiori ad affrescare la Cripta del Peccato originale o dei «Cento Santi», nota come la Cappella Sistina del rupestre? E i monaci benedettini, che nel periodo longobardo abitarono quei luoghi, da dove venivano, chi erano, come trascorrevano le giornate? Sono alcuni degli spunti della «spasseggiata» che ha coinvolto ieri sera, a Matera, turisti e curiosi per la prima delle quattro «Spasseggiate Fantasiologiche» di Massimo Gerardo Carrese alla Cripta del Peccato Originale. Gli altri appuntamenti sono fissati per il 3, il 18 e il 31 agosto.

Si tratta di percorsi molto speciali, attraverso il Sentiero dei Cento Santi, segnati dalla fantasia e dall’immaginazione. Il fantasiologo ha condotto i visitatori dalla biglietteria, situata all’interno dell’agriturismo Casal Dragone, fin dentro la Cripta. Un percorso di circa 800 metri, attivando giochi e riflessioni sulla fantasia, sull'immaginazione e sulla creatività. Nel corso della visita Carrese ha coinvolto i visitatori in una dimensione ludica, divertente e riflessiva, fatta di giochi linguistici, matematici, artistici, gestuali, come prospettiva dalla quale osservare il paesaggio e la storia della Cripta del Peccato originale.

Luogo cultuale di un cenobio rupestre benedettino del periodo longobardo, la Cripta è impreziosita da un ciclo di affreschi datati tra l’VIII e il IX secolo, realizzati dal «Pittore dei Fiori di Matera». La parete sinistra presenta tre nicchie, su cui sono raffigurate rispettivamente le triarchie degli Apostoli, della Vergine Regina e degli Arcangeli. La parete di fondo presenta un ampio ciclo pittorico raffigurante episodi della Creazione e del Peccato originale.


15 luglio 2022
"Giornale Mio"
https://giornalemio.it/cultura/alla-cripta-dei-100-santi-con-la-cap-o-sciuch/

Alla Cripta dei 100 Santi con la ” Cap o’ sciuch”

… Con la testa al gioco, come si dice in dialetto materano, e con un volo di fantasia, divertente, curioso, che stimola i cinque sensi e consente un approccio davvero unico a scoprire i nostri beni culturali. E la ”Cappella Sistina del rupestre, come è nota la Cripta del Peccato Originale o dei Cento Santi è un luogo che non poteva non stimolare un esperto di fantasiologia (informatevi pure sul web, potete attingere a piene mani) come Massimo Gerardo Carrese che, con capelli e barba lunga, potrebbe essere ritenuto un discendente dei monaci benedettini che vissero e pregarono in quel luogo. Fra’ Maximus anno Domini MMXXII. Ma non divaghiamo, magari per un’altra spasseggiata… Pariaimo di quella di quella del 14 luglio, la prima delle quattro programmate per l’estate. Con un tramonto che ha ispirato non poco il fantasiologo e i visitatori, alcuni venuti anche da fuori città. E allora ci stanno tutte le ipotesi di una visione celeste, magari in un anfratto della gravina, che potrebbe aver ispirato l’anonimo pittore dei fiori ad affrescare la Cripta del Peccato originale o dei ”Cento Santi” , nota come ”’ la cappella Sistina del rupestre” . Il resto è venuto durante le soste, otto, durante un percorso molto speciale, attraverso il Sentiero dei Cento Santi, segnati dalla fantasia e dall’immaginazione.Il fantasiologo ha condotto i visitatori dalla biglietteria, situata all’interno dell’agriturismo Casal Dragone, fin dentro la Cripta. Un percorso di circa 800 metri, attivando giochi e riflessioni sulla fantasia, sull’immaginazione e sulla creatività. Nel corso della visita Carrese ha coinvolto i visitatori in una dimensione ludica, divertente e riflessiva, fatta di giochi linguistici, matematici, artistici, gestuali, come prospettiva dalla quale osservare il paesaggio e la storia della Cripta del Peccato Originale. Gli altri appuntamenti sono fissati 3, il 18 e il 31 Agosto.

Quattro appuntamenti con le “Spasseggiate Fantasiologiche” di Massimo Gerardo Carrese alla Cripta del Peccato Originale. Quattro percorsi molto speciali, attraverso il Sentiero dei Cento Santi, segnati dalla fantasia e dall’immaginazione.
Il fantasiologo Carrese condurrà i visitatori dalla biglietteria, situata all’interno dell’agriturismo Casal Dragone, fin dentro la Cripta. Un percorso di circa 800 metri, attivando giochi e riflessioni sulla fantasia, sull’immaginazione e sulla creatività.
La dimensione ludica e riflessiva, fatta di giochi linguistici, matematici, artistici, gestuali, come prospettiva dalla quale osservare il paesaggio e la storia della Cripta del Peccato Originale.
Il primo appuntamento è il 14 Luglio e a seguire il 3, il 18 e il 31 Agosto.
Che cos’è una spasseggiata? È, senza dubbio, una passeggiata. Ma è una passeggiata particolare che si fa in gruppo. È una variante più allegra e attiva della passeggiata comunemente nota come “camminata” – e forse per questo più spensierata.
Lo spasseggio è uno stimolo fantasiologico, che coinvolge cioè ogni dimensione dell’immaginazione (facoltà dell’azione) e della fantasia (facoltà del possibile). Una spasseggiata fantasiologica vuol dire ‘passeggiare fisicamente e mentalmente’.

CHI E’ MASSIMO GERARDO CARRESE

Massimo Gerardo Carrese (Thun, 1978). Studioso di Fantasiologia. Analizza gli aspetti scientifici, umanistici, ludici e artistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività.
Dal 2006 svolge in ambito universitario, scolastico e sociale la professione di fantasiologo, voce riportata nell’Enciclopedia Treccani Online in riferimento alla sua persona e attività.

Pratica attività di consulenza fantasiologica e sul territorio nazionale promuove incontri, lezioni e corsi di formazione per adulti e bambini. Per approfondire la Fantasiologia, scrive saggi e inventa giochi fantasiologici (linguistici, matematici, artistici, gestuali e musicali) e dal 2017 è ideatore e curatore del Festival Fantasiologico. Fondatore del Panassurdismo, pubblica per Ngurzu Edizioni. Suoi contributi fantasiologici sono apparsi in RAI Documentari, SalaBorsaLab Bologna (con l’architetto e museologo Fabio Fornasari), Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, Festival della Filosofia in Magna Grecia, SlideDoor (SlideTheWorld Napoli – Roma – Salerno – Ellis Island New York), Biblioteca Oplepiana, Imaginarium (Erasmus +), Pencil Art, Società Dante Alighieri di Katowice (Polonia), Medium (USA)



15 luglio 2022

"Le cronache lucane"
https://www.lecronachelucane.it/2022/07/15/una-spasseggiata-alla-cripta-del-peccato-originale/


15 luglio 2022
"Teleradioappulo"
https://www.teleradioappula.com/?p=40070

Una ”spasseggiata” alla Cripta del Peccato originale di Matera


Una visione celeste, magari in un anfratto della gravina, potrebbe aver ispirato l’anonimo pittore dei fiori ad affrescare la Cripta del Peccato originale o dei ”Cento Santi”, nota come laCappella Sistina del rupestre? E i monaci benedettini, che nel periodo longobardo abitarono quei luoghi, da dove venivano, chi erano, come trascorrevano le giornate? Sono alcuni degli spunti della ”spasseggiata” che ha coinvolto ieri sera, a Matera, turisti e curiosi per la prima delle quattro “Spasseggiate Fantasiologiche” di Massimo Gerardo Carrese alla Cripta del Peccato Originale.

Gli altri appuntamenti sono fissati per il 3, il 18 e il 31 agosto.





15 luglio 2022

"Sassi Live"
https://www.sassilive.it/cultura-e-spettacoli/arte-cultura-e-spettacoli/spasseggiate-fantasiologiche-con-carrese-alla-cripta-del-peccato-originale-di-matera-programma-appuntamenti-di-agosto/

“Spasseggiate Fantasiologiche” con Carrese alla Cripta del Peccato originale di Matera: programma appuntamenti di agosto

Una visione celeste, magari in un anfratto della gravina, potrebbe aver ispirato l’anonimo pittore dei fiori ad affrescare la Cripta del Peccato originale o dei ”Cento Santi”, nota come la Cappella Sistina del rupestre. E i monaci benedettini, che nel periodo longobardo abitarono quei luoghi, da dove venivano, chi erano, come trascorrevano le giornate? Sono alcuni degli spunti della ”spasseggiata” che ha coinvolto nella serata di giovedì 14 luglio turisti e curiosi per la prima delle quattro “Spasseggiate Fantasiologiche” di Massimo Gerardo Carrese alla Cripta del Peccato Originale.
Gli altri appuntamenti sono fissati per il 3, il 18 e il 31 agosto.


Quattro appuntamenti con le “Spasseggiate Fantasiologiche” di Massimo Gerardo Carrese alla Cripta del Peccato Originale. Quattro percorsi molto speciali, attraverso il Sentiero dei Cento Santi, segnati dalla fantasia e dall’immaginazione.

Il fantasiologo Carrese condurrà i visitatori dalla biglietteria, situata all’interno dell’agriturismo Casal Dragone, fin dentro la Cripta. Un percorso di circa 800 metri, attivando giochi e riflessioni sulla fantasia, sull’immaginazione e sulla creatività.

La dimensione ludica e riflessiva, fatta di giochi linguistici, matematici, artistici, gestuali, come prospettiva dalla quale osservare il paesaggio e la storia della Cripta del Peccato Originale.

Il primo appuntamento è il 14 Luglio e a seguire il 3, il 18 e il 31 Agosto.

Che cos’è una spasseggiata? È, senza dubbio, una passeggiata. Ma è una passeggiata particolare che si fa in gruppo. È una variante più allegra e attiva della passeggiata comunemente nota come “camminata” – e forse per questo più spensierata.
Lo spasseggio è uno stimolo fantasiologico, che coinvolge cioè ogni dimensione dell’immaginazione (facoltà dell’azione) e della fantasia (facoltà del possibile). Una spasseggiata fantasiologica vuol dire ‘passeggiare fisicamente e mentalmente’.

Massimo Gerardo Carrese (Thun, 1978). Studioso di Fantasiologia. Analizza gli aspetti scientifici, umanistici, ludici e artistici della fantasia, dell’immaginazionee della creatività.
Dal 2006 svolge in ambito universitario, scolastico e sociale la professione di fantasiologo, voce riportata nell’Enciclopedia Treccani Online in riferimento alla sua persona e attività.
Praticaattività di consulenza fantasiologica e sul territorio nazionale promuove incontri, lezioni e corsi di formazione per adulti e bambini. Per approfondire la Fantasiologia, scrive saggi e inventa giochi fantasiologici (linguistici, matematici, artistici, gestuali e musicali) e dal 2017 è ideatore e curatore del Festival Fantasiologico. Fondatore del Panassurdismo, pubblica per Ngurzu Edizioni. Suoi contributi fantasiologici sono apparsi in RAI Documentari, SalaBorsaLab Bologna (con l’architetto e museologo Fabio Fornasari), Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, Festival della Filosofia in Magna Grecia, SlideDoor (SlideTheWorld Napoli – Roma – Salerno – Ellis Island New York), Biblioteca Oplepiana, Imaginarium (Erasmus +), Pencil Art, Società Dante Alighieri di Katowice (Polonia), Medium (USA)

Le spasseggiate si rivolgono ad un pubblico eterogeneo, compreso tra gli 8 e i 99 anni.

Il gruppo sarà formato da max 25 persone. E’ necessaria la prenotazione.

Appuntamento alle ore 19:00 presso la biglietteria della Cripta del Peccato Originale.

La durata della Spasseggiata sarà di 1h e 45min circa.

Dopo la spasseggiata ci sarà la possibilità di fare un aperitivo presso l’Agriturismo Casal Dragone e degustare i prodotti tipici del territorio materano.


Costi:

Spasseggiata + visita alla Cripta del Peccato Originale – 15 euro

Spasseggiata +  visita alla Cripta del Peccato Originale + aperitivo – 25 euro

Per prenotare scrivere a info@synchronos.org



15 luglio 2022

"L'edicola del Sud"
https://ledicoladelsud.it/2022/07/15/matera-tra-giochi-e-creativita-la-spasseggiata-nella-cripta-del-peccato-originale

Matera, tra giochi e creatività: la “spasseggiata” nella Cripta del Peccato originale

Una visione celeste, magari in un anfratto della gravina, potrebbe aver ispirato l’anonimo pittore dei fiori ad affrescare la Cripta del Peccato originale o dei ”Cento Santi”, nota come la Cappella Sistina del rupestre? E i monaci benedettini, che nel periodo longobardo abitarono quei luoghi, da dove venivano, chi erano, come trascorrevano le giornate?

Sono alcuni degli spunti della ”spasseggiata” che ha coinvolto ieri sera, a Matera, turisti e curiosi per la prima delle quattro “Spasseggiate Fantasiologiche” di Massimo Gerardo Carrese alla Cripta del Peccato Originale.

Gli altri appuntamenti sono fissati per il 3, il 18 e il 31 agosto. Si tratta di percorsi molto speciali, attraverso il Sentiero dei Cento Santi, segnati dalla fantasia e dall’immaginazione. Il fantasiologo ha condotto i visitatori dalla biglietteria, situata all’interno dell’agriturismo Casal Dragone, fin dentro la Cripta. Un percorso di circa 800 metri, attivando giochi e riflessioni sulla fantasia, sull’immaginazione e sulla creatività.

Nel corso della visita Carrese ha coinvolto i visitatori in una dimensione ludica, divertente e riflessiva, fatta di giochi linguistici, matematici, artistici, gestuali, come prospettiva dalla quale osservare il paesaggio e la storia della Cripta del Peccato originale.

Luogo cultuale di un cenobio rupestre benedettino del periodo longobardo, la Cripta è impreziosita da un ciclo di affreschi datati tra l’VIII e il IX secolo, realizzati dal ”Pittore dei Fiori di Matera”. La parete sinistra presenta tre nicchie, su cui sono raffigurate rispettivamente le triarchie degli Apostoli, della Vergine Regina e degli Arcangeli. La parete di fondo presenta un ampio ciclo pittorico raffigurante episodi della Creazione e del Peccato originale.




12 luglio 2022
"Basilicataturistica"
https://www.basilicataturistica.it/eventi/il-fiore-rosso-di-matera-spasseggiate-fantasiologiche/

Il Fiore Rosso di Matera – “Spasseggiate Fantasiologiche”

Descrizione evento

Quattro appuntamenti con le “Spasseggiate Fantasiologiche” di Massimo Gerardo Carrese alla Cripta del Peccato Originale. Quattro percorsi molto speciali, attraverso il
Sentiero dei Cento Santi, segnati dalla fantasia e dall’immaginazione. Il fantasiologo Carrese condurrà i visitatori dalla biglietteria, situata all’interno dell’agriturismo Casal Dragone, fin dentro la Cripta. Un percorso di circa 800 metri, attivando giochi e riflessioni sulla fantasia, sull’immaginazione e sulla creatività. La dimensione ludica e riflessiva, fatta di giochi linguistici, matematici, artistici, gestuali, come prospettiva dalla quale osservare il paesaggio e la storia della Cripta del Peccato Originale.
Il primo appuntamento è il 14 Luglio e a seguire il 3, il 18 e il 31 Agosto.
Che cos’è una spasseggiata? È, senza dubbio, una passeggiata. Ma è una passeggiata particolare che si fa in gruppo. È una variante più allegra e attiva della passeggiata
comunemente nota come “camminata” – e forse per questo più spensierata.
Lo spasseggio è uno stimolo fantasiologico, che coinvolge cioè ogni dimensione dell’immaginazione (facoltà dell’azione) e della fantasia (facoltà del possibile). Una spasseggiata fantasiologica vuol dire “passeggiare fisicamente e mentalmente”

Massimo Gerardo Carrese (Thun, 1978). Studioso di Fantasiologia. Analizza gli aspetti scientifici, umanistici, ludici e artistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività.
Dal 2006 svolge in ambito universitario, scolastico e sociale la professione di fantasiologo, voce riportata nell’Enciclopedia Treccani Online in riferimento alla sua persona e attività.
Pratica attività di consulenza fantasiologica e sul territorio nazionale promuove incontri, lezioni e corsi di formazione per adulti e bambini. Per approfondire la Fantasiologia, scrive
saggi e inventa giochi fantasiologici (linguistici, matematici, artistici, gestuali e musicali) e dal 2017 è ideatore e curatore del Festival Fantasiologico. Fondatore del Panassurdismo, pubblica per Ngurzu Edizioni. Suoi contributi fantasiologici sono apparsi in RAI Documentari, SalaBorsaLab Bologna (con l’architetto e museologo Fabio Fornasari), Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, Festival della Filosofia in Magna Grecia, SlideDoor (SlideTheWorld Napoli – Roma – Salerno – Ellis Island New York), Biblioteca Oplepiana, Imaginarium (Erasmus +), Pencil Art, Società Dante Alighieri di Katowice (Polonia), Medium (USA)

Info:
Le spasseggiate si rivolgono ad un pubblico eterogeneo, compreso tra gli 8 e i 99 anni. Il gruppo sarà formato da max 25 persone. E’ necessaria la prenotazione.
Appuntamento alle ore 19:00 presso la biglietteria della Cripta del Peccato Originale.
La durata della Spasseggiata sarà di 1h e 45min circa. Dopo la spasseggiata ci sarà la possibilità di fare un aperitivo presso l’Agriturismo Casal Dragone e degustare i prodotti tipici del territorio materano.
Costi:
Spasseggiata + visita alla Cripta del Peccato Originale – 15 euro
Spasseggiata + visita alla Cripta del Peccato Originale + aperitivo – 25 euro
Per prenotare scrivere a: info@synchronos.org




11 luglio 2022
"Matera News"
https://www.materanews.net/a-matera-la-cripta-del-peccato-originale-come-non-lavete-mai-vissuta-ecco-i-4-appuntamenti-proposti/

A Matera La Cripta Del Peccato Originale Come Non L’avete Mai Vissuta! Ecco I 4 Appuntamenti Proposti


Quattro appuntamenti con le “Spasseggiate Fantasiologiche” di Massimo Gerardo Carrese alla Cripta del Peccato Originale.
Quattro percorsi molto speciali, attraverso il Sentiero dei Cento Santi, segnati dalla fantasia e dall’immaginazione.
Il fantasiologo Carrese, studioso di Fantasiologia vale a dire degli aspetti scientifici e umanistici, ludici e artistici della fantasia, immaginazione e creatività, condurrà i visitatori dalla biglietteria, situata all’interno dell’agriturismo Casal Dragone, fin dentro la Cripta.
Un percorso di circa 800 metri, attivando giochi e riflessioni sulla fantasia, sull’immaginazione e sulla creatività.
La dimensione ludica e riflessiva, fatta di giochi linguistici, matematici, artistici, gestuali, come prospettiva dalla quale osservare il paesaggio e la storia della Cripta del Peccato Originale.
Scrive il fantasiologo Carrese:
Fantasia, immaginazione e creatività.
Tre facoltà che durante la ‘spasseggiata’ risplendono del loro valore storico e scientifico e per essere strumenti di conoscenza.
Insieme ai partecipanti leggiamo il territorio circostante accendendo altri punti di vista, non per evadere dalla realtà ma per osservarla, attraversando saperi, con sguardo divertito e curioso.”
La ‘spasseggiata’ presenta considerazioni sulla fantasia, immaginazione e creatività e giochi fantasiologici (linguistici, matematici e artistici) ideati dall’autore, alcuni dei quali progettati per l’occasione, come “Il fiore rosso di Matera”, un dispositivo che ci fa scoprire come dalle sezioni del fiore sia possibile raccontare una parte della storia della Cripta del Peccato Originale.
Il primo appuntamento è il 14 Luglio e a seguire il 3, il 18 e il 31 Agosto.
Che cos’è una spasseggiata?
È, senza dubbio, una passeggiata.
Ma è una passeggiata particolare che si fa in gruppo.
È una variante più allegra e attiva della passeggiata comunemente nota come “camminata” – e forse per questo più spensierata.
Lo spasseggio è uno stimolo fantasiologico, che coinvolge cioè ogni dimensione dell’immaginazione (facoltà dell’azione) e della fantasia (facoltà del possibile).
Una spasseggiata fantasiologica vuol dire ‘passeggiare fisicamente e mentalmente’.

Massimo Gerardo Carrese (Thun, 1978). Studioso di Fantasiologia.
Analizza gli aspetti scientifici, umanistici, ludici e artistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività.
Dal 2006 svolge in ambito universitario, scolastico e sociale la professione di fantasiologo, voce riportata nell’Enciclopedia Treccani Online in riferimento alla sua persona e attività.
Pratica attività di consulenza fantasiologica e sul territorio nazionale promuove incontri, lezioni e corsi di formazione per adulti e bambini.
Per approfondire la Fantasiologia, scrive saggi e inventa giochi fantasiologici (linguistici, matematici, artistici, gestuali e musicali) e dal 2017 è ideatore e curatore del Festival Fantasiologico.
Fondatore del Panassurdismo
, pubblica per Ngurzu Edizioni.
Suoi contributi fantasiologici sono apparsi in RAI Documentari, SalaBorsaLab Bologna (con l’architetto e museologo Fabio Fornasari), Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, Festival della Filosofia in Magna Grecia, SlideDoor (SlideTheWorld Napoli – Roma – Salerno – Ellis Island New York), Biblioteca Oplepiana, Imaginarium (Erasmus +), Pencil Art, Società Dante Alighieri di Katowice (Polonia), Medium (USA).
Info: Le spasseggiate si rivolgono ad un pubblico eterogeneo, compreso tra gli 8 e i 99 anni.
Il gruppo sarà formato da max 25 persone.
Necessaria la prenotazione.

Appuntamento alle ore 19:00 presso la biglietteria della Cripta del Peccato Originale.
La durata della Spasseggiata sarà di 1h e 45min circa.
Dopo la spasseggiata ci sarà la possibilità di fare un aperitivo presso l’Agriturismo Casal Dragone e degustare i prodotti tipici del territorio materano.

Costi: Spasseggiata + visita alla Cripta del Peccato Originale – 15 euro

Spasseggiata + visita alla Cripta del Peccato Originale + aperitivo – 25 euro

Per prenotare scrivere a info@synchronos.org


VEDI ANCHE
https://giornalemio.it/cronaca/estate-fantasiologica-alla-cripta-del-peccato-originale/



9 luglio 2022

"Caserta 24 ore"
https://www.caserta24ore.it/2022/07/09/il-punto-sulla-cultura-del-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese/

Il punto sulla cultura del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese “.



Dal Museo Tattile Statale di Ancona alla Cripta del Peccato Originale di Matera, con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese “.
La fantasia e l’immaginazione non sono attività legate alla fuga dalla realtà (quella semmai è la fantasticheria) ma facoltà con caratteristiche scientifiche e storiche necessarie da studiare se vogliamo comprendere queste facoltà e il loro modo di concretizzarsi nella realtà in cui viviamo.” È quanto sostiene da vent’anni Massimo Gerardo Carrese, fantasiologo di professione e studioso di Fantasiologia, vale a dire dei rapporti scientifici e umanistici, ludici e artistici che caratterizzano la fantasia, l’immaginazione e la creatività. I suoi studi, giochi e riflessioni, che divulga in ambito universitario, scolastico e sociale, sono arrivati nelle ultime settimane in due contesti di pregevole importanza. Il primo riguarda il Museo Tattile Statale di Ancona, museo inclusivo della Mole Vanvitelliana dove è possibile toccare le oltre 150 opere in esposizione tra originali (ci sono De Chirico, Consagra, Pomodoro) e copie (lavori di Michelangelo, modelli del Duomo di Firenze). Qui c’è una Collezione Design, anch’essa interamente fruibile in un’esperienza multisensoriale, allestita dal museologo e architetto Fabio Fornasari. La collezione presenta lavori vincitori del Compasso d’Oro e associata, in maniera permanente, all’opera “Paradise Tree” del noto artista e designer Oiva Toikka, c’è anche un lavoro del fantasiologo Carrese (la scheda ufficiale del museo è consultabile qui: https://www.museoomero.it/opere/paradise-tree/).
Da Ancona a Matera, precisamente in uno dei luoghi più straordinari della città dei Sassi. Si tratta della 
Cripta del Peccato Originale, spesso paragonata per valore artistico alla Cappella Sistina e visitata ogni anno da migliaia di persone e note personalità. Dal prossimo 14 luglio e fino al 31 agosto, in un ciclo di appuntamenti il fantasiologo Carrese promuove riflessioni e interazioni sulle principali funzioni della fantasia, immaginazione e creatività in relazione attiva alla Cripta, che rappresenta un cenobio rupestre benedettino del periodo longobardo e impreziosita da un ciclo di affreschi datati tra l’VIII e il IX secolo. La “spasseggiata” nella Cripta, a cura di Carrese e promossa da Fondazione Zètema e da Synchronos, presenta in anteprima, tra gli altri interventi site-specific dello studioso, un dispositivo fantasiologico ideato dallo stesso e intitolato “Il fiore rosso di Matera”, un gioco di forme per aprire connessioni con il paesaggio e la storia e le potenzialità della Cripta.
Massimo Gerardo Carrese è svizzero di adozione ma vive a Caiazzo, in provincia di Caserta. Studioso di Fantasiologia è fantasiologo di professione, voce riportata anche nell’Enciclopedia Treccani Online per la sua attività. Suoi contributi sulla Fantasiologia sono apparsi in: RAI Documentari, SalaBorsaLab Bologna, Ngurzu Edizioni, Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, Festival della Filosofia in Magna Grecia, SlideDoors Italia e New York, Biblioteca Oplepiana. Sito: www.fantasiologo.com

9 luglio 2022
"Matese news"
http://www.matesenews.it/ancona-e-matera-luoghi-della-fantasiologia-dal-museo-tattile-statale-di-ancona-alla-cripta-del-peccato-originale-di-matera-con-il-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese/

CAIAZZO. Dal Museo Tattile Statale di Ancona alla Cripta del Peccato Originale di Matera col fantasiologo Massimo Gerardo Carrese.


Dal prossimo 14 luglio e fino al 31 agosto, in un ciclo di appuntamenti il fantasiologo Carrese di Caiazzo promuove riflessioni e interazioni sulle…

“La fantasia e l’immaginazione non sono attività legate alla fuga dalla realtà (quella semmai è la fantasticheria) ma facoltà con caratteristiche scientifiche e storiche necessarie da studiare se vogliamo comprendere queste facoltà e il loro modo di concretizzarsi nella realtà in cui viviamo.” È quanto sostiene da vent’anni Massimo Gerardo Carrese, fantasiologo di professione e studioso di Fantasiologia, vale a dire dei rapporti scientifici e umanistici, ludici e artistici che caratterizzano la fantasia, l’immaginazione e la creatività. I suoi studi, giochi e riflessioni, che divulga in ambito universitario, scolastico e sociale, sono arrivati nelle ultime settimane in due contesti di pregevole importanza.

Il primo riguarda il Museo Tattile Statale di Ancona, museo inclusivo della Mole Vanvitelliana dove è possibile toccare le oltre 150 opere in esposizione tra originali (ci sono De Chirico, Consagra, Pomodoro) e copie (lavori di Michelangelo, modelli del Duomo di Firenze). Qui c’è una Collezione Design, anch’essa interamente fruibile in un’esperienza multisensoriale, allestita dal museologo e architetto Fabio Fornasari. La collezione presenta lavori vincitori del Compasso d’Oro e associata, in maniera permanente, all’opera “Paradise Tree” del noto artista e designer Oiva Toikka, c’è anche un lavoro del fantasiologo Carrese (la scheda ufficiale del museo è consultabile qui: https://www.museoomero.it/opere/paradise-tree/).

Da Ancona a Matera, precisamente in uno dei luoghi più straordinari della città dei Sassi. Si tratta della Cripta del Peccato Originale, spesso paragonata per valore artistico alla Cappella Sistina e visitata ogni anno da migliaia di persone e note personalità. Dal prossimo 14 luglio e fino al 31 agosto, in un ciclo di appuntamenti il fantasiologo Carrese promuove riflessioni e interazioni sulle principali funzioni della fantasia, immaginazione e creatività in relazione attiva alla Cripta, che rappresenta un cenobio rupestre benedettino del periodo longobardo e impreziosita da un ciclo di affreschi datati tra l’VIII e il IX secolo. La “spasseggiata” nella Cripta, a cura di Carrese e promossa da Fondazione Zètema e da Synchronos, presenta in anteprima, tra gli altri interventi site-specific dello studioso, un dispositivo fantasiologico ideato dallo stesso e intitolato “Il fiore rosso di Matera”, un gioco di forme per aprire connessioni con il paesaggio e la storia e le potenzialità della Cripta.

Massimo Gerardo Carrese è svizzero di adozione ma vive a Caiazzo, in provincia di Caserta. Studioso di Fantasiologia è fantasiologo di professione, voce riportata anche nell’Enciclopedia Treccani Online per la sua attività. Suoi contributi sulla Fantasiologia sono apparsi in: RAI Documentari, SalaBorsaLab Bologna, Ngurzu Edizioni, Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, Festival della Filosofia in Magna Grecia, SlideDoors Italia e New York, Biblioteca Oplepiana. Sito: www.fantasiologo.com




30 giugno 2022
"Caserta news"
https://www.casertanews.it/formazione/presentazione-libro-sperduti-roccaromana-ruviano.html

'Le regole di questi mondi', presentazione del libro in 2 comuni

Venerdì 1 all'Eremo di Alvignanello di Ruviano e sabato 2 luglio al Giardino segreto di Roccaromana, lo scrittore e libraio Carlo Sperduti presenta il suo ultimo libro 'Le regole di questi mondi', edito da Pièdimosca. A dialogare con lui lo studioso Massimo Gerardo Carrese, professione fantasiologo, che delinea i rapporti tra Fantasiologia e scrittura, in particolare il genere del racconto breve e microfinzione che caratterizza molti dei testi assurdi, surreali di Carlo Sperduti. Tra le fonti di ispirazione di Sperduti ci sono gli scrittori del sud America e quelli dell'Oulipo, circolo di letteratura potenziale fondato a Parigi da Queneau e da Le Lionnais, con esponenti di spicco quali Calvino e Perec. Le regole di questi mondi si presenta come un insieme di racconti divisi per temi e con la quarta di copertina che recita “La chiave degli avvenimenti: deve sembrare altro”. Fantasia, immaginazione, creatività, finzione, scritture, combinatorie, casualità e assurdità. Di questo e di altro parleranno Sperduti e Carrese in due incontri. Gli incontri si svolgono all'aperto. Ingressi ore 18:30.



30 giugno 2022
"Appiapolis"
https://www.appiapolis.it/2022/06/30/carlo-sperduti-presenta-il-suo-libro-le-regole-di-questi-mondi/

CARLO SPERDUTI PRESENTA IL SUO LIBRO ‘LE REGOLE DI QUESTI MONDI’

RUVIANO – Venerdì 1 all’Eremo di Alvignanello (Ruviano, CE) e sabato 2 luglio al Giardino segreto di Roccaromana (CE), lo scrittore e libraio Carlo Sperduti presenta il suo ultimo libro Le regole di questi mondi, edito da Pièdimosca. A dialogare con lui lo studioso Massimo Gerardo Carrese, professione fantasiologo, che delinea i rapporti tra Fantasiologia e scrittura, in particolare il genere del racconto breve e microfinzione che caratterizza molti dei testi assurdi, surreali di Carlo Sperduti. Tra le fonti di ispirazione di Sperduti ci sono gli scrittori del sud America e quelli dell’Oulipo, circolo di letteratura potenziale fondato a Parigi da Queneau e da Le Lionnais, con esponenti di spicco quali Calvino e Perec. Le regole di questi mondi si presenta come un insieme di racconti divisi per temi e con la quarta di copertina che recita “La chiave degli avvenimenti: deve sembrare altro”. Fantasia, immaginazione, creatività, finzione, scritture, combinatorie, casualità e assurdità. Di questo e di altro parleranno Sperduti e Carrese in due incontri.

21 giugno 2022
"Caserta news"
https://www.casertanews.it/eventi/presentazione-libro-regole-questi-mondi-carlo-sperduti-roccaromana.html

"Le regole di questi mondi": appuntamento al Giardino Segreto


Il Giardino Segreto di Roccaromana apre le sue porte per ospitare la presentazione del nuovo libro dello scrittore e libraio Carlo Sperduti, "Le regole di questi mondi", Pièdimosca edizioni 2022. A dialogare con l'autore il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese.

Una splendida occasione per conoscere le attività dell'associazione, godere il fresco del giardino e per 'nutrirsi' insieme di nuovi stimoli culturali. Tutto questo si svolgerà il 2 luglio alle 18:30.

"La chiave degli avvenimenti: deve sembrare altro. Una regola di questi mondi è non aprire. Non è una legge, è una regola di buon senso. A ogni apertura qualcosa penetra dall’altra parte e se un cassetto è un pericolo una finestra è terrore. Anche dal mondo del sonno può filtrare qualcosa nel mondo sveglio. L’importante, insomma, è non aprire. O almeno riconoscere il drago alla porta. È bene stare in allerta anche per quanto riguarda il tempo e lo spazio. Cosa dicevi tra un minuto? In questi mondi ci sono continui malintesi tra una vita e l’altra, tra indagini risolte a venti metri da terra e scoraggianti tentativi di approssimazione. Sicuramente, meglio non credere ai trapianti temporali. Resta difficile destreggiarsi con i casi di doppia memoria".

vedi anche:
http://www.informazione.campania.it/caserta/228769-roccaromana-una-serata-per-il-libro-le-regole-di-questi-mondi.html



21 giugno 2022
"Cronache della Campania"
https://www.cronachedellacampania.it/2022/06/casertano-carlo-sperduti/

Doppio appuntamento nel Casertano con lo scrittore Carlo Sperduti
Doppio appuntamento nel Casertano con lo scrittore Carlo Sperduti. Dialoga con l’autore il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese.

Il 1 e il 2 luglio 2022, ad Alvignanello e Roccaromana. Dialoga con l’autore il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese

Lo scrittore e libraio Carlo Sperduti sarà nel casertano per presentare il suo ultimo libro dal titolo Le regole di questi mondi, edito da piédimosca. È un libro che racconta di furti di ascensori, di fobie per le soglie, di inadeguatezze, di conversazioni differite nel tempo, di traslochi, del tempo e dello spazio.

In Sperduti c’è la maniacale ricerca minuziosa degli equilibri di ogni singola parola da sistemare in un preciso testo. È quel dettaglio, di quella parola, in quel contesto, a far credere a noi lettori che il racconto stia narrando una certa cosa ma, si legge nel suo libro, “La chiave degli avvenimenti: deve sembrare altro”.

Per il tour casertano dello scrittore, al suo fianco ci sarà il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso a tempo piano di Fantasiologia, vale a dire degli aspetti scientifici e umanistici, ludici e artistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Carrese, amico del gruppo OPLEPO Opificio di Letteratura Potenziale, dialogherà con l’autore che ha presentato già in altre circostanze e che aveva anche invitato al Festival Fantasiologico del 2017 a Caiazzo (tra gli ospiti Antonio Rezza, Flavia Mastrella, Raffaele Aragona, Ennio Peres…).

Due gli appuntamenti con Carlo Sperduti in altrettante location intime, uniche e straordinarie: il 1 luglio all’Eremo di Santa Maria degli Angeli di Alvignanello, un ex convento immerso nel silenzio e nella natura, con un panorama sulla Dormiente del Sannio e sulla Valle telesina.

Qui, al termine della presentazione, seguirà un menu degustazione; il 2 luglio, invece, al Giardino Segreto di Roccaromana, un luogo nel verde, pieno di belle energie e di scambi culturali anche internazionali. Gli incontri si terranno all’aperto, alle ore 18:30. In caso di pioggia, gli eventi si svolgeranno al chiuso. Per partecipare agli incontri è necessario prenotare. Info Eremo (Achille, 348 854 7621 ) e Giardino Roccaromana (347 523 4383).

vedi anche:
http://www.matesenews.it/roccaromana-alvignanello-doppio-appuntamento-nel-casertano-con-lo-scrittore-carlo-sperduti-il-1-e-il-2-luglio-2022-dialoga-con-lautore-il-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese/
https://www.teleradio-news.it/2022/06/22/doppio-appuntamento-nel-casertano-con-lo-scrittore-carlo-sperduti/
http://www.deanotizie.it/news/2022/06/22/doppio-appuntamento-nel-casertano-con-lo-scrittore-carlo-sperduti/


12 giugno 2022
"Dea Notizie
http://www.deanotizie.it/news/2022/06/12/roccamonfina-allofficina-culturale-ilion-e-i-tentativi-di-enigmi/"

Roccamonfina: all’Officina Culturale Ilion e i “Tentativi di Enigmi”


Ancora emozioni all’Officina Culturale di Roccamonfina. Ieri 11 u.s. dalle 18,30 l’accogliente sala dell’Officina si è riempita di un’affascinante atmosfera che ha coinvolto tutti i presenti, poiché non solo vi è ritornato il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese già ospite durante l’inverno scorso, ma in questa occasione il protagonista indiscusso della serata è stato l’enigmista professionista Nicola Aurilio, conosciuto a livello nazionale con lo pseudonimo “Ilion”. Originario di Casale di Carinola, in provincia di Caserta, e autodidatta nello studio, si è dedicato molto al settore dell’enigmistica, del cruciverba, dei rebus e degli anagrammi, proprio quelli pubblicati dalle note riviste del settore quali La Settimana Enigmistica, Penombra, Il Labirinto, e spesso è stato vincitore di rilevanti premi. In questa occasione, voluta dall’Assessore Giovanna Prata, curatrice degli eventi presentati presso l’Officina roccana, Aurilio ha ringraziato per l’invito ricevuto e ha brevemente introdotto il suo ultimo libro dal titolo “Tentativi di Enigmi”, presentato poi nel dettaglio da Carrese, autore dell’introduzione. Quello dell’enigmistica, dice Carrese, è un argomento bizzarrissimo che lascia sempre spazio ad una doppia interpretazione delle frasi espresse. L’anfibologia ha infatti tradizioni antiche, e a seconda di dove si pone la pausa o la virgola si dà un senso duplice alla frase. Sotto l’anfibologia ci sono enigmi, un parlare oscuro, velato, da capire e da svelare. Ilion già nel titolo dei suoi scritti, “cela” una doppia lettura, poiché l’enigmistica è una disciplina “che dice che c’è qualcosa di velato”. I componimenti di Aurilio non sono indovinelli ma enigmi, un modo diverso di scrivere. L’enigma è una composizione che vuole apparire lirica, ma non lo è perché tratta di temi leggendari o mitologici, l’indovinello invece si occupa di temi popolari. La tecnica di componimento enigmistico è quella del doppio soggetto. Dai componimenti di Ilio, spiega Carrese, emerge un senso apparente e un senso più profondo o addirittura reale. Il primo racconta il falso, il secondo dice il vero. Tutto il mondo enigmista si fonda su questa duplicità di lettura. Le poesie di Aurilio, anche nel senso apparente sono curatissime e contemporaneamente ci si ritrova a dover ragionare sull’ambiguità e sull’inganno della parola, in modo non soggettivo, e lo scopo è proprio quello di uscire dall’inganno; Aurilio scava nell’originalità dell’enigmistica e le soluzioni in questo ambito sono sempre inedite. Tentativi di Enigmi è un libro-raccolta di 222 (numero palindromo) enigmi, caratterizzato da una lunghezza di 15 versi, che nasce dall’arte della ludolinguistica, attraverso cui lo scrittore mostra di essere un vero ed originale artiere della parola. I contenuti del libro sono inediti e ricchi di novità.


10 giugno 2022
"Cronache della Campania"
https://www.craterenews.it/2022/06/roccamonfina-appuntamento-con-il-fantasiologo-nicola-aurilio-sabato-11-giugno-presso-lofficina-culturale/

ROCCAMONFINA – APPUNTAMENTO CON L’ENIGMISTA NICOLA AURILIO SABATO 11 GIUGNO PRESSO L’OFFICINA CULTURALE


ROCCAMONFINA – Domani 11 giugno 2022, alle ore 18.30 presso il Polo Comunale – Officina Culturale, l’Amministrazione comunale terrà la presentazione del libro “Tentativi di enigmi” di e con l’autore Nicola Aurilio. Noto a livello nazionale con lo pseudonimo “Ilion”, enigmista professionista, Nicola Aurilio è nativo di Carinola vivendo a Casale di Carinola. Sono numerosi i lavori di enigmistica prodotti in diversi anni di carriera, dai cruciverba ai rebus, dagli anagrammi ai poetici e via discorrendo.

La serata di domani, voluta dall’Assessore alla Cultura del Comune di Roccamonfina Giovanna Prata, il fantasiologo Nicola Aurilio sarà accompagnato dal suo amico, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso delle relazioni scientifiche e umanistiche, ludiche e artistiche della fantasia, immaginazione e creatività, ed autore di anagrammi con lo pseudonimo “Algernon”.




7 giugno 2022
"Cronache della Campania"
https://www.cronachedellacampania.it/2022/06/ilion-allofficina-culturale/

Nicola Aurilio è noto a livello nazionale con lo pseudonimo “Ilion” ed è un enigmista professionista. Nato nel 1947 vive a Casale di Carinola, in provincia di Caserta, dove ha realizzato nel tempo numerosi lavori di enigmistica che spaziano dai cruciverba ai rebus, dagli anagrammi ai poetici pubblicati poi sui quotidiani e sulle riviste più importanti del settore quali La settimana Enigmistica, Penombra, Il Labirinto e presentati in concorsi o simposi di enigmistica, dove puntualmente gli viene assegnato un premio.

Sabato prossimo sarà ospite dell’Officina Culturale di Roccamonfina (Caserta) in compagnia del suo amico, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso delle relazioni scientifiche e umanistiche, ludiche e artistiche della fantasia, immaginazione e creatività, ed autore di anagrammi con lo pseudonimo “Algernon”.

Sarà proprio il fantasiologo Carrese a conversare con il pubblico sull’ultimo libro di “Ilion” dal titolo ‘Tentativi di Enigmi’, 222 poesie che si prestano a una doppia lettura: i “poetici” sono infatti dei componimenti che sembrano raccontare una certa esperienza ma in realtà celano il vero significato tra i significati doppi delle parole.

C’è, dunque, un soggetto illusorio, finto, e un soggetto reale, da indovinare. Un esercizio divertente, quello del “doppio soggetto”, accessibile a tutti e non solo agli addetti ai lavori. Il tema del libro è approfondito da un saggio fantasiologico introduttivo di Carrese “Homo Enigmaticus” e da una postfazione di un grande maestro dell’enigmistica: Giovanni Caso, in arte “Cleos”.

L’evento è a ingresso libero ed è ospitato negli spazi dell’Officina Culturale (piazza mercato). “Ilion” sarà presente all’incontro per saluti e per rispondere alle eventuali curiosità del pubblico. Donerà gratuitamente il suo libro, fino a esaurimento copie, ai partecipanti che ne faranno richiesta. Per informazioni è possibile consultare il sito www.fantasiologo.com



6 giugno 2022
"Caserta24ore"
https://www.caserta24ore.it/2022/06/06/roccamonfina-allofficina-culture-nicola-aurilio/

Roccamonfina. All’officina Culture Nicola Aurilio


(Caserta24ore) ROCCAMONFINA All’Officina Culturale Sabato 11 giugno alle ore 18:30 con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese Nicola Aurilio, noto a livello nazionale con lo pseudonimo “Ilion”, enigmista professionista. Nato nel 1947 vive a Casale di Carinola, in provincia di Caserta, dove ha realizzato nel tempo numerosi lavori di enigmistica che spaziano dai cruciverba ai rebus, dagli anagrammi ai poetici pubblicati poi sui quotidiani e sulle riviste più importanti del settore quali La settimana Enigmistica, Penombra, Il Labirinto e presentati in concorsi o simposi di enigmistica, dove puntualmente gli viene assegnato un premio. Sabato prossimo sarà ospite dell’Officina Culturale di Roccamonfina (Caserta) in compagnia del suo amico, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso delle relazioni scientifiche e umanistiche, ludiche e artistiche della fantasia, immaginazione e creatività, ed autore di anagrammi con lo pseudonimo “Algernon”.
Sarà proprio il fantasiologo Carrese a conversare con il pubblico sull’ultimo libro di “Ilion” dal titolo TENTATIVI DI ENIGMI, 222 poesie che si prestano auna doppia lettura: i “poetici” sono infatti dei componimenti che sembrano
raccontare una certa esperienza ma in realtà celano il vero significato tra i significati doppi delle parole. C’è, dunque, un soggetto illusorio, finto, e un soggetto reale, da indovinare. Un esercizio divertente, quello del “doppio soggetto”, accessibile a tutti e non solo agli addetti ai lavori. Il tema del libro è approfondito da un saggio fantasiologico introduttivo di Carrese “Homo Enigmaticus” e da una postfazione di un grande maestro dell’enigmistica: Giovanni Caso, in arte “Cleos”. L’evento è a ingresso libero ed è ospitato negli spazi dell’Officina Culturale (piazza mercato). “Ilion” sarà presente all’incontro per rispondere alle eventuali curiosità del pubblico. Donerà gratuitamente il suo libro, fino a esaurimento copie, ai partecipanti che ne faranno richiesta. Per informazioni è possibile consultare il sito www.fantasiologo.com

6 giugno 2022
"Matese News"
https://www.matesenews.it/169408-2/

ROCCAMONFINA / CAIAZZO. L’enigmista “Ilion” all’officina culturale: sabato 11 giugno ore 18:30 col fantasiologo Massimo Gerardo Carrese.


Donerà gratuitamente il suo libro, fino a esaurimento copie, ai partecipanti che ne faranno richiesta.

Nicola Aurilio è noto a livello nazionale con lo pseudonimo “Ilion” ed è un enigmista professionista. Nato nel 1947 vive a Casale di Carinola, in provincia di Caserta, dove ha realizzato nel tempo numerosi lavori di enigmistica che spaziano dai cruciverba ai rebus, dagli anagrammi ai poetici pubblicati poi sui quotidiani e sulle riviste più importanti del settore quali La settimana Enigmistica, Penombra, Il Labirinto e presentati in concorsi o simposi di enigmistica, dove puntualmente gli viene assegnato un premio. Sabato prossimo sarà ospite dell’Officina Culturale di Roccamonfina (Caserta) in compagnia del suo amico, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso delle relazioni scientifiche e umanistiche, ludiche e artistiche della fantasia, immaginazione e creatività, ed autore di anagrammi con lo pseudonimo “Algernon”. Sarà proprio il fantasiologo Carrese a conversare con il pubblico sull’ultimo libro di “Ilion” dal titolo TENTATIVI DI ENIGMI, 222 poesie che si prestano a una doppia lettura: i “poetici” sono infatti dei componimenti che sembrano raccontare una  certa esperienza ma in realtà celano il vero significato tra i significati doppi delle parole. C’è, dunque, un soggetto illusorio, finto, e un soggetto reale, da indovinare. Un esercizio divertente, quello del “doppio soggetto”, accessibile a tutti e non solo agli addetti ai lavori. Il tema del libro è approfondito da un saggio fantasiologico introduttivo di Carrese  “Homo Enigmaticus” e da una postfazione di un grande maestro dell’enigmistica: Giovanni Caso, in arte “Cleos”.  L’evento è a ingresso libero ed è ospitato negli spazi dell’Officina Culturale (piazza mercato). “Ilion” sarà presente all’incontro per saluti e per rispondere alle eventuali curiosità del pubblico. Donerà gratuitamente il suo libro, fino a esaurimento copie, ai partecipanti che ne faranno richiesta. Per informazioni è possibile consultare il sito www.fantasiologo.com



3 giugno 2022
"Salaborsa"
https://www.bibliotecasalaborsa.it/events/il-museo-per-tutti-buone-pratiche-di-accessibilita


Presentazione del libro di Fabio Fornasari e Maria Chiara Ciaccheri. Dialogherà con l’autore Massimo Gerardo Carrese, fantasiologo.

L’accessibilità museale è soprattutto un modo di pensare all’esperienza di visita, immedesimandosi nelle prospettive di persone diverse. Le declinazioni che può assumere possono essere molto articolate: non riguarda solo la rimozione delle barriere fisiche, ma anche, ad esempio, la leggibilità e la comprensibilità di un testo, oppure una formazione adeguata del personale di sala.
L’accessibilità dovrebbe così essere intesa come un processo che attraversa il museo nella sua interezza, perché il museo accessibile diventi un reale terreno di innovazione delle pratiche, verso una democrazia possibile e un nuovo concetto di cittadinanza.
Questo testo, attraverso la comprensione di quali sono le barriere e gli stereotipi che si incontrano in questo ambito, vuole proporre domande e sollecitare ricerca di soluzioni ed esperienze attorno all’accessibilità museale.

Una volta raggiunta la capienza massima consentita non sarà possibile entrare e sostare in piedi.

Anche se non è più obbligatorio, per entrare in biblioteca e per partecipare alle attività raccomandiamo ancora l’uso della mascherina (chirurgica o FFP2).




https://www.bibliotechebologna.it/events/il-museo-per-tutti-buone-pratiche-di-accessibilita
https://www.bandieragialla.it/eventi/il-museo-per-tutti-la-presentazione-del-libro-sulle-buone-pratiche-di-accessibilita/
https://pattoletturabo.comune.bologna.it/events/il-museo-per-tutti-buone-pratiche-di-accessibilita


2 giugno 2022
"EmiliaRomagnanews24"
https://www.emiliaromagnanews24.it/bologna-biblioteche-gli-appuntamenti-da-giovedi-2-a-mercoledi-8-giugno-239757.html

Mercoledì 8 giugno
ore 17.30: Salaborsa Lab
Il museo per tutti. Buone pratiche di accessibilità. Presentazione del libro di Maria Chiara Ciaccheri e Fabio Fornasari (edizioni la meridiana). Massimo Gerardo Carrese, fantasiologo dialogherà con l’autore Fabio Fornasari. L’accessibilità museale è soprattutto un modo di pensare all’esperienza di visita, immedesimandosi nelle prospettive di persone diverse. Le declinazioni che può assumere possono essere molto articolate: non riguarda solo la rimozione delle barriere fisiche, ma anche, ad esempio, la leggibilità e la comprensibilità di un testo, oppure una formazione adeguata del personale di sala


23 maggio 2022
"Molisenews24"
https://www.molisenews24.it/dentro-fuori-scuola-brigida-termoli-maggio-2022-76179.html

“Dentro e fuori la scuola”, iniziativa alla “Brigida” di Termoli


TERMOLI – Da domani 24 fino a venerdì 27 maggio, l’Istituto Comprensivo “Brigida” di Termoli promuove l’iniziativa “Dentro e fuori la scuola” di INDIRE, lstituto Nazionale Documentazione Innovazione Ricerca Educativa, e di Avanguardie Educative ospitando per una settimana varie attività laboratoriali dedicate alle classi III della Scuola Superiore di I grado. Un modo alternativo di fare educazione e un momento di condivisione di saperi che spaziano dal musical alla magia, dall’arte ai corsi di sopravvivenza, dai viaggi fuori regione alla scoperta di Termoli, fino ad arrivare a un’attività unica nel suo genere: Fantasiologia.

Che cos’è la Fantasiologia? Uno studio condotto da un fantasiologo di professione che risponde al nome di Massimo Gerardo Carrese (www.fantasiologo.com), che da vent’anni si occupa di approfondire in contesti universitari, scolastici e sociali, nazionali e internazionali, i complessi rapporti scientifici e umanistici, ludici e artistici prevalentemente di tre facoltà: la fantasia, l’immaginazione e la creatività. Già ospite in passato della “Brigida” di Termoli e di altre realtà educative cittadine, il fantasiologo Carrese torna in Molise per condividere con gli studenti nell’ambito di pratiche educative alternative, le riflessioni sulle tre facoltà e i giochi fantasiologici (linguistici, matematici, artistici) di sua ideazione.




20 maggio 2022
"TvSette"
https://www.tvsette.net/incontro-di-fantasiologia-nel-borgo-antico-di-apice-vecchia/

INCONTRO DI FANTASIOLOGIA NEL BORGO ANTICO DI APICE VECCHIA.


“La Pompei del 900”, “Il borgo fantasma”, “il paese abbandonato” è così che viene spesso identificato il paese di Apice Vecchia ma il luogo gode di un’identità a sé già abbastanza forte e suggestiva da superare qualsiasi etichetta. Domenica mattina, il gruppo casertano Trekkingakm0 visita il borgo antico in compagnia dello studioso Massimo Gerardo Carrese, fantasiologo di professione (www.fantasiologo.com), che accompagna i curiosi tra le strade e case di Apice Vecchia. Già in passato, il fantasiologo Carrese aveva lavorato ad Apice Vecchia dedicando al paese un volume dell’enciclopedia Alfabetario dei Luoghi (Ngurzu Edizioni, 2017) presentata in molte regioni d’Italia e nello stesso castello del borgo. Scopo della “spasseggiata” di domenica prossima è vivere e ammirare Apice Vecchia attraverso una serie di riflessioni ed esercizi dedicati. “La Fantasiologia – scrive Carrese –  è uno studio in atto, una ricerca che si occupa dei rapporti scientifici e umanistici, ludici e artistici principalmente di tre facoltà: la fantasia, l’immaginazione e la creatività. Ad Apice Vecchia – continua il fantasiologo – proveremo a capire che cosa succede alla nostra fantasia quando visitiamo un luogo abbandonato, quali stimoli riceve la nostra immaginazione e quali processi creativi si attivano mentre passeggiamo”. Massimo Gerardo Carrese è di Caiazzo (Caserta), riportato anche nell’enciclopedia Treccani per la voce “fantasiologo”, è un ricercatore e saggista che da vent’anni lavora sulla Fantasiologia e sui complessi aspetti della fantasia, dell’immaginazione e della creatività indagati con sguardo tecnico ed esperienza sul campo. Invitato a partecipare con sue attività in eventi di rilievo nazionale e internazionale (tra cui Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, Erasmus +, Festival della Filosofia in Magna Grecia), è ideatore del Festival Fantasiologico che nel 2018 fu ospitato presso la Rocca dei Rettori di Benevento. La visita ad Apice Vecchia avviene in sicurezza e con le dovute autorizzazioni del caso. È limitata a un ristretto gruppo di persone e si svolge nel rispetto delle normative anti-Covid19. Per info e prenotazioni contattare il numero 328 173 16 33  (Trekkingakm0)


17 maggio 2022
"Ottopagine"
https://www.ottopagine.it/bn/economia/293197/ad-apice-vecchia-la-spasseggiata-fantasiologica.shtml

Ad Apice Vecchia la "spasseggiata fantasiologica"

Con Massimo Gerardo Carrese un incontro itinerante tra le strade del borgo storico


Sarà il borgo storico di Apice Vecchia ad ospitare domenica 22 maggio la "spasseggiata fantasiologica", iniziativa tra le strade del borgo con lo studioso Massimo Gerardo Carrese. "Che cosa accade alla nostra fantasia quando passeggiamo in un luogo disabitato? Quali stimoli riceve la nostra immaginazione e quali processi creativi si attivano mentre passeggiamo? Massimo Gerardo Carrese - spiegano gli organizzatori - studioso degli aspetti scientifici e umanistici della fantasia, immaginazione e creatività, sarà con un gruppo di persone dell’associazione trekking Hirta di Caserta a visitare il borgo storico di Apice Vecchia per parlare insieme delle funzioni e caratteristiche tecniche della fantasia, immaginazione e creatività. Il percorso prevede una visita e momenti di riflessione ed esercizi dedicati: Carrese in ogni appuntamento propone momenti di confronto e di dialogo ma anche giochi matematici, linguistici e artistici da lui ideati per il luogo visitato. Il gruppo Hirta è al terzo appuntamento con la Fantasiologia: i primi due incontri avevano visto coinvolti mesi addietro sempre zone del beneventano con “La Dormiente del Sannio” e il borgo abbandonato di Tocco Caudio. Nel 2017 il fantasiologo Carrese, con la fotografa Elisa Regna, aveva pubblicato  Alfabetario dei Luoghi n. 2 (Ngurzu Edizioni), il volume su Apice Vecchia presentata in molte regioni d’Italia oltre che nello stesso castello di Apice Vecchia".



16 maggio 2022
"Vivicampania"
https://www.vivicampania.net/2022/05/16/fantasiologia-tra-le-strade-del-borgo-fantasma-di-apice/

Fantasiologia tra le strade del borgo fantasma di Apice


Domenica 22 maggio, con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese. Lo studioso terrà un incontro itinerante di Fantasiologia tra le strade del borgo storico beneventano con il gruppo trekking Hirta.

Che cosa accade alla nostra fantasia quando passeggiamo in un luogo disabitato dalla presenza umana? Quali stimoli riceve la nostra immaginazione e quali processi creativi si attivano mentre passeggiamo? Massimo Gerardo Carrese, studioso degli aspetti scientifici e umanistici della fantasia, immaginazione e creatività (www.fantasiologo.com), sarà con un gruppo di persone (max 20) dell’associazione trekking Hirta di Caserta a visitare il borgo storico di Apice Vecchia per parlare insieme delle funzioni e caratteristiche tecniche della fantasia, immaginazione e creatività. Il percorso prevede una visita in sicurezza di Apice Vecchia e momenti di riflessione ed esercizi dedicati: Carrese in ogni appuntamento propone momenti di confronto e di dialogo ma anche giochi matematici, linguistici e artistici da lui ideati per il luogo visitato. Il gruppo Hirta è al terzo appuntamento con la Fantasiologia: i primi due incontri avevano visto coinvolti mesi addietro sempre zone del beneventano con “La Dormiente del Sannio” e il borgo abbandonato di Tocco Caudio. Nel 2017 il fantasiologo Carrese, con la fotografa Elisa Regna, aveva pubblicato  Alfabetario dei Luoghi n. 2 (Ngurzu Edizioni), il volume su Apice Vecchia presentata in molte regioni d’Italia oltre che nello stesso castello di Apice Vecchia. La “spasseggiata” di domenica 22 maggio avviene nel rispetto delle norme anti-Covid e con i necessari avvisi alle autorità e responsabili in loco per visitare il borgo storico di Apice Vecchia.  Per info e prenotazioni: Hirta 328 173 16 33



16 maggio 2022
"NTR24"
https://www.ntr24.tv/events/fantasiologia-tra-le-strade-del-borgo-fantasma-di-apice/var/ri-0.l-L2/



Via al Festival della filosofia in Magna Grecia nel segno di Parmenide e di Dike, dea della giustizia

27 aprile 2022
"Il Denaro"
https://www.ildenaro.it/via-al-festival-della-filosofia-in-magna-grecia-nel-segno-di-parmenide-e-di-dike-dea-della-giustizia/

“Dike” è il tema dell’edizione cilentana del Festival della Filosofia in Magna Grecia che si svolge a Vallo della Lucania, Ascea, Elea-Velia, Casal Velino, Paestum, dal 26 al 30 aprile 2022 e che vede la partecipazione di circa 1000 studenti liceali provenienti da tutta l’Italia per rivivere l’antico percorso della koinè mediterranea. In un mondo sempre più esposto alla manipolazione e alla strumentalizzazione del consenso, riprendiamo il viaggio parmenideo alla ricerca dell’autenticità nei suoi luoghi e condividiamo le sue lucide e profetiche indicazioni…

Là è la porta che divide i sentieri della Notte e del Giorno, e un architrave e una soglia di pietra la puntellano: essa stessa nella sua altezza è riempita da grandi battenti, di cui Dike (la Giustizia), che molto punisce, ha le chiavi che aprono e chiudono.
Sono queste le parole del Proemio del noto poema di Parmenide Sulla natura. Presso questa porta è iniziata la lunga strada che ha intrapreso la ricerca filosofica dell’Occidente e che non è ancora finita, di cui Parmenide è uno dei più affascinanti protagonisti. La mappa di questo percorso è indicata e garantita da lei “Dike”, la dea della giustizia, che offre l’opportunità di comprendere e definire, di trovare leggi e regole che ordinano il mondo e la stessa ragione umana. La Scuola Eleatica in Magna Grecia ha cercato risposte sin dai tempi remoti alle grandi domande, ancora oggi attuali, portando gli enigmi iniziali al rango di concetti. Il pensiero diventa pensiero critico. Obiettivo del Festival è proprio lo sviluppo di un “nuovo pensiero critico”, che possa nascere “facendo uscire” la filosofia dalle mura accademiche riportandola nell’agorà. Protagonisti del Festival della Filosofia in Magna Grecia sono gli adolescenti, che esplorano sé stessi nei luoghi filosofici, confrontandosi con i loro pari. L’obiettivo è proporre ai giovani occasioni e percorsi di educazione non formale, legati al “fare” filosofia. Dialoghi filosofici, passeggiate filosofico-teatrali, laboratori, AGON filosofici sono le proposte per i liceali, a cui si affiancano le agorà tra docenti e un caleidoscopio di altre attività. “L’iniziativa ha consolidato una dimensione nazionale ed internazionale coinvolgendo oltre 40.000 liceali nelle precedenti edizioni, diffondendo la conoscenza del patrimonio culturale e archeologico dei territori della Grecia e della Magna Grecia. Il Festival della Filosofia esaltando il Genius Loci, in collaborazione con gli Enti Locali, le Istituzioni e tutti i soggetti impegnati nella valorizzazione del territorio, è un ponte ideale tra i luoghi rappresentativi del pensiero occidentale. I liceali provenienti da tutta Italia dissertano sul tema filosofico passeggiando tra le meraviglie delle aree archeologiche di Velia e Paestum, e nel centro dei comuni di Vallo della Lucania, Ascea” dichiara l’ideatrice del Festival Giuseppina Russo.

Il Festival in collaborazione con l’amministrazione comunale della città di Vallo della Lucania si è aperto ieri nella Agorà di Vallo della Lucania dalle ore 14.00 nella splendida piazza V. Emanuele, lo staff di accoglienza FFMG darà il benvenuto ai 1000 liceali provenienti da: Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Puglia, Sicilia. La kermesse continua presso il Teatro de Berardinis, con i saluti istituzionali del sindaco Sansone, vicesindaco Tiziana Cortiglia e degli assessori e la presentazione delle attività del Festival con gli organizzatori la presidente Giuseppina Russo, la direttrice scientifica Annalisa Di Nuzzo, il coordinatore scientifico Salvatore Ferrara, il responsabile dei laboratori Alessio Ferrara, il coordinatore di AGON Danilo Piscopo.

A seguire Capone BungtBamgt Workshow esperienziale, ecosostenibile ed educativo, un incontro a metà tra performance e laboratorio durante il quale il musicista Maurizio Capone e la sua band, in maniera profonda e al tempo stesso ironica, raccontano la nascita dei loro strumenti recuperati dal caos dei rifiuti che abbondano nelle nostre case e nelle nostre città , un incontro che stimola la riflessione sulle capacità creative degli esseri umani che possono essere d’aiuto e di supporto ai temi dell’ambiente, della pacifica convivenza e della legalità.

Un accordo anche con il Crif nazionale per formare insieme al liceo di Aversa insegnanti per la filosofia per i piccoli, un importante progetto già avviato nell’ultima edizione in Grecia.

27- 28- 29 aprile
Passeggiata Filosofico Teatrale
Selezione testi e autori a cura di Annalisa Di Nuzzo – Regia di Luca Iervolino, Rosario Sparno, Fabio Cocifoglia

27-28-29 aprile dalle ore 9.00, Area Archeologica di Velia
La giustizia delle cose
Interpreti: Giampiero Schiano, Raffaele Ausiello, Emanuele D’Errico, Francesco Roccasecca 

27-28-29 aprile dalle ore 9.00, Area Archeologica di Paestum
In nome della giustizia
Interpreti: Antonella Romano, Francesca De Nicolais, Dario Rea, Paola Zecca, Paola Senatore

Lezione spettacolo
Teatro Filosofico, Etica e Politica in Sofocle e Platone
a cura della professoressa Annalisa Di Nuzzo

Laboratori Filosofia Pratica (Coordinatore Alessio Ferrara)
1. TEATRO Giovanni Granatina / Dimitri Tetta
2. DINAMICHE ESPRESSIVE Noemi Perfetto /Riccardo Marotta
3. MOVIMENTO ESPRESSIVO Ilaria Cecere/Elvira Maione
4. DANZA Martina Cotugno/Giuliana Bello
5. MUSICA Marco Roberto Trupiano/ Dario Mennella
6. SUONO FILOSOFICO Mario di Bonito/Luca Cioffi
7. FANTASIOLOGIA Massimo Gerardo Carrese/ Resli Tale
8. FOTOGRAFIA Tommaso Vitiello/Sebastiano Cautiero
9. ESPRESSIONI VISIVE Danilo Piscopo/Paolo Martino
10. URBAN ART Gino Rota /Teodosio Santagata
11. TAI CHI Paola Carbone/ Melissa Micillo
12. YOGA Gianni Pisano/Eliana Andreozzi
13. RADIOSOFIA Mario Migliaccio / Salvatore Esposito

Agon
Le categorie sono Musiké, Filosofando, Koreo, Filosofilm. Creatività, Talento, Confronto uno spazio all’interno del Festival della Filosofia in Magna Grecia che possa essere da stimolo tra tutte le ragazze e tutti i ragazzi che partecipano attraverso un confronto con l’altro in un’autentica e sana competizione, per riconoscere il valore reciproco.

Dialoghi
Dialogo Filosofico 27 aprile Teatro de Berardinis – Vallo d. Lucania
«Contro Antigone» prof. Mauro Bonazzi
Dialogo Filosofico 28 aprile Teatro de Berardinis – Vallo d. Lucania
«DIKE»: all’origine della filosofia prof. Massimo Donà
Agorà tra docenti a cura dei Prof.ri Annalisa di Nuzzo e Salvatore Ferrara
28 aprile Festival in Festa ore 22.00-24.00 Vallo della Lucania
30 aprile UNANIME performances finali dei laboratori piazza Europa Ascea Marina




23 aprile 2022
"Tribuna 24"
http://www.tribuna24.it/uncategorized/un-successo-la-installazione-fotografica-passaporta-giovanni-izz/?fbclid=IwAR1XEP562bjCNPqJcnteeDiRsoXYgIEt8s-KebgjwIeg98J_TrqrCKQTo2w


[...] L'opera di Giovanni Izzo è stata illustrata a Salerno dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese ed a New York da Stephen Lean, Direttore Immigration Museum, che ha paragonato le foto di Giovanni Izzo alle fotografie di due grandi firme della fotografia storica: AUGUSTUS SHERMAN e LEWIS HINE." [...]




19 aprile 2022
BUONGIORNO REGIONE, RAI 3
https://www.rainews.it/tgr/campania/notiziari/video/2022/04/Buongiorno-Regione-Campania-del-19042022-a9614d67-f145-41d4-b0f8-6edfe753517c.html







17 aprile 2022
REGIONE EUROPA, RAI 3
https://www.rainews.it/tgr/rubriche/regioneuropa/video/2022/04/TGR-RegionEuropa-del-17042022-2187592b-c27c-4e11-affa-7fb982bdffc4.html







aprile  2022

Da Salerno a Ellis Island USA, venerdì 8 aprile s’inaugura Passaporta, la prima installazione fotografica sull’immigrazione trasmessa nelle Slide Door

presenta il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese


https://www.askanews.it/cultura/2022/04/07/tra-salerno-ed-ellis-island-le-fotografie-di-giovanni-izzo-pn_20220407_00284/

"Il Mattino" Salerno (13/04/2022)

http://www.tribuna24.it/comuni/gioia_sannitica/passaporta-salerno-ad-ellis-islamd-usa/

https://www.teleradio-news.it/2022/04/06/passaporta-la-mostra-fotografica-di-giovanni-izzo/

http://www.conquistedellavoro.it/breaking-news/tra-salerno-ed-ellis-island-le-fotografie-di-giovanni-izzo-br-dall-8-aprile-l-installazione-passaporta-1.2827673

https://www.kappaelle.net/2022/04/05/da-salerno-ad-ellis-island-passaporta-di-giovanni-izzo/?shared=email&msg=fail

https://alpifashionmagazine.com/journal/passaporta-vernissage-fotografico-slide-door/

https://www.salernotoday.it/eventi/mostra-foto-passaporta-duomo-salerno-quando-8-aprile-2022.html

http://www.lospeakerscorner.eu/passaporta-la-mostra-fotografica-di-giovanni-izzo/

https://www.lacittadisalerno.it/cultura-e-spettacoli/al-duomo-di-salerno-arriva-passaporta-1.2825429

https://www.lanotiziaincomune.it/attualita/slide-door-salerno-new-york-mostra-fotografica-passaporta/

https://notizie.accadeora.it/tra-salerno-ed-ellis-island-le-fotografie-di-giovanni-izzo/

https://www.cronachedellacampania.it/2022/04/slidedoors-7435/

https://webtv3.altervista.org/slide-door-salerno-new-york-inaugurata-passaporta-di-giovanni-izzo/?fbclid=IwAR1MPCcl993AmX6F_UsAt7wr2fUR-8gd3gV2xDkWDPlCdR2ld7wZQ9_dSNk

https://www.viveresalerno.it/2022/04/11/al-via-presso-il-quadriportico-del-duomo-di-salerno-fino-al-20-aprile-passaporta-linstallazione-fotografica-di-gianni-izzo-dedicata-allimmigrazione-africana-in-italia/2100151748/


La Slide Door nel Duomo di Salerno si arricchisce di una suggestiva mostra fotografica multimediale di Giovanni Izzo dedicata ai migranti.
La performance PassaPorta del fotografo sarà visibile in contemporanea nel Duomo di Salerno e presso il Kissing Point del Museo dell'immigrazione ad Ellis Island New York. La proiezione di circa quindici minuti sarà proposta ogni ora per tutto il giorno ai visitatori.
L'opera di Giovanni Izzo è stata illustrata a Salerno dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese ed a New York da Stephen Lean, Direttore Immigration Museum, che ha paragonato le foto di Giovanni Izzo a le fotografie di due grandi firme della fotografia storica: AGUSTUS SHERMAN e LEWIS HINE.
(8 aprile 2022. Dalla pagina Facebook di Vincenzo Napoli, sindaco di Salerno)



Duomo di Salerno. Presentazione di PassaPorta, mostra multimediale fotografica di Giovanni Izzo. Venerdì 8 aprile 2022
Da sinistra: Giovanni Izzo (fotografo), Rossana Graciela Apaza Clavijo (Comunicazione SlideDoors), Massimo Gerardo Carrese (fantasiologo)



Duomo di Salerno. Presentazione di PassaPorta, mostra multimediale fotografica di Giovanni Izzo. Venerdì 8 aprile 2022
Intervento di Massimo Gerardo Carrese (fantasiologo)




6 aprile 2022
"Il Mattino" Caserta
Nicola Aurilio. Enigmi e rime in 222 poesie
il genio lirico d'Ilion-Aurilio







18 marzo 2022

http://www.lavocedelvolturno.com/incontro-di-fantasiologia-al-monastero-benedettino-di-villa-santa-croce/#.YjSVb3rMJdh

Incontro di Fantasiologia al Monastero benedettino di Villa Santa Croce

Domenica 20 marzo l’azienda agricola “La Sbecciatrice” ospita il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese con una “spasseggiata fantasiologica”. Lo studioso racconta gli aspetti scientifici e umanistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività e presentare in anteprima un suo gioco ideato sul perimetro del monastero benedettino.L’evento di domenica 20 marzo si svolge in occasione della Primavera della Resistenza Contadina organizzata dall’Azienda Agricola “La Sbecciatrice” di Villa Santa Croce, piccola e accogliente frazione di Piana di Monte Verna, in provincia di Caserta. “La Sbecciatrice”, che si occupa della coltivazione e valorizzazione dei prodotti tipici e del recupero di semi antichi, organizza frequenti incontri con autori e autrici provenienti da vari contesti culturali. Domenica 20 è la volta di Massimo Gerardo Carrese, studioso degli aspetti scientifici e umanistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Fantasiologo di professione, Carrese si occupa da un ventennio di Fantasiologia (www.fantasiologo.com). Le sue lezioni di Fantasiologia sono ospitate in università, scuole di ogni ordine e grado e contesti sociali, anche internazionali (per esempio Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, SlideDoors Salerno – New York, Erasmus Plus, Festival della Filosofia in Magna Grecia). Durante la “spasseggiata fantasiologica” (di circa 3 km, durata 2h30m, difficoltà media), con partenza dall’azienda agricola fino alle Mura benedettine e ritorno, Carrese racconta con esempi e riflessioni gli aspetti più significativi della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Seguiranno assaggi di prodotti tipici della “Sbecciatrice”. Per la giornata, Carrese ha progettato un gioco fantasiologico La retta via”, che presenterà agli intervenuti: è un gioco ideato sul perimetro del monastero di Villa Santa Croce. 
18 marzo 2022
http://www.deanotizie.it/news/2022/03/18/incontro-di-fantasiologia-al-monastero-benedettino-di-villa-santa-croce/

Incontro di Fantasiologia al Monastero benedettino di Villa Santa Croce



Domenica 20 marzo l’azienda agricola “La Sbecciatrice” ospita il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese con una “spasseggiata fantasiologica”. Lo studioso racconta gli aspetti scientifici e umanistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività e presentare in anteprima un suo gioco ideato sul perimetro del monastero benedettino.
L’evento di domenica 20 marzo si svolge in occasione della Primavera della Resistenza Contadina organizzata dall’Azienda Agricola “La Sbecciatrice” di Villa Santa Croce, piccola e accogliente frazione di Piana di Monte Verna, in provincia di Caserta. “La Sbecciatrice”, che si occupa della coltivazione e valorizzazione dei prodotti tipici e del recupero di semi antichi, organizza frequenti incontri con autori e autrici provenienti da vari contesti culturali. Domenica 20 è la volta di Massimo Gerardo Carrese, studioso degli aspetti scientifici e umanistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Fantasiologo di professione, Carrese si occupa da un ventennio di Fantasiologia (www.fantasiologo.com). Le sue lezioni di Fantasiologia sono ospitate in università, scuole di ogni ordine e grado e contesti sociali, anche internazionali (per esempio Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, SlideDoors Salerno – New York, Erasmus Plus, Festival della Filosofia in Magna Grecia). Durante la “spasseggiata fantasiologica” (di circa 3 km, durata 2h30m, difficoltà media), con partenza dall’azienda agricola fino alle Mura benedettine e ritorno, Carrese racconta con esempi e riflessioni gli aspetti più significativi della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Seguiranno assaggi di prodotti tipici della “Sbecciatrice”. Per la giornata, Carrese ha progettato un gioco fantasiologico “La retta via”, che presenterà agli intervenuti: è un gioco ideato sul perimetro del monastero di Villa Santa Croce. 


17 marzo 2022
https://www.teleradio-news.it/2022/03/17/piana-m-verna-domenica-spasseggiata-col-fantasiologo-carrese-al-monastero-benedettino-di-villa-s-croce/

Piana M.Verna. Domenica ‘spasseggiata’ col fantasiologo Carrese al Monastero benedettino di Villa S.Croce


Domenica 20 marzo l’azienda agricola “La Sbecciatrice” ospita

il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese con una “spasseggiata fantasiologica”.

Lo studioso racconta gli aspetti scientifici e umanistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività e presentare in anteprima un suo gioco ideato sul perimetro del monastero benedettino.

L’evento di domenica 20 marzo si svolge in occasione della Primavera della Resistenza Contadina  organizzata dall’Azienda Agricola “La Sbecciatrice” di Villa Santa Croce, piccola e accogliente frazione di Piana di Monte Verna, in provincia di Caserta.

“La Sbecciatrice”, che si occupa della coltivazione e valorizzazione dei prodotti tipici e del recupero di semi antichi, organizza frequenti incontri con autori e autrici provenienti da vari contesti culturali.

Domenica 20 è la volta di Massimo Gerardo Carrese (nella foto), studioso degli aspetti scientifici e umanistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività.

Fantasiologo di professione, Carrese (www.fantasiologo.com) si occupa da un ventennio di Fantasiologia.

Le sue lezioni di Fantasiologia sono ospitate in università, scuole di ogni ordine e grado e contesti sociali, anche internazionali (per esempio Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, SlideDoors Salerno – New York, Erasmus Plus, Festival della Filosofia in Magna Grecia).

Durante la “spasseggiata fantasiologica” (di circa 3 chilometri, durata circa due ore e mezza, difficoltà media), con partenza dall’azienda agricola fino alle Mura benedettine e ritorno, Carrese racconta con esempi e riflessioni gli aspetti più significativi della fantasia, dell’immaginazione e della creatività.

Seguiranno assaggi di prodotti tipici della “Sbecciatrice”.

Per  l’occasione, Carrese ha progettato il gioco fantasiologico La retta via”, ideato sul perimetro del monastero di Villa Santa Croce, che presenterà agli intervenuti.




17 marzo 2022
https://www.caserta24ore.it/2022/03/17/incontro-di-fantasiologia-al-monastero-benedettino-di-villa-santa-croce/

Incontro di Fantasiologia al Monastero benedettino di Villa Santa Croce

(Caserta24ore) PIANA di MONTE VERNA. Domenica 20 marzo l’azienda agricola “La Sbecciatrice” ospita il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese con una “spasseggiata fantasiologica”. Lo studioso racconta gli aspetti scientifici e umanistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività e presentare in anteprima un suo gioco ideato sul perimetro del monastero benedettino. L’evento di domenica 20 marzo si svolge in occasione della Primavera della Resistenza Contadina organizzata dall’Azienda Agricola “La Sbecciatrice” di Villa Santa Croce, piccola e accogliente frazione di Piana di Monte Verna, in provincia di Caserta. “La Sbecciatrice”, che si occupa della coltivazione e valorizzazione dei prodotti tipici e del recupero di semi antichi, organizza frequenti incontri con autori e autrici provenienti da vari contesti culturali. Domenica 20 è la volta di Massimo Gerardo Carrese, studioso degli aspetti scientifici e umanistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Fantasiologo di professione, Carrese si occupa da un ventennio di Fantasiologia (www.fantasiologo.com). Le sue lezioni di Fantasiologia sono ospitate in università, scuole di ogni ordine e grado e contesti sociali, anche internazionali (per esempio Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, SlideDoors Salerno – New York, Erasmus Plus, Festival della Filosofia in Magna Grecia). Durante la “spasseggiata fantasiologica” (di circa 3 km, durata 2h30m, difficoltà media), con partenza dall’azienda agricola fino alle Mura benedettine e ritorno, Carrese racconta con esempi e riflessioni gli aspetti più significativi della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Seguiranno assaggi di prodotti tipici della “Sbecciatrice”. Per la giornata, Carrese ha progettato un gioco fantasiologico “La retta via”, che presenterà agli intervenuti: è un gioco ideato sul perimetro del monastero di Villa Santa Croce


17 marzo 2022
https://www.clarusonline.it/2022/03/17/villa-santa-croce-piana-di-monte-verna-incontro-di-fantasiologia-al-monastero-benedettino/

Villa Santa Croce / Piana di Monte Verna, incontro di fantasiologia al Monastero benedettino

Domenica 20 marzo l’azienda agricola “La Sbecciatrice” ospita il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese con una “spasseggiata fantasiologica”. Lo studioso presenterà in anteprima un suo gioco ideato sul perimetro del monastero benedettino di Villa Santa Croce


È tempo di Primavera della Resistenza Contadina: domenica 20 marzo appuntamento sulle colline di Villa Santa Croce presso l’Azienda Agricola “La Sbecciatrice” organizzatrice dell’evento tra fantasia, cultura e storia che prevede una singolare escursione fino alle mura dell’antico monastero benedettino presumibilmente edificato dal Conte Landolfo nel breve arco di tempo che va dal 979 al 981 (notizia storiche qui).
Siamo in una piccola e accogliente frazione, poco più su del comune di Piana di Monte Verna dove “La Sbecciatrice” si occupa della coltivazione e valorizzazione dei prodotti tipici e del recupero di semi antichi e organizza frequenti incontri con autori e autrici provenienti da vari contesti culturali.
Domenica prissima l’incontro è con Massimo Gerardo Carrese, di Caiazzo, studioso degli aspetti scientifici e umanistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Fantasiologo di professione, Carrese si occupa da un ventennio di Fantasiologia (www.fantasiologo.com). Le sue lezioni di Fantasiologia sono ospitate in università, scuole di ogni ordine e grado e contesti sociali, anche internazionali (per esempio Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, SlideDoors Salerno – New York, Erasmus Plus, Festival della Filosofia in Magna Grecia).
Durante la “spasseggiata fantasiologica” (di circa 3 km, durata 2h30m, difficoltà media), con partenza dall’azienda agricola fino alle mura benedettine e ritorno, Carrese racconta con esempi e riflessioni gli aspetti più significativi della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Seguiranno assaggi di prodotti tipici della “Sbecciatrice”. Per la giornata, Carrese ha progettato un gioco fantasiologico La retta via”, che presenterà agli intervenuti: è un gioco ideato sul perimetro del monastero di Villa Santa Croce.




17 marzo 2022

https://www.matesenews.it/incontro-di-fantasiologia-al-monastero-benedettino-di-piana-di-monte-verna-spasseggiata-fantasiologica-domenica-20-marzo-alla-frazione-villa-santa-croce-col-fantasiologo-carrese/

PIANA DI MONTE VERNA. “Spasseggiata fantasiologica”: domenica 20 marzo alla frazione Villa Santa Croce col fantasiologo Carrese.

“La Sbecciatrice” si occupa della coltivazione e valorizzazione dei prodotti tipici e del recupero di semi antichi, organizza frequenti incontri con…

Domenica 20 marzo l’azienda agricola “La Sbecciatrice” ospita il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese con una “spasseggiata fantasiologica”. Lo studioso racconta gli aspetti scientifici e umanistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività e presentare in anteprima un suo gioco ideato sul perimetro del monastero benedettino. L’evento di domenica 20 marzo si svolge in occasione della Primavera della Resistenza Contadina organizzata dall’Azienda Agricola “La Sbecciatrice” di Villa Santa Croce, piccola e accogliente frazione di Piana di Monte Verna, in provincia di Caserta. “La Sbecciatrice”, che si occupa della coltivazione e valorizzazione dei prodotti tipici e del recupero di semi antichi, organizza frequenti incontri con autori e autrici provenienti da vari contesti culturali. Domenica 20 è la volta di Massimo Gerardo Carrese, studioso degli aspetti scientifici e umanistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Fantasiologo di professione, Carrese si occupa da un ventennio di Fantasiologia (www.fantasiologo.com). Le sue lezioni di Fantasiologia sono ospitate in università, scuole di ogni ordine e grado e contesti sociali, anche internazionali (per esempio Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, SlideDoors Salerno – New York, Erasmus Plus, Festival della Filosofia in Magna Grecia). Durante la “spasseggiata fantasiologica” (di circa 3 km, durata 2h30m, difficoltà media), con partenza dall’azienda agricola fino alle Mura benedettine e ritorno, Carrese racconta con esempi e riflessioni gli aspetti più significativi della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Seguiranno assaggi di prodotti tipici della “Sbecciatrice”. Per la giornata, Carrese ha progettato un gioco fantasiologico “La retta via”, che presenterà agli intervenuti: è un gioco ideato sul perimetro del monastero di Villa Santa Croce. 



15 marzo 2022
https://www.informazione.campania.it/cultura/228214-roccamonfina-sabato-19-marzo-all-officina-culturale-con-il-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese.html

ROCCAMONFINA - SABATO 19 MARZO ALL’OFFICINA CULTURALE CON IL FANTASIOLOGO MASSIMO GERARDO CARRESE


Lo studioso di Fantasiologia racconta gli aspetti scientifici e umanistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività.

Che cos’è la Fantasiologia? È uno studio critico e analitico della fantasia, dell’immaginazione e della creatività, sistematizzato nel tempo da Massimo Gerardo Carrese, fantasiologo di professione: l’Enciclopedia Treccani online riporta questa voce in riferimento proprio alla sua attività. Da un ventennio Carrese si occupa delle tre facoltà per capirne gli aspetti scientifici e umanistici. Saggista, musicista, anagrammista, ideatore di un Festival Fantasiologico, è collaboratore con attività fantasiologiche in eventi culturali spesso internazionali: Matera2019 Capitale Europea della Cultura, SlideDoors Salerno – New York, Erasmus Plus. Nell’incontro di sabato 19 marzo ore 17:30 presso l’Officina Culturale di Roccamonfina, promosso dall’Amministrazione Comunale, racconterà la Fantasiologia attraverso sue ricerche e riflessioni che condividerà in modo interattivo con i partecipanti proponendo loro giochi linguistici, matematici e artistici da lui inventati. L’incontro è parte del calendario attività di marzo 2022 organizzate da Officina Culturale.  L’ingresso è gratuito. La prenotazione è necessaria. Posti limitati. Info: www.fantasiologo.com



15 marzo 2022

https://www.caserta24ore.it/2022/03/15/roccamonfina-sabato-19-marzo-allofficina-con-massimo-gerardo-carrese/

Roccamonfina. Sabato 19 marzo all’officina con Massimo Gerardo Carrese


(Caserta24ore) ROCCAMONFINA (CE). SABATO 19 MARZO ALL’OFFICINA Culturale lo studioso di Fantasiologia racconta gli aspetti scientifici e umanistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Che cos’è la Fantasiologia? È uno studio critico e analitico della fantasia, dell’immaginazione e della creatività, sistematizzato nel tempo da Massimo Gerardo Carrese, fantasiologo di professione: l’Enciclopedia Treccani online riporta questa voce in riferimento proprio alla sua attività. Da un ventennio Carrese si occupa delle tre facoltà per capirne gli aspetti scientifici e umanistici. Saggista, musicista, anagrammista, ideatore di un Festival Fantasiologico, è collaboratore con attività fantasiologiche in eventi culturali spesso internazionali: Matera2019 Capitale Europea della Cultura, SlideDoors Salerno – New York, Erasmus Plus. Nell’incontro di sabato 19 marzo ore 17:30 presso l’Officina Culturale di Roccamonfina, promosso dall’Amministrazione Comunale, racconterà la Fantasiologia attraverso sue ricerche e riflessioni che condividerà in modo interattivo con i partecipanti proponendo loro giochi linguistici, matematici e artistici da lui inventati. L’incontro è parte del calendario attività di marzo 2022 organizzate da Officina Culturale. L’ingresso è gratuito. La prenotazione è necessaria. Posti limitati. Info: www.fantasiologo.com




15 marzo 2022

Sabato 19 marzo all’Officina Culturale di Roccamonfina con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese

Lo studioso di Fantasiologia racconta gli aspetti scientifici e umanistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività.


https://www.vivicampania.net/2022/03/15/sabato-19-marzo-allofficina-culturale-di-roccamonfina-con-il-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese/

Che cos’è la Fantasiologia? È uno studio critico e analitico della fantasia, dell’immaginazione e della creatività, sistematizzato nel tempo da Massimo Gerardo Carrese, fantasiologo di professione: l’Enciclopedia Treccani online riporta questa voce in riferimento proprio alla sua attività. Da un ventennio Carrese si occupa delle tre facoltà per capirne gli aspetti scientifici e umanistici. Saggista, musicista, anagrammista, ideatore di un Festival Fantasiologico, è collaboratore con attività fantasiologiche in eventi culturali spesso internazionali: Matera2019 Capitale Europea della Cultura, SlideDoors Salerno – New York, Erasmus Plus. Nell’incontro di sabato 19 marzo ore 17:30 presso l’Officina Culturale di Roccamonfina, promosso dall’Amministrazione Comunale, racconterà la Fantasiologia attraverso sue ricerche e riflessioni che condividerà in modo interattivo con i partecipanti proponendo loro giochi linguistici, matematici e artistici da lui inventati. L’incontro è parte del calendario attività di marzo 2022 organizzate da Officina Culturale.  L’ingresso è gratuito. La prenotazione è necessaria. Posti limitati. Info: www.fantasiologo.com


29 gennaio 2022

ALVIGNANELLO - TREKKING CON IL FANTASIOLOGO MASSIMO GERARDO CARRESE

https://www.informazione.campania.it/caserta/227947-alviglianello-trekking-con-il-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese.html

Domenica 30 gennaio ad Alvignanello con conversazioni sulla Fantasiologia, passeggiate e assaggi di prodotti locali.  

Hirta è un’associazione di promozione sociale che incentiva trekking e cammini di montagna. Domenica sarà ad Alvignanello, in provincia di Caserta sul confine beneventano, con un cammino panoramico meraviglioso per osservare e riflettere sulla “Dormiente”, figura femminile che caratterizza il profilo della catena montuosa del Sannio. Ospite della giornata il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso dei processi scientifici e umanistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività che da un ventennio si occupa professionalmente di Fantasiologia.


PROGRAMMA. Il gruppo si raduna alle ore 10:oo presso l’area SIC (area picnic) di Alvignanello per conversare di Fantasiologia. Affacciati sul Volturno e osservando la Dormiente, i partecipanti riflettono insieme al fantasiologo Carrese sugli aspetti scientifici e ludici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Poi inizia il percorso ad anello e in salita con vedute panoramiche sul Matese, il Sannio, il Partenio. Si arriva al Convento di Santa Maria degli Angeli con visita del luogo e assaggio di prodotti locali. Qui Carrese invita il gruppo a giocare con il suo nuovo gioco fantasiologico (matematico, linguistico, gestuale) progettato per l’occasione sul tema della Dormiente. Infine, si scende verso il punto di raduno e si conclude la passeggiata. 6 km di percorso per 4 ore di cammino (soste incluse). Per la quota di partecipazione e info tecniche è possibile contattare i responsabili dell’associazione al numero 328 173 16 33. L’evento si svolge nel rispetto delle normative anti-Covid. Per tutte le info: https://www.facebook.com/trekkingakm0




28 gennaio 2022

Alla scoperta della “Dormiente”. Trekking con il fantasiologo Carrese

http://www.deanotizie.it/news/2022/01/28/alla-scoperta-della-dormiente-trekking-con-il-fantasiologo-carrese/

Domenica 30 gennaio ad Alvignanello con conversazioni sulla Fantasiologia, passeggiate e assaggi di prodotti locali.
Hirta è un’associazione di promozione sociale che incentiva trekking e cammini di montagna. Domenica sarà ad Alvignanello, in provincia di Caserta sul confine beneventano, con un cammino panoramico meraviglioso per osservare e riflettere sulla “Dormiente”, figura femminile che caratterizza il profilo della catena montuosa del Sannio. Ospite della giornata il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso dei processi scientifici e umanistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività che da un ventennio si occupa professionalmente di Fantasiologia.
PROGRAMMA. Il gruppo si raduna alle ore 10.00 presso l’area SIC (area picnic) di Alvignanello per conversare di Fantasiologia. Affacciati sul Volturno e osservando la Dormiente, i partecipanti riflettono insieme al fantasiologo Carrese sugli aspetti scientifici e ludici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Poi inizia il percorso ad anello e in salita con vedute panoramiche sul Matese, il Sannio, il Partenio. Si arriva al Convento di Santa Maria degli Angeli con visita del luogo e assaggio di prodotti locali. Qui Carrese invita il gruppo a giocare con il suo nuovo gioco fantasiologico (matematico, linguistico, gestuale) progettato per l’occasione sul tema della Dormiente. Infine, si scende verso il punto di raduno e si conclude la passeggiata. 6 km di percorso per 4 ore di cammino (soste incluse). Per la quota di partecipazione e info tecniche è possibile contattare i responsabili dell’associazione al numero 328 173 16 33. L’evento si svolge nel rispetto delle normative anti-Covid. Per tutte le info: https://www.facebook.com/trekkingakm0


27 gennaio 2022
https://www.teleradio-news.it/2022/01/27/ruviano-alla-scoperta-della-dormiente-trekking-slleremo-con-il-fantasiologo-carrese/

Ruviano. Alla scoperta della ‘Dormiente’: trekking sll’Eremo con il fantasiologo Carrese


omenica 30 gennaio ad Alvignanello conversazioni sulla Fantasiologia, passeggiate e assaggi di prodotti tipici locali.  

Hirta è un’associazione di promozione sociale che incentiva trekking e cammini di montagna. Domenica sarà ad Alvignanello, in provincia di Caserta sul confine beneventano, con un cammino panoramico meraviglioso per osservare e riflettere sulla “Dormiente”, sagoma femminile che caratterizza il profilo della catena montuosa del Sannio.Ospite della giornata il fantasiologo  Massimo Gerardo Carrese, studioso dei processi scientifici e umanistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività che da un ventennio si occupa professionalmente di Fantasiologia.
PROGRAMMA

Raduno alle ore 10 presso l’area SIC (area picnic) di Alvignanello per conversare di Fantasiologia. Affacciati sul Volturno e osservando la Dormiente, i partecipanti riflettono insieme al fantasiologo Carrese sugli aspetti scientifici e ludici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività.Poi inizia il percorso ad anello e in salita con vedute panoramiche sul Matese, il Sannio, il Partenio.

Si arriva al Convento di Santa Maria degli Angeli con visita del luogo e assaggio di prodotti locali. Qui Carrese invita il gruppo a giocare con il suo nuovo gioco fantasiologico (matematico, linguistico, gestuale) progettato per l’occasione sul tema della Dormiente.Infine, si scende verso il punto di raduno e si conclude la passeggiata. Sei chilometri di percorso per quattro ore di cammino (soste incluse). Per la quota di partecipazione e informazioni, anche tecniche, è possibile contattare i responsabili dell’associazione al numero telefonico 328 173 16 33.L’evento si svolge nel rispetto delle normative anti-Covid. Per ulteriori, dettagliate informazioni cliccare sul seguente link  https://www.facebook.com/trekkingakm0



27 gennaio 2022
https://www.vivicampania.net/2022/01/27/alla-scoperta-della-dormiente-trekking-con-il-fantasiologo-carrese/

Alla scoperta della “Dormiente”. Trekking con il fantasiologo Carrese


Domenica 30 gennaio ad Alvignanello con conversazioni sulla Fantasiologia, passeggiate e assaggi di prodotti locali.  

Hirta è un’associazione di promozione sociale che incentiva trekking e cammini di montagna. Domenica sarà ad Alvignanello, in provincia di Caserta sul confine beneventano, con un cammino panoramico meraviglioso per osservare e riflettere sulla “Dormiente”, figura femminile che caratterizza il profilo della catena montuosa del Sannio. Ospite della giornata il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso dei processi scientifici e umanistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività che da un ventennio si occupa professionalmente di Fantasiologia.


PROGRAMMA
. Il gruppo si raduna alle ore 10:oo presso l’area SIC (area picnic) di Alvignanello per conversare di Fantasiologia. Affacciati sul Volturno e osservando la Dormiente, i partecipanti riflettono insieme al fantasiologo Carrese sugli aspetti scientifici e ludici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Poi inizia il percorso ad anello e in salita con vedute panoramiche sul Matese, il Sannio, il Partenio. Si arriva al Convento di Santa Maria degli Angeli con visita del luogo e assaggio di prodotti locali. Qui Carrese invita il gruppo a giocare con il suo nuovo gioco fantasiologico (matematico, linguistico, gestuale) progettato per l’occasione sul tema della Dormiente. Infine, si scende verso il punto di raduno e si conclude la passeggiata. 6 km di percorso per 4 ore di cammino (soste incluse). Per la quota di partecipazione e info tecniche è possibile contattare i responsabili dell’associazione al numero 328 173 16 33. L’evento si svolge nel rispetto delle normative anti-Covid. Per tutte le info: https://www.facebook.com/trekkingakm0



27 gennaio 2022
https://www.matesenews.it/alvignanello-caiazzo-alla-scoperta-della-dormiente-trekking-con-il-fantasiologo-carrese/

ALVIGNANELLO / CAIAZZO. Alla scoperta della “Dormiente”. Trekking con il fantasiologo Carrese.


Domenica 30 gennaio ad Alvignanello con conversazioni sulla Fantasiologia, passeggiate e assaggi di prodotti locali con lo studioso di Caiazzo.

Hirta è un’associazione di promozione sociale che incentiva trekking e cammini di montagna. Domenica sarà ad Alvignanello, in provincia di Caserta sul confine beneventano, con un cammino panoramico meraviglioso per osservare e riflettere sulla “Dormiente”, figura femminile che caratterizza il profilo della catena montuosa del Sannio. Ospite della giornata il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso dei processi scientifici e umanistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività che da un ventennio si occupa professionalmente di Fantasiologia.
PROGRAMMA
. Il gruppo si raduna alle ore 10:oo presso l’area SIC (area picnic) di Alvignanello per conversare di Fantasiologia. Affacciati sul Volturno e osservando la Dormiente, i partecipanti riflettono insieme al fantasiologo Carrese sugli aspetti scientifici e ludici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Poi inizia il percorso ad anello e in salita con vedute panoramiche sul Matese, il Sannio, il Partenio. Si arriva al Convento di Santa Maria degli Angeli con visita del luogo e assaggio di prodotti locali. Qui Carrese invita il gruppo a giocare con il suo nuovo gioco fantasiologico (matematico, linguistico, gestuale) progettato per l’occasione sul tema della Dormiente. Infine, si scende verso il punto di raduno e si conclude la passeggiata. 6 km di percorso per 4 ore di cammino (soste incluse). Per la quota di partecipazione e info tecniche è possibile contattare i responsabili dell’associazione al numero 328 173 16 33. L’evento si svolge nel rispetto delle normative anti-Covid. Per tutte le info: 

https://www.facebook.com/trekkingakm0






  INDIETRO

©2005-2022. Massimo Gerardo Carrese