||!||

SPUNTISUNTI
spensierazioni fantasiologiche quasiquotidiane
di Massimo Gerardo Carrese

-
17 aprile 2019

Le voci dei bambini
Io che poi sono andato a fare qualche giorno fa una spasseggiata con i bambini che allora, con i bambini, e che allora che insieme ai bambini che noi che avevamo deciso di fare una spasseggiata nel paese e che allora, quando che uno spasseggia, a differenza della passeggiata che a me mi pare che è più malinconica e riflessiva, mi pare, che in una spasseggiata, cioè che uno mette una "s" davanti alla passeggiata, che tutto diventa diverso e che allora quando spasseggi che sei pieno di spasso e che tu ti guardi intorno e che poi commenti questo e quello ad alta voce o che poi senti le voci e che sei contento di fare quella spasseggiata. E che allora che le voci dei bambini accompagnavano la nostra spasseggiata, l'altro giorno, nel paese, e che le case e che le porte e che le finestre di questo paese che erano chiuse non perché il paese che era disabitato ma però che perché che le persone erano chiuse dentro, e che allora quando che sono passate le voci dei bambini che allora che si sono aperte le cose che erano chiuse e le persone che si erano affacciate per vedere che cosa che accadeva per strada e che allora, ho capito, l'altro giorno, che la voce dei bambini può far aprire le case e le porte e le finestre dei luoghi che sono chiusi. Che le persone sono chiuse nelle loro case ma quando che si sentono le voci dei bambini, di tanti bambini che spasseggiano, che poi accade sempre qualcosa. Come poco fa, che io che mi stavo chiuso in casa a leggere e che io che ho sentito la voce dei bambini della scuola che i bambini che erano sotto casa e che stavano andando che io non lo so dove e che allora ho aperto la finestra per vedere i bambini e per sentire le loro voci e che anche io, allora, che io pure che ero chiuso, fino a un attimo prima e che adesso sono aperto. Era questo che volevo dire oggi. Mi pare tutto.



   

per leggere altri SpuntiSunti vai su
NGURZU EDIZIONI qui

 
Indietro


©2005-2019. Il sito www.fantasiologo.com è proprietà intellettuale di Massimo Gerardo Carrese. È vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e modo, di tutte le parti contenute in esso (immagini, sfondi, testi, musiche, poesie...) previa comunicazione scritta all'autore fantasiologo@fantasiologo.com Ogni abuso sarà punito a norma di legge.