ANNO 2017

Selezione casuale dei principali articoli in rete e cartacei

per altre notizie digitare su Google "Massimo Gerardo Carrese" o "fantasiologo"


Rassegna Stampa su Massimo Gerardo Carrese




23 dicembre
"La voce del Volturno"
http://www.lavocedelvolturno.com/bi-bon-wazzocks-in-concerto/#.WkvqQtLiazd


Il duo Barbiero e Carrese torna dopo oltre due anni al Bar H di San Giovanni e Paolo (Caiazzo) con un concerto improvvisato. Mercoledì 27 dicembre dalle 22:00 alle 22:54.

Bi-Bon-Wazzocks è un duo attivo dal 1998 in varie formazioni e nomi. La loro particolarità è l’improvvisazione: suonano componendo la loro musica rigorosamente dal vivo (senza computer o suoni preimpostati): ispirati da uno sguardo o da un suono e il concerto parte, no-stop. Batteria (Lino Barbiero) e chitarra, basso, fiati, live synths e tastiera (Massimo Gerardo Carrese). Apprezzati da gruppi come Ozric Tentacles, hanno suonato con varie formazioni ai festival italiani. È difficile definire il loro genere ma solitamente i loro concerti richiamano sonorità vicine alla psichedelica, allo space jazz e math rock. Dalle 22:00 alle 22:54, mercoledì 27 dicembre al Bar H di San Giovanni e Paolo, frazione di Caiazzo (CE), il duo si esibirà in un concerto no-stop nel bar culturale gestito da Angela Tascillo e Franco Di Salvatore che da anni offre al pubblico esposizioni mostre, presentazioni libri, incontri vari e concerti.  Ingresso libero. Via Chiesa, San Giovanni e Paolo (fraz. Caiazzo – CE)





23 dicembre
"Caleno 24 ore"
http://www.caleno24ore.it/wordpress/76483/il-duo-barbiero-e-carrese-torna-dopo-oltre-due-anni-al-bar-h-di-san-giovanni-e-paolo-caiazzo-con-un-concerto-improvvisato.html

Il duo Barbiero e Carrese torna dopo oltre due anni al Bar H di San Giovanni e Paolo (Caiazzo) con un concerto improvvisato

CAIAZZO - Bi-Bon-Wazzocks è un duo attivo dal 1998 in varie formazioni e nomi. La loro particolarità è l’improvvisazione: suonano componendo la loro musica rigorosamente dal vivo (senza computer o suoni preimpostati): ispirati da uno sguardo o da un suono e il concerto parte, no-stop. Batteria (Lino Barbiero) e chitarra, basso, fiati, live synths e tastiera (Massimo Gerardo Carrese). Apprezzati da gruppi come Ozric Tentacles, hanno suonato con varie formazioni ai festival italiani. È difficile definire il loro genere ma solitamente i loro concerti richiamano sonorità vicine alla psichedelica, allo space jazz e math rock. Dalle 22:00 alle 22:54, mercoledì 27 dicembre al Bar H di San Giovanni e Paolo, frazione di Caiazzo (CE), il duo si esibirà in un concerto no-stop nel bar culturale gestito da Angela Tascillo e Franco Di Salvatore che da anni offre al pubblico esposizioni mostre, presentazioni libri, incontri vari e concerti.  Ingresso libero.




21 dicembre
Bi-Bon-Wazzocks in concerto
"Matese News"
http://www.matesenews.it/?p=77044

54 minuti (inizia puntuale alle 22:00 e termina alle 22:54) in cui si attraversano suoni vicini alla psichedelica, lo space jazz e anche il math rock.Bi-Bon-Wazzocks è un gruppo atipico. Diciamolo subito. Il duo suona improvvisando davanti al pubblico e lo fa dal 1998. Compongono la loro musica dal vivo. Massimo Gerardo Carrese, noto al grande pubblico come “il fantasiologo” è anche musicista e nel duo con Lino Barbiero  (batteria e altre percussioni) suona la chitarra, il basso, fiati, sintetizzatori e tastiera. Tutto rigorosamente composto dal vivo, senza l’ausilio di computer né di suoni prestabiliti. Ispirati da un’onda sonora, da uno sguardo, da una ritmica, il duo struttura un intero concerto no-stop dalla durata variabile. Sarà così anche al Bar H di San Giovanni e Paolo, frazione di Caiazzo, che il 27 dicembre ospiterà il concerto di Bi-Bon-Wazzocks la cui durata è stata svelata: 54 minuti (inizia puntuale alle 22:00 e termina alle 22:54) in cui si attraversano suoni vicini alla psichedelica, lo space jazz e anche il math rock. Apprezzati da gruppi come Ozric Tentacles, hanno suonato in vari festival e formazioni. Il concerto è a ingresso libero. Per maggiori info www.fantasiologo.com



20 dicembre
Bi-Bon-Wazzocks in concerto
"ViaVai"
http://www.viavai.com/manifestazioni/mostra_manifest.php?id=2274

Bi-Bon-Wazzocks
mercoledì 27 dicembre in concerto la musica improvvisata di Bi-Bon-Wazzocks al Bar H di San Giovanni e Paolo (Caiazzo - CE)

Massimo Gerardo Carrese (conosciuto anche come "il fantasiologo") e Lino Barbiero sono due musicisti che suonano insieme dal 1998. Il primo la chitarra, il basso, fiati, sintetizzatori e altro, tutto rigorosamente dal vivo senza suoni preimpostati (tutto si crea al momento, non ci sono computer che ripetono strutture realizzate in studio); il secondo, la batteria e altre percussioni. La loro caratteristica è l'improvvisazione e compongono la loro musica dal vivo. Tutti i loro concerti sono improvvisati, perciò irripetibili. Ritmiche psichedeliche ma anche space jazz e math rock. Mercoledì 27 dicembre dalle 22 alle 22:54 si esibiranno in un concerto gratuito al Bar H di San Giovanni e Paolo, frazione di Caiazzo (CE). Apprezzati da gruppi quali Ozric Tentacles, hanno suonato in vari festival e formazioni. Raramente Carrese e Barbiero si esibiscono live ma quando lo fanno il ricordo è sempre ben inciso nella memoria di chi li ascolta. In tutti i sensi. Per tutti i sensi.



19 dicembre
Bi-Bon-Wazzocks in concerto
"Musicclub"
http://www.musicclub.eu/artisti/bi-bon-wazzocks

l duo suona dal 1998. La loro caratteristica è l’improvvisazione. Compongono musica dal vivo: i loro concerti, su ritmiche varie
e perlopiù psichedeliche, sono interamente improvvisati (perciò irripetibili). Raramente si esibiscono ma suonano in continuazione (anche senza strumenti). Apprezzati da gruppi quali Ozric Tentacles, hanno suonato in vari festival e locali d'Italia.  

Bi-Bon-Wazzocks è: 
Lino Barbiero (bibonzo): batteria 
Massimo Gerardo Carrese (Curmudgeonly Wazzocks): chitarra elettrica, fiati, space voice, effetti, tastiere e live synths. 

non si fa uso di computer



15 dicembre
Bi-Bon-Wazzocks in concerto
"Rockol"

http://www.rockol.it/concerti-bar-h-via-chiesa-localita-san-giovanni-e-paolo-caiazzo-caserta-vl-xpdzby59dvy





Festival fantasiologico (articoli e segnalazioni):


Festival fantasiologico 
"Exibart"
(18 novembre 2017)
http://www.exibart.com/profilo/eventiV2.asp?idelemento=172651
-

Caiazzo. "Festival fantasiologico". Oggi e domani la manifestazione a Palazzo Mazziotti
"V-news"
(18 novembre 2017)
http://www.v-news.it/caiazzo-festival-fantasiologico-oggi-e-domani-la-manifestazione-a-palazzo-mazziotti/
-
Il film "Fuori dove?" al Festival Fantasiologico 
"Casertanews"
(16 novembre 2017)
http://www.casertanews.it/eventi/cinema/fuori-dove-festival-fantasiologico-caiazzo-18-novembre-2017.html
-

Caiazzo. Festival fantasiologico. Un viaggio fra fantasia e immaginazione 
"Eco di Caserta"
(16 novembre 2017)
http://www.ecodicaserta.it/index.php/home/nnspettacolinn/35518-caiazzo-festival-fantasiologico-un-viaggio-fra-fantasia-e-immaginazione.html
-

Caiazzo. Festival fantasiologico. Un viaggio fra fantasia e immaginazione 
"EPT Ente Provinciale per il turismo di Caserta"
(16 novembre 2017)
http://www.eptcaserta.it/festival-fantasiologico-caiazzo-un-viaggio-fra-fantasia-immaginazione/
-

Caiazzo. Festival fantasiologico. Un viaggio fra fantasia e immaginazione 
"Vivicasagiove"
(15 novembre 2017)
http://www.vivicasagiove.it/notizie/festival-fantasiologico-caiazzo-un-viaggio-fra-fantasia-immaginazione/
-

Fantasia e immaginazione a Caiazzo diventano un festival 
"Cronache di Caserta" e "Cronache di Napoli"
(14 novembre 2017)
qui
-

Festival fantasiologico  
"Rapporto Confidenziale - rivista digitale di cultura cinematografica"
(13 novembre 2017)
https://www.rapportoconfidenziale.org/?p=40145
-

Festival fantasiologico a Caiazzo. Un viaggio fra fantasia e immaginazione 
"Caserta Web"
(13 novembre 2017)
http://www.casertaweb.com/articoli/29519-festival-fantasiologico-a-caiazzo-.asp
-

Caiazzo. Arriva il Festival della fantasiologia, appuntamento da non perdere 
"Gold Web Tv"
(13 novembre 2017)
http://www.goldwebtv.it/caiazzo-arriva-il-festival-della-fantasiologia-appuntamento-da-non-perdere.html
-

Festival della fantasiologia. A Caiazzo due giorni con ospiti di rilievo nazionale e internazionale 
"Belvedere News"
(13 novembre 2017)
http://www.belvederenews.net/festival-della-fantasiologia-a-caiazzo-due-giorni-con-ospiti-di-rilievo-nazionale-e-internazionale/
-

Festival fantasiologico. Dal 18 al 19 novembre due giorni dedicati alla fantasia 
"La voce del Volturno"
(12 novembre 2017)
http://www.lavocedelvolturno.com/festival-fantasiologico-dal-18-al-19-novembre-due-giorni-dedicati-alla-fantasia/
-

Caiazzo. Al Palazzo Mazziotti il primo festival della fantasiologia con ospiti di rilievo nazionale 
"Matese News"
(11 novembre 2017)
http://www.matesenews.it/?p=74400
-

Caiazzo. Festival fantasiologico, in città due giorni dedicati alla fantasia 
"VNews"
(10 novembre 2017)
http://www.v-news.it/caiazzo-festival-fantasiologico/
-

Festival fantasiologico: dal 18 al 19 novembre due giorni dedicati alla fantasia 
"Caleno 24 ore"
(10 novembre 2017)
http://www.caleno24ore.it/wordpress/74893/festival-fantasiologico-dal-18-al-19-novembre-due-giorni-dedicati-alla-fantasia.html
-

A Caiazzo il festival della "fantasiologia" 
"La Gazzetta Campana"
(9 novembre 2017)
http://www.lagazzettacampana.it/a-caiazzo-il-festival-della-fantasiologia/
-

A Caiazzo il festival della "fantasiologia" il prossimo 18 e 19 novembre
"Casertasera.it"
(8 novembre 2017)

https://casertasera.it/2017/11/08/a-caiazzo-il-festival-della-fantasiologia-il-prossimo-18-e-19-novembre/
-

Festival fantasiologico a Palazzo Mazziotti
"tuttocitta"
(8 novembre 2017)

https://www.tuttocitta.it/eventi/caiazzo/18-Novembre-2017_19-Novembre-2017/festival-fantasiologico-a-palazzo-maziotti
-

Dopo l'anteprima estiva, al via il Festival fantasiologico
"La gazzetta dello spettacolo"
(7 novembre 2017)

https://www.lagazzettadellospettacolo.it/eventi/43475-ecco-il-primo-festival-fantasiologico/
-

Caiazzo, città in festival. Pronta la due giorni di fantasiologia
"Ondawebtv.it"
(6 novembre 2017)

http://www.ondawebtv.it/caiazzo-citta-in-festival-pronta-la-due-giorni-di-fantasiologia/
-

Festival fantasiologico a Palazzo Mazziotti
"Virgilio.it"
(6 novembre 2017)

https://caiazzo.virgilio.it/eventi/festival-fantasiologico-a-palazzo-maziotti-edizione-2017_4364735_6
-

Festival fantasiologico 
"ArteVista"
(2 novembre 2017)

http://www.artevista.eu/arte-cultura/eventi/festival-fantasiologico/
-

Festival fantasiologico 
"Paperblog"
(2 novembre 2017)

https://it.paperblog.com/festival-fantasiologico-3719577/
-

Caiazzo. Al via il Festival fantasiologico tra fotografia, immaginazione, intrattenimento e cultura 
"Caserta Zon"
(1 novembre 2017)

https://caserta.zon.it/caiazzo-al-via-festival-fantasiologico-fotografia-cultura/
-

Caiazzo. Festival fantasiologico, invito a esporre gratuitamente i propri scatti fotografici: in città dal 18 al 19 novembre. 
"Matese News"
(31 ottobre 2017)

http://www.matesenews.it/?p=73898
-

Caiazzo. "La fantasia ci salva la vita": a novembre foto-concorso gratuito al palazzo Mazziotti
"Teleradionews"
(31 ottobre 2017)

https://www.teleradio-news.it/2017/10/31/caiazzo-la-fantasia-ci-salva-la-vita-a-novembre-foto-concorso-gratuito-al-palazzo-mazziotti/
-

Festival fantasiologico: invito a esporre gratuitamente i propri scatti fotografici
"Vivicasagiove.it"
(31 ottobre 2017)

http://www.vivicasagiove.it/notizie/festival-fantasiologico-invito-esporre-gratuitamente-propri-scatti-fotografici/
-

Festival fantasiologico
"Arteraku.it"
(30 ottobre 2017)

http://www.arteraku.it/pagine/scheda-agenda.asp?id=3420
-

Festival fantasiologico
"Fotoantologia.it"
(29 ottobre 2017)

https://www.fotoantologia.it/mostra_fotografica/4184/Festival_fantasiologico_-Caiazzo.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%253A+Fotoantologia-Mostre+%2528Fotoantologia.it+-+Mostre%2529
-

Festival fantasiologico
"Solo Caserta"
(27 ottobre 2017)
https://www.solocaserta.it/eventi/info.php?id=1448&evento=Festival-Fantasiologico-2017-Mostre-esposizioni-performance&citta=Caiazzo
-

Caiazzo. Festival fantasiologico
"Campania Meteo"
(25 ottobre 2017)
http://www.campaniameteo.it/dettaglioEvento.aspx?idEvento=142
-

Caiazzo. Festival fantasiologico
"Ultimissimominuto"
(25 ottobre 2017)
https://www.ultimissimominuto.com/eventi/campania/caserta/61163/festival-fantasiologico/
-

Una fantasia vi salverà
"Corriere dei Viaggi"
(24 ottobre 2017)
http://www.corrieredeiviaggi.com/evento-e-manifestazione-turistica.asp?id=3188
-

Una fantasia vi salverà
"EventiNet"
(24 ottobre 2017)
http://caserta.eventinet.it/annunci_eventi/festival-fantasiologico-con-antonio-rezza-flavia-mas-74580613.html
-

Festival fantasiologico: due giorni su fantasia, immaginazione, creatività

"Familandia"
(23 ottobre 2017)
http://www.familandia.net/events/festival-fantasiologico-a-caiazzo-si-parla-di-fantasia-immaginazione-creativita/
-

Festival fantasiologico
"Giraitalia"
(21 ottobre 2017)
http://www.giraitalia.com/link__evento/idevento__1259
-

Festival fantasiologico: due giorni su fantasia, immaginazione, creatività
"Vivertempo"
(19 ottobre 2017)
http://www.vivertempo.it/evento.asp?lnk=festival-fantasiologico-due-giorni-su-fantasia-immaginazione-creativita
-

Festival fantasiologico
"Viagginrete"
(18 ottobre 2017)
http://www.viagginrete-it.it/eventi/evento.asp?id=57755
-

Che cos'è la fantasia? Se ne discute in un festival fantasiologico
"AllwebItaly"
(16 ottobre 2017)
http://www.allwebitaly.it/evento/che-cos-e-la-fantasia-se-ne-parla-in-un-festival-fantasiologico
-

Che cos'è la fantasia? Se ne discute in un festival fantasiologico
"Il Mattino - Caserta"
(15 ottobre 2017)
articolo
-

Che cos'è la fantasia? Se ne discute in un festival fantasiologico
"La voce del Volturno"
(15 ottobre 2017)
http://www.lavocedelvolturno.com/che-cose-la-fantasia-se-ne-discute-in-un-festival-fantasiologico/#.WeRXuo-0Ndg
-

Che cos'è la fantasia?
"Campania in festa"
(14 ottobre 2017)
http://www.campaniainfesta.it/evento/10056/che-cos-e-la-fantasia.html
-

Festival fantasiologico
"Casertamusica"
(11 ottobre 2017)
http://www.casertamusica.com/rubriche/articoli/2017-D/171118_Festival_Fantasiologico_caiazzo.asp
-

Festival fantasiologico. Due giorni per discutere di fantasia e immaginazione
"Dea Notizie"
(11 ottobre 2017)
http://www.deanotizie.it/webnews/index.php?option=com_content&task=view&id=20203&Itemid=1
-

Caiazzo. Nuova tappa del festival fantasiologico
"michelepalmieri.it"
(10 ottobre 2017)
https://www.michelepalmieri.it/www/faicchio/2017/10/caiazzo-nuova-tappa-del-festival-del-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese
-

Caiazzo. Due giorni per discutere di fantasia e immaginazione con il Festival fantasiologico
"Cronache della Campania"
(10 ottobre 2017)
https://www.cronachedellacampania.it/2017/10/caiazzo-due-giorni-per-discutere-di-fantasia-e-immaginazione-con-il-festival-fantasiologico/
-

Caiazzo. Fantasia e immaginazione a Palazzo Mazziotti per il Festival fantasiologico
"Informazione.Campania - quotidiano telematico della Regione Campania"
(10 ottobre 2017)
http://www.informazione.campania.it/caserta/212258-caiazzo-fantasia-e-immaginazione-a-palazzo-mazziotti-per-il-festival-fantasiologico.html
-

Caiazzo. Festival fantasiologico, a novembre la città caiatina la prima edizione del festival
dedicato a fantasia, immaginazione, creatività
"Matese News"
(10 ottobre 2017)
http://www.matesenews.it/?p=72911
-

Il Festival fantasiologico a Caiazzo il 18 e 19 novembre
"Caserta Sera"
(10 ottobre 2017)
https://casertasera.it/2017/10/10/il-festival-fantasiologico-a-caiazzo-il-18-e-19-novembre/
-

Caiazzo. Festival fantasiologico: incontri culturali, mostre fotografiche, performance, esposizione libri
"Teleradio-news"
(10 ottobre 2017)
https://www.teleradio-news.it/2017/10/10/caiazzo-festival-fantasiologico-incontri-culturali-mostre-fotografiche-performance-esposizione-libri/
-

Festival fantasiologico.
"Il Tacco di Bacco"
(10 ottobre 2017)
https://iltaccodibacco.it/campania/eventi/182200.html
-

Festival fantasiologico. Caiazzo.
"Corriere dei Viaggi"
(10 ottobre 2017)
http://www.corrieredeiviaggi.com/evento-e-manifestazione-turistica.asp?id=3173
-

Caiazzo nuova tappa del festival del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese
"Clarus"
(10 ottobre 2017)
https://www.clarusonline.it/2017/10/10/caiazzo-nuova-tappa-del-festival-del-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese/







24 ottobre

Foglianise. Sguardi fantasiologici del Taburno: all'I. C. Padre Isaia Columbro la presentazione del saggio di Carrese
"Matese News"
http://www.matesenews.it/?p=73480

Venerdì 27 ottobre alle ore 17 l’I.C. Padre Isaia Columbro di Foglianise, retto dallaDirigente Scolastica Pasqualina Luciano, presenta Fantasiare e immaginare. Sguardi fantasiologici sul Taburno (Ngurzu Edizioni 2017), un saggio del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. Il libro riporta appunti di lezioni (con bibliografia) e trascrizioni dell’esperienza fantasiologica dell’autore vissuta da gennaio a luglio con i bambini di Foglianise e di Tocco Caudio che hanno partecipato alla prima edizione di Scuola Viva – la scuola aperta a tutti indetta dalla Regione Campania con i cui fondi è stato possibile realizzare il volume. Un saggio nato dal corso di fantasiologia con i bambini di classe III e IV primaria che si sono addentrati nelle argomentazioni, ora più semplici e ora più complesse, della fantasia-immaginazione-creatività esplorate nelle varie discipline e aspetti della vita quotidiana. «Con i bambini abbiamo riflettuto sulle storie e caratteristiche della fantasia, immaginazione, creatività, fantasticheria, associazione, realtà. In questo testo riporto alcuni miei appunti – spiega il fantasiologo Carrese – che arrivano da trascrizioni libere delle lezioni registrate in aula ma è un libro che non riporta i risultati di un percorso ma racconta quanto avvenuto all’origine: il lettore è invitato a scorgere tra le parole non già l’albero in fiore ma il buco nel solco.» La presentazione del testo sarà un momento di incontro con la scuola per riflettere sul libro. Un saggio esperienziale, con citazioni bibliografiche e oltre venti immagini con appunti inediti dell’autore, in cui sono riportati vari temi legati alla fantasia e all’immaginazione viste, rispettivamente, come facoltà del possibile e facoltà dell’azione. «Proporre un percorso di fantasiologia nella nostra piccola realtà scolastica – si legge nella nota in quarta di copertina redatta dalla Dirigente Scolastica dott.ssa Pasqualina Luciano – è stato un voler guardare oltre… per dare ai nostri alunni prospettive future innovative e fortemente essenziali, perché la vera formazione non è la semplice ripetizione del già noto ma la possibilità di pensare ad un “mondo” ancora tutto da scoprire!». Il testo sarà distribuito gratuitamente ai bambini che hanno preso parte al corso. Info: www.fantasiologo.com




18 ottobre


Rocchetta e Croce/ Caiazzo. Alfabetario dei Luoghi: come visitare un luogo attraverso le 26 lettere dell'alfabeto
"Matese News"
http://www.matesenews.it/?p=73209

Il primo volume è dedicato al borgo di Rocchetta e Croce. Per ognuna delle 26 lettere alfabetiche c’è uno scatto reale, corrispondente al luogo, ed uno chimerico, che è ispirato al luogo ma che da esso si allontana.

Il borgo di Rocchetta e Croce è pronto a ospitare sabato 21 l’incontro del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese e della fotografa Elisa Regna. Si parla del loro lavoro enciclopedico Alfabetario dei Luoghi il cui primo volume è dedicato al paese casertano. Appuntamento alla chiesa dell’Annunziata durante la manifestazione Rocchetta Wine Fest. Il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese è uno studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. Elisa Regna è una fotografa freelance. I due da un anno realizzano un’opera enciclopedica dedicata ai paesi della Campania. Nato da un’idea di Carrese, Alfabetario dei Luoghi, così si chiama l’opera, invita a “spasseggiare” nei luoghi e a visitarli attraverso le 26 lettere dell’alfabeto per trovare nei posti non il segno grafico delle lettere ma i rimandi semantici: ad esempio A come Arco, B come Bicchiere fino alla Z passando per le cosiddette lettere straniere. Realizzato in maniera artigianale, con il lavoro degli stessi autori, di uno stampatore e di un artigiano del legno, Alfabetario dei Luoghi è un’opera euristica giunta al terzo di 26 volumi. Il primo volume, uscito a dicembre 2016, è dedicato al borgo di Rocchetta e Croce. Per ognuna delle 26 lettere alfabetiche c’è sia uno scatto reale, corrispondente al luogo, ciò che si vede, sia uno chimerico, che è ispirato al luogo ma che da esso si allontana. «Se durante le nostre spasseggiate incontriamo una sedia, ci spiega Carrese, quell’oggetto può essere fotografato con il rimando semantico di “s” come “sedia”. E questo sarebbe uno scatto reale perché il rimando è oggettivamente visibile e in foto si vede proprio una sedia. Se invece troviamo a terra una lattina, il nostro rimando potrà essere chimerico perché noi guardiamo la lattina per quello che è oggettivamente ma pensiamo alla “s” di “sete” perché associamo la lattina ormai vuota a chi l’ha bevuta perché aveva sete. Il chimerico è si soggettivo ma deve comunque avere un’associazione riconoscibile. In questo modo completiamo la lettera “S” del nostro alfabetario perché con essa troviamo nel luogo che visitiamo sia uno scatto reale sia uno scatto chimerico. Con il gioco fantasiologico dell’Alfabetario dei Luoghi, spiega il fantasiologo, gli oggetti del quotidiano si guardano con occhi diversi e una lattina, per esempio, non è più solo una lattina ma è anche altro. La stessa sedia di prima può essere il rimando chimerico di “r” come “riposo”. Dipende dalle lettere che di volta in volta restano a nostra disposizione durante la spasseggiata e dal modo mio e di Elisa di vivere fantasiologicamente quel luogo in quel determinato istante. Ogni luogo diventa così potenzialmente infinito perché infiniti sono i rimandi semantici che possiamo trovare, anche con le lettere cosiddette straniere. Ogni lettera, continua Carrese, ha un doppio sguardo, uno reale e uno chimerico perché rappresenta il nostro modo di stare al mondo, come immaginiamo e come “fantasiamo” un luogo: quando siamo con il corpo in un posto la nostra mente è quasi certamente anche altrove. Questo altrove è lo scatto chimerico. Il corpo è lo scatto reale. Il reale e il chimerico possono anche fondersi e confondersi. Alfabetario dei Luoghi cerca di tracciare, attraverso la fotografia e la poesia, questa dualità tra corpo e mente. Con Elisa Regna da un anno andiamo in giro nei paesi della Campania a visitarli a passi alfabetici». Massimo Gerardo Carrese, che ha teorizzato l’intero lavoro enciclopedico, disegnato mappe e scritto saggi introduttivi all’opera, insieme alla fotografa Elisa Regna ha presentato il lavoro in diverse città italiane. Ogni Alfabetario dei Luoghi, edito da Ngurzu Edizioni, regge su tante altre regole compositive di cui Carrese e Regna parleranno in un incontro interattivo nella chiesa dell’Annunziata di Rocchetta e Croce sabato 21 alle ore 18. Ingresso libero. Per approfondire www.fantasiologo.com





18 ottobre

Tempio di Bacco
"Il Mattino"
https://www.pressreader.com/italy/il-mattino-caserta/20171018/282338270107880




18 ottobre

Alfabetario dei Luoghi: come visitare un luogo attraverso le 26 lettere dell'alfabeto
"La Gazzetta Campana"
http://www.lagazzettacampana.it/alfabetario-dei-luoghi-come-visitare-un-luogo-con-le-26-lettere-dellalfabeto/



Incontro con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese e la fotografa Elisa Regna. Sabato 21 ottobre al Rocchetta Wine Fest i due autori parlano del loro progetto enciclopedico e del volume dedicato a Rocchetta e Croce


Rocchetta e Croce (Caserta). Massimo Gerardo Carrese è uno studioso, si occupa di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, più conosciuto come “il fantasiologo”. Dallo scorso dicembre porta in giro in Italia il suo progetto enciclopedico intitolato Alfabetario dei Luoghi, realizzato con la collaborazione di Elisa Regna, fotografa. Alfabetario dei Luoghi, edito artigianalmente da Ngurzu Edizioni, è un gioco fantasiologico nato da Carrese che ha pensato a come visitare un luogo con le 26 lettere dell’alfabeto. In pratica, si “spasseggia”, come ama dire l’autore, in un luogo per ricercare non le forme delle lettere nelle cose o nei paesaggi ma i rimandi semantici del luogo: A come… B come… C come….Ne nasce così una suggestione percettiva davvero unica, un gioco esplorativo che porta a vedere i luoghi, anche quelli più noti, con occhi completamente diversi. Ci sono rigide regole da seguire per creare un Alfabetario dei Luoghi, regole di cui parlerà lo stesso Carrese nella chiesa dell’Annunziata sabato prossimo, come per esempio dedicare a ogni lettera due scatti, uno reale e uno chimerico. Il primo scatto deve essere rintracciabile nel luogo, per esempio si vede un portone e lo si assocerà a “P” di “portone”. Il secondo, invece, è ciò a cui il luogo riporta: per esempio, una tazza fotografata può riportare a quella volta che abbiamo festeggiato con gli amici e dunque non sarà una semplice “T” di “tazza” ma “A” di “amico”. Lo scatto reale è oggettivo (corpo), quello chimerico è soggettivo (mente). L’Alfabetario riproduce proprio questo sguardo doppio, quel dualismo corpo-mente che è in tutti noi e che compone la nostra immaginazione, fantasia e creatività. Sia il rimando reale sia quello chimerico deve essere sempre fotografato e giustificato. Altra regola è quella che ogni luogo deve essere visitato in un solo giorno. Carrese poi disegna la mappa alfabetica, impagina il volume e insieme a Regna lo fascicola dopo che uno stampatore e un artigiano del legno hanno fatto la loro parte. Un volume artigianale distribuito in pochissime copie. Ogni Alfabetario dei Luoghi ha 52 fotografie e sotto a ogni scatto si trovano gli “haikugrammi”, poesie di tre versi nati dal caso e dallo sguardo di Carrese. Gli scatti in bianco e nero di Elisa Regna descrivono fotografie atmosferiche: ora sono più a fuoco ora sono più approssimate e anch’esse sono sottoposte a rigide regole compositive di cui si parlerà. Regole ideate non per smorzare la creatività ma per amplificarla. Il primo volume dell’enciclopedia (di 26) è dedicato a Rocchetta e Croce ed è stato presentato in diverse città d’Italia. Sabato 21 alle ore 18 (ingresso libero) sarà una buona occasione sia per visitare il borgo casertano sia per conversare sui modi “fantasiologici” di percepire un luogo attraversandolo con lettere alfabetiche.  Per approfondire www.fantasiologo.com


17 ottobre

Rocchetta e Croce: alfabetario dei luoghi di Carrese e Regna
"Vivertempo"
http://www.vivertempo.it/evento.asp?lnk=rocchetta-e-croce-alfabetario-dei-luoghi-di-carrese-e-regna

come visitare un luogo con le 26 lettere dell'alfabeto. Ne discutono il fantasiologo Carrese e la fotografa Regna

Alfabetario dei Luoghi: come visitare un luogo con le 26 lettere dell’alfabeto?
Incontro con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese e la fotografa Elisa Regna. Sabato 21 ottobre al Rocchetta Wine Fest i due autori parlano del loro progetto enciclopedico e del volume dedicato a Rocchetta e Croce

Rocchetta e Croce (Caserta). Massimo Gerardo Carrese è uno studioso, si occupa di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, più conosciuto come “il fantasiologo”. Dallo scorso dicembre porta in giro in Italia il suo progetto enciclopedico intitolato Alfabetario dei Luoghi, realizzato con la collaborazione di Elisa Regna, fotografa. Alfabetario dei Luoghi, edito artigianalmente da Ngurzu Edizioni, è un gioco fantasiologico nato da Carrese che ha pensato a come visitare un luogo con le 26 lettere dell’alfabeto. In pratica, si “spasseggia”, come ama dire l’autore, in un luogo per ricercare non le forme delle lettere nelle cose o nei paesaggi ma i rimandi semantici del luogo: A come… B come… C come….Ne nasce così una suggestione percettiva davvero unica, un gioco esplorativo che porta a vedere i luoghi, anche quelli più noti, con occhi completamente diversi. Ci sono rigide regole da seguire per creare un Alfabetario dei Luoghi, regole di cui parlerà lo stesso Carrese nella chiesa dell’Annunziata sabato prossimo, come per esempio dedicare a ogni lettera due scatti, uno reale e uno chimerico. Il primo scatto deve essere rintracciabile nel luogo, per esempio si vede un portone e lo si assocerà a “P” di “portone”. Il secondo, invece, è ciò a cui il luogo riporta: per esempio, una tazza fotografata può riportare a quella volta che abbiamo festeggiato con gli amici e dunque non sarà una semplice “T” di “tazza” ma “A” di “amico”. Lo scatto reale è oggettivo (corpo), quello chimerico è soggettivo (mente). L’Alfabetario riproduce proprio questo sguardo doppio, quel dualismo corpo-mente che è in tutti noi e che compone la nostra immaginazione, fantasia e creatività. Sia il rimando reale sia quello chimerico deve essere sempre fotografato e giustificato. Altra regola è quella che ogni luogo deve essere visitato in un solo giorno. Carrese poi disegna la mappa alfabetica, impagina il volume e insieme a Regna lo fascicola dopo che uno stampatore e un artigiano del legno hanno fatto la loro parte. Un volume artigianale distribuito in pochissime copie. Ogni Alfabetario dei Luoghi ha 52 fotografie e sotto a ogni scatto si trovano gli “haikugrammi”, poesie di tre versi nati dal caso e dallo sguardo di Carrese. Gli scatti in bianco e nero di Elisa Regna descrivono fotografie atmosferiche: ora sono più a fuoco ora sono più approssimate e anch’esse sono sottoposte a rigide regole compositive di cui si parlerà. Regole ideate non per smorzare la creatività ma per amplificarla. Il primo volume dell’enciclopedia (di 26) è dedicato a Rocchetta e Croce ed è stato presentato in diverse città d’Italia. Sabato 21 alle ore 18 (ingresso libero) sarà una buona occasione sia per visitare il borgo casertano sia per conversare sui modi “fantasiologici” di percepire un luogo attraversandolo con lettere alfabetiche. Per approfondire www.fantasiologo.com



15 settembre

Potenza, arriva il primo festival dedicato all'infanzia
"La Repubblica"

http://napoli.repubblica.it/cronaca/2017/09/15/news/potenza_arriva_il_primo_festival_dedicato_all_infanzia-175598499/

Radunare docenti, bibliotecari, librai, educatori per generare la “Carta di Potenza”, un patto reciproco tra tutte le figure che vogliono promuovere la letteratura per l’infanzia. È  l’obiettivo di “La città delle infanzie”, il festival di Potenza dedicato alle infanzie e che nasce da un’idea dell’associazione culturale “La luna al Guinzaglio”, il Salone dei Rifiutati, Lavieri edizioni e lo scrittore Gianluca Caporaso per festeggiare i cinque anni dalla pubblicazione del suo primo libro “I racconti di Punteville”.  Da oggi 15 settembre fino a domenica 17, incontri, spettacoli, bolle di sapone, parole fantasiose e giochi con le ombre per rimettere al centro l’infanzia e le riflessioni che suscita.“Da allora, nelle città della Punteggiatura si sono radunati oltre 6000 cittadini onorari e in diversi contesti italiani questo piccolo libro è diventato un pretesto per dar vita a momenti di lettura collettiva, raduni, laboratori, giochi, avventure, riflessioni sul tema della città e del rapporto con le infanzie – racconta l’autore -  E’ meraviglioso che sia accaduto questo, perché la missione fondamentale di ogni esperienza narrativa è quella di mettere insieme le persone, vivere la parola come una piazza in cui darsi raduno e procedere secondo le logiche di una collettività che spesso sono gli stessi autori a tradire, inconsapevoli della loro incompiutezza senza l’arrivo degli altri: un lettore, un ascoltatore, un amico. In nome di queste esperienze, per festeggiare il Pentaleanno di Punteville, nasce un piccolo festival delle infanzie”. Ad aprire il festival, al Salone dei Rifiutati alle 20.30 “Fantasiare e fantasticare per sguardare il reale”, incontro con Massimo Gerardo Carrese, fantasiologo. Sabato 16 Settembre alle 17 alla libreria Kiria “Raduno parolaio. Cittadini onorari di Punteville leggono” e Rita Petruccioli dedica copie del libro. Alle 17.45 al salone parrocchiale S. Anna “La città di Punto”, spettacolo di teatro delle ombre di e con Domenico Colucci. Alle 19.00 alla libreria Mondadori “Non c’è cosa più seria del gioco. Gioco, infanzie, città” con Claudio Tosi, artigiano ed educatore e Rosita Forastiere, operatrice culturale.  Alle 20.30 con partenza dal Teatro Stabile “Le città di Punteville”, ovvero letture erranti per le vie del centro storico di Potenza con Fabio Pappacena, attore e Domenico Colucci, guida turistica. A seguire alla Torre Guevara spettacolo di bolle di sapone di e con “Clown Sonetto”. Domenica 17 settembre alle 9.30 alla libreria Senzanome “Attenti al lupo”, letteratura per l’infanzia e processi educativi con Livio Sossi, docente di letteratura per l'infanzia e Angela Alfano, scenografa, illustratrice, insegnante.  Alle 11 alla libreria Ubik “Per immagini e parole. Recensire la narrazione per l’infanzia” con Marco Petrella, recensore a fumetti e Ilaria Cairoli, esperta di letteratura per l'infanzia.
Alle 12.15, al Comicstore “Promuovere narrazioni e letture per le infanzie Proposte e dialoghi tra docenti, bibliotecari
 e librai”. A seguire, al parco di Montereale, “Saluti da Punteville” con Gianluca Caporaso e Rita Petruccioli. Alle 18.30, ancora al Comicstore, “ Frantumi” graphic novel edita da Bao Publishing con Rita Petruccioli, illustratrice del libro. Infine, fuori dal programma, lunedì 18 settembre alle 20.30 al Salone dei Rifiutati focus “Lo straniero nella letteratura per l’infanzia”, lezione condotta da Livio Sossi a cura di Amerete Potenza.


31 luglio

Caiazzo. Al Festival del Libro presentato Alfabetario dei Luoghi di Carrese e Regna
"Teleradio-news.it"

https://www.teleradio-news.it/2017/07/31/caiazzo-al-festival-del-libro-presentato-lalfabetario-dei-luoghi-di-carrese-e-regna/



18 luglio

Si conclude la 6 edizione dell'Educamp alla Garibaldi
"Esercito - Ministero della Difesa"


http://www.esercito.difesa.it/comunicazione/Pagine/Educamp-per-la-2-volta-alla-Garibaldi_170718.aspx




16 luglio

Emozioni e show al saggio finale
"Il Mattino"

https://www.pressreader.com/italy/il-mattino-caserta/20170716/282278140379816






focus rassegna festival fantasiologico
15-16 luglio


TV SETTE
http://www.tvsette.net/2017/06/22/festival-fantasiologico-due-giorni-dedicati-a-fantasia-immaginazione-creativita/

CRONACHE DELLA CAMPANIA (con documento esclusivo su Antonio Rezza e Flavia Mastrella "Corpo in avaria")
https://www.cronachedellacampania.it/pitecus-lo-spettacolo-di-antonio-rezza-e-flavia-mastrella-al-festival-fantasiologico-di-telese-terme/

ENTE PROVINCIALE PER IL TURISMO
http://www.eptbenevento.it/eventi_mostre_benevento/anteprima_festival_fantasiologico___telese_terme_2244.html

IL MATTINO
https://www.pressreader.com/italy/il-mattino-caserta/20170708/282359744743116

LA GAZZETTA DELLO SPETTACOLO

http://www.lagazzettadellospettacolo.it/eventi/40126-estate-al-cerro-2017-programma/

TELERADIONEWS

https://www.teleradio-news.it/2017/07/19/telese-terme-festival-fantasiologico-anteprima-speciale-con-carrese-al-teatro-del-cerro/

MATESE NEWS

http://www.matesenews.it/?p=69389

RETE SEI
 https://www.retesei.com/festival-fantasiologico-anteprima-alle-terme-di-telese/

ECO NOTE

http://www.econote.it/2017/07/27/presentato-telese-terme-primo-festival-fantasiologico-ditalia/

LA VOCE DEL VOLTURNO
http://www.lavocedelvolturno.com/festival-fantasiologico/#.WWKYABXyhdg

CLARUS
https://www.clarusonline.it/2017/07/14/presentato-il-festival-fantasiologico-nuova-scommessa-di-massimo-gerardo-carrese/

INFORMAZIONE CAMPANIA
 http://www.informazione.campania.it/benevento/211020-telese-terme-il-15-luglio-parte-il-i-festival-di-fantasiologia.html

OTTO PAGINE
 http://www.ottopagine.it/bn/daicomuni/128224/festival-fantasiologico-c-e-franco-arminio-a-telese-terme.shtml

GAZZETTA DI BENEVENTO
 http://www.gazzettabenevento.it/Sito2009/dettagliocomunicato.php?Id=103446&vcercaCom=&vTorna=elencoc.php

MATESE NEWS
 http://www.matesenews.it/?p=68363

IL VAGLIO
 http://www.ilvaglio.it/comunicato-stampa/16392/le-terme-di-telese-ospitano-il-primo-festival-fantasiologico-ditalia.html

IL TACCO DI BACCO
 https://iltaccodibacco.it/campania/eventi/176281.html

 https://iltaccodibacco.it/campania/eventi/176279.html

 https://iltaccodibacco.it/campania/eventi/176284.html

NTR 24
 http://www.ntr24.tv/eventi/

VIAGGINRETE
http://www.viagginrete-it.it/eventi/evento.asp?id=57222

TELE AGENDA
 http://www.teleagenda.it/campania/benevento/?cod=546428500

EVENTI E SAGRE
 http://www.eventiesagre.it/Eventi_Festival/21163879_Festival+Fantasiologico.html

LIVE IN CAMPANIA
http://www.liveincampania.it/eventi-regione/festival-fantasiologico-a-le-terme-di-telese

IL QUADERNO
http://www.ilquaderno.it/telese-riapre--quot;cerro-quot;-tanti-eventi-izzo-schettino-avitabile-tony-tammaro-121386.html

CAMPANIA IN FESTA
http://www.campaniainfesta.it/evento/10035/festival-fantasiologico.html

CONSUMIONLINE
https://www.consumionline.it/2017/07/12/telese-terme-festival-fantasiologico-scena-antonio-rezza-franco-arminio/

FAMILANDIA

http://www.familandia.net/events/festival-fantasiologico/

ONDAWEBTV

http://www.ondawebtv.it/estate-al-cerro-a-telese-terme-con-il-festival-fantasiologico/

BENEVENTOFORUM

http://www.beneventoforum.it/telese-terme-scena-festival-fantasiologico/

CRONACHE DELLA CAMPANIA
https://www.cronachedellacampania.it/antonio-rezza-con-il-suo-pitecus-al-festival-fantasiologico-delle-terme-di-telese/

TELERADIONEWS
https://www.teleradio-news.it/2017/07/05/telese-il-15-e-16-luglio-nelle-terme-anteprima-del-festival-fantasiologico-ideato-dal-caiatino-carrese/

CORRIERE DEI VIAGGI
http://www.corrieredeiviaggi.com/evento-e-manifestazione-turistica.asp?id=3074

ALL WEB ITALY
http://www.allwebitaly.it/evento/festival-fantasiologico

TELERADIONEWS

https://www.teleradio-news.it/2017/07/09/telese-terme-estate-al-cerro-lunedi-la-presentazione-dellambizioso-progetto-turistico-culturale/

OTTO PAGINE (con documento esclusivo su Arminio "Puntare all'intensità")
http://www.ottopagine.it/bn/agenda/129892/franco-arminio-sara-ospite-del-festival-fantasiologico.shtml

CORRIERE DEI VIAGGI
http://www.corrieredeiviaggi.com/evento-e-manifestazione-turistica.asp?id=3083

MATESE NEWS (con documento esclusivo su Antonio Rezza e Flavia Mastrella "Corpo in avaria")
http://www.matesenews.it/?p=69076

IL VAGLIO
http://www.ilvaglio.it/comunicato-stampa/16625/presentato-a-telese-il-festival-fantasiologico.html

DEA NOTIZIE (con documento esclusivo su Elisa Regna "Fragilità dell'essere")
http://www.deanotizie.it/webnews/index.php?option=com_content&task=view&id=19371&Itemid=1

GAZZETTA DI BENEVENTO
http://www.gazzettabenevento.it/Sito2009/dettagliocomunicato2.php?Id=104079




4 luglio

Educamp 2017

"Campania Coni"


http://campania.coni.it/campania/campania/notizie/news-campania/17016-educamp-2017-caserta-2.html



23 giugno

Educamp Coni: 1200 ragazzi con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese

"Dea Notizie"



http://www.deanotizie.it/webnews/index.php?option=com_content&task=view&id=19209&Itemid=1



17 giugno

All'Educamp 1200 baby atleti tra gare, lezioni e fantasia

"Il Mattino"

https://www.pressreader.com/italy/il-mattino-caserta/20170617/282419874243697




16 giugno

Torna l'Educamp Coni, l'estate di sport in città per oltre mille ragazzi

"CasertaWeb"

http://www.casertaweb.com/articoli/27990-torna-l-educamp-coni,-estate.asp






16 giugno

Caserta, Educamp Coni: vacanze sportive in città per oltre 1200 ragazze e ragazzi

"infosannio"



https://infosannio.wordpress.com/2017/06/16/caserta-educamp-coni-vacanze-sportive-in-citta-per-oltre-1200-ragazze-e-ragazzi/




1 giugno

Arena Mallozzi: Alfabetario Dei Luoghi

Arte Cultura Spettacoli a Minturno (LT) Lazio 


http://www.corrieredeiviaggi.com/evento-e-manifestazione-turistica.asp?id=3020

visitare un luogo con le lettere dell’alfabeto. alfabetario dei luoghi all’arena mallozzi di scauri nell’ambito de il bicicletterario, incontro con il fantasiologo massimo gerardo carrese e la fotografa elisa regna. sabato 3 giugno alle 11 dopo milano, roma, sala consilina, perugia, poggibonsi e altri paesi, sabato 3 giugno, alle ore 11, è la volta di scauri. in occasione del premio poetico e letterario “il bicicletterario”, sarà presentato all’arena mallozzi, alfabetario dei luoghi (ngurzu edizioni), l’opera enciclopedica del fantasiologo massimo gerardo carrese che invita a visitare i luoghi attraverso le 26 lettere dell’alfabeto. 26 scatti reali, appartenenti al luogo, e 26 scatti chimerici, rintracciabili in un luogo ma che da esso trascendono. una guida non turistica ma euristica con fotografie alfabetiche in bianco e nero scattate da elisa regna, fotografa casertana. alla manifestazione saranno presenti carrese e regna, che per l’occasione esporrà pannelli alfabetici dedicati a piedimonte matese (ce) e apice vecchia (bn), il paese fantasma. dei due paesi si discuterà sabato prossimo con i volumi 2 e 3 editi grazie al sostegno di gruppo d’abbraccio s.r.l. di ruviano (ce). a oggi sono stati pubblicati tre volumi di alfabetario dei luoghi dedicati rispettivamente a rocchetta e croce, apice vecchia e piedimonte matese. ogni singolo alfabetario dei luoghi presenta 52 fotografie in bianco e nero (ogni lettera dell’alfabeto mostra uno scatto reale e uno chimerico) e altrettanti haikugrammi, poesie ideate dal fantasiologo carrese eda un suo gioco fantasiologico che coinvolge il caso e lo sguardo dell’autore. lo stesso carrese, ideatore della struttura progettuale dell’alfabetario dei luoghi e della veste editoriale dell’opera, ha scritto i saggi introduttivi e disegnato le mappe alfabetiche per il lettore più curioso che vorrà seguire fisicamente il percorso alfabetico promosso dai due autori. ogni volume è realizzato artigianalmente da uno stampatore, da un falegname e dai due autori che, entro i prossimi anni, completeranno il loro tour alfabetico dedicato ai paesi della campania, dalla a alla z. alfabetario dei luoghi è un gioco fantasiologico che invita a ri-scoprire di un posto elementi che solitamente passano inosservati, elementi reali, cioè visibili a tutti, ed elementi chimerici, visibili in forma soggettiva, come guardare un albero ma pensare alla persona che l’ha piantato. “le persone vivono i luoghi fisicamente – spiega il fantasiologo carrese – ma con la mente sono anche altrove. ‘anche’ è la parola chiave. in quanto studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, sono interessato alla dualità corpo e mente, al vedere e al guardare”. molte le rigide regole che strutturano l’opera di cui il fantasiologo carrese discuterà durante l’incontro con il pubblico che sarà coinvolto in riflessioni ed esercizi. una delle tante regole è quella di riuscire a visitare un luogo e di esaurire, nell’arco di una sola giornata, le 26 lettere dell’alfabeto, dunque 52 fotografie da collegare semanticamente al luogo in modo reale

e chimerico, nel momento in cui avviene lo scatto. “le fotografie di elisa – continua carrese – sono ritratti atmosferici, scatti che descrivono in bianco e nero sensazioni, non dettagli, e ci invitano a osservare i luoghi con un duplice sguardo. la sua fotografia ricerca l’invisibile nel visibile, e viceversa, quasi a voler mostrare il gioco-inganno dei sensi. forse solo quando ci intratteniamo con le illusioni ottiche ci rendiamo conto in prima persona delle costruzioni di cui il nostro cervello è capace, sia quando vediamo cose che non ci sono sia quando non vediamo cose che ci sono. il visibile può essere una convenzione, proprio come l’invisibile. i due piani, allora, sono sovrapponibili. non sono interessato alla fotografia – conclude lo studioso - scattata secondo tecnicismi, né dai reportage né dalle narrazioni…m’interessano invece gli scatti che mi trasmettono delle mancanze, delle sensazioni che avanzano con lacune. ed è questo che percepisco nelle fotografie alfabetiche di elisa, nei suoi bianchi e neri che giocano con il reale e il chimerico.” la presentazione è a ingresso libero. durante i suoi incontri, il fantasiologo carrese spazia dalla linguistica alle neuroscienze, dalla matematica all’enigmistica, dal quotidiano al fantastico. il coinvolgimento è assicurato 




1 giugno

Da Caiazzo al Bicicletterario laziale l'Alfabetario dei Luoghi: opera enciclopedica del fantasiologo Carrese



http://www.teleradio-news.it/2017/06/01/da-caiazzo-al-bicicletterario-laziale-lalfabetario-dei-luoghi-opera-enciclopedica-del-fantasiologo-carrese/



23 MAGGIO


http://www.gazzettabenevento.it/Sito2009/dettagliocomunicato.php?Id=102506&vcercaCom=&vTorna=elencoc.php

Venerdi' prossimo, 26 maggio, ci sara' la presentazione al Castello Medievale di Apice Vecchia
del volume "Alfabetario dei Luoghi"

Per l'occasione, saranno esposti pannelli alfabetici di Elisa Regna


Venerdì prossimo, 26 maggio, è in programma la presentazione, al Castello Medievale di Apice Vecchia, alle 18.30, del volume "Alfabetario dei Luoghi".
"Lo scorso febbraio, il paese di Apice Vecchia - si legge nella nota d'annuncio - è stato visitato da due autori: Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell'immaginazione, noto come "il fantasiologo", ed Elisa Regna, fotografa (nell'immagine una sua opera). I due hanno "spasseggiato" ad Apice Vecchia secondo le regole ideate da Carrese: come visitare un luogo con le 26 lettere dell'alfabeto. "Alfabetario dei Luoghi", edito da Ngurzu Edizioni e realizzato artigianalmente a tiratura bassissima da uno stampatore, un falegname e dagli stessi autori, è un'opera enciclopedica con un volume dedicato ad Apice Vecchia.
La struttura del volume, con un saggio introduttivo dello studioso che ha disegnato anche le mappe alfabetiche e costruiti haikugrammi, prevede 52 fotografie in bianco e nero di Elisa Regna che richiamano 26 scatti reali, associati alfabeticamente ai luoghi, e 26 scatti chimerici, rintracciabili sempre al luogo, ma che da esso trascendono a dimostrazione che, secondo le intenzioni del fantasiologo, in un luogo siamo sia con il corpo (scatto reale) sia con la mente (scatto chimerico). "Alfabetario dei Luoghi" è un gioco fantasiologico che mostra la dualità corpo-mente che appartiene ad ogni essere umano intento a fantasiare e ad immaginare, anche quando sembra fisicamente concentrato in un'attività specifica". Per l'occasione, saranno esposti pannelli alfabetici di Elisa Regna.




23 MAGGIO

Apice Vecchia, "Alfabetario dei Luoghi. Come visitare un luogo con 26 lettere dell'alfabeto"


http://www.ilquaderno.it/apice-vecchia--quot;alfabetario-dei-luoghi-come-visitare-luogo-con-26-lettere-dell-;alfabeto-quot;-120341.html


Venerdì prossimo il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese e la fotografa Elisa Regna presentano la loro opera enciclopedica dedicata al “paese fantasma".

Venerdì 26 maggio, al Castello Medievale di Apice Vecchia alle 18:30, sarà presentato il volume realizzato da Carrese e Regna. Libro pubblicato con il supporto di Gruppo D’Abbraccio di Ruviano.  Lo scorso febbraio, i due autori, Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, noto come “il fantasiologo”, e la fotografa Elisa Regna. I due hanno “spasseggiato” in Apice Vecchia secondo le regole ideate dallo studioso Carrese: come visitare un luogo con le 26 lettere dell’alfabeto.

Cosa sia un fotografo tutti sanno, ma cos'è un fantasiologo? Fantasiologo è chi si occupa di fantasia e di immaginazione. Come Carrese che si interessa a tempo pieno di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione in ambito interdisciplinare e sociale.

Alfabetario dei Luoghi, edita da Ngurzu Edizioni e realizzata artigianalmente a tiratura bassissima da uno stampatore, un falegname e dagli stessi autori, è un’opera enciclopedica con un volume dedicato ad Apice Vecchia. La struttura del volume, con un saggio introduttivo dello studioso che ha disegnato anche le mappe  alfabetiche e costruiti haikugrammi, prevede 52 fotografie in bianco e nero di Elisa Regna che richiamano 26 scatti reali, associati alfabeticamente ai luoghi, e 26 scatti chimerici, rintracciabili sempre al luogo ma che da esso trascendono a dimostrazione che, secondo le intenzioni del fantasiologo, in un luogo siamo sia con il corpo (scatto reale) sia con la mente (scatto chimerico). Alfabetario dei Luoghi è un gioco fantasiologico che mostra la dualità corpo/mente che appartiene a ogni essere umano intento a fantasiare e a immaginare, anche quando sembra fisicamente concentrato in un’attività specifica. Per l’occasione, saranno esposti pannelli alfabetici di Elisa Regna.




17 MAGGIO

“Alfabetario dei luoghi”, presentazione al Mondo dei Libri

http://www.ilcittadinoonline.it/cronaca/brevi-dalla-provincia/alfabetario-dei-luoghi-presentazione-al-mondo-dei-libri-2/


POGGIBONSI. Venerdì 19 maggio alle 18,30 si svolgerà alla libreria Il Mondo dei Libri la presentazione di “Alfabetario dei luoghi”, ovvero come visitare un luogo attraverso le 26 lettere dell'alfabeto. Si tratta di un progetto enciclopedico nato dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell'immaginazione. Le fotografie di Elisa Regna raccontano paesaggi reali e chimerici mentre il gioco fantasiologico “haikugrammi” (combinato dal caso e dallo sguardo dell'autore) completa con brevi poesie il bianco e nero degli scatti.

L'incontro in programma alla libreria prevede la presentazione interattiva di Massimo Gerardo Carrese e la partecipazione di Elisa Regna. L'iniziativa è promossa dalla libreria nell'ambito de “Il Maggio dei Libri”.

“Alfabetario dei luoghi”. L'opera si completa di 52 haikugrammi del fantasiologo, con suoi saggi e mappe alfabetiche: se un lettore volesse ripercorrere i luoghi attraversati alfabeticamente dai due autori potrebbe farlo grazie alle mappe disegnate da Carrese che indicano dove trovare in un dato luogo le rispettive lettere dell'alfabeto individuate durante la ‘spasseggiata’ con Elisa Regna. “Quando siamo in un luogo fisicamente – spiega il fantasiologo Carrese – non siamo mai solo in quel posto ma anche altrove, con la mente. Fantastichiamo la maggior parte del nostro tempo, del nostro vivere quotidiano perché qualcosa, nel nostro caso un elemento del luogo, ci porta altrove: un profumo, la forma di un vicolo, un suono, il rumore del vento o della pioggia, lo sguardo di una persona, un ritratto… Così ho suggerito a Elisa Regna di fotografare non solo elementi reali ma anche gli 'stimolatori fantastici' appartenenti al luogo, a quel preciso luogo e momento. In questo modo, ogni lettera dell'alfabeto che abbiamo raccolto nel nostro alfabetario mostra due scatti, uno reale e uno chimerico, a sottolineare proprio la dualità fisico-mente che tutti noi viviamo, anche in questo preciso istante. Quando siamo davanti a una pietra, possiamo scegliere se guardare una pietra o se vedere una pietra. Ogni singolo volume di ‘Alfabetario dei Luoghi’ è il nostro modo, quello di Elisa e il mio, di stare al mondo”.




16 MAGGIO

http://www.gonews.it/2017/05/16/alfabetario-dei-luoghi-la-presentazione-a-il-mondo-dei-libri/


Venerdì 19 maggio alle 18,30 si svolgerà alla libreria Il Mondo dei Libri la presentazione di “Alfabetario dei luoghi”, ovvero come visitare un luogo attraverso le 26 lettere dell’alfabeto. Si tratta di un progetto enciclopedico nato dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. Le fotografie di Elisa Regna raccontano paesaggi reali e chimerici mentre il gioco fantasiologico “haikugrammi” (combinato dal caso e dallo sguardo dell’autore) completa con brevi poesie il bianco e nero degli scatti. L’incontro in programma alla libreria prevede la presentazione interattiva di Massimo Gerardo Carrese e la partecipazione di Elisa Regna. L’iniziativa è promossa dalla libreria nell’ambito de “Il Maggio dei Libri”. “Alfabetario dei luoghi”. L’opera si completa di 52 haikugrammi del fantasiologo, con suoi saggi e mappe alfabetiche: se un lettore volesse ripercorrere i luoghi attraversati alfabeticamente dai due autori potrebbe farlo grazie alle mappe disegnate da Carrese che indicano dove trovare in un dato luogo le rispettive lettere dell’alfabeto individuate durante la ‘spasseggiata’ con Elisa Regna. “Quando siamo in un luogo fisicamente – spiega il fantasiologo Carrese – non siamo mai solo in quel posto ma anche altrove, con la mente. Fantastichiamo la maggior parte del nostro tempo, del nostro vivere quotidiano perché qualcosa, nel nostro caso un elemento del luogo, ci porta altrove: un profumo, la forma di un vicolo, un suono, il rumore del vento o della pioggia, lo sguardo di una persona, un ritratto… Così ho suggerito a Elisa Regna di fotografare non solo elementi reali ma anche gli ‘stimolatori fantastici’ appartenenti al luogo, a quel preciso luogo e momento. In questo modo, ogni lettera dell’alfabeto che abbiamo raccolto nel nostro alfabetario mostra due scatti, uno reale e uno chimerico, a sottolineare proprio la dualità fisico-mente che tutti noi viviamo, anche in questo preciso istante. Quando siamo davanti a una pietra, possiamo scegliere se guardare una pietra o se vedere una pietra. Ogni singolo volume di ‘Alfabetario dei Luoghi’ è il nostro modo, quello di Elisa e il mio, di stare al mondo”.





14 MAGGIO


http://www.allwebitaly.it/evento/poggibonsi-19-maggio-alfabetario-dei-luoghi

Alfabetario dei Luoghi. Visitare un luogo con 26 lettere dell’alfabeto.


L’opera enciclopedica del fantasiologo Carrese invita a passeggiare nei luoghi attraversandoli con le 26 lettere dell’alfabeto. Fotografie di Elisa Regna

Poggibonsi. La libreria “Il Mondo dei Libri” ospita il fantasiologo Carrese il 19 maggio ore 18

Alfabetario dei Luoghi, edita da Ngurzu Edizioni, è un’opera enciclopedica nata da un’idea del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. L’opera presenta in più volumi i luoghi della Campania (ma il progetto si apre a tutti i luoghi) da visitare con le 26 lettere dell’alfabeto. “Non una guida turistica, indica il fantasiologo, ma una guida euristica, volta a scoprire i luoghi alfabeticamente”. Carrese suggerisce di attraversare un luogo osservandolo come rimando semantico: A come…B come…C come e per ogni lettera la fotografa Elisa Regna presenta due scatti in bianco e nero, uno reale, che appartiene al luogo, e un altro chimerico, che dal luogo trascende. Ogni volume di Alfabetario dei Luoghi conserva di un luogo 52 fotografie in bianco e nero (26 scatti reali e 26 scatti chimerici), realizzati da Elisa Regna, fotografa di Riardo che con il fantasiologo Carrese ha realizzato già il primo volume dedicato al piccolo borgo del casertano Rocchetta e Croce. Altrettanti “haiku grammi” del fantasiologo (brevissime poesie nate da un suo gioco fantasiologico) completano l’opera, preceduti da suoi saggi e mappe alfabetiche: se un lettore volesse  ripercorrere i luoghi attraversati alfabeticamente dai due autori lo potrebbe farlo grazie alle mappe disegnate da Carrese che indicano dove trovare in un dato luogo le rispettive lettere dell’alfabeto individuate durante la spasseggiata con Elisa Regna. Alfabetario dei Luoghi è realizzato artigianalmente, da un falegname, uno stampatore e dagli stessi autori. Dal prossimo 12 maggio, Carrese e Regna saranno in giro per l’Italia a presentare i volumi 2 e 3 dedicati rispettivamente ad Apice Vecchia e a Piedimonte Matese. Da Alife a Milano, passando da Perugia, Poggibonsi, Castellammare di Stabia, Sala Consilina, Roma, Mantova e poi terminare a Scauri: tutte le date su www.fantasiologo.com
I due volumi sono pubblicati grazie al sostegno di Gruppo D’Abbraccio srl di Ruviano. Le presentazioni fantasiologiche si caratterizzano per il coinvolgimento attivo degli spettatori: Carrese, invitando alla riflessione e alla partecipazione, descrive con riferimenti pratici e teorici  l’opera sviluppata dagli studi dedicati a fantasia e immaginazione intese come facoltà della mente.
Saranno esposti alcuni scatti di Regna tratti dalle pubblicazioni in tour.
Ingressi liberi.



14 MAGGIO


http://www.vivertempo.it/evento.asp?lnk=alfabetario-dei-luoghi


Come visitare un luogo con 26 lettere dell’alfabeto?

Alla Libreria Altroquando il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese con Alfabetario dei Luoghi. Fotografie di Elisa Regna.

Mercoledì 24 maggio, ore 19:30
Libreria Altroquando, via del Governo Vecchio (Piazza Navona)
Roma

Roma. La Libreria Altroquando ospita l’incontro fantasiologico dedicato a un gioco: come visitare un luogo con 26 lettere dell’alfabeto. Il creatore del progetto enciclopedico risponde al nome di Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, noto come “il fantasiologo” (citato anche in una scheda dell’enciclopedia Treccani), presenta il suo progetto “Alfabetario dei Luoghi”, edito da Ngurzu Edizioni, come visitare un luogo con 26 lettere dell’alfabeto, realizzato insieme alla fotografa Elisa Regna. Si spasseggia in un luogo e si cercano in esso le 26 lettere dell’alfabeto. Non i grafi, cioè le forme delle lettere, bensì i rimandi semantici: A come…B come…C come… . Alfabetario dei Luoghi è un gioco fantasiologico, una guida non turistica ma euristica, nata dalle riflessioni dello studioso Carrese su fantasia e immaginazione viste come facoltà della mente: con ogni lettera dell’alfabeto, e attraverso ogni singola lettera, di un luogo si scopre un posto reale e un posto chimerico. 26 scatti di luoghi reali (riferimento concreto al luogo) e 26 scatti di luoghi chimerici (riferimento concreto al luogo ma che si allontana da esso perché richiama qualcosa che non è direttamente visibile con gli occhi del corpo ma con gli occhi della mente). “Quando siamo in un luogo fisicamente – spiega il fantasiologo Carrese – non siamo mai solo in quel posto ma anche altrove, con la mente. Fantastichiamo la maggior parte del nostro tempo, del nostro vivere quotidiano perché qualcosa, nel nostro caso un elemento del luogo, ci porta altrove: un profumo, la forma di un vicolo, un suono, il rumore del vento o della pioggia, lo sguardo di una persona, un ritratto….Così ho suggerito a Elisa Regna di fotografare non solo elementi reali ma anche gli ‘stimolatori fantastici’ appartenenti al luogo, a quel preciso luogo e momento. In questo modo, ogni lettera dell’alfabeto che abbiamo raccolto nel nostro alfabetario mostra due scatti, uno reale e uno chimerico, a sottolineare proprio la dualità fisico-mente che tutti noi viviamo, anche in questo preciso istante”. L’opera è realizzata artigianalmente da uno stampatore e un falegname, oltre che dagli stessi autori. Carrese ha curato la veste editoriale, l’impaginazione, i saggi introduttivi, gli haikugrammi (brevissime poesie che descrivono i bianchi e neri di Regna) e le mappe alfabetiche, utile al lettore curioso che vuole ripercorrere alfabeticamente i vari paesi indicati nell’enciclopedia. In questo tour, con tappe a Milano, Perugia, Poggibonsi, Volta Mantovana, Salerno, Caserta, saranno presentati i volumi 2 e 3 dedicati ad Apice Vecchia (Benevento) e a Piedimonte Matese (Caserta). I due volumi sono pubblicati con il supporto di Gruppo D’Abbraccio s.r.l. Ingresso libero. Info www.fantasiologo.com





13 MAGGIO

http://www.ultimissimemantova.it/Cultura%20e%20arte/7899_Alfabetario_dei_Luoghi_come_visitare_un_luogo_attraverso_le_26_lettere_dellalfabeto.html

Alfabetario dei Luoghi: come visitare un luogo attraverso le 26 lettere dell'alfabeto


Conversazione con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese sul suo progetto enciclopedico Alfabetario dei Luoghi (Ngurzu Edizioni) il 16 maggio alla Biblioteca Comunale di Volta Mantovana, via Montaldi, ore 18


Un gioco fantasiologico, con fotografie e haikugrammi, che invita a visitare un luogo attraverso le 26 lettere dell'alfabeto. Presentazione interattiva sui volumi 2 e 3, dedicati ad Apice Vecchia e Piedimonte Matese. Alfabetario dei Luoghi è un progetto enciclopedico che rappresenta semanticamente un posto: le 26 lettere dell’alfabeto sono associate ai luoghi di un paese, ai suoi ambienti storici e sconosciuti, frequentati e abbandonati, pubblici e privati, belli e brutti, reali e fantastici: A come…; B come…; Z come…. Non la ricerca di un grafo ma di un rimando semantico. “Quando siamo davanti a una pietra, possiamo scegliere se guardare una pietra o se vedere una pietra. Ogni singolo volume di Alfabetario dei Luoghi è il nostro modo, il mio e quello di Elisa, di stare al mondo.” Con queste parole, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese descrive la sua opera enciclopedica Alfabetario dei Luoghi realizzata con la fotografa Elisa Regna ed edita artigianalmente da Ngurzu Edizioni. Immaginare e fantasiare, guardare e vedere. Parole che sembrano sinonimi e che invece rappresentano modi diversi di percepire il mondo. È un gioco fantasiologico nato dalle riflessioni dello studioso Carrese su fantasia e immaginazione viste come facoltà della mente: con ogni lettera dell’alfabeto, e attraverso ogni singola lettera, di un luogo si scopre un posto reale e un posto chimerico. 26 scatti di luoghi reali (riferimento concreto al luogo) e 26 scatti di luoghi chimerici (riferimento concreto al luogo ma che si allontana da esso perché richiama qualcosa che non è direttamente visibile con gli occhi del corpo ma con gli occhi della mente). Ogni volume è realizzato artigianalmente da uno stampatore e falegname. Oltre alle fotografie in bianco e nero ci sono saggi introduttivi, appunti sui luoghi e mappe alfabetiche a cura di Carrese: il lettore se vorrà potrà seguire il percorso alfabetico tracciato dai due autori. Interviene la fotografa Elisa Regna, coautrice del progetto. Non un'opera turistica ma euristica, che lascia scoprire in modo altro un territorio. I due volumi sono pubblicati grazie al supporto di Gruppo D'Abbraccio S.r.l. di Ruviano. 





13 MAGGIO
Alfabetario dei Luoghi

http://www.mantovanotizie.com/libri/20170509-alfabetario-luoghi-volta-mantovana-2017.php

Biblioteca Comunale Volta Mantovana 16 maggio 2017, ore 18 Alfabetario dei Luoghi – Come visitare un luogo con 26 lettere dell’alfabeto Alfabetario dei Luoghi è un’enciclopedia che riassume, attraverso le 26 lettere dell’alfabeto, lo sguardo che i due autori, Massimo Gerardo Carrese ed Elisa Regna, hanno sui paesi. Il loro è uno sguardo alfabetico: ogni lettera è associata a uno scatto reale, appartenente al luogo, e a uno scatto chimerico, che dal luogo trascende. E così, attraversando le 26 lettere dell’alfabeto, si possono scorgere particolarità di un luogo che si visita in modo euristico e non turistico. L’idea nasce dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di fantasia e immaginazione esplorate come facoltà della mente: “Quando siamo in un luogo fisicamente – spiega – non siamo mai solo in quel posto ma anche altrove, con la mente. Fantastichiamo la maggior parte del nostro tempo, del nostro vivere quotidiano perché qualcosa, nel nostro caso un elemento del luogo, ci porta altrove: un profumo, la forma di un vicolo, un suono, il rumore del vento o della pioggia, lo sguardo di una persona, un ritratto….Così ho suggerito a Elisa di fotografare non solo elementi reali ma anche gli ‘stimolatori fantastici’ appartenenti al luogo, a quel preciso luogo e momento. In questo modo, ogni lettera dell’alfabeto che abbiamo raccolto nel nostro alfabetario mostra due scatti, uno reale e uno chimerico, a sottolineare proprio la dualità fisico-mente che tutti noi viviamo, anche in questo preciso istante”. Carrese ha curato i saggi introduttivi, l’impaginazione e la veste editoriale dell’opera, realizzata artigianalmente in collaborazione con un falegname e uno stampatore. Ha inoltre composto per ogni fotografia dell’alfabetario, 52 in totale, degli “haikugrammi”: poesie nate da un suo gioco fantasiologico che coinvolge il caso e lo sguardo dell’autore. Elisa Regna, fotografa di Riardo, traccia il suo sguardo o attraverso i bianchi e neri che imprimono per ogni lettera dei rimandi semantici. “Nei luoghi – scrive l’autrice in una riflessione introduttiva dell’alfabetario – ci scindiamo con il corpo e con la mente.” Alfabetario dei Luoghi racconta, con le lettere alfabetiche rivisitate attraverso il gioco fantasiologico, i paesi della Campania. Il prossimo tour sarà dedicato alla lettera “A” di Apice Vecchia (con 26 scatti alfabetici reali e 26 scatti alfabetici chimerici) e alla lettera “P” di Piedimonte Matese (con altrettante fotografie). Editi da Ngurzu Edizioni, i due volumi nascono dal sostegno del Gruppo D’Abbraccio di Ruviano Srl.



12 MAGGIO


http://www.familandia.net/events/alfabetario-dei-luoghi-visitare-un-posto-con-le-lettere-dellalfabeto/

Alfabetario dei Luoghi:  visitare un posto con le 26 lettere dell’alfabeto


11 MAGGIO

https://lazioeventi.com/eventi/alfabetario-dei-luoghi-visitare-un-luogo-26-lettere-dellalfabeto/

Come visitare un luogo con 26 lettere dell’alfabeto?

Alla Libreria Altroquando il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese con Alfabetario dei Luoghi. Fotografie di Elisa Regna.

Mercoledì 24 maggio, ore 19:30

Libreria Altroquando, via del Governo Vecchio (Piazza Navona)

Roma

Roma. La Libreria Altroquando ospita l’incontro fantasiologico dedicato a un gioco: come visitare un luogo con 26 lettere dell’alfabeto. Il creatore del progetto enciclopedico risponde al nome di Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, noto come “il fantasiologo” (citato anche in una scheda dell’enciclopedia Treccani), presenta il suo progetto “Alfabetario dei Luoghi”, edito da Ngurzu Edizioni, come visitare un luogo con 26 lettere dell’alfabeto, realizzato insieme alla fotografa Elisa Regna. Si spasseggia in un luogo e si cercano in esso le 26 lettere dell’alfabeto. Non i grafi, cioè le forme delle lettere, bensì i rimandi semantici: A come…B come…C come… . Alfabetario dei Luoghi è un gioco fantasiologico, una guida non turistica ma euristica, nata dalle riflessioni dello studioso Carrese su fantasia e immaginazione viste come facoltà della mente: con ogni lettera dell’alfabeto, e attraverso ogni singola lettera, di un luogo si scopre un posto reale e un posto chimerico. 26 scatti di luoghi reali (riferimento concreto al luogo) e 26 scatti di luoghi chimerici (riferimento concreto al luogo ma che si allontana da esso perché richiama qualcosa che non è direttamente visibile con gli occhi del corpo ma con gli occhi della mente).  “Quando siamo in un luogo fisicamente – spiega il fantasiologo Carrese – non siamo mai solo in quel posto ma anche altrove, con la mente. Fantastichiamo la maggior parte del nostro tempo, del nostro vivere quotidiano perché qualcosa, nel nostro caso un elemento del luogo, ci porta altrove: un profumo, la forma di un vicolo, un suono, il rumore del vento o della pioggia, lo sguardo di una persona, un ritratto….Così ho suggerito a Elisa Regna di fotografare non solo elementi reali ma anche gli ‘stimolatori fantastici’ appartenenti al luogo, a quel preciso luogo e momento. In questo modo, ogni lettera dell’alfabeto che abbiamo raccolto nel nostro alfabetario mostra due scatti, uno reale e uno chimerico, a sottolineare proprio la dualità fisico-mente che tutti noi viviamo, anche in questo preciso istante”. L’opera è realizzata artigianalmente da uno stampatore e un falegname, oltre che dagli stessi autori. Carrese ha curato la veste editoriale, l’impaginazione, i saggi introduttivi, gli haikugrammi (brevissime poesie che descrivono i bianchi e neri di Regna) e le mappe alfabetiche, utile al lettore curioso che vuole ripercorrere alfabeticamente i vari paesi indicati nell’enciclopedia. In questo tour, con tappe a Milano, Perugia, Poggibonsi, Volta Mantovana, Salerno, Caserta, saranno presentati i volumi 2 e 3 dedicati ad Apice Vecchia (Benevento) e a Piedimonte Matese (Caserta). I due volumi sono pubblicati con il supporto di Gruppo D’Abbraccio s.r.l.

Ingresso libero.




11 MAGGIO

http://www.corrieredeiviaggi.com/evento-e-manifestazione-turistica.asp?id=2977

Alfabetario Dei Luoghi


secondo tour fantasiologico per alfabetario dei luoghi, edito da ngurzu edizioni. da un'idea di massimo gerardo carrese, studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell'immaginazione. fotografie di elisa regna. alfabetario dei luoghi è un'enciclopedia particolare, bizzarra, unica. suggerisce di visitare i luoghi, al momento quelli della campania, attraverso le 26 lettere dell'alfabeto. in che modo? ne discute carrese in un incontro interattivo in cui spiega le regole che lo hanno condotto a ideare la sua enciclopedia corredata dalle fotografie in bianco e nero di elisa regna. dopo il primo volume dedicato a rocchetta e croce, uscito lo scorso dicembre, sono in arrivo i due testi dedicato ad apice vecchia (benevento) e piedimonte matese (caserta). ogni volume, prodotto in edizione limitata, si compone di 52 fotografie in bianco e nero, scatti alfabetici di elisa regna, e altrettanti haikugrammi del fantasiologo carrese (brevi poesie ideate dal caso e dallo sguardo dell’autore), che ha curato anche i saggi introduttivi e le mappe alfabetiche dei luoghi. ogni lettera dell’alfabetario mostra uno scatto reale (che descrive il luogo) e uno scatto chimerico (che dal luogo prende ispirazione per andare altrove). secondo le intenzioni di carrese «quando siamo in un luogo fisicamente non siamo mai solo in quel posto ma anche altrove, con la mente. fantastichiamo la maggior parte del nostro tempo, del nostro vivere quotidiano perché qualcosa, nel nostro caso un elemento del luogo, ci porta altrove: un profumo, la forma di un vicolo, un suono, il rumore del vento o della pioggia, lo sguardo di una persona, un ritratto….così ho suggerito a elisa regna di fotografare non solo elementi reali ma anche gli ‘stimolatori fantastici’ appartenenti al luogo, a quel preciso luogo e momento. in questo modo, ogni lettera dell’alfabeto che abbiamo raccolto nel nostro alfabetario mostra due scatti, uno reale e uno chimerico, a sottolineare proprio la dualità fisico-mente che tutti noi viviamo, anche in questo preciso istante». alfabetario dei luoghi è un’enciclopedia artigianale, ideata e progettata da carrese. i due autori si occupano della fascicolazione manuale e delle fasi di incollaggio. le fasi di stampa sono realizzate, invece, da uno stampatore così come il bottone in legno che rilega l'intero lavoro, realizzato da un artigiano del legno. saranno esposti pannelli fotografici di elisa regna che ritraggono i luoghi dell'alfabetario.

ecco le date del tour, che parte il prossimo 12 maggio. sabato 3: presentazione alfabetario dei luoghi vol. 2 e vol. 3 con elisa regna arena mallozzi, nell'ambito de "il bicicletterario" premio nazionale di poesia e narrativa h 11 scauri (lt) maggio venerdì 26: castello medievale

presentazione alfabetario dei luoghi vol. 2 e vol. 3 con elisa regna h 18:30 apice vecchia (bn) mercoledì 24: libreria altroquando presentazione alfabetario dei luoghi vol. 2 e vol. 3 con elisa regna via del governo vecchio 82 h 19:30 roma domenica 21: giardini di arianna presentazione

alfabetario dei luoghi vol. 2 e vol. 3 con elisa regna via passeggiata archeologica 3 h 16:00 castellammare di stabia (na) venerdì 19: libreria il mondo dei libri presentazione alfabetario dei luoghi vol. 2 e vol. 3 con elisa regna via socrate sardelli 23 h 18:30 poggibonsi (si) giovedì

18: libreria mannaggia - libri da un altro mondo presentazione alfabetario dei luoghi vol. 2 e vol. 3 con elisa regna via dei cartolari 8 h 18:30 perugia martedì 16: presentazione alfabetario dei luoghi vol. 2 e vol. 3 con elisa regna mattina istituto comprensivo "f. filzi" via wolf ferrari

(h 9:00 lezione fantasiologica su alfabetario dei luoghi, classi primarie) milano pomeriggio biblioteca comunale via beata paola montaldi h 18:00 volta mantovana (mn) sabato 13: presentazione alfabetario dei luoghi vol. 2 e vol. 3 con elisa regna associazione culturale ipazia via matteotti h

18:30 sala consilina (sa) venerdì 12: presentazione alfabetario dei luoghi vol. 2 e vol. 3 con elisa regna biblioteca comunale piazza termini h 18:00 alife (ce)



11 MAGGIO

http://www.cilentonotizie.it/dettaglio/?ID=33020

È possibile visitare un luogo con le lettere dell’alfabeto?

Sì, secondo il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. Ne discute in una presentazione interattiva.

Conversazione con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese sul suo progetto enciclopedico Alfabetario dei Luoghi (Ngurzu Edizioni),

interviene la fotografa Elisa Regna, coautrice del progetto.

Un gioco fantasiologico, con fotografie e haikugrammi, che invita a visitare un luogo attraverso le 26 lettere dell'alfabeto.

Alfabetario dei Luoghi è un progetto enciclopedico che rappresenta semanticamente un posto: le 26 lettere dell’alfabeto sono associate ai luoghi di un paese, ai suoi ambienti storici e sconosciuti, frequentati e abbandonati, pubblici e privati, belli e brutti, reali e fantastici: A come…; B come…; Z come….

Non la ricerca di un grafo ma di un rimando semantico. È un gioco fantasiologico nato dalle riflessioni dello studioso Carrese su fantasia e immaginazione viste come facoltà della mente: con ogni lettera dell’alfabeto, e attraverso ogni singola lettera, di un luogo si scopre un posto reale e un posto chimerico. 26 scatti di luoghi reali (riferimento concreto al luogo) e 26 scatti di luoghi chimerici (riferimento concreto al luogo ma che si allontana da esso perché richiama qualcosa che non è direttamente visibile con gli occhi del corpo ma con gli occhi della mente).

Ogni volume è realizzato artigianalmente da uno stampatore e falegname. Oltre alle fotografie in bianco e nero ci sono saggi introduttivi, appunti sui luoghi e mappe alfabetiche a cura di Carrese: il lettore se vorrà potrà seguire il percorso alfabetico tracciato dai due autori. Presentazione interattiva sui volumi 2 e 3, dedicati ad Apice Vecchia e Piedimonte Matese. I due volumi sono pubblicati grazie al supporto di Gruppo D'Abbraccio S.r.l. di Ruviano. Info www.fantasiologo.com






11 MAGGIO

https://www.infocilento.it/2017/05/11/alfabetario-dei-luoghi-come-visitare-un-luogo-attraverso-le-26-lettere-dellalfabeto-iniziativa-a-sala-consilina/

Alfabetario dei Luoghi: come visitare un luogo attraverso le 26 lettere dell’alfabeto: iniziativa a Sala Consilina

È possibile visitare un luogo con le lettere dell’alfabeto? Sì, secondo il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. Ne discute in una presentazione interattiva. Conversazione con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese sul suo progetto enciclopedico Alfabetario dei Luoghi (Ngurzu Edizioni), interviene la fotografa Elisa Regna, coautrice del progetto. Un gioco fantasiologico, con fotografie e haikugrammi, che invita a visitare un luogo attraverso le 26 lettere dell’alfabeto. Alfabetario dei Luoghi è un progetto enciclopedico che rappresenta semanticamente un posto: le 26 lettere dell’alfabeto sono associate ai luoghi di un paese, ai suoi ambienti storici e sconosciuti, frequentati e abbandonati, pubblici e privati, belli e brutti, reali e fantastici: A come…; B come…; Z come…. Non la ricerca di un grafo ma di un rimando semantico.


È un gioco fantasiologico nato dalle riflessioni dello studioso Carrese su fantasia e immaginazione viste come facoltà della mente: con ogni lettera dell’alfabeto, e attraverso ogni singola lettera, di un luogo si scopre un posto reale e un posto chimerico. 26 scatti di luoghi reali (riferimento concreto al luogo) e 26 scatti di luoghi chimerici (riferimento concreto al luogo ma che si allontana da esso perché richiama qualcosa che non è direttamente visibile con gli occhi del corpo ma con gli occhi della mente). Ogni volume è realizzato artigianalmente da uno stampatore e falegname. Oltre alle fotografie in bianco e nero ci sono saggi introduttivi, appunti sui luoghi e mappe alfabetiche a cura di Carrese: il lettore se vorrà potrà seguire il percorso alfabetico tracciato dai due autori. Presentazione interattiva sui volumi 2 e 3, dedicati ad Apice Vecchia e Piedimonte Matese. I due volumi sono pubblicati grazie al supporto di Gruppo D’Abbraccio S.r.l. di Ruviano.

L’appuntamento è in programma il 13 maggio presso l’Associazione Ipazia a Sala Consilina, via Matteotti ore 18:30.



9 MAGGIO

http://www.in-campania.it/alfabetario-dei-luoghi-2/

Alfabetario dei Luoghi: come visitare un luogo attraverso le 26 lettere dell’alfabeto

È possibile visitare un luogo con le lettere dell’alfabeto? Sì, secondo il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. Ne discute in una presentazione interattiva. Conversazione con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese sul suo progetto enciclopedico Alfabetario dei Luoghi (Ngurzu Edizioni). Un gioco fantasiologico, con fotografie e haikugrammi, che invita a visitare un luogo attraverso le 26 lettere dell’alfabeto. Presentazione interattiva sui volumi 2 e 3, dedicati ad Apice Vecchia e Piedimonte Matese. Interviene la fotografa Elisa Regna, coautrice del progetto.

Info www.fantasiologo.com

12 maggio 2017
Biblioteca Comunale di Alife (CE)
Piazza Termini ore 18



9 MAGGIO

http://www.radice.ce.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=28588:alfabetario-dei-luoghi-come-visitare-un-luogo-attraverso-le-26-lettere-dell-alfabeto-il-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese-ad-alife&Itemid=242

Alfabetario dei Luoghi: come visitare un luogo attraverso le 26 lettere dell'alfabeto.
Il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese ad Alife


ALIFE - L'appuntamento è per il 12 maggio alle ore 18:00 presso la Biblioteca Comunale di Alife, a Piazza Termini.
Alfabetario dei Luoghi: come visitare un luogo attraverso le 26 lettere dell'alfabeto
È possibile visitare un luogo con le lettere dell'alfabeto? Sì, secondo il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell'immaginazione. Ne discute in una presentazione interattiva. Conversazione con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese sul suo progetto enciclopedico Alfabetario dei Luoghi (Ngurzu Edizioni). Un gioco fantasiologico, con fotografie e haikugrammi, che invita a visitare un luogo attraverso le 26 lettere dell'alfabeto. Presentazione interattiva sui volumi 2 e 3, dedicati ad Apice Vecchia e Piedimonte Matese. Alfabetario dei Luoghi è un progetto enciclopedico che rappresenta semanticamente un posto: le 26 lettere dell'alfabeto sono associate ai luoghi di un paese, ai suoi ambienti storici e sconosciuti, frequentati e abbandonati, pubblici e privati, belli e brutti, reali e fantastici: A come...; B come...; Z come.... Non la ricerca di un grafo ma di un rimando semantico. È un gioco fantasiologico nato dalle riflessioni dello studioso Carrese su fantasia e immaginazione viste come facoltà della mente: con ogni lettera dell'alfabeto, e attraverso ogni singola lettera, di un luogo si scopre un posto reale e un posto chimerico. 26 scatti di luoghi reali (riferimento concreto al luogo) e 26 scatti di luoghi chimerici (riferimento concreto al luogo ma che si allontana da esso perché richiama qualcosa che non è direttamente visibile con gli occhi del corpo ma con gli occhi della mente). Ogni volume è realizzato artigianalmente da uno stampatore e falegname. Oltre alle fotografie in bianco e nero ci sono saggi introduttivi, appunti sui luoghi e mappe alfabetiche a cura di Carrese: il lettore se vorrà potrà seguire il percorso alfabetico tracciato dai due autori. Interviene la fotografa Elisa Regna, coautrice del progetto. Non un'opera turistica ma euristica, che lascia scoprire in modo altro un territorio. I due volumi sono pubblicati grazie al supporto di Gruppo D'Abbraccio S.r.l. di Ruviano.



9 MAGGIO

Alfabetario dei Luoghi. Visitare un luogo con 26 lettere dell'alfabeto

http://www.oggiroma.it/eventi/libri/alfabetario-dei-luoghi-visitare-un-luogo-con-26-lettere-dell-alfabeto/30963/


Alfabetario dei Luoghi. Visitare un luogo con 26 lettere dell'alfabeto. 
L'opera enciclopedica del fantasiologo Carrese invita a spasseggiare nei luoghi attraversandoli con le 26 lettere dell'alfabeto. Fotografie di Elisa Regna
Roma. Libreria Altroquando, via Governo Vecchio. 24 maggio ore 19 
Altroquando ospita la presentazione di Alfabetario dei Luoghi, edita da Ngurzu Edizioni, gioco enciclopedico nata da un'idea del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell'immaginazione. L'opera presenta in più volumi i luoghi della Campania (ma il progetto si apre a tutti i luoghi) da visitare con le 26 lettere dell'alfabeto. "Non una guida turistica, indica il fantasiologo, ma una guida euristica, volta a scoprire i luoghi alfabeticamente". Carrese suggerisce di attraversare un luogo osservandolo come rimando semantico: A come…B come…C come e per ogni lettera la fotografa Elisa Regna presenta due scatti in bianco e nero, uno reale, che appartiene al luogo, e un altro chimerico, che dal luogo trascende. Ogni volume di Alfabetario dei Luoghi conserva di un luogo 52 fotografie in bianco e nero (26 scatti reali e 26 scatti chimerici), realizzati da Elisa Regna, fotografa di Riardo che con il fantasiologo Carrese ha realizzato già il primo volume dedicato al piccolo borgo del casertano Rocchetta e Croce. Da Altroquando saranno presentati i volumi 2 e 3 dedicati rispettivamente ad Apice Vecchia e a Piedimonte Matese. 
"Quando siamo in un luogo fisicamente – spiega il fantasiologo Carrese – non siamo mai solo in quel posto ma anche altrove, con la mente. Fantastichiamo la maggior parte del nostro tempo, del nostro vivere quotidiano perché qualcosa, nel nostro caso un elemento del luogo, ci porta altrove: un profumo, la forma di un vicolo, un suono, il rumore del vento o della pioggia, lo sguardo di una persona, un ritratto… Così ho suggerito a Elisa Regna di fotografare non solo elementi reali ma anche gli 'stimolatori fantastici' appartenenti al luogo, a quel preciso luogo e momento. In questo modo, ogni lettera dell'alfabeto che abbiamo raccolto nel nostro alfabetario mostra due scatti, uno reale e uno chimerico, a sottolineare proprio la dualità fisico-mente che tutti noi viviamo, anche in questo preciso istante. Quando siamo davanti a una pietra, possiamo scegliere se guardare una pietra o se vedere una pietra. Ogni singolo volume di Alfabetario dei Luoghi è il nostro modo, quello di Elisa e il mio, di stare al mondo.".
L'opera si completa di 52 haikugrammi del fantasiologo, con suoi saggi e mappe alfabetiche: se un lettore volesse ripercorrere i luoghi attraversati alfabeticamente dai due autori lo potrebbe farlo grazie alle mappe disegnate da Carrese che indicano dove trovare in un dato luogo le rispettive lettere dell'alfabeto individuate durante la spasseggiata con Elisa Regna. Alfabetario dei Luoghi nasce non per evadere dal circostante ma per ri-crearlo e de-scriverlo con curiosità rinnovata. È una singolare gita. Una guida non turistica. Ma euristica. Un tentativo che ri-scopre i luoghi, anche da parte di chi da sempre li vive e li conosce (o crede di vivere e di conoscere). Realizzato artigianalmente da un falegname, uno stampatore e dagli stessi autori. I due volumi sono pubblicati grazie al sostegno di Gruppo D'Abbraccio srl di Ruviano. Le presentazioni fantasiologiche si caratterizzano per il coinvolgimento attivo degli spettatori: Carrese, invitando alla riflessione e alla partecipazione, descrive con riferimenti pratici e teorici l'opera sviluppata dagli studi dedicati a fantasia e immaginazione intese come facoltà della mente. Saranno esposti alcuni scatti di Regna tratti dalle pubblicazioni in tour.




5 MAGGIO

Perugia, sul pianeta Mannaggia atterra un maggio pieno di libri, degustazioni e laboratori


http://www.lanotiziaquotidiana.it/umbria/2017/05/05/perugia-sul-pianeta-mannaggia-atterra-un-maggio-pieno-di-libri-degustazioni-e-laboratori/

Giovedì 18 maggio (ore 18) presentazione di Alfabetario dei luoghi, come visitare un luogo attraverso le 26 lettere dell’alfabeto di Massimo Gerardo Carrese. Riflessioni, svirgolazioni, esercizi fantasiologici con l’autore ed Elisa Regna (fotografa). Alfabetario dei Luoghi è un progetto enciclopedico del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. Dedicato principalmente ai paesi della Campania (regione di provenienza degli autori), la struttura del progetto è però applicabile a ogni luogo. Il volume rappresenta semanticamente un posto: le 26 lettere dell’alfabeto sono associate ai luoghi di un paese, ai suoi ambienti storici e sconosciuti, frequentati e abbandonati, pubblici e privati, belli e brutti, reali e fantastici: A come…; B come…; Z come… Non la ricerca di un grafo ma di un rimando semantico.

5 MAGGIO

Perugia, tutti gli eventi di maggio alla libreria Mannaggia: presentazioni, letture, giornate per bambini
Il calendario degli appuntamenti in via Cartolari: dalla festa della mamma a Encuentro, fino alle nuove serate enogastronomiche nei locali del centro storico

http://www.umbria24.it/noise24/perugia-tutti-gli-eventi-di-maggio-alla-libreria-mannaggia-presentazioni-letture-giornate-per-bambini

Il 18 maggio (ore 18.00), insieme al fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, si approfondirà il progetto enciclopedico ‘L’alfabetario dei luoghi – come visitare un luogo attraverso le 26 lettere dell’alfabeto’: le lettere sono associate ai luoghi di un paese, ai suoi ambienti storici e sconosciuti, frequentati e abbandonati, pubblici e privati, belli e brutti, reali e fantastici. 


5 MAGGIO


http://www.matesenews.it/?p=65677

ALIFE / CAIAZZO. In città la 1° tappa del tour “Alfabetario dei Luoghi” a cura di Massimo Carrese e Elisa Regna: biblioteca comunale in Piazza Termini ore 18:00 il 12 maggio prossimoCome visitare un luogo dalle 16 lettere dell’alfabeto. Saranno presentati i volumi 2 e 3 dedicati ad Apice Vecchia e Piedimonte Matese del fantasiologo di Caiazzo.

Quando siamo davanti a una pietra, possiamo scegliere se guardare una pietra o se vedere una pietra. Ogni singolo volume di Alfabetario dei Luoghi è il nostro modo, quello di Elisa e il mio, di stare al mondo.” Con queste parole, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese descrive la sua opera enciclopedica Alfabetario dei Luoghi realizzata con la fotografa Elisa Regna ed edita artigianalmente da Ngurzu Edizioni. Immaginare e fantasiare, guardare e vedere. Parole che sembrano sinonimi e che invece rappresentano modi diversi di percepire il mondo. Alfabetario dei Luoghi è un progetto enciclopedico che nasce da un’idea del fantasiologo Carrese, dedicato principalmente ai paesi della Campania (regione di provenienza dei due autori), la struttura del progetto è però applicabile a ogni luogo. Alfabetario dei Luoghi rappresenta semanticamente un posto: le 26 lettere dell’alfabeto sono associate ai luoghi di un paese, ai suoi ambienti storici e sconosciuti, frequentati e abbandonati, pubblici e privati, belli e brutti, reali e fantastici: A come…; B come…; Z come…. Non la ricerca di un grafo ma di un rimando semantico. È un gioco fantasiologico: con ogni lettera dell’alfabeto, e attraverso ogni singola lettera, di un luogo si scopre un posto reale e un posto chimerico. 26 scatti di luoghi reali (riferimento concreto al luogo, indicato in tavola con lettera alfabetica maiuscola) e 26 scatti di luoghi chimerici (riferimento concreto al luogo ma che si allontana da esso perché richiama qualcosa che non è direttamente visibile con gli occhi del corpo ma con gli occhi della mente – indicato in tavola con lettera minuscola). Le fotografie di Elisa Regna raccontano paesaggi reali e chimerici mentre il gioco fantasiologico “haikugrammi” di Massimo Gerardo Carrese (combinato dal caso e dallo sguardo dell’autore) completa con brevi poesie il bianco e nero degli scatti. L’Alfabetario dei Luoghi, che si apre con dei saggi del fantasiologo che ha curato anche l’impaginazione e la veste editoriale dell’opera, realizzata insieme a un falegname e stampatore, è uno strumento didattico per l’immaginazione (facoltà dell’azione) e per la fantasia (facoltà del possibile). Non per evadere dal circostante ma per ri-crearlo e de-scriverlo con curiosità rinnovata. È una singolare gita. Una guida non turistica. Ma euristica. Un tentativo che ri-scopre i luoghi, anche da parte di chi da sempre li vive e li conosce (o crede di vivere e di conoscere). I due volumi sono pubblicati grazie al supporto del Gruppo D’Abbraccio Srl di Ruviano. Ingresso libero.



22 APRILE

NAPOLI - CLOWNTERAPIA, TRE GIORNI CON STUDIOSI, VOLONTARI E SPETTACOLI


http://www.informazione.campania.it/napoli/210281-napoli-clownterapia-tre-giorni-con-studiosi-volontari-e-spettacoli.html

“ZERO – 100  Famiglie in fiera” è la manifestazione che animerà Piazza Garibaldi il 21- 22 e 23 aprile a cura delle associazioni Teniamoci per mano Onlus e A.F.E.P.A.T. Onlus (Associazione ferrovieri e pensionati amanti del treno) organizzata da Sepa Holding Srl. Laboratori, spettacoli, incontri, tutti eventi gratuiti per sostenere la clownterapia negli ospedali italiani. Molti i nomi in calendario, da Michael Christensen a Rosalia Porcaro, dall’Accademia Musicale Giuseppe Verdi di Volla al Yogando & Ridendo” di Rodolfo Matto. Ospite atteso è Michael Christensen, il clown professionista che nel 1986 diede vita a New York, insieme all’amico e collega Paul Binder, al “The Clown Care Unit”, la prima unità speciale di clown dottori il cui scopo è ancora oggi quello di portare gioia e sorrisi all’interno degli ospedali pediatrici. Christensen è considerato il vero fondatore della clownterapia. Tra gli invitati, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione (www.fantasiologo.com), che venerdì 21 terrà un laboratorio di fantasiologia dal titolo “Sorridere con la fantasiologia” dedicato a genitori, curiosi (10:30-12:30) e volontari (14:30-16:30).




20 APRILE

Napoli. Clown terapia e fantasiologia per alleviare le sofferenze negli ospedali

http://www.teleradio-news.it/2017/04/20/napoli-clown-terapia-e-fantasiologia-per-alleviare-le-sofferenze-negli-ospedali/





18 APRILE

Piedimonte Matese, prossima tappa di una “fantasiosa” enciclopedia

https://www.clarusonline.it/2017/04/18/piedimonte-matese-prossima-tappa-di-una-fantasiosa-enciclopedia/

In uscita i prossimi volumi dell'Alfabetario dei Luoghi, il "progetto enciclopedico" realizzato dal fantasiologo Carrese e la fotografa Elisa Regna. I luoghi protagonisti sono Piedimonte Matese e Apice Vecchia
Un “progetto enciclopedico”: è così che Massimo Gerardo Carrese, alias fantasiologo, definisce l’Alfabetario dei Luoghi.

 Solo pochi mesi fa, per la precisione a dicembre, era uscito il primo volume di questa originalissima opera, risultato di un lavoro che il fantasiologo ha realizzato con la preziosa collaborazione di Elisa Regna, fotografa freelance. L’Alfabetario nasce da un gioco fantasiologico, poetico e fotografico, che dà al lettore curioso la possibilità di visitare i luoghi della bella Campania attraverso le 26 lettere dell’alfabeto. La perlustrazione dei luoghi risponde alla precisa regola di “trovare nei luoghi i rimandi semantici, e non i grafi, delle 26 lettere dell’alfabeto”. Dopo il primo volume, dedicato alla lettera “R” di Rocchetta e Croce, a maggio usciranno i due nuovi capitoli: “A” di Apice Vecchia e “P” di Piedimonte Matese. Il libro è un prodotto artigianale, realizzato dallo stampatore Giuseppe D’Abbruzzo, chiudendo le pagine con dei bulloni di legno, lavorati dall’artigiano Nino Santabarbara. La fascicolazione e l’incollaggio, invece, sono opera dei due autori. È il principio al quale questi ultimi si sono ispirati nella composizione delle pagine, a partire dalle foto, che non si rifanno ad alcuno studio o progetto.
Componente essenziale dell’Alfabetario e funzionale alla possibilità di “ri-scoprire” le località passate in rassegna, stimolando fantasia e immaginazione, sono gli scatti a opera di Elisa Regna, 52 fotografie in bianco e nero. I volumi incentrati su Piedimonte Matese e Apice Vecchia sono stati pubblicati grazie al supporto del Gruppo D’Abbraccio s.r.l. di Ruviano.
A partire dal prossimo 12 di maggio, il fantasiologo comincerà il suo tour, percorrendo l’Italia dal Nord al Sud. La prima tappa sarà Alife, per proseguire alla volta di Milano, Mantova, Perugia, Poggibonsi, Roma, Castellammare di Stabia, Apice Vecchia, Scauri, Sala Consilina.




13 APRILE

Alfabetario dei luoghi, su Apice Vecchia e Piedimonte Matese
L’enciclopedia del fantasiologo Carrese con le fotografie di Elisa Regna. Tra un mese il tour


http://www.ottopagine.it/bn/cultura/121439/alfabetario-dei-luoghi-su-apice-vecchia-e-piedimonte-matese.shtml

Parte il prossimo 12 maggio il tour nazionale del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione...


Da Alife a Milano, con tappa a Perugia e Poggibonsi, per arrivare a Roma, sostare ad Apice Vecchia e fare capolino a Sala Consilina, con chiusura a Scauri. Parte il prossimo 12 maggio il tour nazionale del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, che insieme alla fotografa Elisa Regna promuove la loro opera enciclopedica Alfabetario dei Luoghi. Coinvolte scuole, librerie, biblioteche, associazioni. Previsti 26 volumi, editi da Ngurzu Edizioni, Alfabetario dei Luoghi racconta la Campania attraverso un gioco ideato dal fantasiologo Carrese. Come visitare i luoghi attraverso le 26 lettere dell’alfabeto, cercando, e fotografando, nei singoli posti non lettere bensì rimandi semantici a cui le lettere sono relazionate (su www.fantasiologo.com si può sfogliare la struttura del progetto, con anteprime fotografiche). Dopo il primo volume dedicato a Rocchetta e Croce, uscito lo scorso dicembre, sono in arrivo i due libri su Apice Vecchia (Benevento) e Piedimonte Matese (Caserta). Ogni volume, prodotto in edizione limitata, si compone di 52 fotografie in bianco e nero, scatti alfabetici di Elisa Regna, e altrettanti haikugrammi del fantasiologo Carrese (brevi poesie ideate dal caso e dallo sguardo dell’autore), che ha curato anche i saggi introduttivi e le mappe alfabetiche dei luoghi. Ogni lettera dell’Alfabetario mostra uno scatto reale (che descrive il luogo) e uno scatto chimerico (che dal luogo prende ispirazione per andare altrove). Secondo le intenzioni di Carrese «Quando siamo in un luogo fisicamente non siamo mai solo in quel posto ma anche altrove, con la mente. Fantastichiamo la maggior parte del nostro tempo, del nostro vivere quotidiano perché qualcosa, nel nostro caso un elemento del luogo, ci porta altrove: un profumo, la forma di un vicolo, un suono, il rumore del vento o della pioggia, lo sguardo di una persona, un ritratto….Così ho suggerito a Elisa Regna di fotografare non solo elementi reali ma anche gli ‘stimolatori fantastici’ appartenenti al luogo, a quel preciso luogo e  momento. In questo modo, ogni lettera dell’alfabeto che abbiamo raccolto nel nostro alfabetario mostra due scatti, uno reale e uno chimerico, a sottolineare proprio la dualità fisico-mente che tutti noi viviamo, anche in questo preciso istante». Alfabetario dei Luoghi è un’enciclopedia artigianale, ideata e progettata da Carrese. È realizzata dallo stampatore Giuseppe D’Abbruzzo di Pontelatone e dall’artigiano del legno Nino Santabarbara di Caiazzo. La stessa Elisa Regna, insieme all’autore, partecipa al lavoro di fascicolazione e incollaggio delle pagine. I due volumi su Apice Vecchia e Piedimonte Matese godono del supporto di Gruppo D’Abbraccio di Ruviano. Per gli aggiornamenti sulle date www.fantasiologo.com o la pagina facebook “Massimo Gerardo Carrese”






APRILE

Sociale. Zero-100 per i benefici della clown terapia


http://www.crudiezine.it/sociale-zero-100-per-i-benefici-della-clown-terapia/

[...] Per questo abbiamo riunito un po’ di professionisti che si sono mostrati disponibili a condividere le loro esperienze. Abbiamo invitato, primo fra tutti, Michael Christensen, il fondatore della clown terapia. Inoltre, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, per aiutare i nostri volontari a sviluppare la creatività e l’immaginazione; [...]



 30 MARZO

A Caiazzo "I Giardini del Volturno"

http://www.slowsud.it/caiazzo-giardini-del-volturno/6926/



 27 MARZO

Caserta, presentata la VIII edizione della Mostra Florovivaistica GIARDINI DEL VOLTURNO


http://www.ecodicaserta.it/index.php/home/cultura/33490-caserta-presentata-la-viii-edizione-della-mostra-florovivaistica-giardini-del-volturno.html





 24 MARZO

La mostra mercato I Giardini del Volturno a Caiazzo dedicata all’artigianato naturale


http://www.napolike.it/mostra-mercato-i-giardini-del-volturno-a-caiazzo






 22 FEBBRAIO

Caserta. All'Ordine degli Architetti l'Alfabetario dei Luoghi del fantasiologo Carrese

http://www.teleradio-news.it/2017/02/22/caserta-allordine-degli-architetti-lalfabetario-dei-luoghi-del-fantasiologo-carrese/






16 FEBBRAIO





9 FEBBRAIO

"Cronache di Caserta"







9 FEBBRAIO


Alfabetario dei Luoghi, Massimo Gerardo Carrese presenta il suo libro alla libreria Lanovecento di Pozzuoli.

https://www.gazzettadinapoli.it/rubriche/ilibri/alfabetario-dei-luoghi-massimo-gerardo-carrese-presenta-suo-libro-alla-libreria-lanovecento-pozzuoli/

Massimo Gerardo Carrese studia le due facoltà della mente, fantasia e immaginazione. Ne ricerca le storie, le caratteristiche, i meccanismi nella vita quotidiana e nelle discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche. È uno studioso, appassionato di rompicapi e di enigmistica, musicista, poeta onomaturgo e ludorimico. Citato come “fantasiologo” anche in un articolo su Treccani Online, da molti anni porta in giro in Italia e qualche volta all’estero, i suoi incontri interdisciplinari su fantasia e immaginazione per discutere di suoi studi, giochi e ricerche. Alfabetario dei Luoghi, edito da Ngurzu Edizioni, è la sua ultima pubblicazione in cui presenta un’idea originale per visitare i luoghi attraverso le 26 lettere dell’alfabeto. L’idea che il fantasiologo Carrese propone è assai semplice: egli non invita a ricercare nei posti forme di lettere alfabetiche bensì relazioni semantiche: A come… B come… C come… . Un vero e proprio alfabetario realizzato con la fotografa Elisa Regna, coautrice del primo volume. Con lei Carrese ha visitato il piccolo borgo di Rocchetta e Croce in provincia di Caserta trovando in esso 26 rimandi semantici da fotografare: per esempio, A come “aglio”, un fascio di aglio lasciato respirare sul muro; “R” come “rombo”, figura geometrica disegnata su un portone del centro storico; “V” come “Venere”, la sensualissima dea raffigurata in una statua posta all’ingresso di una casa, e così via, per ogni lettera dell’alfabeto. A ogni rimando semantico, e per ognuna delle 26 lettere alfabetiche, comprese quelle straniere, è associato un solo elemento che si trova nel paese di Rocchetta e Croce. Questi scatti sono definiti dagli autori come “reali”, cioè individuabili e rintracciabili nel borgo. Gli scatti in bianco e nero di Elisa Regna descrivono l’immediatezza dello sguardo del passeggiatore che si ritrova, secondo l’idea carresiana, a ri-scoprire un luogo non in modo turistico bensì euristico: il visitatore guarda quel luogo alla ricerca delle relazioni semantiche da far combaciare alle singole lettere dell’alfabeto. Alfabetario dei Luoghi, oltre a essere un’opera realizzata perlopiù a mano da stampatori, artigiani e dagli stessi autori, ci mostra quello che in un luogo è anche invisibile. E questa è la sua particolarità. Ci sono, infatti, accanto agli scatti “reali”, altri 26 scatti alfabetici definiti “chimerici”, che trascendono lo sguardo del passeggiatore il quale, visitando un luogo, è sì presente con il corpo ma con la mente è certamente anche altrove. Lo scatto chimerico è quello che tenta di mostrare l’altrove dei due autori, ispirati da elementi (cose, persone, paesaggi) di Rocchetta e Croce che conducono a fantasticare. Così come la madeleine di Proust, che non è più un dolcetto ma ciò che permette di ritornare al passato. 52 fotografie in b/n descritte da haikugrammi, un gioco poetico ideato da Carrese e ispirato al caso e alla logica. La Libreria Lanovecento di Pozzuoli (via Carmine) vi invita a partecipare alla presentazione che prevede il coinvolgimento dei presenti. Ingresso libero.




9 FEBBRAIO

"MateseNews.it"

CALVI RISORTA / ROCCHETTA E CROCE. Come visitare un paese seguendo le 26 lettere dell’alfabeto?


In Alfabetario dei Luoghi si leggono tavole alfabetiche che corrispondono a “L” come “lumaca” appoggiata a una pietra nel paese, “O” come “ombra” rintracciata nel buco di un muro, “Z” come “zittio” di una piazza silenziosa.


L’Alfabetario dei luoghi, da un’idea del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese di Caiazzo con la fotografa Elisa Regna, è una guida “non turistica ma euristica“. I due autori presentano il primo volume della loro enciclopedia fotografica e poetica su diversi luoghi della Campania che hanno visitato secondo un gioco fantasiologico che coinvolge le lettere dell’alfabeto. La presentazione interattiva è prevista per sabato prossimo 11 fabbraio, alle ore 18.00, presso la Piccola Libreria 80mq sempre a Calvi Risorta. L’opera è un libro fotografico e poetico: una suggestione nata dallo studioso di Storie e caratteristiche della fantasia di Caiazzo e dell’immaginazione che ha invitato la fotografa Regna a passeggiare con lui nel paese di Rocchetta e Croce, scoprendo in esso le 26 lettere dell’alfabeto. Carrese e Regna hanno visitato il paese strutturando un alfabetario di 52 immagini in bianco e nero. I due ricreano dei rimandi alfabetici rintracciabili nel luogo, nelle persone e oggetti che vivono un luogo. In Alfabetario dei Luoghi si leggono tavole alfabetiche che corrispondono a “L” come “lumaca” appoggiata a una pietra nel paese, “O” come “ombra” rintracciata nel buco di un muro, “Z” come “zittio” di una piazza silenziosa. Immagini di Rocchetta e Croce che si possono verificare grazie a una mappa disegnata dal Carrese che permette al lettore di partecipare, oltre che idealmente, anche fisicamente all’alfabetario ripercorrendo i passi dei due autori.




8 FEBBRAIO

"Il Mattino"

L'Alfabetario dei luoghi, da un'idea del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese con la fotografa Elisa Regna, è una guida "non turistica ma euristica". I due autori presentano il primo volume della loro enciclopedica fotografica e poetica sui luoghi della Campania che hanno visitato secondo un gioco fantasiologico o che coinvolge le lettere dell'alfabeto. Si terrà una presentazione interattiva, con coinvolgimento del pubblico, sabato alle 18 alla Piccola Libreria 80mq in via Garibaldi a Calvi Risorta.





7/8 FEBBRAIO

Calvi Risorta. ‘Alfabetario dei luoghi’, un incontro interattivo alla Piccola Libreria 80mq


http://www.v-news.it/calvi-risorta-alfabetario-dei-luoghi-un-incontro-interattivo-alla-piccola-libreria-80mq/

http://www.casertafocus.net/home/index.php?option=com_content&view=article&id=12137:calvi-risorta-come-visitare-un-paese-seguendo-le-26-lettere-dell-alfabeto&catid=13&Itemid=135

http://www.grazzaniseonline.eu/spip.php?article4247

http://www.cancelloedarnonenews.it/calvi-risorta-come-visitare-un-paese-seguendo-le-26-lettere-dellalfabeto/

http://caserta24ore.altervista.org/08022017/calvi-risorta-come-visitare-un-paese-seguendo-le-26-lettere-dellalfabeto/

http://www.casertafocus.net/home/index.php?option=com_content&view=article&id=12137:calvi-risorta-come-visitare-un-paese-seguendo-le-26-lettere-dell-alfabeto&catid=13&Itemid=135

http://www.caleno24ore.it/wordpress/64062/alla-piccola-libreria-80mq-massimo-gerardo-carnese-con-lalfabetario-dei-luoghi.html



CALVI RISORTA. Come visitare un paese seguendo le 26 lettere dell’alfabeto?
L’Alfabetario dei luoghi, da un’idea del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese con la fotografa Elisa Regna, è una guida “non turistica ma euristica“.
I due autori presentano il primo volume della loro enciclopedia fotografica e poetica sui luoghi della Campania che hanno visitato secondo un gioco fantasiologico che coinvolge le lettere dell’alfabeto.
Si terrà una presentazione interattiva, con coinvolgimento del pubblico, sabato 11 fabbraio alle ore 18.00 presso la Piccola Libreria 80mq in via Garibaldi a Calvi Risorta.
Alfabetario dei Luoghi è un libro fotografico e poetico: una suggestione nata da Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione che ha invitato la fotografa Elisa Regna a passeggiare con lui nel paese di Rocchetta e Croce, in provincia di Caserta, scoprendo in esso le 26 lettere dell’alfabeto. Carrese e Regna hanno visitato il paese di Rocchetta e Croce, in provincia di Caserta, strutturando un alfabetario di 52 immagini in bianco e nero scattate da Elisa Regna. La fotografa, che passeggia con il fantasiologo, ricrea dei rimandi alfabetici rintracciabili nel luogo, nelle persone e oggetti che vivono un luogo. In Alfabetario dei Luoghi si leggono tavole alfabetiche che corrispondono a “L” come “lumaca” appoggiata a una pietra nel paese, “O” come “ombra” rintracciata nel buco di un muro, “Z” come “zittio” di una piazza silenziosa. Immagini di Rocchetta e Croce che si possono verificare grazie a una mappa disegnata dal fantasiologo Carrese che permette al lettore di partecipare, oltre che idealmente, anche fisicamente all’alfabetario ripercorrendo i passi dei due autori.



7 FEBBRAIO



Calvi Risorta: Massimo Gerardo Carrese con "L'Alfabetario dei Luoghi" alla piccola libreria 80mq.


http://www.radice.ce.it/eventi/26847-calvi-risorta-massimo-gerardo-carrese-con-l-alfabetario-dei-luoghi-alla-piccola-libreria-80mq.html


L'Alfabetario dei luoghi, da un'idea del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese con la fotografa Elisa Regna, è una guida "non turistica ma euristica".

I due autori presentano il primo volume della loro enciclopedia fotografica e poetica sui luoghi della Campania che hanno visitato secondo un gioco fantasiologico che coinvolge le lettere dell'alfabeto.
Si terrà una presentazione interattiva, con coinvolgimento del pubblico, sabato 11 febbraio, alle ore 18.00, presso la Piccola Libreria 80mq in via Garibaldi a Calvi Risorta.

Alfabetario dei Luoghi è un libro fotografico e poetico: una suggestione nata da Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell'immaginazione che ha invitato la fotografa Elisa Regna a passeggiare con lui nel paese di Rocchetta e Croce, in provincia di Caserta, scoprendo in esso le 26 lettere dell'alfabeto. Carrese e Regna hanno visitato il paese di Rocchetta e Croce, in provincia di Caserta, strutturando un alfabetario di 52 immagini in bianco e nero scattate da Elisa Regna. La fotografa, che passeggia con il fantasiologo, ricrea dei rimandi alfabetici rintracciabili nel luogo, nelle persone e oggetti che vivono un luogo.

In Alfabetario dei Luoghi si leggono tavole alfabetiche che corrispondono a "L" come "lumaca" appoggiata a una pietra nel paese, "O" come "ombra" rintracciata nel buco di un muro, "Z" come "zittio" di una piazza silenziosa. Immagini di Rocchetta e Croce che si possono verificare grazie a una mappa disegnata dal fantasiologo Carrese che permette al lettore di partecipare, oltre che idealmente, anche fisicamente all'alfabetario ripercorrendo i passi dei due autori.





6 FEBBRAIO


MAGAZINE: Come visitare i luoghi con le lettere dell’alfabeto

http://www.napolivillage.com/Pozzuoli-Village/magazine-come-visitare-i-luoghi-con-le-lettere-dellalfabeto.html


POZZUOLI- Venerdì prossimo alle ore 18 alla libreria Lanovecento di Pozzuoli. Ne parla lo studioso Massimo Gerardo Carrese, esperto di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, che presenta il suo primo volume enciclopedico Alfabetario dei Luoghi (Ngurzu Edizioni) insieme alla fotografa Elisa Regna.


Massimo Gerardo Carrese studia le due facoltà della mente, fantasia e immaginazione. Ne ricerca le storie, le caratteristiche, i meccanismi nella vita quotidiana e nelle discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche. È uno studioso, appassionato di rompicapi e di enigmistica, musicista, poeta onomaturgo e ludorimico. Citato come “fantasiologo” anche in un articolo su Treccani Online, da molti anni porta in giro in Italia e qualche volta all’estero, i suoi incontri interdisciplinari su fantasia e immaginazione per discutere di suoi studi, giochi e ricerche. Alfabetario dei Luoghi, edito da Ngurzu Edizioni, è la sua ultima pubblicazione in cui presenta un’idea originale per visitare i luoghi attraverso le 26 lettere dell’alfabeto. L’idea che il fantasiologo Carrese propone è assai semplice: egli non invita a ricercare nei posti forme di lettere alfabetiche bensì relazioni semantiche: A come… B come… C come… . Un vero e proprio alfabetario realizzato
con la fotografa Elisa Regna, coautrice del primo volume. Con lei Carrese ha visitato il piccolo borgo di Rocchetta e Croce in provincia di Caserta trovando in esso 26 rimandi semantici da fotografare: per esempio, A come “aglio”, un fascio di aglio lasciato respirare sul muro; “R” come “rombo”, figura geometrica disegnata su un portone del centro storico; “V” come “Venere”, la sensualissima dea raffigurata in una statua posta all’ingresso di una casa, e così via, per ogni lettera dell’alfabeto. A ogni rimando semantico, e per ognuna delle 26 lettere alfabetiche, comprese quelle straniere, è associato un solo elemento che si trova nel paese di Rocchetta e Croce. Questi scatti sono definiti dagli autori come “reali”, cioè individuabili e rintracciabili nel borgo. Gli scatti in bianco e nero di Elisa Regna descrivono l’immediatezza dello sguardo del passeggiatore che si ritrova, secondo l’idea carresiana, a ri-scoprire un luogo non in modo turistico b
ensì euristico: il visitatore guarda quel luogo alla ricerca delle relazioni semantiche da far combaciare alle singole lettere dell’alfabeto. Alfabetario dei Luoghi, oltre a essere un’opera realizzata perlopiù a mano da stampatori, artigiani e dagli stessi autori, ci mostra quello che in un luogo è anche invisibile. E questa è la sua particolarità. Ci sono, infatti, accanto agli scatti “reali”, altri 26 scatti alfabetici definiti “chimerici”, che trascendono lo sguardo del passeggiatore il quale, visitando un luogo, è sì presente con il corpo ma con la mente è certamente anche altrove. Lo scatto chimerico è quello che tenta di mostrare l’altrove dei due autori, ispirati da elementi (cose, persone, paesaggi) di Rocchetta e Croce che conducono a fantasticare. Così come la madeleine di Proust, che non è più un dolcetto ma ciò che permette di ritornare al passato. 52 fotografie in b/n descritte da haikugrammi, un gioco poetico ideato da Carrese e ispirato al ca
so e alla logica. La Libreria Lanovecento di Pozzuoli (via Carmine) vi invita a partecipare alla presentazione che prevede il coinvolgimento dei presenti. Ingresso libero.



1 FEBBRAIO


Spigno Saturnia – “I luoghi sono poesie da leggere e da ri-scoprire”. L’evento il 4 febbraio
con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese

http://www.golfotv.it/eventi/spigno-saturnia-i-luoghi-sono-poesie-da-leggere-e-da-ri-scoprire-levento-il-4-febbraio-con-il-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese.php


Spigno Saturnia 1 febbraio 2017 – Sabato 4 febbraio il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese presenta il primo volume della sua enciclopedia alfabetica dedicata ai luoghi. Come visitare un paese seguendo le lettere dell’alfabeto. Presente la fotografa Elisa Regna. L’evento è curato dall’associazione UmanaMente.

alfabetario-dei-luoghi-ngurzu-edizioni-carrese-regna-436x556I luoghi sono poesie da leggere e da ri-scoprire, anche alfabeticamente. Il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione (www.fantasiologo.com), rilegge i luoghi ideando un Alfabetario dei Luoghi (Ngurzu Edizioni) in cui sono presenti scatti in bn di Elisa Regna. Primo volume enciclopedico di una raccolta originalissima nata dagli studi del fantasiologo il cui tema è ri-scoprire un luogo attraverso le lettere dell’alfabeto. Se ne discute con l’Associazione UmanaMente, in un incontro interattivo che coinvolge il pubblico, sabato 4 febbraio ore 19:30 a Spigno Saturnia presso il Casale Rio Conca (via Turrimai 116).

La struttura dell’enciclopedia Alfabetario dei Luoghi, opera realizzata a mano da uno stampatore, da un artigiano e dagli stessi autori, è la seguente: seguendo le 26 lettere dell’alfabeto si esplora un paese alla ricerca dei rispettivi rimandi semantici reali, cioè appartenenti al luogo (per esempio “R” rintracciata nel disegno su una porta di “rombi”), e altri 26 rimandi semantici questa volta chimerici, sempre appartenenti al luogo ma rappresentativi della nostra mente che è altrove, anche quando siamo in un luogo con il corpo (per esempio, vedere una piazza e pensare alla lettera “Z” di “Zittìo”).

Ogni rimando, anche quello chimerico, è fotografato, dunque mostrato al lettore che può seguire una mappa per individuare dove sono avvenuti gli scatti alfabetici in un preciso luogo. “Il vincolo alfabetico, cioè la ricerca per ogni lettera dell’alfabeto di uno scatto reale e di uno chimerico, spiega Carrese, permette di osservare un luogo con occhi e mente attenti e al tempo poetici. Il nostro lavoro enciclopedico è una guida euristica e non turistica perché ri-scopre i luoghi in quel preciso istante, con curiosità rinnovata.” 52 fotografie in bianco e nero, istantanee scattate senza ripensamenti perché ci sono altre regole dell’alfabetario di cui Carrese discuterà, descritte da haikugrammi (un gioco linguistico dettato dal caso e dallo sguardo dell’autore che è anche ideatore del gioco). Il primo volume dell’enciclopedia è dedicato a Rocchetta e Croce, borgo in provincia di Caserta. I due autori parleranno con il pubblico della loro esperienza alfabetica e del progetto enciclopedico che coinvolgerà altri paesi, scelti rigorosamente secondo una logica alfabetica.




30 GENNAIO


http://www.latinacorriere.it/2017/01/30/spigno-saturnia-limmaginazione-protagonista-al-casale-rio-conca-gerardo-carrese-presenta-lalfabetario-dei-luoghi/

Spigno Saturnia, l’immaginazione protagonista al Casale Rio Conca: Gerardo Carrese presenta l’Alfabetario dei Luoghi

Sabato 4 febbraio alle ore 19:30, Gerardo Carrese presenta l'”Alfabetario dei Luoghi” al Casale Rio Conca (via Turrimai 116). Edita da Ngurzu Edizioni, è un’enciclopedia sui generis. Invita il lettore a inoltrarsi nei luoghi, quelli campani per il momento, e a scoprire a come visitarli seguendo le 26 lettere dell’alfabeto.

Nata da un’idea del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, Alfabetario dei Luoghi è un’enciclopedia insieme poetica e fotografica. È un’opera realizzata a mano e descrive il modo di visitare un luogo con le lettere dell’alfabeto, per riaccendere la curiosità di chi osserva luoghi. Una guida non turistica bensì euristica perché si va alla ricerca non di forme di lettere nei vari luoghi bensì di relazioni semantiche che caratterizzano quei luoghi e rintracciabili attraverso l’alfabeto. Ogni singola lettera corrisponde a un rimando semantico, reale e chimerico: reale perché il rimando semantico è ispirato al luogo (es. “R” come “rombo” disegnato su una porta); chimerico perché il rimando semantico è sempre ispirato al luogo ma da esso si associa a qualcosa di altro (es. “Z” come “zittio” di una piazza). 26 scatti reali e 26 scatti chimerici, dedicati in questo primo volume, al borgo di Rocchetta e Croce in provincia di Caserta, di cui si palerà sabato prossimo. Una scelta del doppio scatto, autoimposta da Carrese come regole, a sottolineare la dualità corpo e mente che coinvolge ognuno di noi: con il corpo siamo sempre dove siamo ma con la mente siamo quasi sempre altrove. Fotografie, dunque, non casuali ma rappresentative di un luogo, di un luogo vissuto in quel momento secondo la sensibilità dei due autori.

Le fotografie di Elisa Regna, in bianco e nero realizzate con rigide regole dell’alfabetario, sono ristrette da forti limitazioni: un esempio di queste regole, che saranno descritte da Carrese in un incontro che prevede la partecipazione attiva del pubblico, è l’impossibilità a eseguire per ogni lettera alfabetica un secondo scatto. Il primo scatto, anche se approssimato, è quello determinante di modo che si possa vivere e mostrare del luogo l’immediatezza e non la scelta degli scatti in laboratorio. 52 scatti in bn che ripercorrono alfabeticamente il paese. Altrettanti “haikugrammi”, gioco poetico ideato dal fantasiologo, descrivono le immagini, con l’aiuto del caso e della regola. Ad aiutare il lettore a districarsi tra le lettere dell’alfabeto, due mappe disegnate dall’autore che invitano il lettore a ripercorrere l’esperienza alfabetica vissuta e a ricreare un nuovo alfabetario.



22 GENNAIO


http://www.lavocedelvolturno.com/alfabetario-1-lettera-r-rocchetta-e-croceil-16-febbraio-la-presentazione-a-vairano-parenora/#.WIX9bdLhBdg


‘ALFABETARIO 1-LETTERA R-ROCCHETTA E CROCE,IL 16 FEBBRAIO LA PRESENTAZIONE A VAIRANO PATENORA

VAIRANO PATENORA-Molto stimolante e di sicuro interesse la manifestazione in programma, per le ore 18.30 del 16 febbraio prossimo, nella Sala-Riunioni della Biblioteca Comunale “Angelo Broccoli”, di Vairano Patenora, che, ospitata nel cosiddetto “Palazzo d’Arezzo”, è ubicata in Piazza Libertà. Si tratta della presentazione interattiva del catalogo “Alfabetario 1-Lettera R:Rocchetta e Croce(Ce)”, nato da un’idea del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese e della Fotografa Elisa Regna, che, con la loro notevole iniziativa, intendono offrire nuovi stimoli e motivi di interesse a quanti, turisti, studiosi o semplici curiosi, si avventurano in visita ad un luogo preciso o ad un determinato paesaggio. “L’alfabetario dei luoghi, precisano i due nel manifesto di illustrazione ell’evento, si inserisce tra una cartina geografica ben precisa e la mente del passeggero-spasseggiatore, anche di quello più disattento”. E ancora: “Cosa succede se visitiamo un luogo attraverso le 26 lettere del’alfabeto? Un alfabetario fantasiologico invita a visitare un luogo e a cercare in esso, per ogni lettera, due rimandi semantici: uno reale, l’altro chimerico. Ciò per dare vita ad uno sguardo che sia fotografico e poetico allo stesso tempo”. Nell’incontro in parola, i due autori del catalogo(è edito per i tipi di “Ngurzu” Edizioni), che intendono coinvolgere il pubblico, parleranno della loro esperienza alfabetica vissuta nel paese di Rocchetta e Croce e del continuo dello stesso progetto, che interesserà altri centri della Campania. Insomma, ci si chiede, come e in che modo attuare le linee-guida suggerite da Carrese e Regna? Come ancora si evince scorrendo la locandina della kermesse, l’”Alfabetario dei Luoghi” nasce da un’intuizione del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese (studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione www.fantasiologo.com) che ha pensato a come visitare un paese secondo le 26 lettere dell’alfabeto. Egli non cerca in un luogo i segni delle lettere dell’alfabeto (percorso già sperimentato) ma per ognuna delle 26 lettere, dalla A alla Z, scopre dei rimandi semantici. A Rocchetta e Croce, in provincia di Caserta, paese a cui è dedicato il primo volume del lavoro enciclopedico, ha trovato la “L” di “Lumaca” appoggiata alla pietra di un vicolo del centro storico, “O” di “Ombra” che nasce dal foro di un’antica casa in via Roma, “Z” di “zittio” della silenziosa piazza di Croce. Per ogni singola lettera ha rintracciato nel paese dei rimandi semantici. Un lavoro realizzato con lo sguardo fotografico di Elisa Regna, giovane fotografa di Riardo. Un modo diverso di vivere, guardare e visitare un luogo, con curiosità rinnovata. Alfabetario dei Luoghi è “Una guida non turistica. Ma euristica”, si legge nel saggio introduttivo a firma di Carrese intitolato “Agguardare dentro e fuori”. Ogni immagine scattata da Elisa Regna è un ritratto in bianco e nero, corredata da un “haikugramma”, gioco poetico del fantasiologo per descrivere metaforicamente l’immagine casuale impressa da Elisa Regna. Per ogni lettera, Carrese e Regna sono andati alla ricerca nel paese di Rocchetta e Croce di due scatti, uno reale, appartenente al luogo e visibile, l’altro chimerico, sempre coincidente con il paese ma non direttamente visibile agli occhi. 52 fotografie in bianco e nero, scattate in manuale e secondo le regole dell’immediatezza. Un gioco, quello dell’alfabetario per come strutturato da Carrese, fatto di regole rigide che non limitano la creatività ma la sviluppano. Ne parlano i due autori in un incontro interattivo che prevede il coinvolgimento del pubblico”.


20 GENNAIO

"Il Mattino"






19 GENNAIO


http://ildenaro.it/agenda/234-agenda/78366/presentazione-alfabetario-dei-luoghi

Presentazione "Alfabetario dei Luoghi"

Venerdì 20 gennaio 2017, ore 17

Presentazione "Alfabetario dei luoghi"
Benevento, istituto magistrale Guacci (via Nicola Calandra 12)

Note
Con l’alfabeto si possono creare parole ma anche suggestioni visive e poetiche stimolati dai luoghi. È quanto dimostra il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione (www.fantasiologo.com), in questo suo nuovo lavoro enciclopedico Alfabetario dei Luoghi, edito da Ngurzu Edizioni. Una guida non turistica bensì euristica che spiega come visitare un luogo secondo le lettere dell’alfabeto. Con la fotografa Elisa Regna è andato a visitare Rocchetta e Croce, in provincia di Caserta, paese a cui è dedicato il primo volume.


18 GENNAIO

http://www.ottopagine.it/bn/cultura/111250/alfabetario-dei-luoghi-venerdi-la-presentazione.shtml

“Alfabetario dei Luoghi, venerdì la presentazione"


“Alfabetario dei luoghi”. L’enciclopedia del fantasiologo Carrese che mostra come visitare un luogo con le 26 lettere dell’alfabeto. Si terrà venerdì la presentazione interattiva all'Istituto Magistrale “Guacci” di Benevento del primo volume dedicato a Rocchetta e Croce. L'appuntameto è alle ore 17.

Con l’alfabeto si possono creare parole ma anche suggestioni visive e poetiche stimolati dai luoghi. È quanto dimostra il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione (www.fantasiologo.com), in questo suo nuovo lavoro enciclopedico Alfabetario dei Luoghi, edito da Ngurzu Edizioni. Una guida non turistica bensì euristica che spiega come visitare un luogo secondo le lettere dell’alfabeto. Con la fotografa Elisa Regna è andato a visitare Rocchetta e Croce, in provincia di Caserta, paese a cui è dedicato il primo volume che sarà presentato all’Istituto “Guacci” venerdì prossimo, e in esso è andato alla ricerca di elementi che rimandassero semanticamente alle lettere dell’alfabeto: alla lettera “A” si trova un fascio di “aglio”, sistemato sulle pareti di una casa del centro storico; sotto la “D” dei “doppi” numeri civici che contraddistinguono i vicoli di Rocchetta; alla “G” quella di un “gatto” che dorme beatamente ma a ben guardarlo ha le zanne da fuori (una malformazione); sotto la “P” una “pietra” lavorata ad arte dal tempo; alla “R” un “rombo” disegnato su una porta e via proseguendo, per tutte le 26 lettere fino alla Z (che richiama lo “zittio” della piazza di Croce). Alfabetario dei Luoghi rappresenta un modo altro per ri-scoprire un luogo, fantasiologicamente. Carrese ha disegnato anche una mappa dove il lettore può rintracciare il percorso alfabetico svolto e ricreare da sé un nuovo alfabetario. C’è però una particolarità. Gli scatti della fotografa Elisa Regna, ritratti in bianco e nero che seguono rigide regole di cui Carrese parlerà durante la presentazione (per esempio, tutti gli scatti sono dettati dall’immediatezza, senza studi progettuali né selezioni in laboratorio), sono in totale 52: 26 sono gli scatti alfabetici ispirati al luogo e altri 26 scatti alfabetici sono ritratti definiti chimerici: ciò che il luogo ci ispira, quello che non osserviamo direttamente con gli occhi del corpo bensì con quelli della mente a riprova, secondo le intenzioni di Carrese, che quando siamo in un luogo fisicamente quasi mai siamo nello stesso posto anche con la mente. Ogni fotografia è accompagnata da un haikugramma, un gioco ideato dal fantasiologo per descrivere i ritratti di Regna. Alfabetario dei Luoghi è un libro realizzato a mano da stampatori e artigiani dell’Alto Casertano, e affinato dagli autori stessi. Carrese e Regna discuteranno con il pubblico della loro esperienza alfabetica vissuta a Rocchetta e Croce e del progetto enciclopedico che coinvolgerà nei prossimi anni altri paesi della Campania, sempre secondo un ordine alfabetico al fine di realizzare un alfabetario macroscopico del nostro territorio, al momento la Campania (“A” come “Apice”, “B” come “Buonabitacolo”…”Z” come “Zungoli”), in un alfabetario microscopico, con 52 fotografie e poesie per ogni singolo luogo.



18 GENNAIO

http://www.sannioteatrieculture.it/dettagliocomunicato.php?vIdComunicato=8964&vTorna=main.php

"Alfabetario dei Luoghi. Si presenta il libro di Carrese e Regna"

Al Guacci il prossimo 20 gennaio
Venerdì 20 gennaio, alle 17.00, presso l'Istituto magistrale Guacci, si terrà la presentazione del libro "Alfabetario dei luoghi", con il primo volume dedicato a Rocchetta e Croce curato da Massimo Gerardo Carrese e dalla fotografa Elisa Regna.
Con l’alfabeto si possono creare parole ma anche suggestioni visive e poetiche stimolati dai luoghi.
È quanto dimostra il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione (www.fantasiologo.com), in questo suo nuovo lavoro enciclopedico Alfabetario dei Luoghi, edito da Ngurzu Edizioni.
Una guida non turistica bensì euristica che spiega come visitare un luogo secondo le lettere dell’alfabeto.
Con la fotografa Elisa Regna è andato a visitare Rocchetta e Croce, in provincia di Caserta, paese a cui è dedicato il primo volume che sarà presentato all’Istituto “Guacci” venerdì prossimo, e in esso è andato alla ricerca di elementi che rimandassero semanticamente alle lettere dell’alfabeto: alla lettera “A” si trova un fascio di “aglio”, sistemato sulle pareti di una casa del centro storico; sotto la “D” dei “doppi” numeri civici che contraddistinguono i vicoli di Rocchetta; alla “G” quella di un “gatto” che dorme beatamente ma a ben guardarlo ha le zanne da fuori (una malformazione); sotto la “P” una “pietra” lavorata ad arte dal tempo; alla “R” un “rombo” disegnato su una porta e via proseguendo, per tutte le 26 lettere fino alla Z (che richiama lo “zittio” della piazza di Croce). Alfabetario dei Luoghi rappresenta un modo altro per ri-scoprire un luogo, fantasiologicamente. Carrese ha disegnato anche una mappa dove il lettore può rintracciare il percorso alfabetico svolto e ricreare da sé un nuovo alfabetario.
C’è però una particolarità. Gli scatti della fotografa Elisa Regna, ritratti in bianco e nero che seguono rigide regole di cui Carrese parlerà durante la presentazione (per esempio, tutti gli scatti sono dettati dall’immediatezza, senza studi progettuali né selezioni in laboratorio), sono in totale 52: 26 sono gli scatti alfabetici ispirati al luogo e altri 26 scatti alfabetici sono ritratti definiti chimerici: ciò che il luogo ci ispira, quello che non osserviamo direttamente con gli occhi del corpo bensì con quelli della mente a riprova, secondo le intenzioni di Carrese, che quando siamo in un luogo fisicamente quasi mai siamo nello stesso posto anche con la mente.
Ogni fotografia è accompagnata da un haikugramma, un gioco ideato dal fantasiologo per descrivere i ritratti di Regna.
Alfabetario dei Luoghi è un libro realizzato a mano da stampatori e artigiani dell’Alto Casertano, e affinato dagli autori stessi.
Carrese e Regna discuteranno con il pubblico della loro esperienza alfabetica vissuta a Rocchetta e Croce e del progetto enciclopedico che coinvolgerà nei prossimi anni altri paesi della Campania, sempre secondo un ordine alfabetico al fine di realizzare un alfabetario macroscopico del nostro territorio, al momento la Campania (“A” come “Apice”, “B” come “Buonabitacol, ”Z” come “Zungoli”), in un alfabetario microscopico, con 52 fotografie e poesie per ogni singolo luogo.


18 GENNAIO

http://www.infosannionews.it/?p=121035

"Istituto Magistrale “G. Guacci” di Benevento: Alfabetario dei Luoghi. Il 20 Gennaio la presentazione interattiva"

Venerdì 20 gennaio all’Istituto Magistrale “G. Guacci” di Benevento (ore 17) la presentazione interattiva del primo volume dell’enciclopedia fotografia e poetica dedicata ai paesi della Campania. Da un’idea del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese con gli scatti in b/n di Elisa Regna, fotografa. L’opera è realizzata artigianalmente da Ngurzu Edizioni.
Nasce da un semplice gioco il lavoro enciclopedico pubblicato da Ngurzu Edizioni e ideato e messo in pratica dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione (www.fantasiologo.com ), con le fotografie di Elisa Regna. La domanda alla base dell’intera struttura enciclopedica è: come visitare i luoghi secondo le 26 lettere alfabetiche? Lo scopo è trovare nei posti (per il momento solo in quelli campani) non forme che ricordino le lettere, per esempio una “A” nella sagoma di una casa o una “O” nella forma di una finestra, bensì i rimandi semantici, le corrispondenze che le singole lettere ispirano. Gli autori hanno individuato una “A” in un fascio di “aglio”, sistemato sulle pareti di una casa del centro storico; una “D” nei “doppi” numeri civici che contraddistinguono i vicoli di Rocchetta; una “G” in un “gatto” che dorme beatamente con le zannine fuori (una malformazione della bocca); una “P” in una “pietra” lavorata ad arte dal tempo; una “R” in “rombi” disegnati su una porta e via proseguendo, fino alla lettera Z (che richiama lo “zittio” della piazza di Croce). Un gioco alfabetico per individuare a Rocchetta e Croce, paese a cui è dedicato il primo volume dell’enciclopedia, oggetti, particolari urbanistici, manifesti, persone, animali, angoli del paese, suggestioni individuate da uno sguardo alfabetico, fatto di rigide regole che non limitano la creatività del passeggiatore ma che lo invitano a guardare un luogo in modo diverso per ri-scoprire in esso particolarità sfuggite o sfuggenti. Il volume è realizzato a mano da stampatori e artigiani campani, e dagli stessi autori. Ritrae il paese di Rocchetta e Croce, dove Carrese e Regna hanno passeggiato per individuare le corrispondenze semantiche con le lettere alfabetiche fotografando particolari del luogo, scatti in bianco e nero di Regna descritti da un gioco (“haikugramma”) di Carrese. L’opera è una guida non turistica ma euristica, un libro da sfogliare a 360°, letteralmente: c’è un perno di legno con bottone in frassino a tenere unite le pagine che ruotano su se stesse a sottolineare la metafora di uno sguardo completo. Il lettore potrà seguire l’esperienza alfabetica dei due autori grazie a una mappa disegnata dal fantasiologo Carrese in cui è possibile rintracciare (o ripercorrere) tutti i soggetti ritratti. Ciò che contraddistingue il lavoro enciclopedico di Alfabetario dei Luoghi, di per sé originale e unico, è la scelta di scattare due fotografie per ogni lettera dell’alfabeto: uno scatto reale, che ritrae un elemento preciso e identificabile del luogo, e una fotografia invece definita chimerica, sempre rapportata al luogo ma che lo supera a sottolineare, nell’intenzione di Carrese, che se siamo fisicamente in un posto con la mente andiamo anche altrove, perché stimolati da un profumo, da una voce in lontananza, da un colore. Alfabetario dei Luoghi si compone dunque di 52 fotografie in bianco e nero di Elisa Regna, 26 scatti reali e 26 scatti chimerici. Le fotografie sono tutti primi scatti, eseguiti senza ripensamenti o ritocchi con altrettanti “haikugrammi” di Carrese. Il motivo di tale regola è spiegata in “Agguardare dentro e fuori”, il saggio a firma del fantasiologo che apre l’opera. I due autori discuteranno, venerdì 20 gennaio presso l’Istituto Magistrale “Guacci” di Benevento in un incontro interattivo con il pubblico, della loro esperienza alfabetica vissuta a Rocchetta e Croce e parleranno del progetto enciclopedico che coinvolgerà nei prossimi anni altri paesi della Campania, sempre secondo un ordine alfabetico al fine di realizzare un alfabetario macroscopico del nostro territorio (“A” come “Apice”, “B” come “Buonabitacolo”…”Z” come “Zungoli”) in un alfabetario microscopico, con 52 fotografie e poesie per ogni singolo luogo.


18 GENNAIO

http://www.beneventoforum.it/alfabetario-dei-luoghi/

“Alfabetario dei Luoghi: gli autori in un incontro interattivo al Guacci di Benevento"


Nasce da un semplice gioco il lavoro enciclopedico pubblicato da Ngurzu Edizioni e ideato e messo in pratica dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione (www.fantasiologo.com ), con le fotografie di Elisa Regna. La domanda alla base dell’intera struttura enciclopedica è: come visitare i luoghi secondo le 26 lettere alfabetiche?

Lo scopo è trovare nei posti (per il momento solo in quelli campani) non forme che ricordino le lettere, per esempio una “A” nella sagoma di una casa o una “O” nella forma di una finestra, bensì i rimandi semantici, le corrispondenze che le singole lettere ispirano. Gli autori hanno individuato una “A” in un fascio di “aglio”, sistemato sulle pareti di una casa del centro storico; una “D” nei “doppi” numeri civici che contraddistinguono i vicoli di Rocchetta; una “G” in un “gatto” che dorme beatamente con le zannine fuori (una malformazione della bocca); una “P” in una “pietra” lavorata ad arte dal tempo; una “R” in “rombi” disegnati su una porta e via proseguendo, fino alla lettera Z (che richiama lo “zittio” della piazza di Croce).

Un gioco alfabetico per individuare a Rocchetta e Croce, paese a cui è dedicato il primo volume dell’enciclopedia, oggetti, particolari urbanistici, manifesti, persone, animali, angoli del paese, suggestioni individuate da uno sguardo alfabetico, fatto di rigide regole che non limitano la creatività del passeggiatore ma che lo invitano a guardare un luogo in modo diverso per ri-scoprire in esso particolarità sfuggite o sfuggenti. Il volume è realizzato a mano da stampatori e artigiani campani, e dagli stessi autori. Ritrae il paese di Rocchetta e Croce, dove Carrese e Regna hanno passeggiato per individuare le corrispondenze semantiche con le lettere alfabetiche fotografando particolari del luogo, scatti in bianco e nero di Regna descritti da un gioco (“haikugramma”) di Carrese. L’opera è una guida non turistica ma euristica, un libro da sfogliare a 360°, letteralmente: c’è un perno di legno con bottone in frassino a tenere unite le pagine che ruotano su se stesse a sottolineare la metafora di uno sguardo completo. Il lettore potrà seguire l’esperienza alfabetica dei due autori grazie a una mappa disegnata dal fantasiologo Carrese in cui è possibile rintracciare (o ripercorrere) tutti i soggetti ritratti.

Ciò che contraddistingue il lavoro enciclopedico di Alfabetario dei Luoghi, di per sé originale e unico, è la scelta di scattare due fotografie per ogni lettera dell’alfabeto: uno scatto reale, che ritrae un elemento preciso e identificabile del luogo, e una fotografia invece definita chimerica, sempre rapportata al luogo ma che lo supera a sottolineare, nell’intenzione di Carrese, che se siamo fisicamente in un posto con la mente andiamo anche altrove, perché stimolati da un profumo, da una voce in lontananza, da un colore. Alfabetario dei Luoghi si compone dunque di 52 fotografie in bianco e nero di Elisa Regna, 26 scatti reali e 26 scatti chimerici. Le fotografie sono tutti primi scatti, eseguiti senza ripensamenti o ritocchi con altrettanti “haikugrammi” di Carrese. Il motivo di tale regola è spiegata in “Agguardare dentro e fuori”, il saggio a firma del fantasiologo che apre l’opera.

I due autori discuteranno, venerdì 20 gennaio presso l’Istituto Magistrale “Guacci” di Benevento in un incontro interattivo con il pubblico, della loro esperienza alfabetica vissuta a Rocchetta e Croce e parleranno del progetto enciclopedico che coinvolgerà nei prossimi anni altri paesi della Campania, sempre secondo un ordine alfabetico al fine di realizzare un alfabetario macroscopico del nostro territorio (“A” come “Apice”, “B” come “Buonabitacolo”…”Z” come “Zungoli”) in un alfabetario microscopico, con 52 fotografie e poesie per ogni singolo luogo.

17 GENNAIO

http://www.ntr24.tv/eventi/

"Presentazione primo volume dell'enciclopedia fotografica e poetica sui paesi campani"


Come visitare un luogo con le 26 lettere dell’alfabeto. Venerdì 20 gennaio all’Istituto Magistrale “G. Guacci” di Benevento (ore 17) la presentazione interattiva del primo volume dell’enciclopedia fotografia e poetica dedicata ai paesi della Campania. Da un’idea del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese con gli scatti in b/n di Elisa Regna, fotografa. L’opera è realizzata artigianalmente da Ngurzu Edizioni.
Nasce da un semplice gioco il lavoro enciclopedico pubblicato da Ngurzu Edizioni e ideato e messo in pratica dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione (www.fantasiologo.com), con le fotografie di Elisa Regna. La domanda alla base dell’intera struttura enciclopedica è: come visitare i luoghi secondo le 26 lettere alfabetiche?
Lo scopo è trovare nei posti (per il momento solo in quelli campani) non forme che ricordino le lettere, per esempio una “A” nella sagoma di una casa o una “O” nella forma di una finestra, bensì i rimandi semantici, le corrispondenze che le singole lettere ispirano. Gli autori hanno individuato una “A” in un fascio di “aglio”, sistemato sulle pareti di una casa del centro storico; una “D” nei “doppi” numeri civici che contraddistinguono i vicoli di Rocchetta; una “G” in un “gatto” che dorme beatamente con le zannine fuori (una malformazione della bocca); una “P” in una “pietra” lavorata ad arte dal tempo; una “R” in “rombi” disegnati su una porta e via proseguendo, fino alla lettera Z (che richiama lo “zittio” della piazza di Croce). Un gioco alfabetico per individuare a Rocchetta e Croce, paese a cui è dedicato il primo volume dell’enciclopedia, oggetti, particolari urbanistici, manifesti, persone, animali, angoli del paese, suggestioni individuate da uno sguardo alfabetico, fatto di rigide regole che non limitano la creatività del passeggiatore ma che lo invitano a guardare un luogo in modo diverso per ri-scoprire in esso particolarità sfuggite o sfuggenti.
Il volume è realizzato a mano da stampatori e artigiani campani, e dagli stessi autori. Ritrae il paese di Rocchetta e Croce, dove Carrese e Regna hanno passeggiato per individuare le corrispondenze semantiche con le lettere alfabetiche fotografando particolari del luogo, scatti in bianco e nero di Regna descritti da un gioco (“haikugramma”) di Carrese. L’opera è una guida non turistica ma euristica, un libro da sfogliare a 360°, letteralmente: c’è un perno di legno con bottone in frassino a tenere unite le pagine che ruotano su se stesse a sottolineare la metafora di uno sguardo completo. Il lettore potrà seguire l’esperienza alfabetica dei due autori grazie a una mappa disegnata dal fantasiologo Carrese in cui è possibile rintracciare (o ripercorrere) tutti i soggetti ritratti. Ciò che contraddistingue il lavoro enciclopedico di Alfabetario dei Luoghi, di per sé originale e unico, è la scelta di scattare due fotografie per ogni lettera dell’alfabeto: uno scatto reale, che ritrae un elemento preciso e identificabile del luogo, e una fotografia invece definita chimerica, sempre rapportata al luogo ma che lo supera a sottolineare, nell’intenzione di Carrese, che se siamo fisicamente in un posto con la mente andiamo anche altrove, perché stimolati da un profumo, da una voce in lontananza, da un colore. Alfabetario dei Luoghi si compone dunque di 52 fotografie in bianco e nero di Elisa Regna, 26 scatti reali e 26 scatti chimerici.
Le fotografie sono tutti primi scatti, eseguiti senza ripensamenti o ritocchi con altrettanti “haikugrammi” di Carrese. Il motivo di tale regola è spiegata in “Agguardare dentro e fuori”, il saggio a firma del fantasiologo che apre l’opera. I due autori discuteranno, venerdì 20 gennaio presso l’Istituto Magistrale “Guacci” di Benevento in un incontro interattivo con il pubblico, della loro esperienza alfabetica vissuta a Rocchetta e Croce e parleranno del progetto enciclopedico che coinvolgerà nei prossimi anni altri paesi della Campania, sempre secondo un ordine alfabetico al fine di realizzare un alfabetario macroscopico del nostro territorio (“A” come “Apice”, “B” come “Buonabitacolo”…”Z” come “Zungoli”) in un alfabetario microscopico, con 52 fotografie e poesie per ogni singolo luogo.



15 GENNAIO

http://www.liceoguaccibn.gov.it/index.php/257-non-categorizzato/news-flash/1114-articolo-alfabetario-dei-luoghi

“Alfabetario dei Luoghi"


ALFABETARIO DEI LUOGHI


Come visitare un luogo con le 26 lettere dell’alfabeto. Venerdì 20 gennaio all’Istituto Magistrale “G. Guacci” di Benevento (ore 17) la presentazione interattiva del primo volume dell’enciclopedia fotografia e poetica dedicata ai paesi della Campania. Da un’idea del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese con gli scatti in b/n di Elisa Regna, fotografa. L’opera è realizzata artigianalmente da Ngurzu Edizioni.

Nasce da un semplice gioco il lavoro enciclopedico pubblicato da Ngurzu Edizioni e ideato e messo in pratica dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione (www.fantasiologo.com ), con le fotografie di Elisa Regna. La domanda alla base dell’intera struttura enciclopedica è: come visitare i luoghi secondo le 26 lettere alfabetiche? Lo scopo è trovare nei posti (per il momento solo in quelli campani) non forme che ricordino le lettere, per esempio una “A” nella sagoma di una casa o una “O” nella forma di una finestra, bensì i rimandi semantici, le corrispondenze che le singole lettere ispirano. Gli autori hanno individuato una “A” in un fascio di “aglio”, sistemato sulle pareti di una casa del centro storico; una “D” nei “doppi” numeri civici che contraddistinguono i vicoli di Rocchetta; una “G” in un “gatto” che dorme beatamente con le zannine fuori (una malformazione della bocca); una “P” in una “pietra” lavorata ad arte dal tempo; una “R” in “rombi” disegnati su una porta e via proseguendo, fino alla lettera Z (che richiama lo “zittio” della piazza di Croce). Un gioco alfabetico per individuare a Rocchetta e Croce, paese a cui è dedicato il primo volume dell’enciclopedia, oggetti, particolari urbanistici, manifesti, persone, animali, angoli del paese, suggestioni individuate da uno sguardo alfabetico, fatto di rigide regole che non limitano la creatività del passeggiatore ma che lo invitano a guardare un luogo in modo diverso per ri-scoprire in esso particolarità sfuggite o sfuggenti. Il volume è realizzato a mano da stampatori e artigiani campani, e dagli stessi autori. Ritrae il paese di Rocchetta e Croce, dove Carrese e Regna hanno passeggiato per individuare le corrispondenze semantiche con le lettere alfabetiche fotografando particolari del luogo, scatti in bianco e nero di Regna descritti da un gioco (“haikugramma”) di Carrese. L’opera è una guida non turistica ma euristica, un libro da sfogliare a 360°, letteralmente: c’è un perno di legno con bottone in frassino a tenere unite le pagine che ruotano su se stesse a sottolineare la metafora di uno sguardo completo. Il lettore potrà seguire l’esperienza alfabetica dei due autori grazie a una mappa disegnata dal fantasiologo Carrese in cui è possibile rintracciare (o ripercorrere) tutti i soggetti ritratti. Ciò che contraddistingue il lavoro enciclopedico di Alfabetario dei Luoghi, di per sé originale e unico, è la scelta di scattare due fotografie per ogni lettera dell’alfabeto: uno scatto reale, che ritrae un elemento preciso e identificabile del luogo, e una fotografia invece definita chimerica, sempre rapportata al luogo ma che lo supera a sottolineare, nell’intenzione di Carrese, che se siamo fisicamente in un posto con la mente andiamo anche altrove, perché stimolati da un profumo, da una voce in lontananza, da un colore. Alfabetario dei Luoghi si compone dunque di 52 fotografie in bianco e nero di Elisa Regna, 26 scatti reali e 26 scatti chimerici. Le fotografie sono tutti primi scatti, eseguiti senza ripensamenti o ritocchi con altrettanti “haikugrammi” di Carrese. Il motivo di tale regola è spiegata in “Agguardare dentro e fuori”, il saggio a firma del fantasiologo che apre l’opera. I due autori discuteranno, venerdì 20 gennaio presso l’Istituto Magistrale “Guacci” di Benevento in un incontro interattivo con il pubblico, della loro esperienza alfabetica vissuta a Rocchetta e Croce e parleranno del progetto enciclopedico che coinvolgerà nei prossimi anni altri paesi della Campania, sempre secondo un ordine alfabetico al fine di realizzare un alfabetario macroscopico del nostro territorio (“A” come “Apice”, “B” come “Buonabitacolo”…”Z” come “Zungoli”) in un alfabetario microscopico, con 52 fotografie e poesie per ogni singolo luogo.



 14 GENNAIO

"Il Mattino"

“L'Alfabetario del fantasiologo Carrese fa tappa a Santa Maria"





 
14 GENNAIO

http://www.v-news.it/baia-latina-alfabetario-dei-luoghi-levento-fantasiologico-cosa-si-tratta/

Baia e Latina. ‘Alfabetario dei luoghi’, l’evento fantasiologico. Ecco di cosa si tratta

BAIA E LATINA. L’Associazione culturale “Il Faro” è lieta di ospitare la presentazione del primo volume dell’enciclopedia fantasiologica pubblicata da Ngurzu Edizioni, dedicata ai luoghi e a come visitarli secondo uno sguardo alfabetico. Che cosa accade se visitiamo un luogo attraversando le 26 lettere dell’alfabeto? Da un’idea del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese (studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione) con gli scatti in b/n della fotografa Elisa Regna. Un alfabetario fantasiologico invita a osservare un luogo e cercare in esso, per ogni lettera, due rimandi semantici: uno uno reale e l’altro chimerico, per dare vita ad uno sguardo che sia fotografico e poetico.
I due autori parleranno della loro esperienza alfabetica vissuta nel paese di Rocchetta e Croce, e del progetto che interesserà altri comuni della regione Campania.
L’alfabetario dei luoghi si inserisce tra la precisa cartina geografica e la mente del passeggero-spasseggiatore, anche quello disattento. Si prevede il coinvolgimento del pubblico. L’evento si svolgerà sabato 21 gennaio dalle ore 18 alle ore 21 presso la Torre Normanna a Baia e Latina.




 
13 GENNAIO

http://www.todaynewspress.it/alfabetario-dei-luoghi-unenciclopedia-dedicata-ai-paesi-della-campania/

Alfabetario dei luoghi: un'enciclopedia dedicata ai paesi della Campania

Come visitare un luogo con le 26 lettere dell’alfabeto? È questa la domanda su cui regge l’intera struttura dell’enciclopedia ideata dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione (www.fantasiologo.com), sviluppata con le fotografie in bianco e nero di Elisa Regna.

Alfabetario dei Luoghi (Ngurzu Edizioni) è un’enciclopedia fotografica e poetica, insieme, e mostra i paesi della Campania secondo una semplice ma rigida regola ideata dal fantasiologo Carrese: trovare nei luoghi di un paese non le forme grafiche delle lettere alfabetiche (per esempio il segno di una “A”) bensì i loro rimandi semantici: “L” come “lumaca” rintracciata su una pietra del centro storico; “M” come “mano” in un dipinto su una porta antica; “V” di “Venere”, una statua sensualissima posta all’ingresso di una casa privata; “Z” come lo “zittio” ritratto della piazza di Croce. Un modo diverso di visitare, scoprire e ri-scoprire un luogo e le sue particolarità immortalate dall’occhio fotografico di Elisa Regna, giovane freelance di Riardo (Caserta). Questo è quanto messo in pratica da Massimo Gerardo Carrese, studioso delle due facoltà della mente, fantasia e immaginazione, esplorate in ambito interdisciplinare e quotidiano (la parola “fantasiologo” è segnalata proprio come riferimento al suo lavoro anche dall’enciclopedia Treccani online). I due autori presentano il loro primo volume, “R” di “Rocchetta e Croce”, sabato 14 gennaio ore 18:30 presso la Bottega Terra Felice di Santa Maria Capua Vetere (via Belgio 17) e mostreranno, in un incontro interattivo, i rimandi semantici delle 26 lettere alfabetiche trovate a Rocchetta e Croce, paese in provincia di Caserta. Cioè, una corrispondenza espressiva, una relazione di senso delle varie lettere dell’alfabeto che siano strettamente appartenenti al luogo. Non scatti a lettere dell’alfabeto ma a ciò che le lettere rimandano: “A” come “aglio” sulle pareti esterne di una casa; “C” come il “chiodo” impiantato in un muro; “G” come un “gatto” con le zanne, acciambellato nella piazza centrale e così via, per tutte le 26 lettere dell’alfabeto. Oltre a 26 fotografie di scatti reali, vale a dire quelli con un referente immediatamente riconoscibile, come l’esempio “G” come “gatto”, Massimo Gerardo Carrese ha pensato ad altre 26 fotografie definite “scatti chimerici”, volendo rilevare la dualità tra fisico e mente. “Quando siamo in un luogo fisicamente – spiega l’autore – non siamo mai solo in quel posto ma anche altrove, con la mente. Fantastichiamo la maggior parte del nostro tempo, del nostro vivere quotidiano perché qualcosa, nel nostro caso un elemento del luogo, ci porta altrove: un profumo, la forma di un vicolo, un suono, il rumore del vento o della pioggia, lo sguardo di una persona, un ritratto….Così ho suggerito a Elisa Regna di fotografare non solo elementi reali ma anche gli ‘stimolatori fantastici’ appartenenti al luogo, a quel preciso luogo e  momento. In questo modo, ogni lettera dell’alfabeto che abbiamo raccolto nel nostro alfabetario mostra due scatti, uno reale e uno chimerico, a sottolineare proprio la dualità fisico-mente che tutti noi viviamo, anche in questo preciso istante”.  Sarà curioso, dunque, scoprire che cosa gli autori hanno riservato nel loro alfabetario alla lettera “F”, come scatto reale e come scatto chimerico. Ancora più intrigante sarà cercare di capire che cosa hanno fotografato a Rocchetta e Croce con le “lettere straniere”. Ogni alfabetario si compone di una mappa disegnata da Carrese in cui il lettore può rintracciare i 52 scatti fotografici realizzati nel paese secondo la disposizione alfabetica. Fotografie in bianco e nero che Elisa Regna ha scattato in manuale, senza possibilità di ripensamenti, senza studi progettuali, senza ritocchi ma secondo regole ben definite nell’alfabetario per come strutturato da Carrese e di cui si parlerà durante l’incontro. Carrese è anche autore degli “haikugrammi”, le brevissime poesie che descrivono gli scatti di Regna. Alfabetario dei Luoghi è frutto del lavoro artigianale, in gran parte manuale, messo in opera da stampatori e falegnami, oltre che dagli stessi autori. A Santa Maria Capua Vetere, Carrese e Regna illustreranno la loro esperienza alfabetica e parleranno dell’intero progetto enciclopedico che coinvolgerà nei prossimi anni altri paesi della Campania. Altre date del loro tour di presentazioni sono disponibili su www.fantasiologo.com dove è possibile sfogliare un’anteprima dell’enciclopedia.


 13 GENNAIO

http://www.teleradio-news.it/2017/01/13/s-maria-c-vetere-alfabetario-dei-luoghi-col-fantasiologo-carrese-sabato-a-terra-felice/

“S. Maria C. Vetere. "Alfabetario dei luoghi” col fantasiologo Carrese sabato a Terra Felice





 
12 GENNAIO

https://www.cronachedellacampania.it/lalfabetario-dei-luoghi-la-presentazione-a-santa-maria-capua-vetere/

“L’alfabetario dei luoghi”, la presentazione a Santa Maria Capua Vetere


Come visitare un luogo con le 26 lettere dell’alfabeto? È questa la domanda su cui regge l’intera struttura dell’enciclopedia ideata dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione (www.fantasiologo.com), sviluppata con le fotografie in bianco e nero di Elisa Regna. Alfabetario dei Luoghi (Ngurzu Edizioni) è un’enciclopedia fotografica e poetica, insieme, e mostra i paesi della Campania secondo una semplice ma rigida regola ideata dal fantasiologo Carrese: trovare nei luoghi di un paese non le forme grafiche delle lettere alfabetiche (per esempio il segno di una “A”) bensì i loro rimandi semantici: “L” come “lumaca” rintracciata su una pietra del centro storico; “M” come “mano” in un dipinto su una porta antica; “V” di “Venere”, una statua sensualissima posta all’ingresso di una casa privata; “Z” come lo “zittio” ritratto della piazza di Croce. Un modo diverso di visitare, scoprire e ri-scoprire un luogo e le sue particolarità immortalate dall’occhio fotografico di Elisa Regna, giovane freelance di Riardo (Caserta). Questo è quanto messo in pratica da Massimo Gerardo Carrese, studioso delle due facoltà della mente, fantasia e immaginazione, esplorate in ambito interdisciplinare e quotidiano (la parola “fantasiologo” è segnalata proprio come riferimento al suo lavoro anche dall’enciclopedia Treccani online).

I due autori presentano il loro primo volume, “R” di “Rocchetta e Croce”, sabato 14 gennaio ore 18:30 presso la Bottega Terra Felice di Santa Maria Capua Vetere (via Belgio 17) e mostreranno, in un incontro interattivo, i rimandi semantici delle 26 lettere alfabetiche trovate a Rocchetta e Croce, paese in provincia di Caserta. Cioè, una corrispondenza espressiva, una relazione di senso delle varie lettere dell’alfabeto che siano strettamente appartenenti al luogo. Non scatti a lettere dell’alfabeto ma a ciò che le lettere rimandano: “A” come “aglio” sulle pareti esterne di una casa; “C” come il “chiodo” impiantato in un muro; “G” come un “gatto” con le zanne, acciambellato nella piazza centrale e così via, per tutte le 26 lettere dell’alfabeto. Oltre a 26 fotografie di scatti reali, vale a dire quelli con un referente immediatamente riconoscibile, come l’esempio “G” come “gatto”, Massimo Gerardo Carrese ha pensato ad altre 26 fotografie definite “scatti chimerici”, volendo rilevare la dualità tra fisico e mente. “Quando siamo in un luogo fisicamente – spiega l’autore – non siamo mai solo in quel posto ma anche altrove, con la mente. Fantastichiamo la maggior parte del nostro tempo, del nostro vivere quotidiano perché qualcosa, nel nostro caso un elemento del luogo, ci porta altrove: un profumo, la forma di un vicolo, un suono, il rumore del vento o della pioggia, lo sguardo di una persona, un ritratto….Così ho suggerito a Elisa Regna di fotografare non solo elementi reali ma anche gli ‘stimolatori fantastici’ appartenenti al luogo, a quel preciso luogo e  momento. In questo modo, ogni lettera dell’alfabeto che abbiamo raccolto nel nostro alfabetario mostra due scatti, uno reale e uno chimerico, a sottolineare proprio la dualità fisico-mente che tutti noi viviamo, anche in questo preciso istante”.

Sarà curioso, dunque, scoprire che cosa gli autori hanno riservato nel loro alfabetario alla lettera “F”, come scatto reale e come scatto chimerico. Ancora più intrigante sarà cercare di capire che cosa hanno fotografato a Rocchetta e Croce con le “lettere straniere”. Ogni alfabetario si compone di una mappa disegnata da Carrese in cui il lettore può rintracciare i 52 scatti fotografici realizzati nel paese secondo la disposizione alfabetica. Fotografie in bianco e nero che Elisa Regna ha scattato in manuale, senza possibilità di ripensamenti, senza studi progettuali, senza ritocchi ma secondo regole ben definite nell’alfabetario per come strutturato da Carrese e di cui si parlerà durante l’incontro. Carrese è anche autore degli “haikugrammi”, le brevissime poesie che descrivono gli scatti di Regna. Alfabetario dei Luoghi è frutto del lavoro artigianale, in gran parte manuale, messo in opera da stampatori e falegnami, oltre che dagli stessi autori. A Santa Maria Capua Vetere, Carrese e Regna illustreranno la loro esperienza alfabetica e parleranno dell’intero progetto enciclopedico che coinvolgerà nei prossimi anni altri paesi della Campania. Altre date del loro tour di presentazioni sono disponibili su www.fantasiologo.com dove è possibile sfogliare un’anteprima dell’enciclopedia.


11 GENNAIO

A Santa Maria Capua Vetere si presenta l'Alfabetario dei Luoghi


http://www.vivicasagiove.it/notizie/a-santa-maria-capua-vetere-si-presenta-lalfabetario-dei-luoghi/






5 GENNAIO

"La Repubblica"

RIARDO

Dalle 18.30 a Riardo (Caserta), seconda tappa della presentazione del volume enciclopedico "Come visitare un luogo secondo le 26 lettere dell'alfabeto". Da un'idea di Massimo Gerardo Carrese con le fotografie di Elisa Regna, un modo suggestivo di visitare il centro storico. Ingresso libero




4 GENNAIO

"La Repubblica"


RIARDO

Domani 18.30 a Riardo (provincia di Caserta), seconda tappa della presentazione del volume enciclopedico "Come visitare un luogo secondo le 26 lettere dell'alfabeto". La performance nasce da un'idea di Massimo Gerardo Carrese con le fotografie di Elisa Regna: si tratta di un modo suggestivo di visitare il centro storico. Ingresso libero.




3 GENNAIO


Riardo - Alfabetario dei Luoghi: conferenza in sala consiliare. Elisa Regna protagonista


http://www.paesenews.it/?p=85195



2 GENNAIO

http://www.ilcasertano.it/cronache/riardo-si-presenta-lalfabetario-dei-luoghi/


A Riardo si presenta l’Alfabetario dei Luoghi

RIARDO – Presentazione del primo volume enciclopedico fotografico e poetico pubblicato da Ngurzu Edizioni e dedicato ai paesi della Campania. Una guida non turistica ma euristica, incentrata su come visitare un luogo con le 26 lettere dell’alfabeto. Da un’idea dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese con la collaborazione della fotografa Elisa Regna. Presentazione alla Sala Consiliare di Riardo, giovedì 5 gennaio ore 18:30.

RIARDO. Come visitare un paese secondo le 26 lettere dell’alfabeto? Un modo diverso per ri-scoprire un luogo e osservarlo con curiosità rinnovata. Giovedì 5 gennaio presso la Sala Consiliare di Riardo ore 18:30, presentazione del primo volume dell’enciclopedia fotografica e poetica dedicata ai paesi della Campania. Si intitola Alfabetario dei Luoghi ed è pubblicata da Ngurzu Edizioni, da un’idea del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, con la collaborazione delle fotografie in bianco e nero della riardese Elisa Regna. 52 scatti originali in bianco e nero che ritraggono, nel primo volume, il paese di Rocchetta e Croce, in provincia di Caserta. L’idea del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese è semplice: guardare un luogo attraverso le 26 lettere dell’alfabeto per scoprire in esso particolarità note e sconosciute, ricercando rimandi semantici dalla A alla Z che corrispondano a volti, oggetti, cose appartenenti a quel luogo. Fotografie in bianco e nero di Elisa Regna, giovane fotografa di Riardo, descritte da brevissimi “haikugrammi” (un gioco poetico ideato dallo stesso Carrese), in un libro realizzato artigianalmente con stampatori e falegnami, come tutte le opere del catalogo Ngurzu Edizioni. In un incontro interattivo che prevede il coinvolgimento del pubblico, i due autori discutono della loro esperienza alfabetica vissuta a Rocchetta e Croce e del loro progetto enciclopedico che coinvolgerà altri paesi della Campania.




2 GENNAIO

http://www.in-campania.it/alfabetario-dei-luoghi/


Alfabetario dei luoghi


Presentazione del primo volume enciclopedico fotografico e poetico pubblicato da Ngurzu Edizioni e dedicato ai paesi della Campania. Una guida non turistica ma euristica, incentrata su come visitare un luogo con le 26 lettere dell’alfabeto. Da un’idea dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese con la collaborazione della fotografa Elisa Regna. Presentazione alla Sala Consiliare di Riardo, giovedì 5 gennaio ore 18:30.

RIARDO. Come visitare un paese secondo le 26 lettere dell’alfabeto? Un modo diverso per ri-scoprire un luogo e osservarlo con curiosità rinnovata. Giovedì 5 gennaio presso la Sala Consiliare di Riardo ore 18:30, presentazione del primo volume dell’enciclopedia fotografica e poetica dedicata ai paesi della Campania. Si intitola Alfabetario dei Luoghi ed è pubblicata da Ngurzu Edizioni, da un’idea del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, con la collaborazione delle fotografie in bianco e nero della riardese Elisa Regna. 52 scatti originali in bianco e nero che ritraggono, nel primo volume, il paese di Rocchetta e Croce, in provincia di Caserta. L’idea del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese è semplice: guardare un luogo attraverso le 26 lettere dell’alfabeto per scoprire in esso particolarità note e sconosciute, ricercando rimandi semantici dalla A alla Z che corrispondano a volti, oggetti, cose appartenenti a quel luogo. Fotografie in bianco e nero di Elisa Regna, giovane fotografa di Riardo, descritte da brevissimi “haikugrammi” (un gioco poetico ideato dallo stesso Carrese), in un libro realizzato artigianalmente con stampatori e falegnami, come tutte le opere del catalogo Ngurzu Edizioni. In un incontro interattivo che prevede il coinvolgimento del pubblico, i due autori discutono della loro esperienza alfabetica vissuta a Rocchetta e Croce e del loro progetto enciclopedico che coinvolgerà altri paesi della Campania.




  INDIETRO

©2005-2018. Il sito www.fantasiologo.com è proprietà intellettuale di Massimo Gerardo Carrese. È vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e modo, di tutte le parti contenute in esso (immagini, sfondi, testi, musiche, poesie...) previa comunicazione scritta all'autore fantasiologo@fantasiologo.com Ogni abuso sarà punito a norma di legge.