ANNO 2018

Selezione casuale dei principali articoli in rete e cartacei

per altre notizie digitare su Google "Massimo Gerardo Carrese" o "fantasiologo"


Rassegna Stampa su Massimo Gerardo Carrese



Il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese a Caiazzo
24/05/2018
"Goldwebtv"
http://www.goldwebtv.it/il-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese-a-caiazzo.html


"Il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, presenta a Caiazzo, territorio dell’altocasertano, due laboratori su fantasia, immaginazione, creatività per docenti, genitori, bambini. Domenica 10 giugno all’Agriturismo La Selvetella e mercoledì 27 giugno presso San Bartolomeo Casa in Campagna. L’Agriturismo La Selvetella ospita il laboratorio “Mi manca un venerdì”, rivolto ai bambini dai 7 ai 9 anni e ai loro genitori, un’esperienza ludica e didattica per scoprire e guardare oggetti quotidiani e parole in - spiega la nota-  modo originale e sorprendente. Si accede con prenotazione e menu del giorno (info al 331 409 115, iscrizioni fino al 1 giugno). Qui per dettagli:https://www.fantasiologo.com/locandina%20La%20Selvetella%20mi%20manca%20un%20venerd%EC%2010%20giugno%202018-01.jpg
San Bartolomeo Casa in Campagna, invece, ospita un laboratorio fantasiologico dal titolo “Dall’Albero alla Zebra” rivolto ai docenti di scuola primaria (partecipazione e pranzo gratuiti, iscrizioni fino al 20 giugno, https://www.fantasiologo.com/massimo%20gerardo%20carrese%20-%20dall%27albero%20alla%20zebra.html) per far scoprire agli insegnanti, attraverso il gioco formativo, come visitare il parco faunistico e botanico secondo - spiega la nota- un percorso fantasiologico che divertirà e incuriosirà i loro alunni in occasione delle visite guidate. I due laboratori sono ideati e progettati da Massimo Gerardo Carrese. Gli eventi rientrano nell’ambito del progetto A.P.C. Aziende per la Cultura giunto alla terza edizione.




Caiazzo. "Giochi di parole" nel menù della "Selvetella" domenica 10 giugno con il fantasiologo Carrese
22/05/2018
"Teleradionews"

https://www.teleradio-news.it/2018/05/22/caiazzo-giochi-di-parole-nel-menu-della-selvetella-domenica-10-giugno-col-fantasiologo-carrese/

Domenica 10 giugno l’Agriturismo “La Selvetella” di Caiazzo ospita,con menu del giorno, un laboratorio per adulti e bambini ideato dallo studioso Massimo Gerardo Carrese. L’Agriturismo La Selvetella ospita domenica 10 giugno il laboratorio “Mi manca un venerdì”, incontro per bambini dai 7 ai 9 anni. Insieme ai genitori, i bambini trascorreranno una giornata nel verde e all’insegna del gioco fantasiologico che diverte e stimola la conoscenza a 360° attraverso curiosità e dubbi. Il laboratorio ideato da Massimo Gerardo Carrese (www.fantasiologo.com), studioso che si occupa di fantasia e immaginazione, è dedicato al gioco fantasiologico, un modo di esplorare e di conoscere quello che ci circonda: con le parole, nelle parole, oltre le parole.Un laboratorio in cui si gioca, si pensa, si scrive e si condividono esperienze ed emozioni. L’Agriturismo La Selvetella propone ai partecipanti un  menu del giorno, per adulti e bambini, consultabile cliccando sulla foto. In caso di pioggia l’evento si terrà al chiuso. ISCRIZIONI FINO AL 1 GIUGNO; INFO E PRENOTAZIONI: 331 409 1151 – agriturismo LA SELVETELLA, via Selvetella 7, Caiazzo (Caserta)


Incontro con il fantasiologo Carrese
22/05/2018
"Campania per Bimbi"

http://www.campaniaperbimbi.it/evento/incontro-con-il-fantasiologo-carrese/

Domenica 10 giugno, l’Agriturismo La Selvetella di Caiazzo ospita, con menu del giorno, un laboratorio per adulti e bambini ideato dallo studioso Massimo Gerardo Carrese
L’Agriturismo La Selvetella ospita domenica 10 giugno il laboratorio “Mi manca un venerdì”, incontro per bambini dai 7 ai 9 anni. Insieme ai loro genitori, i bambini trascorreranno una giornata nel verde e all’insegna del gioco fantasiologico che diverte e stimola la conoscenza a 360° attraverso curiosità e dubbi. Il laboratorio ideato da Massimo Gerardo Carrese (www.fantasiologo.com),  studioso che si occupa di fantasia e immaginazione, è dedicato al gioco fantasiologico, un modo di esplorare e di conoscere quello che ci circonda: con le parole, nelle parole, oltre le parole. Un laboratorio in cui si gioca, si pensa, si scrive e si condividono esperienze ed emozioni. L’Agriturismo La Selvetella propone ai partecipanti un menu del giorno per adulti e bambini consultabile a questo link: https://www.fantasiologo.com/locandina%20La%20Selvetella%20mi%20manca%20un%20venerd%EC%2010%20giugno%202018-01.jpg
INFO E PRENOTAZIONI: 331 409 1151
ISCRIZIONI FINO AL 1 GIUGNO
(in caso di pioggia l’evento si terrà al chiuso)
agriturismo LA SELVETELLA
via Selvetella 7
Caiazzo (Caserta)




 
29/04/2018
"Il Mattino"





Sociale. Il 2° Raduno di Clownterapia a Napoli
20/04/2018
"L'occhio di Napoli"

Sabato e domenica a Napoli il 2° Raduno Nazionale di Clownterapia. Numerosi artisti, ludoteche, laboratori di giocoleria, musica

NAPOLI. Sabato e domenica a Napoli il 2° Raduno Nazionale di Clownterapia. Numerosi artisti, ludoteche, laboratori di giocoleria, musica. Tra gli ospiti l’attore e comico statunitense Jango Edwards e il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese. Media partner Radio Kiss Kiss.

Sabato 21 e domenica 22 aprile a Piazza Dante a Napoli arriva il 2° Raduno nazionale di Clownterapia, organizzato dall’associazione onlus Teniamoci per Mano. “Siamo la squadra di clown del soccorso speciale, pronti a scattare per portare magia e allegria nei reparti di pediatria, oncologia, e ovunque ci sia bisogno del nostro intervento. Risate, risate e ancora risate. Questo è l’unico farmaco che prescriviamo, da ingerire almeno tre volte al giorno. Perché la clown terapia, o“terapia del sorriso”, è una medicina potente per il bambino e per i suoi genitori, aiutando i bambini a non aver paura e ad affrontare la propria “battaglia” con maggiore serenità”, si legge dal loro sito. L’associazione ha organizzato due giorni con numerosi ospiti, laboratori, scuole di danza e artisti, tra cui il comico e attore statunitense Jango Edwards, che domenica alle 17 terrà uno spettacolo, e il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione che terrà, sempre domenica, un laboratorio fantasiologico per grandi e piccoli. Tutti gli eventi sono gratuiti. Per il programma e info https://www.teniamocipermanoonlus.net/.



Sabato e domenica in piazza Dante a Napoli per il 2° Raduno Nazionale di Clownterapia
20/04/2018
"Cronache della Campania"
https://www.cronachedellacampania.it/2018/04/sabato-e-domenica-in-piazza-dante-a-napoli-per-il-secondo-raduno-nazionale-di-clownterapia/




Un documentario fantasiologico sul Taburno
19/04/2018
"Ottopagine"
https://www.ottopagine.it/bn/agenda/155822/un-documentario-fantasiologico-sul-taburno.shtml

Realizzato nell’ambito delle attività Scuola Viva Campania... 

Sono iniziate sul Taburno le riprese del primo documentario fantasiologico dello studioso Massimo Gerardo Carrese. I bambini di Foglianise e di Tocco Caudio raccontano come vivono e praticano la fantasia, l’immaginazione e la creatività. Ideato e diretto dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione (www.fantasiologo.com), il documentario è girato con i bambini dell’Istituto Comprensivo “Padre Isaia Columbro” di Foglianise (Benevento). Realizzato nell’ambito delle attività Scuola Viva Campania coinvolge circa sessanta bambini di classe III e IV di Foglianise e di Tocco Caudio. Nel nuovo lavoro, Carrese mostra le dinamiche della fantasia, dell’immaginazione e della creatività per come vissute dai bambini. L’uscita del documentario, pubblicato da Ngurzu Edizioni, è prevista per ottobre.




In Valle Vitulanese il documentario fantasiologico dello studioso Carrese
19/04/2018
"Ntr24"
http://www.ntr24.tv/2018/04/19/in-valle-vitulanese-il-documentario-fantasiologico-dello-studioso-carrese/


Sono iniziate sul Taburno le riprese del primo documentario fantasiologico dello studioso Massimo Gerardo Carrese. I bambini di Foglianise e di Tocco Caudio raccontano come vivono e praticano la fantasia, l’immaginazione e la creatività.

Ideato e diretto dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, il documentario è girato con i bambini dell’Istituto Comprensivo “Padre Isaia Columbro” di Foglianise.

Realizzato nell’ambito delle attività Scuola Viva Campania coinvolge circa sessanta bambini di classe III e IV di Foglianise e di Tocco Caudio. Nel nuovo lavoro, Carrese mostra le dinamiche della fantasia, dell’immaginazione e della creatività per come vissute dai bambini. L’uscita del documentario, pubblicato da Ngurzu Edizioni, è prevista per ottobre.


Storie e caratteristiche della fantasia e dell'immaginazione con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese
giovedì 22 alla Libreria Il Mattoncino di Giugliano

22/03/2018
"Gazzetta di Napoli"
https://www.gazzettadinapoli.it/rubriche/ilibri/storie-e-caratteristiche-della-fantasia-e-dellimmaginazione-con-il-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese-giovedi-22-alla-libreria-il-mattoncino-di-giugliano/

Che cos’è la fantasia? Che relazione c’è tra un calendario e un cane? E tra una pesca e l’infinito? E che cosa c’entra Picasso con le costellazioni? Stravaganti domande, almeno a prima vista, che però riservano una risposta logica. Di che si tratta?

Lo si potrà scoprire giovedì 22 marzo, dalle ore 17 alle ore 19 alla Libreria il Mattoncino di Giugliano (via Giulio Starace 37). Bambini dai 7 ai 9 anni, con i loro genitori, incontreranno il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso diStorie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione che presenta la sua nuova attività laboratoriale dal titolo, già tutto un programma, “Mi manca un venerdì”. È un incontro interattivo dedicato al gioco fantasiologico, un modo di esplorare e di conoscere quello che ci circonda: con le parole, nelle parole, oltre le parole. Possono partecipare i bambini dai 7 ai 9 anni e i loro genitori. «In Mi manca un venerdì ci occupiamo di piccole cose quotidiane, scrive il fantasiologo Carrese, come una pallina da basket. Cose che guardiamo con il gioco del far finta, con lo straniamento, soprattutto con il gioco della dimostrazione. Pensiamo. Scriviamo. Riflettiamo con giochi linguistici, matematici, spaziali. Sono studi, giochi e ricerche ideati da me e dedicati a fantasia, immaginazione, creatività. Dalle cose che trovo nel luogo in cui si svolge l’incontro, continua Carrese, invito i bambini e i genitori a spaziare con sguardo fantasiologico, il che vuol dire in modo divertente e istruttivo, nelle discipline umanistiche, scientifiche, ludiche, artistiche, nei diversi aspetti del vivere quotidiano e nel fantastico». Il fantasiologo Carrese è uno studioso di fantasia, immaginazione e di creatività e da anni si occupa di fantasiologia, che divulga in ambito scolastico, universitario e sociale, anche all’estero. «Il bambino, continua lo studioso, con Mi manca un venerdì fa esperienza sulle relazioni (associazioni), sulle possibilità (fantasia), sulle azioni (immaginazioni), sugli usi (creatività), sulle irrealtà (fantasticherie), sul mondo in cui vive (realtà). Sperimenta con occhi rinnovati la realtà che lo circonda da guardare con curiosità e dubbio.» I genitori o gli accompagnatori sono invitati a partecipare all’attività laboratoriale che dura 2 ore. Per tutte le info sulla quota di partecipazione libreriailmattoncino@gmail.com .www.fantasiologo.com 




Con il fantasiologo Carrese alla Libreria Il Mattoncino di Giugliano
22/03/2018
"Cronache della Campania"
https://www.cronachedellacampania.it/2018/03/con-il-fantasiologo-carrese-alla-libreria-il-mattoncino-di-giugliano/



Mi manca un venerdì: incontri in libreria a Giugliano in Campania
21/03/2018
"L'Occhio di Napoli"
http://www.occhiodinapoli.it/mi-manca-un-venerdi-giugliano-in-campania/

In programma un incontro in libreria a Giugliano in Campania con il "fantasiologo" Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia

GIUGLIANO IN CAMPANIA. Che cos’è la fantasia? Che relazione c’è tra un calendario e un cane? E tra una pesca e l’infinito? E che cosa c’entra Picasso con le costellazioni? Stravaganti domande, almeno a prima vista, che però riservano una risposta logica. Di che si tratta? Lo si potrà scoprire giovedì 22 marzo, dalle ore 17 alle ore 19 alla Libreria il Mattoncino di Giugliano (via Giulio Starace 37).

Bambini dai 7 ai 9 anni, con i loro genitori, incontreranno il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione che presenta la sua nuova attività laboratoriale dal titolo, già tutto un programma, “Mi manca un venerdì”. È un incontro interattivo dedicato al gioco fantasiologico, un modo di esplorare e di conoscere quello che ci circonda: con le parole, nelle parole, oltre le parole. Possono partecipare i bambini dai 7 ai 9 anni e i loro genitori.

«In Mi manca un venerdì ci occupiamo di piccole cose quotidiane, scrive il fantasiologo Carrese, come una pallina da basket. Cose che guardiamo con il gioco del far finta, con lo straniamento, soprattutto con il gioco della dimostrazione. Pensiamo. Scriviamo. Riflettiamo con giochi linguistici, matematici, spaziali. Sono studi, giochi e ricerche ideati da me e dedicati a fantasia, immaginazione, creatività. Dalle cose che trovo nel luogo in cui si svolge l’incontro, continua Carrese, invito i bambini e i genitori a spaziare con sguardo fantasiologico, il che vuol dire in modo divertente e istruttivo, nelle discipline umanistiche, scientifiche, ludiche, artistiche, nei diversi aspetti del vivere quotidiano e nel fantastico».

Il fantasiologo Carrese è uno studioso di fantasia, immaginazione e di creatività e da anni si occupa di fantasiologia, che divulga in ambito scolastico, universitario e sociale, anche all’estero. «Il bambino, continua lo studioso, con Mi manca un venerdì fa esperienza sulle relazioni (associazioni), sulle possibilità (fantasia), sulle azioni (immaginazioni), sugli usi (creatività), sulle irrealtà (fantasticherie), sul mondo in cui vive (realtà). Sperimenta con occhi rinnovati la realtà che lo circonda da guardare con curiosità e dubbio.» I genitori o gli accompagnatori sono invitati a partecipare all’attività laboratoriale che dura 2 ore.



Mi manca un venerdì: il tour del fantasiologo Carrese, dedicato ai bambini, parte da Caserta
23/02/2018
"Cronache della Campania"

https://www.cronachedellacampania.it/2018/02/mi-manca-un-venerdi-il-tour-del-fantasiologo-carrese-dedicato-ai-bambini-parte-da-caserta/



Caiazzo. Il fantasiologo presenta un nuovo progetto per i bambini
19/02/2018
"Clarus"

https://www.clarusonline.it/2018/02/19/caiazzo-il-fantasiologo-presenta-un-nuovo-progetto-per-i-bambini/

L'anteprima del tour, "Mi manca un venerdì", sarà presentata sabato prossimo (24 febbraio) presso la libreria "Che storia" di Caserta alle 10.30

Mi manca un venerdì è il nuovo tour del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese.
Partirà ad aprile il nuovo tour fantasiologico rivolto ai bambini dai 7 ai 9 anni e l’anteprima si terrà sabato prossimo, 24 febbraio, presso la libreria “Che Storia” di Caserta. Dopo un lungo periodo dedicato alla formazione e ad attività con gli adulti, come il più recente Festival fantasiologico con ospiti di rilievo nazionale, Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, noto come “il fantasiologo”, presenta il suo nuovo percorso, edizione 2018, dedicato ai bambini dai 7 ai 9 anni. Esercizi, giochi, scritture, riflessioni su fantasia, immaginazione, creatività. L’incontro, ideato e curato dallo studioso, è dedicato al tema del “gioco fantasiologico”, un modo interattivo di esplorare, di scoprire e di conoscere quello che ci circonda: con le parole, nelle parole, oltre le parole.

Studi, giochi, ricerche su modelli tradizionali e innovativi, per un itinerario interdisciplinare alla scoperta della fantasia, dell’immaginazione e della creatività, non solo intese come importanti momenti di svago e di spensieratezza, ma soprattutto come facoltà e abilità di ogni essere umano. L’incontro, della durata di 2 ore, spazia dalla letteratura alla matematica, dall’arte alla linguistica, dalla poesia alla musica, dalla realtà al fantastico, dalla scienza all’editoria. Si servirà di un “oggetto” molto comune, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, invitando i bambini a spaziare in modo originale nelle discipline umanistiche, scientifiche, ludiche, artistiche e nei diversi aspetti del vivere quotidiano. La presentazione del nuovo tour è attesa per sabato 24 febbraio, ore 10.30 alla libreria “Che Storia” di Caserta, in via Tanucci. L’incontro ha come pubblico esclusivamente i bambini, mentre l’ingresso è libero e per parteciparvi non occorre alcuna prenotazione.




Mi manca un venerdì...
19/02/2018
"Tr News"

http://www.matesenews.it/?p=80298

Da aprile il nuovo tour fantasiologico per bambini dai 7 ai 9 anni. Anteprima sabato prossimo alla Liberia Che Storia di Caserta.
Dopo un lungo periodo dedicato alla formazione e attività con gli adulti, come il più recente Festival fantasiologico con ospiti di rilievo nazionale, Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, noto come “il fantasiologo”, presenta il suo nuovo tour 2018 dedicato ai bambini dai 7 ai 9 anni. Esercizi, giochi, scritture, riflessioni su fantasia, immaginazione, creatività. L’incontro, ideato e curato dallo studioso, è dedicato al tema del “gioco fantasiologico”, un modo interattivo di esplorare, di scoprire e di conoscere quello che ci circonda: con le parole, nelle parole, oltre le parole. Studi, giochi, ricerche su modelli tradizionali e innovativi, per un percorso interdisciplinare alla scoperta della fantasia, dell’immaginazione e della creatività non solo intese come importanti momenti di svago e di spensieratezza ma come facoltà e abilità di ogni essere umano. L’incontro, dalla durata di 2 ore, spazia dalla letteratura alla matematica, dall’arte alla linguistica, dalla poesia alla musica, dalla realtà al fantastico, dalla scienza all’editoria. Accompagnato da un “oggetto” molto comune, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese invita i bambini a spaziare in modo originale nelle discipline umanistiche, scientifiche, ludiche, artistiche e nei diversi aspetti del vivere quotidiano. Ci sarà un’anteprima del nuovo tour sabato 24 febbraio, ore 10:30 alla Libreria Che Storia di Caserta (via Tanucci 83). L’incontro è esclusivamente rivolto ai bambini. Ingresso libero. Necessaria prenotazione. Video promo: https://www.youtube.com/watch?v=koX_Y4y2LeA Info www.fantasiologo.com



Caserta. Mi manca un venerdì: nel capoluogo provinciale il tour fantasiologico di Carrese
16/02/2018
"Tr News"


https://www.teleradio-news.it/2018/02/16/caserta-mi-manca-un-venerdi-nel-capoluogo-provinciale-il-tour-fantasiologico-di-carrese/

Sabato 24 febbraio, presso la Libreria “Che Storia”, anteprima del tour fantasiologico “Mi manca un venerdì”, espressamente dedicato ai bambini. La nota libreria casertana dedica un incontro al tema del “gioco fantasiologico”: un modo interdisciplinare di esplorare e di conoscere quello che ci circonda: con le parole, nelle parole, oltre le parole, ideatto e proposto dal noto fantasiologio caiatino Massimo Gerrdo Carrese (nella foto qui accanto).Ingresso riservato ai bambini (fra 7 e 9 anni) nel limite dei posti disponibili. Libreria “Che Storia”, via Tanucci 83, Caserta.



Elisa Regna. Del tuo stesso apparire
27/01/2018
"Artribune"

http://www.artribune.com/mostre-evento-arte/elisa-regna-del-tuo-stesso-apparire/


Elisa Regna (1991) espone quindici fotografie in bianco e nero. Inedite. Da guardare attraverso un gioco fantasiologico ideato dallo studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell'immaginazione, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, curatore della mostra.
Fantasia. Dal greco Φαντασία Apparire. 
Elisa Regna (1991) espone quindici fotografie in bianco e nero. Inedite. Da guardare attraverso un gioco fantasiologico ideato dallo studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell'immaginazione, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, curatore della mostra. 
Dal testo che accompagna la mostra si legge: "[...] A occhi aperti vedi la fotografia e l’ambiente in cui sei (anche se ognuno vede quello che vuole guardare). A occhi chiusi continui a vedere nella tua mente la stessa fotografia e lo stesso ambiente in cui ti trovi però le informazioni sono più sfocate e l’immagine esterna diventa dentro di te anche altro. La mostra di Elisa Regna è la tua immagine mentale che nasce osservando le sue fotografie. Un braccio che vedi in foto può mutare nella tua mente, a occhi chiusi, in una rosa; il bianco del collo della modella può diventare nero; la linea dell’oggetto trasformarsi nel profilo di un topolino. In questo discorso c’entra la complessità della mente di fare associazioni, di immaginare, di fantasiare, di creare. E c’entra la scienza, l’esperienza, la distrazione….La fotografia in bianco e nero di Elisa Regna ricerca l’invisibile nel visibile, e viceversa, come tutte le immagini che percepiamo e che ci circondano - le fotografie sono immagini! Forme, dinamicità, colori e altre caratteristiche delle immagini mentali dipendono solo da noi e da come desideriamo giocare con le nostre apparizioni. Se guardi a occhi chiusi le fotografie di Elisa, che cosa ti appare? [...]" (M. G. Carrese) 
Testo redatto per la mostra “Del tuo stesso apparire” di Massimo Gerardo Carrese ©2018 fotografie inedite di Elisa Regna




"Del tuo stesso apparire" mostra fotografica di Elisa Regna da vedere... a occhi chiusi
24/01/2018
"La Gazzetta Campana"
http://www.lagazzettacampana.it/del-tuo-stesso-apparire-mostra-fotografica-di-elisa-regna-da-vedere-a-occhi-chiusi-a-cura-del-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese/


“Se guardi a occhi chiusi le fotografie di Elisa, che cosa ti appare?”
Alle ore 18, sabato 27 gennaio al Bar H di San Giovanni e Paolo (via chiesa, Caiazzo CE) si inaugura la mostra fotografica “Del tuo stesso apparire” di Elisa Regna. Quindici scatti in bianco e nero da vedere anche a occhi chiusi. Il visitatore è invitato a osservare le fotografie non tanto a occhi aperti ma, soprattutto, a occhi chiusi. “La mostra di Elisa Regna – si legge nel testo del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, curatore della mostra – non sono le fotografie esposte: è la tua immagine mentale che nasce osservando le sue fotografie. A seconda delle tue suggestioni – continua lo studioso -, un braccio appena visto può mutare a occhi chiusi in una rosa; il collo bianco della modella diventare nero; la linea dell’oggetto trasformarsi nel profilo di un topolino. In questo discorso c’entra la complessità del nostro cervello di fare associazioni, di immaginare, di fantasiare, di creare, di definire la realtà. E c’entra la scienza, l’esperienza, la distrazione…. A vedere non è l’occhio, ma il cervello: lo capirono Galilei, Keplero e poi, tra gli altri, Kuhn.”
Fantasia. Dal greco Φαντασία. Apparizione. Elisa Regna mette in mostra scatti inediti pensati per farsi guardare attraverso un gioco fantasiologico ideato dallo studioso Massimo Gerardo Carrese. Sabato pomeriggio saranno presenti l’autrice Elisa Regna e il fantasiologo Carrese che introdurrà la mostra. Segue buffet di benvenuto. La fotografa Regna ha esposto sue opere in diverse città d’Italia ed è autrice, insieme a Carrese, dell’enciclopedia Alfabetario dei Luoghi(Ngurzu Edizioni). Ingresso libero. La mostra è visitabile fino al 27 febbraio. Lunedì chiuso. Orari mostra: dalle 8:30 alle 13:30 / dalle 15:30 alle 20:30



Caiazzo. In mostra gli scatti fotografici di Elisa Regna
23/01/2018
"Clarus"
https://www.clarusonline.it/2018/01/23/caiazzo-del-tuo-stesso-apparire-in-mostra-gli-scatti-di-elisa-regna/


La Mostra è curata dal fantasiologo, Massimo Gerardo Carrese, e si terrà presso il Bar H della frazione caiatina San Giovanni e Paolo

Del tuo stesso apparire è il titolo della mostra fotografica di Elisa Regna, fotografa freelance, curata dal Fantasiologo, Massimo Gerardo Carrese. La Mostra verrà allestita presso il Bar h di San Giovanni e Paolo, frazione di Caiazzo, sabato 27 gennaio, e consta di quindici opere tutte rigorosamente in bianco e nero. Si tratta di scatti che riproducono una donna e un oggetto, da “percepire” a occhi chiusi e da postazioni prestabilite, sfocati ma ben definiti. La fruizione delle foto prenderà piede da un gioco ideato dal Fantasiologo, noto per i suoi studi di Storie e caratteristiche della Fantasia e dell’Immaginazione, che sollecita lo spettatore “a osservare a occhi chiusi”. Così, partendo proprio dal titolo, l’esposizione ha come tema non tanto la fotografia di Elisa Regna, quanto invece “l’immagine che dalla sua fotografia si forma nella mente del visitatore”. Un oggetto qualsiasi visto in foto può, nella mente, trasformarsi inqualcos’altro, in virtù della capacità di “immaginare, fantasiare, creare”. Coloro che parteciperanno alla Mostra potranno leggere uno scritto del fantasiologo Carrese, in cui si legge “A occhi aperti vedi la fotografia e l’ambiente in cui sei (anche se ognuno vede quello che vuole guardare… La fotografia in bianco e nero di Elisa Regna ricerca l’invisibile nel visibile, e viceversa, come tutte le immagini che percepiamo e che ci circondano. Forme, dinamicità, colori e altre caratteristiche delle immagini mentali dipendono solo da noi e da come desideriamo giocare con le nostre apparizioni. Se guardi a occhi chiusi le fotografie di Elisa, che cosa ti appare? Fantasia. Dal greco Φαντασία. Apparire […]”. Elisa Regna, classe 1991, ha esposto sue opere in diverse città d’Italia e partecipato a collettive. Collabora con il Fantasiologo all’enciclopedia Alfabetario dei Luoghi (Ngurzu Edizioni) e per quest’opera citata su vari quotidiani nazionali e locali. La mostra Del tuo stesso apparire, visitabile per circa un mese, sarà inaugurata al Bar H, in via chiesa, di San Giovanni e Paolo, frazione di Caiazzo, sabato 27 gennaio alle ore 18.00. Introduzione a cura di Carrese. Presente la fotografa Regna. Ingresso libero. Orari: mattina 8.30 13.30 – pomeriggio: 15.30 18.30. Lunedì chiuso. Info www.fantasiologo.com.


Riardo/Caiazzo. "Del tuo stesso apparire", al via la mostra fotografica di Elisa Regna
23/01/2018
http://www.v-news.it/caiazzo-riardo-del-tuo-stesso-apparire-al-via-la-mostra-fotografica-di-elisa-regna/

CAIAZZO/RIARDO. Sabato 27 gennaio al Bar H di San Giovanni e Paolo, frazione di Caiazzo, si inaugura la mostra fotografica “Del tuo stesso apparire” di Elisa Regna (classe 1991 di Riardo).

La mostra è a cura del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. Quindici scatti in bianco e nero in piena sintonia con il tema della fantasia e dell’immaginazione. Non solo per una ragione etimologica (“apparire” è uno dei significati della parola “fantasia”) ma perché l’intera mostra è da vedere… a occhi chiusi. “La mostra di Elisa Regna è la tua immagine mentale che nasce osservando le sue fotografie.” Questa è la frase che, nello scritto che accompagna la mostra, avverte il visitatore che non è una canonica mostra fotografica. A guidare il visitatore negli spazi del Bar H, luogo che ospita concerti, attivo da anni nel campo delle mostre fotografiche ed eventi artistici e culturali (come il più recente Festival fantasiologico), ci saranno postazioni da cui guardare le fotografie, illuminate da una luce soffusa o dalla luce diurna. Gli scatti di Elisa Regna, appositamente pensati per quest’occasione, sono fotografie sfocate, in bianco e nero, dov’è riconoscibile un soggetto (una donna) e un oggetto (una cosa). Ma che cosa appare nella mente del visitatore se si sofferma, da una certa distanza, a guardare le fotografie in mostra? Elisa Regna collabora da tempo con il fantasiologo Carrese con un progetto enciclopedico Alfabetario dei Luoghi (26 volumi, in lavorazione editi da Ngurzu Edizioni). Sabato 27 gennaio, ore 18 inaugurazione con Massimo Gerardo Carrese ed Elisa Regna. Ingresso libero. Lunedì chiuso. Mattina: 8:30-13:30 | Pomeriggio: 15:30-20:30. La mostra è visitabile fino al 27 febbraio. Info www.fantasiologo.com



Riardo/Caiazzo. "Del tuo stesso apparire", prende il via la mostra fotografica al Bar H
22/01/2018
http://www.paesenews.it/?p=111785




Caiazzo. Mostra fotografica 'guidata' di Elisa Regna
18/01/2018
"Teleradionews"
https://www.teleradio-news.it/2018/01/18/caiazzo-mostra-fotografica-guidata-di-elisa-regna-da-sabato-27-gennaio-al-bar-h-di-ss-giovanni-e-paolo/

Quindici scatti da vedere… a occhi chiusi nell’originale mostra fotografica “Del tuo stesso apparire”, di Elisa Regna, a cura di Massimo Gerardo Carrese.
Dal 27 gennaio al 27 febbraio 2018 il bar “H” di San Giovanni e Paolo (via Chiesa, Caiazzo – CE) ospiterà una particolare mostra fotografica di Elisa Regna intitolata “Del tuo stesso apparire” a cura del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese.
La mostra prende spunto dall’etimologia della parola “fantasia”, qui intesa nel significato di “apparire”.
Le fotografie in esposizione, infatti, non sono semplicemente da osservare ma diventano spunto da cui ricevere suggestioni da esplorare… a occhi chiusi.
Come si legge dal testo che accompagna la mostra e redatto dallo stesso Carrese: “la mostra di Elisa Regna è la tua immagine mentale che nasce osservando le sue fotografie”.
A guidare il visitatore ci saranno delle indicazioni, racchiuse in un gioco fantasiologico ideato dallo stesso Carrese: postazioni da cui guardare le fotografie, illuminate da una luce soffusa o dalla luce diurna.
Gli scatti di Elisa Regna, appositamente pensati per quest’occasione, sono fotografie sfocate, in bianco e nero, ma in cui è riconoscibile un soggetto (una donna) e un oggetto (una cosa).
Ma che cosa appare nella mente del visitatore se si sofferma, da una certa distanza, a guardare le fotografie in mostra?
Sabato 27 gennaio, ore 18, inaugurazione con Massimo Gerardo Carrese ed Elisa Regna.
Ingresso libero. Mattina: 8:30-13:30 – Pomeriggio: 15:30-20:30: lunedì chiuso. Info: www.fantasiologo.com


"Del tuo stesso apparire". Mostra fotografica della riardese Elisa Regna
18/01/2018
"Caleno 24 ore"
http://www.caleno24ore.it/wordpress/77290/%E2%80%9Cdel-tuo-stesso-apparire%E2%80%9D-mostra-fotografica-della-riardese-elisa-regna.html

CAIAZZO - Sabato 27 gennaio al Bar H di San Giovanni e Paolo, frazione di Caiazzo, si inaugura la mostra fotografica “Del tuo stesso apparire” di Elisa Regna (classe 1991 di Riardo). La mostra è a cura del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. Quindici scatti in bianco e nero in piena sintonia con il tema della fantasia e dell’immaginazione. Non solo per una ragione etimologica (“apparire” è uno dei significati della parola “fantasia”) ma perché l’intera mostra è da vedere… a occhi chiusi. “La mostra di Elisa Regna è la tua immagine mentale che nasce osservando le sue fotografie.” Questa è la frase che, nello scritto che accompagna la mostra, avverte il visitatore che non è una canonica mostra fotografica.  A guidare il visitatore negli spazi del Bar H, luogo che ospita concerti, attivo da anni nel campo delle mostre fotografiche ed eventi artistici e culturali (come il più recente Festival fantasiologico), ci saranno postazioni da cui guardare le fotografie, illuminate da una luce soffusa o dalla luce diurna. Gli scatti di Elisa Regna, appositamente pensati per quest’occasione, sono fotografie sfocate, in bianco e nero, dov’è riconoscibile un soggetto (una donna) e un oggetto (una cosa). Ma che cosa appare nella mente del visitatore se si sofferma, da una certa distanza, a guardare le fotografie in mostra? Elisa Regna collabora da tempo con il fantasiologo Carrese con un progetto enciclopedico Alfabetario dei Luoghi (26 volumi, in lavorazione editi da Ngurzu Edizioni). Sabato 27 gennaio, ore 18 inaugurazione con Massimo Gerardo Carrese ed Elisa Regna. Ingresso libero. Lunedì chiuso. Mattina: 8:30-13:30 | Pomeriggio: 15:30-20:30. La mostra è visitabile fino al 27 febbraio. Info www.fantasiologo.com



Del tuo stesso apparire
18/01/2018
"Lineadarte-officinacreativa"
http://www.lineadarte-officinacreativa.org/Eventi/del-tuo-stesso-apparire/

Del tuo stesso apparire
mostra fotografica di Elisa Regna
curata da Massimo Gerardo Carrese 

Sabato 27 gennaio alle ore 18 al Bar H di San Giovanni e Paolo (frazione di Caiazzo) si inaugura la mostra fotografica di Elisa Regna intitolata “Del tuo stesso apparire”. Un’esposizione curata da Massimo Gerardo Carrese, fantasiologo, che ha ideato, insieme alla fotografa Elisa Regna con la quale collabora da tempo, una mostra da vedere a occhi chiusi. Il tutto s’incentra sulla fantasia, dal greco Φαντασία = apparire. La domanda che il fantasiologo rivolge al visitatore è: “Hai mai osservato a occhi chiusi una fotografia?” La mostra di Elisa Regna è l’immagine che nasce nella mente dell’osservatore dopo aver guardato le fotografie da postazioni prefissate e secondo particolari modalità. Una suggestione che gioca sul concetto di immagine e di apparizione che coinvolge il piano scientifico, filosofico e ludico. Quindici fotografie in bianco e nero ritraggono una modella e un oggetto insieme, sfocati ma sempre visibili. Scatti da vedere-osservare-guardare secondo un gioco fantasiologico e a… occhi chiusi.

Elisa Regna (1991) ha esposto sue opere in diverse città d’Italia e partecipato a collettive. Collabora con il fantasiologo all’enciclopedia Alfabetario dei Luoghi(Ngurzu Edizioni) e per quest’opera è citata su vari quotidiani nazionali e locali.



Elisa Regna. Del tuo stesso apparire
17/01/2018
"Arte Go"
https://www.arte.go.it/event/elisa-regna-del-apparire/


A occhi aperti vedi la fotografia e l’ambiente in cui sei (anche se ognuno vede quello che vuole guardare). A occhi chiusi continui a vedere nella tua mente la stessa fotografia e lo stesso ambiente in cui ti trovi però le informazioni sono più sfocate e l’immagine esterna diventa dentro di te anche altro. Probabilmente, il cervello per compensare le sfocature aggiunge / toglie elementi e dà vita a nuove immagini. La mostra di Elisa Regna è la tua immagine mentale che nasce osservando le sue fotografie.
Fantasia. Dal greco Φαντασία. Apparire.

Hai mai osservato a occhi chiusi una fotografia? La mostra di Elisa Regna è la tua immagine mentale che nasce osservando le sue fotografie. Curata dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, l’esposizione presenta quindici fotografie in bianco e nero da vedere-osservare-guardare a… occhi chiusi. Un gioco fantasiologico guida il visitatore tra gli scatti inediti di Elisa Regna.

Se guardi a occhi chiusi le fotografie di Elisa, che cosa ti appare?




Fotografie di Elisa Regna. Mostra a cura di Massimo Gerardo Carrese
15/01/2018
"La voce del Volturno"

http://www.lavocedelvolturno.com/fotografie-di-elisa-regna-mostra-a-cura-del-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese/#.WlxdXLziazc


Del tuo stesso apparire
Fotografie di Elisa Regna. Mostra a cura del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese. Il 27 gennaio ore 18 al Bar H di San Giovanni e Paolo (Caiazzo – CE) inaugurazione della mostra fotografica da vedere a… occhi chiusi
“Del tuo stesso apparire”è una mostra fotografica sui generis: è da vedere a occhi chiusi. Letteralmente. In esposizione quindici scatti in bianco e nero della fotografa Elisa Regna, classe 1991, residente a Riardo, in provincia di Caserta. La mostra è curata dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. I due collaborano insieme da qualche tempo: sono autori del progetto enciclopedico in itinere Alfabetario dei Luoghi, edito da Ngurzu Edizioni(26 volumi). Carrese mette in mostra le fotografie di Elisa Regna attraverso un gioco fantasiologico che consiste nel guardare le fotografie per un breve tempo e da posizioni prefissate per vedere che cosa appare nella propria mente a occhi chiusi. La parola “apparire” non è messa lì a caso. In una nota redatta per la mostra dallo studioso Carrese, che sarà distribuita ai visitatori, si legge che la voce “fantasia” arriva dal greco Φαντασία = apparire. La mostra di Elisa Regna, si continua a leggere, è l’immagine che nasce nella mente dell’osservatore dopo aver guardato le fotografie da postazioni prefissate e secondo particolari modalità. Una suggestione che gioca sul concetto di immagine e di apparizione sul piano scientifico, filosofico e ludico. Fantasia e immaginazione qui si fondono e si confondono. Le fotografie ritraggono una modella e una “cosa”, entrambe sfocate secondo precise intenzionalità. Spetta al visitatore capire qual è l’immagine che appare nel suo cervello e se è un’immagine condivisa con gli altri (in una sorta di immaginario collettivo) o estremamente soggettiva. Elisa Regna ha esposto sue fotografie  in diverse città d’Italia e partecipato a collettive. Per l’Alfabetario dei Luoghi è citata su vari quotidiani nazionali.
Bar H, via chiesa
San Giovanni e Paolo, frazione di Caiazzo (CE)
inaugurazione 27 gennaio ore 18:00. Introduzione a cura di Massimo Gerardo Carrese
presente la fotografa Elisa Regna
Orari mostra:
mattina 8:30-13:30
pomeriggio: 15:30-20:30
lunedì chiuso.
La mostra termina il 27 febbraio 2018.
ingresso libero
info www.fantasiologo.com





Caiazzo. "Del tuo stesso apparire" mostra fotografica a cura di Massimo Gerardo Carrese e Elisa Regn
13/01/2018
"Matese online"
http://www.matesenews.it/?p=78289

In città il prossimo sabato 27 gennaio 2018 presso il bar H della frazione di San Giovanni e Paolo la mostra fotografica, e percorso interattivo, curato da Massimo Gerardo Carrese, con fotografie a cura di Elisa Regna.



Del tuo stesso apparire
11/01/2018
rivista online "Segno" - attualità internazionali d'arte contemporanea
https://www.rivistasegno.eu/events/del-tuo-stesso-apparire/


Fantasia. Dal greco Φαντασία. Apparire.

Elisa Regna mette in mostra quindici fotografie in bianco e nero. Inedite. Pensate per farsi guardare attraverso un gioco fantasiologico ideato dallo studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, curatore della mostra.
Dal testo che introduce la mostra si legge:

“A occhi aperti vedi la fotografia e l’ambiente in cui sei (anche se ognuno vede quello che vuole guardare). A occhi chiusi continui a vedere nella tua mente la stessa fotografia e lo stesso ambiente in cui ti trovi però le informazioni sono più sfocate e l’immagine esterna diventa dentro di te anche altro. La mostra di Elisa Regna è la tua immagine mentale che nasce osservando le sue fotografie. Un braccio che vedi in foto può mutare nella tua mente, a occhi chiusi, in una rosa; il bianco del collo della modella può diventare nero; la linea dell’oggetto trasformarsi nel profilo di un topolino. In questo discorso c’entra la complessità della mente di fare associazioni, di immaginare, di fantasiare, di creare. E c’entra la scienza, l’esperienza, la distrazione….La fotografia in bianco e nero di Elisa Regna ricerca l’invisibile nel visibile, e viceversa, come tutte le immagini che percepiamo e che ci circondano – le fotografie sono immagini! Forme, dinamicità, colori e altre caratteristiche delle immagini mentali dipendono solo da noi e da come desideriamo giocare con le nostre apparizioni. Se guardi a occhi chiusi le fotografie di Elisa, che cosa ti appare?” (dal testo della mostra redatto da M. G. Carrese) 


Del tuo stesso apparire
11/01/2018
"Fotoantologia"
https://www.fotoantologia.it/mostra_fotografica/4215/Del_tuo_stesso_apparire-Caiazzo.html


Il Bar H di San Giovanni e Paolo ospita "Del tuo stesso apparire", mostra fotografica di Elisa Regna curata dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese. Quindici scatti in bianco e nero da visitare attraverso un gioco fantasiologico. Qui la fantasia c'entra moltissimo perché la mostra è da vedere in parte a occhi aperti e in parte a occhi chiusi. Elisa Regna (1991) fotografa un soggetto e al contempo un oggetto. Fantasia. Dal greco Φαντασία. Apparire. La mostra di Elisa Regna è la tua immagine mentale che nasce osservando le sue fotografie.


  INDIETRO

©2005-2018. Il sito www.fantasiologo.com è proprietà intellettuale di Massimo Gerardo Carrese. È vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e modo, di tutte le parti contenute in esso (immagini, sfondi, testi, musiche, poesie...) previa comunicazione scritta all'autore fantasiologo@fantasiologo.com Ogni abuso sarà punito a norma di legge.