||!||

SPUNTISUNTI
spensierazioni fantasiologiche quasiquotidiane
di Massimo Gerardo Carrese

-
26 maggio 2018

Il cuore e l'anima
Ci sono dei versi delle poesie di poeti che quando che li leggi, i versi, ad alta voce, delle poesie, dei poeti, che la poesia che è bella leggerla ad alta voce, che questi versi che i versi scendono nel profondo del cuore e che allora poi a un tratto, passati gli anni, che dopo che li hai letti, che questi versi che poi escono come un colpo improvviso da dentro di te che ti scuote, ma forte, e che tu neanche lo sapevi più che li avevi lasciati scendere così profondamente nel tuo cuore, che adesso senti che batte, il cuore, e che poi batte ancora più forte quando escono i versi di cui vorresti dire ma poi taci e sorridi. Che la poesia è fatta anche per tacere. Che io credo più al cuore che all'anima. L'anima a me non mi tormenta, neppure di notte. Che io non ci credo all'anima ma però il cuore, invece, lo sento vivo, di giorno e che pure di notte. E ci credo al cuore, perché lo sento. Che i versi, quando escono dal mio cuore, che escono quando sono in silenzio, guardando le montagne nel cielo e che sento che il mio cuore batte. Forte. Come l'altro giorno, in cui trasognavo tra il cielo e il mare. 









per leggere altri SpuntiSunti vai su
NGURZU EDIZIONI qui


Indietro


©2005-2018. Il sito www.fantasiologo.com è proprietà intellettuale di Massimo Gerardo Carrese. È vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e modo, di tutte le parti contenute in esso (immagini, sfondi, testi, musiche, poesie...) previa comunicazione scritta all'autore fantasiologo@fantasiologo.com Ogni abuso sarà punito a norma di legge.