SUI CICLOPI DI FABIO FORNASARI: CINQUE ESERCIZI DI FANTASIA

maggio 2022

di Massimo Gerardo Carrese


Ciclopi di Fabio Fornasari.





Estratto del testo fantasiologico di Massimo Gerardo Carrese*

La fantasia è la possibilità di una cosa di diventare altro e si manifesta (per finta o per davvero) nella congiunzione anche. Quando diciamo, per esempio, che la parola libro è il volume di fogli tenuti insieme ma anche il tessuto vegetale dei fusti e delle radici; quando il bicchiere che usiamo abitualmente per bere diventa anche un fermacarte; quando la matita è anche un microscopio; quando il sellino e il manubrio di una bicicletta, messi insieme, danno anche una Testa di toro (Picasso).

I ciclopi di Fabio Fornasari, realizzati per Salaborsa Lab di Bologna, seguono il principio dell’anche e ci dicono con la loro presenza che la fantasia non è eccezionalità degli adulti né gioco esclusivo dei bambini. È di tutti. Per giunta, come scriveva Pietro Consagra, è gratis. La fantasia ha regole e sono più sussurrate suggestioni che severe indicazioni e lavora più alla stesura in bozza che a una versione definitiva: a questa ci pensa la creatività che definisce metodi e tecniche, originali combinatorie e situazioni economiche, pedagogiche, progettuali….

La fantasia ci invita a rinvenire/rivelare/mostrare possibilità che sono nelle cose del mondo e nelle persone. Possibilità da guardare, sempre, con gli occhi della ragione altrimenti cadiamo nel patologico, nell’incontrollata confusione. La fantasia gioca con tutto (parole, cose, vibrazioni, silenzi…) e tiene in connessione tutti gli ambienti: non pensa questa è la matematica e quest’altra è la religione ma che la matematica ha dei ragionevoli e dimostrabili punti in comune con la religione, e viceversa.

La fantasia genera pluralità possibili, che portiamo nel mondo in cui viviamo o teniamo per noi. In ogni caso, sono fantasie parte della nostra realtà collettiva e individuale. Non sempre ce ne accorgiamo e per farlo dovremmo approfondire caratteristiche e differenze tra realtà, fantasia e immaginazione, fantasticheria e associazione, percezione e creatività: parole chiave della Fantasiologia. (versione 2*)


Massimo Gerardo Carrese. SalaborsaLab, Bologna 8 giugno 2022


Massimo Gerardo Carrese. SalaborsaLab, Bologna 8 giugno 2022


Fabio Fornasari. SalaborsaLab, Bologna 8 giugno 2022


*Il testo completo di Massimo Gerardo Carrese è pubblicato in un cofanetto ideato e distribuito da Fabio Fornasari (architetto e museologo). Il contributo fantasiologico è stato discusso in pubblico (nella versione 2) presso SalaborsaLab di Bologna l'8 giugno 2022 in occasione della presentazione del libro Il museo per tutti. Buone pratiche di accessibilità (edizioni la meridiana 2022) di Maria Chiara Ciaccheri e Fabio Fornasari. 

Indietro

©2005-2022. Massimo Gerardo Carrese