DEL TUO STESSO APPARIRE

mostra fotografica di Elisa Regna con gioco fantasiologico di Massimo Gerardo Carrese

"[...] A occhi aperti vedi la fotografia e l’ambiente in cui sei (anche se ognuno vede quello che vuole guardare). A occhi chiusi continui a vedere nella tua mente la stessa fotografia e lo stesso ambiente in cui ti trovi però le informazioni sono più sfocate e l’immagine esterna diventa dentro di te anche altro. La mostra di Elisa Regna è la tua immagine mentale che nasce osservando le sue fotografie. [...]" (Artribune)

[...] Elisa Regna mette in mostra quindici fotografie in bianco e nero. Inedite. Pensate per farsi guardare attraverso un gioco fantasiologico ideato dallo studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, curatore della mostra. [...]  
(Segno)


La mostra “Del tuo stesso apparire” di Elisa Regna al Bar H è, insieme, un’esposizione fotografica e un’installazione luci che permettono una visione dell’immagine in tre momenti:
- naturale: la vista come senso (vedere);
- chimerico (guardare): quando chiamiamo in gioco la nostra esperienza. Questo accade quando guardiamo una fotografia pensando alle sensazioni che essa ci dà, se ci piace, se non ci piace, se ci ricorda qualcosa, se ci riporta a un’altra immagine; quando pensiamo alla tecnica di composizione, alle nostre emozioni, ecc. In particolare, lo sguardo chimerico è quando vediamo un’immagine ma guardiamo altrove;
- a occhi chiusi: che cosa ci appare quando vediamo e guardiamo una fotografia e poi chiudiamo gli occhi? Durante l’inaugurazione, le persone che partecipavano al gioco e guardavano le fotografie a occhi chiusi, hanno avuto le seguenti apparizioni: un piede, un fiume che scorre, una ballerina, una finestra-cancello, un elefante, una spirale, una sfera azzurra danzante, una pergamena, una torre di un castello, un viale alberato, una cornice dorata….Le fotografie esposte, preciso, non ritraggono le caratteristiche appena elencate (al Bar H trovate un mio testo che introduce la mostra e spiega al visitatore alcune particolarità).

La mostra, che mi sono divertito a curare, regge sul momento “a occhi chiusi”, strutturato secondo un disegno luci e un percorso ideati da me. Tuttavia, le fotografie di Elisa possono essere viste e guardate al di là di quest’intenzionalità fantasiologica.
Fino al 27 febbraio 2018. Ingresso libero.

Lunedì chiuso
Orari: 8:30 - 12:30 | 15:30 - 20:30
Info guida fantasiologica: contatti


particolare della sala - inagurazione del 27 gennaio 2018

ARTICOLO

RASSEGNA STAMPA

VIDEO

Indietro

©2005-2018. Il sito www.fantasiologo.com è proprietà intellettuale di Massimo Gerardo Carrese. È vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e modo, di tutte le parti contenute in esso (immagini, sfondi, testi, musiche, poesie...) previa comunicazione scritta all'autore fantasiologo@fantasiologo.com Ogni abuso sarà punito a norma di legge.