spasseggiata fantasiologica

Spasseggiare fantasiologicamente vuol dire vedere di un luogo il possibile, soprattutto, e anche l'impossibile, dopotutto.

Massimo Gerardo Carrese

Che cos'è una spasseggiata? È, senza dubbio, una passeggiata. Ma è una passeggiata particolare che si fa in gruppo. È una variante più allegra e attiva della passeggiata comunemente nota come "camminata" - e forse per questo più spensierata. "Spasseggiata" sembra una di quelle 'parole fantastiche' ideate da Gianni Rodari, come nel racconto "Il paese con l'esse davanti" in cui si narra di uno "stemperino", di uno "staccapanni", di una macchina "sfotografica" e addirittura di uno "scannone".

"Spasseggiare" e "spasseggiata", e altre simili varianti lessicali, sono da tempo presenti nella lingua italiana. Ne troviamo traccia, per citare solo alcuni esempi, nel Vocabolario degli Accademici della Crusca (1623), che riporta il significato di "spasseggiare" a "passeggiare"; nel Vocabolario Treccani (versione online) è indicato come variante dialettale o scherzosa di "passeggiare"; e tra i "neologissimi" di Luigi Malerba è così descritto: "Spasseggiare significa passeggiare con divertimento, cioè includendo nel passeggio anche lo spasso. Una passeggiata solitaria in un bosco difficilmente potrà essere una spasseggiata. La spasseggiata comprende lo scherzo e lo scherno, lo sgambetto e la rincorsa, il vetro rotto e il pesce d’aprile, l’anacoluto e la rima baciata, il crudo e il cotto, la scopata e l’inculata, la pizza e il gelato da passeggio che in questo caso diventa il gelato da spasseggio." (Luigi Malerba, I Neologissimi, I Quaderni dell'Oplepo n. 1, Napoli 2013).

Lo spasseggio è per noi uno stimolo fantasiologico, che coinvolge cioè ogni dimensione dell'immaginazione (facoltà dell'azione) e della fantasia (facoltà del possibile). Una spasseggiata fantasiologica vuol dire 'passeggiare fisicamente e mentalmente', osservare e sentire un luogo (anche secondo precise regole autoimposte, come passeggiare osservando il circostante secondo l'ordine alfabetico - cfr. ALFABETARIO DEI LUOGHI), essere osservati e sentiti da un luogo, osservarci e sentirci in un luogo.

Che cosa sia una spasseggiata fantasiologica è qui spiegato, in un elenco inevitabilmente incompleto:
-

durante una spasseggiata fantasiologica, che si fa in gruppo | osserviamo i monumenti storici e i momenti presenti | parliamo con le persone e conosciamo le loro tradizioni e superstizioni | guardiamo le strade | le forme delle buche | gli alberi, il pavimento stradale, i tetti | le nuove costruzioni | le antiche abitazioni | le case disabitate | guardiamo le nuvole e chiudiamo gli occhi | sentiamo i suoni della lingua locale | cerchiamo i cartelloni pubblicitari e guardiamo i lampioni | ascoltiamo i rumori e i silenzi di un posto | cerchiamo l'artista, il musicista, il creativo | cerchiamo un pagliaccio | un elefante | un fiore | un'altalena | una rondella | una pianta | un manifesto funebre | un cane | un gatto | un gioco tradizionale | un fiocco nascita | entriamo nei musei, nei teatri, nelle biblioteche | nelle chiese, nelle botteghe, nelle case | ci distendiamo all’aria aperta | cerchiamo una fontana con i pesci | un luogo di arrivi e partenze | del vino | del cibo | cerchiamo professioni quasi scomparse | e ispirati dai luoghi pensiamo ai numeri e giochiamo con le parole...
-

una spasseggiata fantasiologica è un elogio della fantasia e dell'immaginazione

è un’esperienza nell'immaginazione e nella fantasia


Massimo Gerardo Carrese
(riadattamento da M. G. Carrese, Inseguire chimere, Ngurzu Edizioni 2014)

-

Per proporre una spasseggiata fantasiologica nel tuo paese o città CONTATTI 

max numero partecipanti: 30

una spasseggiata fantasiologica, secondo l'alfabetario dei luoghi ideato da M. G. Carrese:
osservare i luoghi e individuarne rimandi semantici, reali e chimerici,
secondo l'ordine alfabetico (26 lettere)
San Martino in Pensilis, 24 agosto 2015
/\
Foto



Spasseggiata fantasiologica
a Senerchia, Avellino (24 agosto 2014)
cascate di Senerchia, Oasi WWF, Valle della Caccia









Spasseggiata fantasiologica
a Sant'Agata De' Goti (22 febbraio 2014)
percorso fantasiologico riservato agli alunni dell'I.C. "F. De Sanctis" di Cervinara - Avellino

alcuni momenti 


informazioni fantasiologiche ai passanti: cerchiamo un "pagliaccio" (inteso come figura professionale di chi lavora in un circo). siamo poco credibili nel formulare la domanda e le persone ci rispondono vagamente...


...riflessioni fantasiologiche su come porre le domande:
cercare un pagliaccio in carne e ossa, in un paese, non è cosa semplice


uno dei nostri percorsi fantasiologici prevede la ricerca di un cane
("c come cane" - osservazione del circostante secondo la struttura fantasiologica dell'alfabetario dei luoghi).
siamo fortunati. dopo un breve percorso a piedi ne troviamo uno


altro percorso fantasiologico: trovare una fontana con i pesci. siamo proprio fortunati!


il duomo all'esterno: un bassorilievo storto. perché è storto? la cosa ci incuriosisce...


...chiediamo spiegazioni a due passanti che discutono davanti a un tabacchi.
ci danno la loro versione dei fatti


si continua a spasseggiare (ancora nessuna notizia del pagliaccio!)


osserviamo un lampione. i lampioni di sant'agata de' goti sono molto belli e nuovi ma ce ne sono alcuni, nella zona più antica, molto vecchi. chissà se questo funziona! nella parte vecchia del paese non c'è nessuno a cui chiedere. le case sono disabitate e in questo parte di paese avvertiamo un senso di desolazione e abbandono.
continuiamo a spasseggiare...


...e troviamo un altro pozzo (ne avevamo trovato uno anche la settimana precedente a benevento durante la nostra prima spasseggiata). riflessioni fantasiologiche: un bambino racconta di nuovo la storia di "marialonga", una bambina che vive in ogni pozzo d'ogni luogo


spasseggiando col naso all'insù troviamo anche un "fiocco nascita" molto particolare


in un portone vediamo dei quadri e sculture in ferro realizzati da un artista del luogo


non siamo riusciti a trovare un pagliaccio in carne e ossa ma, nonostante tutto,
ne abbiamo individuato uno sulla vetrina di un tabacchi



Spasseggiata fantasiologica a Benevento (15 febbraio 2014)

percorso fantasiologico riservato agli alunni dell'I.C. "F. De Sanctis" di Cervinara - Avellino

alcuni momenti 

il nostro primo percorso fantasiologico è individuare anagrammi e logogrifi nella frase "santa sofia" e nel nome "sofia". con "sofia" formuliamo "i sofà" e con "santa sofia", tra i vari tentativi non tutti andati a buon fine, ne troviamo uno in tema: "so fantasia"...

dopo aver visitato la chiesa di santa sofia facciamo delle osservazioni ludiche e didattiche sulla colonna (alle mie spalle), sulla pavimentazione (piena di gomme da masticare), sui colori delle case, sulla forma delle ombre (a benevento c'è una bellissima giornata di sole!)...

varie osservazioni fantasiologiche: qualcuno vorrebbe andare in bagno ma non ci sono bagni pubblici, qualcun altro continua a pensare all'anagramma di "santa sofia"
e altri decidono di saperne di più sulla colonna che è alle mie spalle...

...chiediamo a un signore, forse il custode del chiostro di santa sofia. 
qualcuno cerca notizie aggiuntive dal cellulare

nel chiostro c'è un pozzo: un bambino racconta la storia di "marialonga", 
una bambina che vive in ogni pozzo d'ogni luogo

usciti dal chiostro abbiamo sentito un rumore: bambino con automobile in piazza!


cane in vetrina


Spasseggiata fantasiologica a San Gregorio Matese (31 marzo 2012)

alcuni momenti 

spasseggiare con l'alfabetario dei luoghi 
e la spensieratezza


alcune spasseggiate fantasiologiche

10 luglio 2007

dalle 16.00 alle 24.00 Ferentino (Frosinone)
Spasseggiata all'interno della Manifestazione Artistica "8Arte", Porciano e Lago di Canterno
(per tutti)


21 dicembre 2008
S. S. Giovanni e Paolo (Caserta) dalle 17,00 alle 18,30  - Via Palmieri
"A Passi di Fantasia: passeggiate creative tra vicoli, presepi e fiabe" con Lino Barbiero 
(per bambini)


12 maggio 2010

dalle 14,15 alle 17,15 Buonalbergo (Benevento)
La fantasia a spasso: lezione di fantasiologia tra i vicoli del centro storico
(per studenti scuole secondarie di primo grado - spasseggio libero e alfabetico)

10 giugno 2010

dalle 15,00 alle 18,00 Castelpagano (Benevento)
Lezione in pineta: dialoghi sulla fantasia

(per studenti scuola secondaria primo grado - spasseggio secondo un ordine alfabetico)


31 marzo 2012
dalle 14,30 alle 17,30 San Gregorio Matese (Caserta)
Spasseggiata
(per studenti di scuola primaria - spasseggio libero e alfabetico)
 
9 maggio 2012
dalle 13,15 alle 16,15 Torrecuso (Benevento)
Spasseggiata fonosimbolica
(per studenti scuola secondaria di primo grado)

15 febbraio 2014
dalle 9,45 alle 13,00 città di Benevento
Spasseggiata
(per studenti scuola secondaria di primo grado)




Indietro

©2005-2018. Il sito www.fantasiologo.com è proprietà intellettuale di Massimo Gerardo Carrese. È vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e modo, di tutte le parti contenute in esso (immagini, sfondi, testi, musiche, poesie...) previa comunicazione scritta all'autore fantasiologo@fantasiologo.com Ogni abuso sarà punito a norma di legge. Disegni di MGC da Massimo Gerardo Carrese, Però voi rabbini siete pure gente seria - autobiografia di una barba, Ngurzu Edizioni 2015