||!||

SPUNTISUNTI
spensierazioni fantasiologiche quasiquotidiane
di Massimo Gerardo Carrese

-
13 novembre 2018

L'arte l'arte

C'era uno a Termoli, che mentre che camminavo a Termoli, cioè dentro Termoli, che mi ha visto che io guardavo che io ero fermo davanti alla cattedrale e che io che guardavo la facciata esterna della cattedrale, che disegnavo con le mani nell'aria, che a me mi piace di disegnare nell'aria con le mani, che disegnavo le forme della cattedrale, e che guardavo da vicino e da lontano, e poi di nuovo da vicino e poi da lontano, che guardavo le colonne e i pilastri e i marmi e il portone e il portale e il campanile e che toccavo il marmo e le colonne e il portone e che allora forse che mi guardava da lontano, non lo so, ma si è avvicinato e che a me mi ha detto che oggi, l'arte, diceva, che oggi l'arte non serve più a niente perché non c'è nessuno più che la guarda. Che gli ho detto che si sbagliava perché che c'ero io che in quel momento la guardavo, quindi, dicevo io a lui, che le sue considerazioni non erano corrette. E che lui mi ha detto che la nostra discussione era come il bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto. E poi se ne è andato. Così com'era venuto.  
        




per leggere altri SpuntiSunti vai su
NGURZU EDIZIONI qui


Indietro


©2005-2018. Il sito www.fantasiologo.com è proprietà intellettuale di Massimo Gerardo Carrese. È vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e modo, di tutte le parti contenute in esso (immagini, sfondi, testi, musiche, poesie...) previa comunicazione scritta all'autore fantasiologo@fantasiologo.com Ogni abuso sarà punito a norma di legge.