ANNO 2020

Selezione casuale dei principali articoli in rete e cartacei

per altre notizie digitare su Google "Massimo Gerardo Carrese" o "fantasiologo"


Rassegna Stampa su Massimo Gerardo Carrese


KIDS FESTIVAL E IL TEATRO SENZA APPOSIZIONI SUPERFLUE
29/5/2020
"Il Pickwick"

http://www.ilpickwick.it/index.php/teatro/item/4181-kids-festival-e-il-teatro-senza-apposizioni-superflue

di Michele Di Donato

[...]Voli in locomotiva di Massimo Gerardo Carrese, professione fantasiologo, è qualcosa di differente da uno spettacolo teatrale o da una narrazione; è più un gioco didattico condiviso, che stimola i piccoli spettatori a ragionare e a lasciar la fantasia libera di esplorare le possibilità di senso, di parole e concetti, tenendo presente che la parola magica della fantasia è “anche”, congiunzione che apre possibilità plurali al significato delle singole cose, per cui può accadere che il disegno stilizzato di un omino vada a comporre la parola treno e che dalle lettere di una parola ne sortiscano tante altre. Spettacolo non è, o se lo è, ne è una versione decisamente sui generis, ma svolge comunque la sua funzione, che è quella di interagire con un pubblico, di interessarlo e al contempo metterne in moto i meccanismi di decodifica e interpretazione della realtà. Realtà della quale la fantasia non è che estensione possibile, dimensione dilatata che allarga sensi e significati.[...]


INTERNI - PARTE IL CORSO DI FORMAZIONE DAL TITOLO "IL RAZZISMO E L’ODIO IN RETE. LA FANTASIA PER GENERARE NUOVI PUNTI DI VISTA"

26/5/2020
"informazione.campania"
https://www.informazione.campania.it/dal-mondo/223204-interni-parte-il-corso-di-formazione-dal-titolo-il-razzismo-e-l-odio-in-rete-la-fantasia-per-generare-nuovi-punti-di-vista.html

Parte domani 27 maggio il corso di formazione online con il FANTASIOLOGO MASSIMO GERARDO CARRESE. Iniziativa gratuita promossa dal Consorzio La Rada di Salerno.

“Razzisti a parole. Hate speech e incitamento all’odio razziale nei social” è il tema di un percorso formativo promosso dal Consorzio La Rada di Salerno e co-finanziato dall’Unione Europea, Regione Campania, Ministero del Lavoro e Ministero dell’Interno. Come si alimentano online odio e intolleranza? Quale rapporto c’è con le dilaganti fake news? La formazione gratuita (si svolge online, con un webinar) è rivolta a operatori sociali, sanitari e legali che desiderano approfondire argomenti che spaziano dagli algoritmi di diffusione sui social alla narrazione che costruisce l’odio sino ad arrivare alla fantasia per creare un’alternativa ai discorsi dell’odio. Quest’ultimo tema è affidato al fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso dei processi mentali della fantasia, dell’immaginazione e creatività. Obiettivo della sua formazione fantasiologica è di far sperimentare possibilità, dubbi, ipotesi attraverso la conoscenza della fantasia, dell’immaginazione e della creatività, a considerare cioè altri punti di vista del mondo reale in cui viviamo. Con spunti di riflessione interdisciplinare,  riferimenti bibliografici e pratica di giochi fantasiologici (linguistici, matematici, artistici) di sua ideazione, Carrese affronta il tema del Razzismo e dell’Odio in Rete con uno studio critico e analitico della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Tre facoltà, insieme ad altre, che danno forma proprio alla realtà in cui viviamo. “Razzisti a parole” prova a offrire una visione alternativa con una formazione a distanza che coinvolge docenti provenienti da vari ambiti culturali e sociali. 



RAZZISTI A PAROLE, COME DIFENDERCI DAL DILAGANTE ODIO ONLINE?
17/5/2020
"Asalerno"

https://www.asalerno.it/razzisti-a-parole-come-difenderci-dal-dilagante-odio-online/


RAZZISTI A PAROLE
05/5/2020
"Stranieri in Campania"

http://www.stranieriincampania.it/new/ciclo-di-webinar-razzisti-a-parlole-hate-speech-e-incitamento-allodio-razzista-nei-social/



Playable Museum
02/5/2020
"Japan Fest"
https://www.eu-japanfest.org/column_en/playable-museum/"

"We collaborated with Massimo Gerardo Carrese, an artist expert in the fantastic use of the words, to create games in order to re-name the real objects and reverse the point of view."



Azzurrina: il libro del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese dedicato ai bambini in quarantena
02/5/2020
"Termoli Online"

https://www.termolionline.it/news/flash-news/937607/azzurrina-il-libro-del-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese-dedicato-ai-bambini-in-quarantena




È dedicato ai bambini in quarantena ‘Azzurrina’, il libro del fantasiologo Carrese scaricabile gratuitamente
23/4/2020
"Ostuni News"
https://ostuninews.it/e-dedicato-ai-bambini-in-quarantena-azzurrina-il-libro-del-fantasiologo-carrese-scaricabile-gratuitamente/

Sono già centinaia i bambini di varie zone d'Italia che inviano al fantasiologo le loro trasformazioni di Azzurrina con disegni accompagnati da filastrocche che faranno parte di un libro che uscirà poi a fine anno

La storia di Azzurrina, una pesciolina in continua trasformazione, è racchiusa in un libro dedicato a tutti i bambini dai sei anni in su, che stanno affrontando la quarantena. Scritto dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso dei processi della fantasia, dell’immaginazione e della creatività, scaricabile gratuitamente online dal sito dell’autore. Edito da Ngurzu Edizioni, il libro è uscito lo scorso 1° aprile e sono già centinaia in tutt’Italia i bambini che giocano a trasformare Azzurrina.
Carrese ha progettato il gioco fantasiologico di Azzurrina pensando ai tanti bambini (e ai loro genitori) che da oltre un mese vivono una forzata, ma necessaria, reclusione in casa. Azzurrina è una pesciolina che sperimenta molte avventure di trasformazione: ora diventa un vaso di fiori e una lancetta di un orologio, ora un papillon e un paio di ciabatte. «Gioca a trasformarsi in tante cose ma – scrive l’autore – Azzurrina non dimentica mai la propria identità, anzi a ogni trasformazione la amplifica».
Il libro ruota intorno alla congiunzione “anche”, parola chiave nelle riflessioni di Massimo Gerardo Carrese che spiega: «“Anche” vuol dire che una cosa non è solo ciò che rappresenta ma è certamente anche altro. Bisogna però dimostrare quest'”anche” ed è così che questa semplice congiunzione mette in moto –ricorrendo alla logica, perché fantasia e logica non sono opposti – le possibilità (fantasia) e fa riflettere su come sono fatte le immagini mentali nel nostro cervello (immaginazione) e a come mettere in pratica un processo tecnico (creatività)».
Azzurrina non è solo una pesciolina ma, nel gioco delle trasformazioni è anche uno zaino, un biscotto, un grattacielo e tante altre cose. Il libro si scarica liberamente dal sito www.fantasiologo.com e sono già centinaia i bambini di varie zone d’Italia che inviano al fantasiologo Carrese le loro trasformazioni di Azzurrina con disegni accompagnati da filastrocche che faranno parte di un libro che uscirà poi a fine anno, disponibile gratuitamente. Sono molti anche gli studenti che con entusiasmo giocano con Azzurrina nella quotidiana didattica a distanza.



"Erodoto 108"
https://www.erodoto108.com/esilio-4/?fbclid=IwAR1vfxX-Y--WMGtBoJC4wN2WJio6MhfOAAYY5pIgmKWfPl5u2aFmbHloZu8

citato da Resli Tale



LIBRI & SCAFFALI - "AZZURRINA" IL LIBRO DEL FANTASIOLOGO MASSIMO GERARDO CARRESE DEDICATO AI BAMBINI IN QUARANTENA

21/4/2020
"Informazione Campania"
http://www.informazione.campania.it/cultura/222785-libri-scaffali-azzurrina-il-libro-del-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese-dedicato-ai-bambini-in-quarantena.html

Edito da Ngurzu Edizioni, il libro è uscito lo scorso 1 aprile ed è scaricabile gratuitamente su www.fantasiologo.com  Sono già centinaia i bambini, anche dalla Campania, che giocano a trasformare Azzurrina. Azzurrina è un libro fantasiologico per bambini, dai 6 anni in su. L’ha realizzato il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso dei processi della fantasia, dell’immaginazione e della creatività.

Carrese ha progettato il gioco fantasiologico di Azzurrina pensando ai tanti bambini (e ai loro genitori) che da oltre un mese vivono una forzata ma necessaria reclusione in casa. Azzurrina è una pesciolina che sperimenta molte avventure di trasformazione: ora diventa un vaso di fiori e una lancetta di un orologio, ora un papillon e un paio di ciabatte. Gioca a trasformarsi in tante cose ma, scrive l’autore «Azzurrina non dimentica mai la propria identità, anzi a ogni trasformazione la amplifica». Il libro ruota intorno alla congiunzione “anche”, parola chiave nelle riflessioni di Massimo Gerardo Carrese che spiega: «”Anche” vuol dire che una cosa non è solo ciò che rappresenta ma è certamente anche altro. Bisogna però dimostrare quest’“anche” ed è così che questa semplice congiunzione mette in moto - ricorrendo alla logica, perché fantasia e logica non sono opposti - le possibilità (fantasia) e fa riflettere su come sono fatte le immagini mentali nel nostro cervello (immaginazione) e a come mettere in pratica un processo tecnico (creatività).» Azzurrina non è solo una pesciolina ma, nel gioco delle trasformazioni è anche uno zaino, un biscotto, un grattacielo e tante altre cose. Il libro si scarica liberamente dal sito www.fantasiologo.com e sono già centinaia i bambini di varie zone d’Italia che inviano al fantasiologo Carrese le loro trasformazioni di Azzurrina con disegni accompagnati da filastrocche che faranno parte di un libro che uscirà a fine anno, disponibile gratuitamente. Sono molti anche gli studenti che con entusiasmo giocano con Azzurrina nella quotidiana didattica a distanza.



"Azzurrina’, il libro del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese dedicato ai bambini in quarantena"
21/4/2020
"Caleno 24 ore"

https://www.caleno24ore.it/wordpress/101144/azzurrina-il-libro-del-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese-dedicato-ai-bambini-in-quarantena.html



"‘Azzurrina’, il libro del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese dedicato ai bambini in quarantena"
21/4/2020
"Cronache della Campania"

https://www.cronachedellacampania.it/2020/04/azzurrina-il-libro-del-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese-dedicato-ai-bambini-in-quarantena/?utm_source=onesignal&utm_medium=web-push&utm_campaign=notifiche&fbclid=IwAR1EvbtbxcFPT4SWfYL3KzZeCApgO3iktif9A_9nFrq0PnjHC-1XMc0mLz4


Edito da Ngurzu Edizioni, il libro è uscito lo scorso 1 aprile ed è scaricabile gratuitamente su www.fantasiologo.com  Sono già centinaia i bambini, anche PIGNATARO MAGGIORE e dintorni, che giocano a trasformare Azzurrina.

Azzurrina è un libro fantasiologico per bambini, dai 6 anni in su. L’ha realizzato il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso dei processi della fantasia, dell’immaginazione e della creatività. Carrese ha progettato il gioco fantasiologico di Azzurrina pensando ai tanti bambini (e ai loro genitori) che da oltre un mese vivono una forzata ma necessaria reclusione in casa. Azzurrina è una pesciolina che sperimenta molte avventure di trasformazione: ora diventa un vaso di fiori e una lancetta di un orologio, ora un papillon e un paio di ciabatte. Gioca a trasformarsi in tante cose ma, scrive l’autore «Azzurrina non dimentica mai la propria identità, anzi a ogni trasformazione la amplifica». Il libro ruota intorno alla congiunzione “anche”, parola chiave nelle riflessioni di Massimo Gerardo Carrese che spiega: «”Anche” vuol dire che una cosa non è solo ciò che rappresenta ma è certamente anche altro. Bisogna però dimostrare quest’“anche” ed è così che questa semplice congiunzione mette in moto – ricorrendo alla logica, perché fantasia e logica non sono opposti – le possibilità (fantasia) e fa riflettere su come sono fatte le immagini mentali nel nostro cervello (immaginazione) e a come mettere in pratica un processo tecnico (creatività).» Azzurrina non è solo una pesciolina ma, nel gioco delle trasformazioni è anche uno zaino, un biscotto, un grattacielo e tante altre cose. Il libro si scarica liberamente dal sito www.fantasiologo.com e sono già centinaia i bambini di varie zone d’Italia che inviano al fantasiologo Carrese le loro trasformazioni di Azzurrina con disegni accompagnati da filastrocche che faranno parte di un libro che uscirà a fine anno, disponibile gratuitamente. Sono molti anche gli studenti che con entusiasmo giocano con Azzurrina nella quotidiana didattica a distanza.

"Librimmaginari"
Festival del disegno e dell'illustrazione
https://drive.google.com/file/d/1mgqa6K6FpYH1sZGmWhDFPxLMTo8cdk7F/view?fbclid=IwAR1KCDeJt9Ev3yzVMXdxDqq4zoQ8dcs3tOwD9hU8atFSew_TfUcTS1l1Y1k

citato da Resli Tale


"Il Mattino"
31/3/2020




A scuola di fantasiologia: parole, immagini, numeri e cose
15/1/2020
"Termoli Online"
https://www.termolionline.it/news/attualita/904489/a-scuola-di-fantasiologia-giocando-e-sperimentando-con-le-immagini-le-parole-i-numeri-e-le-cose


Massimo Gerardo Carrese all’Istituto Comprensivo “M. Brigida” di Termoli
12/1/2020
"Molise News24"
https://www.molisenews24.it/massimo-gerardo-carrese-brigida-termoli-14-gennaio-2020-34729.html

Martedì 14 gennaio il laboratorio fantasiologico con lo studioso Massimo Gerardo Carrese che presenterà alcuni suoi giochi fantasiologici

TERMOLI – Che cos’è la fantasia? Quali le differenze con l’immaginazione? Come si può dimostrare che la parola “Orso” ha quattro lettere? È possibile costruire una macchinina reale da una pallina da basket (senza rompere la pallina)?Queste sono alcune domande a cui i bambini dell’Istituto Comprensivo “M. Brigida” di Termoli martedì prossimo, 14 gennaio 2020 proveranno a rispondere in un’attività laboratoriale che terranno insieme a uno studioso d’eccezione, Massimo Gerardo Carrese, professione fantasiologo, un esperto degli aspetti scientifici, umanistici, ludici e artistici della fantasia, dell’immaginazione e della creatività.Carrese è un saggista, musicista, ideatore del Festival Fantasiologico, e da anni gira l’Italia a parlare di fantasiologia in scuole di ogni ordine e grado, università, librerie, carceri e festival. Martedì prossimo durante l’attività laboratoriale,Carrese presenterà alcuni suoi giochi fantasiologici, di natura linguistica, matematica e artistica per esplorare, insieme ai bambini, le caratteristiche della fantasia, dell’immaginazione e della creatività “troppo spesso – afferma lo studioso sul suo sito www.fantasiologo.com – ridotte a sinonimi e a momenti di sola ricreazione. C’è invece dell’altro. Tanto altro”.


Il fantasiologo Carrese incontra gli alunni della Brigida
12/1/2020
"Primo Numero"
https://www.primonumero.it/2020/01/il-fantasiologo-carrese-incontra-gli-alunni-della-brigida/1530592003/



ULTIME DUE GIORNATE DEL FESTIVAL KIDS A LECCE
4/1/2020
"Lecce Sette"
http://www.leccesette.it/dettaglio.asp?id_dett=67005

Ultimi due giorni di spettacoli e attività per la sesta edizione di "Kids. Festival del teatro e delle arti per le nuove generazioni", dedicata al tema "Diventare bambini". Domenica 5 gennaio la giornata partirà alle 10:45 e alle 11:45 con "In viaggio con le storie" sui treni storici del Museo Ferroviario con Fabrizio Pugliese, Francesco Stefanizzi e il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese. Proseguono, inoltre, gli spettacoli del focus dedicato a Teatro e disabilità, promosso in collaborazione con Cross the Gap, progetto cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma di Cooperazione Interreg V-A Grecia-Italia 2014-2020. 
Alle 11 alle Manifatture Knos la compagnia austriaca Mezzanin Theater proporrà "Tarte au chocolat" di Martina Kolbinger-Reiner con Erwin Slepcevic e Jean-Paul Ledun. Alle 18 e alle 20:30 sempre alle Manifatture Knos in scena Joseph Kids del coreografo Alessandro Sciarroni con Michele di Stefano e Marco D’agostin. Uno spettacolo che sa divertire e far riflettere, che sa far maturare l’idea di potersi muovere in uno spazio performativo in una maniera mai scontata, acquisendo maggior consapevolezza di sé e dell’altro. Purtroppo salta, a causa di un infortunio occorso a una delle attrici del cast, l'atteso appuntamento con Peter Pan, nuovo spettacolo di Factory compagnia transadriatica e Fondazione Sipario Toscana per la regia di Tonio De Nitto. 
Domenica e lunedì, nel Piazzale della Basilica di San Domenico Savio ultime opportunità per assistere agli spettacoli Manoviva di Girovago e Rondella (domenica ore 11, 16:45 e 18:45 - lunedì ore 10:30, 12:30 e 17:30) e Antipodi della Compagnia Dromosofista (domenica ore 12, 17:45 e 19:45 - lunedì 11:30, 16:30, 18:30), in scena sui Teatri Mobili, strutture ricavate da un autobus e un camion con piccole gradinate per 35/40 spettatori e un foyer all’aperto. Domenica chiude i battenti anche il Kids Village “diffuso”, dedicato ai bambini e alle bambine ma con tante attività pensate anche per i più grandi (ingresso libero – prenotazioni 3479021446) con workshop, performance e giochi condotti da operatori ed artisti nazionali e internazionali. 
Lunedì 6 gennaio si festeggerà l'Epifania alle Manifatture Knos dalle 17 con Despresso di Collettivo clochard con Alessandra Carraro e Michele Comite e dalle 18 (ingresso libero) con Final Party Circus Kids.  Grazie all’Operazione Robin Hood il Festival ha proposto una raccolta di “biglietti sospesi” - sostenuta anche da Storie cucite a mano - progetto selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile - per accogliere tutte le famiglie più bisognose e favorire le associazioni che lavorano con persone in situazione di disagio.
Kids è un progetto di Factory Compagnia Transadriatica e Principio Attivo Teatro realizzato con il sostegno di Mibact, Regione Puglia (Assessorato all'Industria culturale e turistica - FSC 2014-2020), Cross the Gap (nell'ambito del Programma di Cooperazione Interreg V-A Grecia-Italia 2014-2020), Teatro Pubblico pugliese, Comune di Lecce, in collaborazione con Manifatture Knos, Museo Ferroviario della Puglia, Asfalto Teatro, Db D'Essai Cinema e teatro, Storie cucite a mano - progetto selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile - e altri partner.



ULTIMI DUE GIORNI A LECCE DEL FESTIVAL KIDS
4/1/2020
"salentolive24"
http://www.salentolive24.com/2020/01/04/ultimi-due-giorni-a-lecce-del-festival-kids/amp=1


3/1/2020
"Nuovo Quotidiano di Puglia"




  INDIETRO

©2005-2020. Il sito www.fantasiologo.com è proprietà intellettuale di Massimo Gerardo Carrese. È vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e modo, di tutte le parti contenute in esso (immagini, sfondi, testi, musiche, poesie...) previa comunicazione scritta all'autore fantasiologo@fantasiologo.com Ogni abuso sarà punito a norma di legge.