ANNO 2015

Selezione casuale dei principali articoli in rete e cartacei

Rassegna Stampa su Massimo Gerardo Carrese


per altre notizie digitare su Google "Massimo Gerardo Carrese" o "fantasiologo"


Caserta. Appuntamento interattivo con la Fantasiologia. Incontro con Urubù:
percorso interamente dedicato alla facoltà del possibile e dell'azione

27 dicembre 2015
"ecampania.it"



Domenica 27 dicembre 2015 alle ore 18:30 presso il Bar H di via Palmieri a San Giovanni e Paolo in provincia di Caserta ci sarà l’appuntamento interattivo ad ingresso libero con la fantasiologia. Un percorso interdisciplinare interamente dedicato alla fantasia (facoltà del possibile) e all'immaginazione (facoltà dell'azione). Al Bar H il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, presenta la sua produzione editoriale Ngurzu Edizioni dedicata alle due facoltà della mente.Urubù è il titolo dell'incontro che coinvolge il partecipante alle letture bizzarrissime, giochi fantasiologici ideati dall’autore, riflessioni sulle due facoltà. Saggista, poeta onomaturgo e ludorimico, fondatore della Ngurzu Edizioni (che realizza le opere in modo artigianale), ideatore del Panassurdismo, musicista, Carrese promuove incontri su fantasia e immaginazione da oltre un decennio in ambito universitario, scolastico e sociale. L'Enciclopedia Treccani Online gli ha dedicato la voce "fantasiologo" in una scheda sui neologismi.






Caiazzo. A San Giovanni e Paolo, domenica 27 dicembre incontro con lo studioso Massimo Gerardo Carrese, fantasiologo

26 dicembre 2015
"caiazzorinasce.net"


Al Bar H di San Giovanni e Paolo (Caserta) alle 18:30 il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, presenta la sua produzione editoriale Ngurzu Edizioni dedicata alle due facoltà della mente... Appuntamento interattivo con la fantasiologia, percorso interdisciplinare interamente dedicato alla fantasia (facoltà del possibile) e all'immaginazione (facoltà dell'azione). Al Bar H di San Giovanni e Paolo (Caserta) alle 18:30 il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese (nella foto), studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, presenta la sua produzione editoriale Ngurzu Edizioni dedicata alle due facoltà della mente. "Urubù" è il titolo dell'incontro che coinvolge il partecipante alle letture bizzarrissime, giochi fantasiologici ideati dall'autore, riflessioni sulle due facoltà: come in tutti gli incontri dello studioso, il partecipante non è solo ascoltatore ma parte integrante dell'incontro. Saggista, poeta onomaturgo e ludorimico, fondatore della Ngurzu Edizioni (che realizza le opere in modo artigianale), ideatore del Panassurdismo, musicista, inventore di giochi fantasiologici (spaziali, linguistici, visivi...) Carrese promuove incontri su fantasia e immaginazione da oltre un decennio in ambito universitario, scolastico e sociale. L'Enciclopedia Treccani Online gli ha dedicato la voce "fantasiologo" in una scheda sui neologismi. L'ingresso al Bar H è libero.




Presentazione interattiva del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese

23 dicembre 2015
"ilbrigante.it"



In un incontro interattivo, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese presenta la sua produzione editoriale Ngurzu Edizioni. Letture bizzarrissime, giochi fantasiologici e conversazioni su fantasia e immaginazione. Carrese si occupa di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione e ne indaga gli aspetti nella dimensione quotidiana, nelle principali discipline e nell’irreale. Ne studia le caratteristiche come facoltà della mente. La fantasia è per lui la facoltà del possibile mentre l’immaginazione è la facoltà dell’azione. In un incontro interattivo discute del suo catalogo fantasiologico Ngurzu Edizioni: opere realizzate in modo artigianale e che attraverso la saggistica, la poesia, la musica, l’arte, la narrativa affrontano su piani diversi le due facoltà. La presentazione si terrà domenica 27 dicembre alle 18,30 a Caiazzo in provincia di Caserta.



Fantasia e immaginazione: incontro con il fantasiologo Carrese. Presenta il suo catalogo fantasiologico Ngurzu Edizioni

23 dicembre 2015
"caleno24ore.it"


CAIAZZO – Al Bar H di San Giovanni e Paolo (Caiazzo) domenica 27 dicembre ore 18:30 si presenta Urubù, incontro interattivo su fantasia e immaginazione viste dalla produzione editoriale del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. Saggista, ideatore di giochi fantasiologici (spaziali, linguistici, matematici, visivi…), poeta onomaturgo e ludorimico, cultore di enigmistica e di letteratura potenziale, poeta onomaturgo e ludorimico, musicista, l’Enciclopedia Treccani Online gli ha dedicato un paragrafo alla voce “fantasiologo” in una scheda sui neologismi. I partecipanti all’incontro di domenica saranno coinvolti a discutere delle due facoltà della mente, viste dal fantasiologo Carrese come facoltà dell’azione (immaginazione) e facoltà del possibile (fantasia). Attraverso letture bizzarrissime, suoi giochi fantasiologici e riflessioni, si conversa su fantasia e immaginazione su più livelli: saggistica, giochi, arte, poesia, pedagogia, matematica….Ingresso libero. 


Fantasia e immaginazione viste da Ngurzu Edizioni

22 dicembre 2015
"deanotizie.it"

Domenica 27 dicembre incontro con lo studioso Massimo Gerardo Carrese, fantasiologo. Appuntamento interattivo con la fantasiologia, percorso interdisciplinare interamente dedicato alla fantasia (facoltà del possibile) e all'immaginazione (facoltà dell'azione). Al Bar H di San Giovanni e Paolo (Caserta) alle 18 il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, presenta la sua produzione editoriale Ngurzu Edizioni dedicata alle due facoltà della mente. Urubù è il titolo dell'incontro che coinvolge il partecipante alle letture bizzarrissime, giochi fantasiologici ideati dall’autore, riflessioni sulle due facoltà. Saggista, poeta onomaturgo e ludorimico, fondatore della Ngurzu Edizioni (che realizza le opere in modo artigianale), ideatore del Panassurdismo, musicista, Carrese promuove incontri su fantasia e immaginazione da oltre un decennio in ambito universitario, scolastico e sociale. L'Enciclopedia Treccani Online gli ha dedicato la voce "fantasiologo" in una scheda sui neologismi.



Alla scoperta dell'immaginazione. Il tour culturale del fantasiologo fa tappa a Baia e Latina

17 dicembre 2015
"clarusonline.it"


Fantasia e immaginazione al centro dell’incontro con Massimo Carrese, conosciuto anche e soprattutto come il fantasiologo, in programma domenica 20 dicembre nel comune di Baia e Latina nell’ambito del suo nuovo tour culturale Urubù. Un appuntamento tutto dedicato alla materia al centro degli studi di Carrese, che da più di dieci anni si occupa di immaginazione facendone il suo pane quotidiano, e promuovendo in lungo e in largo incontri, lezioni, corsi universitari e passeggiate fantasiologiche. Alla Torre Normanna di Baia e Latina, il fantasiologo originario di Caiazzo porterà il pubblico alla scoperta interattiva e coinvolgente del catalogo fantasiologico di Ngurzu Edizioni, attraverso letture bizzarrissime, giochi fantasiologici da lui ideati, svirgolazioni su fantasia e immaginazione, con lettura di un breve testo d’autore che lo ha ispirato il fantasiologo. Ogni info può essere trovata sul suo sito ufficiale www.fantasiologo.com.



Baia e Latina. Domenica l'incontro con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese

15 dicembre 2015
"informazione.campania.it"

Domenica 20 dicembre alle ore 18 è previsto l’incontro con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese alla Torre Normanna di Baia e Latina. L’evento “Urubù” è ospitato dall’Associazione “Il Faro” che si occupa di promozione alla lettura e di libri. Carrese è un esperto di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione e presenta un incontro interattivo “Urubù” con letture bizzarrissime, giochi fantasiologici e conversazioni tratte dalla sua produzione editoriale Ngurzu Edizioni, tutta incentrata sui suoi studi, giochi e ricerche interenti l’immaginazione (facoltà dell’azione) e la fantasia (facoltà del possibile). Saggista, cultore di enigmistica e di letteratura potenziale, musicista, poeta onomaturgo e ludorimico, ideatore di giochi fantasiologici (visivi, linguistici, rompicapo…), fondatore della Ngurzu Edizioni e promotore del Panassurdismo, Carrese presenta un incontro interattivo: le persone sono coinvolte a partecipare alle argomentazioni e a conoscere il catalogo fantasiologico Ngurzu Edizioni: 6 collane, 19 titoli interamente realizzati a mano, a uno a uno: dalla saggistica alla poesia, dall’arte al design, dal racconto alla linguistica, dalla musica alla percezione. L’incontro fantasiologico è adatto a un pubblico dai 16 anni. Ingresso libero.



Alla Torre Normanna il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese: si presenta il catalogo fantasiologico Ngurzu Edizioni

15 dicembre 2015
"matesenews.it"


Alla Torre Normanna presenta la sua produzione editoriale attraverso letture bizzarrissime, giochi fantasiologici e conversazioni interattive con i partecipanti sulle due facoltà della mente, la fantasia e l’immaginazione.

Incontro con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, cultore di letteratura potenziale e di enigmistica, musicista, saggista, poeta onomaturgo e ludorimico. Alla Torre Normanna di Baia e Latina, domenica 20 dicembre il fantasiologo presenta “Urubù” la sua produzione editoriale Ngurzu Edizioni interamente dedicata ai suoi studi, giochi e ricerche sulla fantasia (facoltà del possibile) e l’immaginazione (facoltà dell’azione). Carrese è fondatore della Ngurzu Edizioni e promotore del Panassurdismo. Alla Torre Normanna presenta la sua produzione editoriale attraverso letture bizzarrissime, giochi fantasiologici (visivi, linguistici, rompicapo…) e conversazioni interattive con i partecipanti sulle due facoltà della mente, la fantasia e l’immaginazione. Recentemente l’Enciclopedia Treccani Online ha introdotto in una scheda riservata ai neologismi la voce “fantasiologo” in riferimenti agli studi di Carrese. L’evento è promosso dall’Associazione “Il Faro” di Baia e Latina. Ingresso libero. Ore 18.




Fantasiologo Massimo Gerardo Carrese

15 dicembre 2015
"vairanonews.it"


BAIA E LATINA. Incontro con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, cultore di letteratura potenziale e di enigmistica, musicista, saggista, poeta onomaturgo e ludorimico. Alla Torre Normanna di Baia e Latina, domenica 20 dicembre il fantasiologo presenta “Urubù” la sua produzione editoriale Ngurzu Edizioni interamente dedicata ai suoi studi, giochi e ricerche sulla fantasia (facoltà del possibile) e l’immaginazione (facoltà dell’azione). Carrese è fondatore della Ngurzu Edizioni e promotore del Panassurdismo. Alla Torre Normanna presenta la sua produzione editoriale attraverso letture bizzarrissime, giochi fantasiologici (visivi, linguistici, rompicapo…) e conversazioni interattive con i partecipanti sulle due facoltà della mente, la fantasia e l’immaginazione. Recentemente l’Enciclopedia Treccani Online ha introdotto in una scheda riservata ai neologismi la voce “fantasiologo” in riferimenti agli studi di Carrese. L’evento è promosso dall’Associazione “Il Faro” di Baia e Latina. Ingresso libero. Ore 18.


Sala Consilina: Ipazia sul tema violenza, incontro con Massimo Gerardo Carrese

24 novembre 2015
"dentrosalerno.it"


Sabato 28 novembre l’Associazione culturale Ipazia promuove una giornata d’incontri dedicati al tema della violenza. A partire dalle 11, l’Associazione presenta una serie di eventi dedicati al tema della violenza con letture di testi e proiezioni. Alle 16:30 presso la sede in via G. Matteotti n. 98, l’incontro con lo studioso fantasiologo Massimo Gerardo Carrese (www.fantasiologo.com), esperto di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, che conversa sul tema dell’immaginario collettivo e la violenza. Gli ingressi sono liberi. Al mattino lo studioso sarà ospite del Liceo Classico “M.T. Cicerone” per un incontro con gli studenti sui temi della fantasiologia (tour culturale “Urubù”).

A Sala Consilina ritorna il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese

24 novembre 2015
"italia2tv.it"

Sabato pomeriggio alle ore 16:30 in via G. Matteotti, si terrà un incontro intitolato “Il peso delle parole” promosso dall’Associazione Ipazia di Sala Consilina che, dalle ore 11:00 del mattino, sarà impegnata nella divulgazione delle attività del giorno per sottolineare come il concetto di violenza trapeli dalle diverse espressioni verbali. Previsto nel pomeriggio l’intervento del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, che converserà con i presenti sul concetto di violenza nell’immaginario collettivo. Un incontro interattivo quello dello studioso che discuterà di fantasia e immaginazione nella dimensione collettiva, con molti esempi pratici: dal sessimo linguistico alla filosofia, dall’arte ai proverbi, dalla sessualità all’etimologia, dal gioco al giocattolo, dalla traduzione e poesia alla religione. Carrese è saggista, musicista, fondatore di Ngurzu Edizioni, promotore del Panassurdismo, citato nell’Enciclopedia Treccani Online per la voce “fantasiologo”, dal 2003 promuove incontri sul territorio nazionale ed estero sui temi della fantasia (facoltà del possibile) e dell’immaginazione (facoltà dell’azione). L’incontro pomeridiano sarà preceduto da una lezione di Carrese presso il Liceo Classico “M. T. Cicerone” dove incontrerà gli studenti sui temi della fantasiologia nell’ambito del suo tour culturale “Urubù”.



Caiazzo. A San Giovanni e Paolo il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese

18 settembre 2015
"clarusonline.it"

La Redazione – La prossima tappa di Massimo Gerardo Carrese, in arte fantasiologo, sarà la frazione caiatina San Giovanni e Paolo. Il prossimo sabato il giovane studioso terrà uno dei suoi carismatici incontri sui concetti di “fantasia” e “immaginazione” a partire dalle 18.00. L’incontro è organizzato dall’Associazione A.S.D. e si rivolge ad adulti ma anche ai bambini che abbiano raggiunto una maturità tale da potersi confrontare in modo consapevole con queste tematiche. Tutt’altro che astratte, le nozioni di fantasia e immaginazione si amalgamano col pensare e con l’agire quotidiano, permeando i vari spazi dell’umano. È su questo presupposto che si fondano gli incontri, volutamente interattivi, che il fantasiologo propone al suo pubblico. Massimo si è laureato in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università “L’Orientale” di Napoli e da più di dieci anni fantasia e immaginazione, straordinarie facoltà dell’individuo, sono il suo pane quotidiano, focalizzando su di esse conferenze, performance, lezioni, corsi universitari e “passeggiate fantasiologiche”. 



Caiazzo. Sabato 26 settembre incontro sul tema della fantasia e dell'immaginazione.
Ospite il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese

18 settembre 2015
"caiazzorinasce.net"

L’'incontro è interattivo: le persone sono chiamate a partecipare alle argomentazioni trattate con esercizi, dimostrazioni pratiche, riflessioni sulle due facoltà della mente, fantasia e immaginazione...
Sabato 26 settembre 2015 alle ore 18:00 l' Associazione A. S. D. "Arthletica"organizza un incontro sul tema della fantasia e dell’'immaginazione, viste nella dimensione quotidiana e nelle principali discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche. Ospite il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese (nella foto), studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’'immaginazione. L’'incontro è interattivo: le persone sono chiamate a partecipare alle argomentazioni trattate con esercizi, dimostrazioni pratiche, riflessioni sulle due facoltà della mente, fantasia e immaginazione. L’'evento si svolge presso l’'edificio delle suore, sito in via Palmieri. Ingresso a sottoscrizione. Destinatari, adulti e bambini dai 12 anni. Per maggiori informazioni visitare la pagina Fb "Asd Arthletica".


Fantasticazioni alla Torre Normanna

11 settembre 2015
"deanotizie.it"

Baia e Latina -  Che cos’è la fantasia? E l’immaginazione? Quali le differenze con la creatività? Che ruolo svolgono nella vita di ogni giorno e in ambito didattico? Incontro su “Fantasia e immaginazione: nella vita quotidiana e nelle principali discipline” con lo studioso Massimo Gerardo Carrese, esperto di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, meglio noto come “il fantasiologo”. L’Associazione “Il Faro” di Baia e Latina organizza un incontro con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese Fantasia e immaginazione. Che cosa sono? Come funzionano nella nostra mente? Quali sono i loro ruoli nella vita quotidiana, invidiale e sociale? Sono attività concrete o solo astratte? E nella didattica, che ruolo hanno? Sono solo attività destinate all’evasione dalla realtà o hanno anche una valenza scientifica?  L’immaginazione è solo gioco? Sono abilità maschili o femminili? Esistono degli individui senza fantasia? L’immaginazione è finita o infinita? Un incontro sulle storie e le caratteristiche delle due facoltà della mente: l’immaginazione, facoltà dell’azione, e la fantasia, facoltà del possibile. L’associazione “Il Faro” di Baia e Latina ospita l’esperto Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione indagate  nella dimensione quotidiana e nelle principali discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche. Non un monologo ma un incontro interattivo e coinvolgente, come tutti gli incontri di Carrese: i partecipanti, infatti, sono chiamati a esprimere il loro punto di vista, a compiere dimostrazioni pratiche, esercizi, riflessioni sugli argomenti che spaziano nelle praticità quotidiana e nelle varie discipline: dalla linguistica all’arte, dal design alla letteratura, dalla medicina alla pedagogia, dal gioco al nonsense, dalla matematica alla poesia. Massimo Gerardo Carrese, citato come “fantasiologo” in una scheda dell’Enciclopedia Treccani Online, per Ngurzu Edizioni pubblica i suoi lavori realizzati artigianalmente e conservati nelle principali biblioteche, università e centri studi d’Europa, Asia e America. Cultore di Enigmistica (anagrammista Algernon) e dell’Opificio di Letteratura Potenziale, è fondatore del Panassurdismo, ideatore di giochi fantasiologici, musicista e poeta ludorimico e onomaturgo. Con il Patrocinio del Comune di Baia e Latina, l’Associazione “Il Faro” vi aspetta domenica 13 settembre alle ore 18 presso la Torre Normanna. Ingresso libero.




Incontro con il "fantasiologo" Massimo Gerardo Carrese all'Arena Mallozzi

11 settembre 2015
"h24notizie.com"



MINTURNO – Sabato 12 settembre, ore 20. Ingresso libero. All’Arena Mallozzi, sul lungomare di Minturno incontro con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso esperto di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. Con i presenti lo studioso discuterà, in un incontro molto interattivo e coinvolgente, dei suoi studi, giochi e ricerche che da oltre un decennio compie sui temi della fantasia (facoltà del possibile) e dell’immaginazione (facoltà dell’azione). Che cos’è la fantasia, da dove deriva, quali le differenze con l’immaginazione e la creatività, in che modo immaginiamo le cose, è possibile creare dal nulla, che ruolo ha la fantasia e l’immaginazione in ambito didattico, perché un pavone è creativo, la fantasia è maschile o femminile, è solo dei bambini o anche degli adulti….queste alcune osservazioni che il fantasiologo Carrese condividerà con i presenti in un incontro dinamico e coinvolgente che mette al centro della discussione il partecipante, chiamato a interagire con esercizi, dimostrazioni pratiche, riflessioni. Carrese è un saggista, poeta onomaturgo e ludorimico, inventore di giochi fantasiologici, cultore di enigmistica (anagrammista) e dell’Oplepo, fondatore del “Panassurdismo”, polistrumentista e autore di numerosi scritti (da lui realizzati in forma artigianale) e pubblicati con Ngurzu Edizioni. Carrese promuove i suoi incontri in ambiti universitari, scolastici e sociali, sul territorio nazionale ed estero e dallo scorso novembre è in tour culturale in Italia con “Fantasticazioni: storie della fantasia e dell’immaginazione”. L’evento è organizzato dagli Amici del Libro e Presìdi del Libro, con il Patrocinio del Comune di Minturno. Sarà disponibile il catalogo fantasiologico Ngurzu Edizioni. 





10 settembre 2015
"Latina Oggi"






L'Associazione "Il Faro" organizza un incontro sui temi della fantasia e dell'immaginazione

9 settembre 2015
"casertafocus.net"

BAIA E LATINA. Fantasia e immaginazione. Che cosa sono? Come funzionano nella nostra mente? Quali sono i loro ruoli nella vita quotidiana, invidiale e sociale?

Sono attività concrete o solo astratte? E nella didattica, che ruolo hanno? Sono solo attività destinate all’evasione dalla realtà o hanno anche una valenza scientifica?  L’immaginazione è solo gioco? Sono abilità maschili o femminili? Esistono degli individui senza fantasia? L’immaginazione è finita o infinita? Nella suggestiva Torre Normanna di Baia e Latina si terrà domenica 13 settembre alle ore 18 un incontro dedicato ai temi della fantasia e dell’immaginazione, due facoltà della mente spesso sottovalutate ma che coordinano tutte le nostre attività quotidiane, reali e irreali. Per discuterne in modo approfondito, l’Associazione “Il Faro” di Baia e Latina ha invitato un esperto del settore, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione da lui studiate nella dimensione quotidiana e nelle principali discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche. In un incontro altamente interattivo, con i partecipanti chiamati a dire la loro attraverso riflessioni, esercizi e dimostrazioni pratiche, si spazia dalla letteratura alla medicina, dall’arte alla matematica, dalla poesia alla pedagogia, dal gioco alla linguistica. Carrese si occupa di “fantasiologia”, non una scienza della fantasia e dell’immaginazione ma uno sguardo sulle due facoltà, intese dallo studioso come facoltà del possibile (fantasia) e facoltà dell’azione (immaginazione). Massimo Gerardo Carrese è citato come “fantasiologo” in una scheda dell’Enciclopedia Treccani Online, per Ngurzu Edizioni pubblica i suoi lavori realizzati artigianalmente e conservati nelle principali biblioteche, università e centri studi d’Europa, Asia e America. Cultore di Enigmistica (anagrammista Algernon) e dell’Opificio di Letteratura Potenziale, è fondatore del Panassurdismo, ideatore di giochi fantasiologici, polistrumentista, poeta ludorimico e onomaturgo. L’incontro di domenica è organizzato dall’Associazione “Il Faro. Baia e Latina legge” con il Patrocinio del Comune. L’incontro è a ingresso gratuito. Torre Normanna, Baia e Latina. Destinato agli adulti e ai bambini (dai 12 anni)  




Il Faro ospita il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese

9 settembre 2015
"informazione.campania.it"


Un incontro sulle storie e le caratteristiche delle due facoltà della mente: l’immaginazione e la fantasia. Spesso ritenute abilità utili alla sola ricreazione e allo svago mentale, contrapposte alla realtà e capacità da invidiare ai bambini. Ma c’è di più. L’associazione “Il Faro” di Baia e Latina ospita alla Torre Normanna lo studioso Massimo Gerardo Carrese, esperto in Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione studiate nella dimensione quotidiana e nelle principali discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche.
Un incontro altamente interattivo, come tutti gli incontri di Carrese, con i partecipanti chiamati non ad ascoltare ma a esprimere attivamente il loro punto di vista, a svolgere esercizi e a compiere dimostrazioni pratiche relative le argomentazioni trattate in forma dialogata che spaziano dalla linguistica all’arte, dal design alla letteratura, dalla medicina alla pedagogia, dal gioco al nonsense, dalla matematica alla poesia. Massimo Gerardo Carrese è citato come “fantasiologo” in una scheda dell’Enciclopedia Treccani Online, per Ngurzu Edizioni pubblica i suoi lavori realizzati artigianalmente e conservati nelle principali biblioteche, università e centri studi d’Europa, Asia e America. Cultore di Enigmistica (anagrammista Algernon) e dell’Opificio di Letteratura Potenziale, è fondatore del Panassurdismo, ideatore di giochi fantasiologici, musicista e poeta ludorimico e onomaturgo. L’incontro di domenica è organizzato dall’Associazione “Il Faro. Baia e Latina legge” con il Patrocinio del Comune, non descrive solo le fondamentali astrazioni delle due facoltà ma, soprattutto, gli aspetti pratici della fantasia e dell’immaginazione, con studi, giochi e ricerche ideati dal fantasiologo Carrese senza dimenticare i modelli tradizionali.



Il Faro ospita il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese

8 settembre 2015
"lavocedelvolturno.com"


“Il Faro” ospita il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese. Alla Torre Normanna un incontro su fantasia e immaginazione

Domenica 13 settembre alle ore 18:00 presso la Torre Normanna di Baia e Latina, si terrà un incontro fantasiologico con lo studioso Massimo Gerardo Carrese, esperto di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. Carrese, meglio noto come “il fantasiologo” (voce recentemente riportata in riferimento ai suoi studi in una scheda dell’Enciclopedia Treccani online), discuterà di fantasia e di immaginazione viste nelle dimensioni umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche e negli aspetti della vita quotidiana: dalla linguistica alla matematica, dalla pedagogia all’arte, dalla poesia alla musica, dalla letteratura al nonsense, dal quotidiano all’irreale. L’incontro è altamente interattivo e il pubblico è chiamato a partecipare alle argomentazioni presentate attraverso riflessioni, esercizi e dimostrazioni pratiche. Massimo Gerardo Carrese è autore eclettico, da oltre un decennio impegnato su fantasia (facoltà del possibile) e immaginazione (facoltà dell’azione), promuove incontri sul territorio nazionale e internazionale, in ambito universitario, scolastico e sociale. Saggista, musicista, fondatore del “Panassurdismo”, appassionato di arte e di rompicapi, è enigmista anagrammista (Algernon), poeta onomarugo e ludorimico, ideatore di numerosi giochi fantasiologici e cultore dell’Oplepo, studia con suoi modelli e con strutture classiche le storie, caratteristiche, bizzarrie e meccanismi della fantasia e dell’immaginazione. Sarà disponibile il catalogo fantasiologico Ngurzu Edizioni.




Il "fantasiologo" Massimo Gerardo Carrese all'Arena Mallozzi

7 settembre 2015
"h24notizie.com"



Sabato prossimo, alle ore 20, sul lungomare di Minturno, nell’Arena Mallozzi si terrà un incontro con lo studioso esperto di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, meglio conosciuto come “il fantasiologo”, Massimo Gerardo Carrese. L’incontro  con il fantasiologo Carrese è molto interattivo e coinvolgente: le persone sono chiamate a partecipare con esercizi, riflessioni e dimostrazioni pratiche inerenti alle argomentazioni che spaziano dalla linguistica alla matematica, dalla letteratura al design, dal gioco alla pedagogia, dal senso alla vita quotidiana, dall’irreale alla medicina.

La serata, ideata dagli Amici del Libro Biblioteca Raus, Presìdi del Libro e con il Patrocinio del Comune di Minturno, si incentra sugli studi, giochi e ricerche che l’autore dedica alle due facoltà della mente con specifiche attenzioni sul piano didattico e formativo in ambito universitario, scolastico e sociale in incontri attivati sul territorio nazionale ed estero. Da oltre decennio Carrese cerca di comprendere come funzionano le due facoltà della mente, da lui intese come “facoltà del possibile” (fantasia) e “facoltà dell’azione” (immaginazione) e divulga i suoi risultati in incontri altamente performativi e attraverso pubblicazioni edite da Ngurzu Edizioni, lavori artigianali da lui ideati e realizzati. Massimo Gerardo Carrese è saggista, poeta onomaturgo e ludorimico, fondatore del “Panassurdismo”, cultore dell’Oplepo, enigmista anagrammista (Algernon), inventore di giochi fantasiologici e musicista. Curiosità: recentemente la voce “fantasiologo”, in riferimento agli studi di Carrese, è stata oggetto di una scheda sui neologismi nell’Enciclopedia Treccani Online. L’incontro è gratuito.




****
A spasso con il fantasiologo
spasseggiata fantasiologica con lo studioso Massimo Gerardo Carrese a San Martino in Pensilis

23 agosto 2015
"Informamolise.com"



Recentemente l’Enciclopedia Treccani Online ha riportato in una scheda linguistica sui neologismi la voce “fantasiologo” e lo ha fatto in riferimento agli studi e ricerche compiuti da Massimo Gerardo Carrese. Sì, avete letto bene: “fantasiologo” cioè colui che si occupa, per lavoro, di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione e ricerca delle due facoltà gli aspetti scientifici, umanistici, ludici e artistici tanto nella vita quotidiana quanto nelle varie discipline. Massimo Gerardo Carrese si definisce “fantasiologo” e svolge l’attività da “fantasiologo” da oltre un decennio, promuovendo incontri formativi in tutta Italia, e talvolta anche all’estero, su fantasia (facoltà del possibile) e immaginazione (facoltà dell’azione). Ne discuterà in un incontro particolare, una spasseggiata per le strade di San Martino in Pensilis (CB), lunedì 24 agosto alle ore 18:30. L’incontro è gratuito e riunisce un gruppo di persone, max 30, che spasseggiando per le vie del
paese parlano e si confrontano sulle due facoltà osservando ciò che di un luogo spesso non si osserva. Il luogo, e le cose e le persone del luogo, come stimolo per discutere di fantasia e di immaginazione ricorrendo a esercizi fantasiologici e dimostrazioni pratiche ideate da Carrese per meglio approfondire e comprendere le due facoltà, troppo spesso intese come soli momenti di svago e di ricreazione e perciò “attività non produttive”. La spasseggiata fantasiologica è ideata da Massimo Gerardo Carrese che è studioso per professione e divulga i suoi studi e ricerche in ambiti universitari, scolastici e sociali. Carrese è saggista, musicista, fondatore del Panassurdismo, membro di varie istituzioni, ideatore della Ngurzu Edizioni per cui pubblica le sue opere (distribuite in Asia, America, Europa), cultore di enigmistica (anagrammatore) e dell’Oplepo.



Passeggiata col fantasiologo fra immaginazione e fantasia

23 agosto 2015
"primonumero.it"

San Martino in Pensilis. Domani pomeriggio 24 agosto alle 18,30 a San Martino in Pensilis si terrà “A spasso con il fantasiologo”,spasseggiata fantasiologica con lo studioso Massimo Gerardo Carrese, esperto di Storie e caratteristiche dell’immaginazione e della fantasia. Il "fantasiologo" è colui che si occupa, per lavoro, di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione e ricerca delle due facoltà gli aspetti scientifici, umanistici, ludici e artistici tanto nella vita quotidiana quanto nelle varie discipline. Massimo Gerardo Carrese si definisce "fantasiologo" e svolge l’attività da "fantasiologo" da oltre un decennio, promuovendo incontri formativi in tutta Italia, e talvolta anche all’estero, su fantasia (facoltà del possibile) e immaginazione (facoltà dell’azione). L’incontro di San Martino è gratuito e riunisce un gruppo di persone, massimo 30, che spasseggiando per le vie del paese parlano e si confrontano sulle due facoltà osservando ciò che di un luogo spesso non si osserva. Il luogo, e le cose e le persone del luogo, come stimolo per discutere di fantasia e di immaginazione ricorrendo a esercizi fantasiologici e dimostrazioni pratiche ideate da Carrese per meglio approfondire e comprendere le due facoltà, troppo spesso intese come soli momenti di svago e di ricreazione e perciò "attività non produttive".



Spasseggiata fantasiologica

21 agosto 2015
"360 gradi.it"


Massimo Gerardo Carrese è uno studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. Personalità eclettica poeta onomaturgo e ludorimico, musicista, enigmista si occupa da oltre dieci anni di studi e ricerche sulle due facoltà della mente con all’attivo diverse pubblicazioni tutte edite da Ngurzu Edizioni. San Martino in Pensilis ospita una sua "spasseggiate fantasiologiche", un incontro per discutere, passeggiando lungo le strade del paese, di immaginazione e fantasia, intese dallo studioso come facoltà dell’azione e facoltà del possibile. Ogni partecipante delle spasseggiate è coinvolto in prima persona attraverso esercizi, riflessioni, dimostrazioni pratiche che spaziano dalla linguistica all’arte, dalla letteratura alla matematica, dalla poesia al design, dal gioco alla musica. L’incontro prevede anche letture tratte dal catalogo fantasiologico Ngurzu Edizioni. La spasseggiata è gratuita. Lunedì 24 agosto raduno ore 18:30, partenza ore 19.



Spasseggiata fantasiologica

20 agosto 2015
"artit.it"


Una spasseggiata fantasiologica unisce lo “spasso” e la “passeggiata”. Lo spasso è ora ricreativo ora riflessivo. La spasseggiata è un’esaltazione della fantasia (facoltà del possibile) e dell’immaginazione (facoltà dell’azione). A condurla il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, un esperto di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. Il prossimo 24 agosto dalle ore 19 alle ore 21 si “spasseggia” lungo le strade di San Martino in Pensilis alla ricerca di luoghi soliti e insoliti dove discutere insieme di fantasia e di immaginazione viste nella loro dimensione quotidiana e irreale, umanistica e scientifica, ludiche e artistica: esercizi, riflessioni, dimostrazioni pratiche che vanno dalla linguistica alla letteratura, dalla poesia al gioco, dalla matematica alla musica che coinvolgono il partecipante in prima persona. Niente monologhi! La spasseggiata è un’improvvisazione di sguardi e una riflessione sui modi di percepire, sulle nostre potenzialità, sulle “azioni” e “possibilità” presenti in ciascuno di noi. La spasseggiata non ha un programma specifico, lo si definisce a ogni passo osservando e giocando con il circostante e con l’altrove e riflettendo sugli studi e ricerche di Massimo Gerardo Carrese, “fantasiologo” voce recentemente citata anche nell’Enciclopedia online Treccani. Sono previste letture in tema dal catalogo fantasiologico Ngurzu Edizioni. Partecipazione gratuita e alta interazione tra gli spasseggiatori.



San Martino in Pensilis. Incontro con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese per una "spasseggiata fantasiologica"

12 agosto 2015
"artevirale.com"

San Martino in Pensilis - Italo Calvino scriveva che "il camminare presuppone che a ogni passo il mondo cambi in qualche suo aspetto e pure che qualcosa cambi in noi". La "spasseggiata fantasiologica" vuol dire camminare per osservare tali cambiamenti. Lunedì 24 agosto San Martino in Pensilis ospita lo studioso Massimo Gerardo Carrese, esperto di Storie e caratteristiche della fantasiai e dell'immaginazione che ama definirsi "fantasiologo" (voce recentemente riportata dall'Enciclopedia Treccani online in riferimento proprio agli studi di Carrese). La "spasseggiata" è un momento di spasso e, insieme, di riflessione e di osservazione del circostante. Tema fondamentale dell'incontro, che si snoda lungo le strade del paese, è la fantasia (facoltà del possibile) e l'immaginazione (facoltà dell'azione) viste nella dimensione storica, didattica e ludica, soprattutto attraverso gli studi e le ricerche che il fantasiologo Carrese compie da molti anni. Fantasia e immaginazione come momenti di importantissima ricerca e svago ma, in particolare, come facoltà della mentre troppo spesso accantonate e che invece costituiscono e fondano il nostro vivere quotidiano, la nostra irrealtà, che compongono le discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche. Attraverso un'attenta osservazione dei luoghi del paese, soprattutto di quegli elementi ritenuti non interessanti e inutili per una promozione turistica (se ne può sapere di più visitando il blog www.fantasiologo.com dove c'è una pagina dedicata alla spasseggiata), i partecipanti saranno coinvolti in modo attivo e in prima persona a riflettere su fantasia  e immaginazione non in modo astratto ma con esercizi, dimostrazioni pratiche, discussioni. Si prevedono letture tratte dal catalogo fantasiologico Ngurzu Edizioni. Massimo Gerardo Carrese è personalità eclettica, saggista, musicista, enigmista, membro di varie istituzioni, fondatore del Panassurdismo e di Ngurzu Edizioni, promuove formazioni, corsi e lezioni sulla fantasiologia in ambito universitario, scolastico e sociale. Autore di numerosi testi conservati nelle principali biblioteche, università e centri studi d'Europa, Asia e America. La spasseggiata è gratuita, riservata a un max di 30 persone, e inizia alle ore 19 e termina alle 21.




Essere fantasiologo!

19 luglio 2015
"Dea Notizie"


Pietramelara - Fantasiologo, così si definisce Massimo Gerardo Carrese. Una professione unica ed interessante, che incuriosisce e stupisce. Nato in Svizzera, ma residente a Caiazzo (CE), Carrese consegue la Laurea, con il massimo dei voti, all'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale", in Lingue e Letterature Straniere con una tesi dal titolo La ruota del tempo fantastico. Gianni Rodari e la traduzione della fantasia.  Si occupa a tempo pieno di immaginazione e di fantasia, e con lui il termine Fantasiologo compare per la prima volta sul sito della Treccani. Dal 2005 svolge in tutta Italia (e dal 2012 anche all'estero) cicli di formazione, corsi e conferenze sulla fantasia o fantasiologia. Per Carrese, la Fantasiologia, non è una scienza ma un percorso di studi che si occupa di immaginazione e di fantasia estrapolandole dalla vita quotidiana, e coinvolgendo tutte le discipline, da quelle umanistiche a quelle scientifiche. La Fantasiologia è interessata a tutto: persone, parole, disegni, numeri, animali, oggetti, giochi, suoni. Fantasia e immaginazione non sono facoltà distinte ma complementari, contrariamente a ciò che riteneva Hegel, il difensore dell’eccezionalità della fantasia a discapito dell’immaginazione. Per Massimo Gerardo Carrese, la fantasia, infatti, è la facoltà del possibile, dell'ipotesi, del superamento di un'immagine, è dimostrazione.  L'immaginazione, invece, è la facoltà dell'azione, dell'agire con e tra le immagini, è immagine…… in azione.  Ospite per la terza volta del “Cafè Retro” di via Roma, in Pietramelara, venerdì 17 Luglio, in un suggestivo scorcio del Borgo antico, ha stimolato la mente dei presenti, portando a riflessioni inusuali e a nuove scoperte. Parafrasando il pensiero di Platone, Cartesio ed Aristotele, e con Giochi linguistici, Carrese ha permesso agli “spettatori partecipanti” di constatare con la tecnica della Crittografia visiva, che la parola CASA, può diventare un cono gelato, riuscendo a dimostrare con l’ausilio delle 26 lettere dell’alfabeto, che la parola ORSO, ha realmente quattro lettere. La “dimostrazione del fatto che tutte le parole sono uguali” con il suo gioco “E-tre”, ha sbalordito i presenti. Le sue pubblicazioni fantasiologiche sono edite da “Ngurzu Edizioni”. “Pubblicazioni fatte a mano, realizzate, quindi, con il proprio lavoro artigianale, tranne la stampa”, come ama affermare Massimo Gerardo Carrese. (Concetta Borzacchiello)



Incontro con il fantasiologo Carrese

15 luglio 2015
"Dea Notizie"

Pietramelara - Al Cafè Retro di Pietramelara lo studioso parla di fantasia e immaginazione attraverso le sue pubblicazioni Ngurzu Edizioni. 
Dopo gli incontri della scorsa settimana avvenuti nell’alto casertano e nell’agro caleno, con un’alta affluenza di pubblico, ecco l’ultimo appuntamento in zona con lo studioso Massimo Gerardo Carrese. Venerdì prossimo, dalle 21, il Cafè Retro di Pietramelara (via Roma) ospita il fantasiologo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione (www.fantasiologo.com). All’aperto, in una incantevole cornice del borgo antico di Pietramelara, lo studioso parlerà di fantasia (facoltà del possibile) e di immaginazione (facoltà dell’azione) viste attraverso la sua produzione editoriale Ngurzu Edizioni. Indagherà le due facoltà con il gioco, motore principale della fantasia e dell’immaginazione, e gli spettatori, come a ogni incontro del fantasiologo, saranno chiamati a interagire con esercizi e dimostrazioni pratiche. A partire dai suoi testi, conservati nelle principali biblioteche, università e centri studi d’Europa, Asia e America, Massimo Gerardo Carrese discuterà delle due facoltà per indagarne presenza e usi nella dimensione quotidiana e nelle principali discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche. Saggista, poeta onomaturgo e ludorimico, musicista, inventore di giochi fantasiologici, Carrese è fondatore del Panassurdismo e cultore dell’Oplepo e di enigmistica. Membro di varie istituzioni, da oltre un decennio divulga i suoi studi e ricerche su fantasia e immaginazione in ambiti universitari, scolastici e sociali. Per la sua attività, l’Accademia “Francesco Petrarca” gli ha conferito la Medaglia d’Argento e il Diploma d’Onore. Di lui, recentemente, ha scritto Silverio Novelli, giornalista e responsabile di “Lingua e linguaggi” dell'Enciclopedia Treccani: "[...] Poiché l'attività del fantasiologo (Carrese) mette in campo l'idea del gioco e, in particolare, del gioco linguistico, ci sentiamo di sostenere che il nome e l'attività rappresentano uno spiraglio divertente e intelligente in tempi di loquele e di azioni spesso funeste [...]". Ingresso libero. ( Franco Falco)



Il fantasiologo Carrese racconta la sua produzione editoriale

10 luglio 2015
"Gazzetta di Caserta"

Domenica 12 luglio 2015 alle ore 21:00 una serata d’intrattenimento con giochi e divagazioni fantasiologiche insieme a Massimo Gerardo Carrese.Letture e giochi dal catalogo fantasiologico Ngurzu Edizioni. Il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese racconta la sua produzione editoriale, passando per i suoi studi su fantasia e immaginazione, dando luogo a bizzarrissime letture e a giochi fantasiologici (interdisciplinari). L’incontro è interattivo: i partecipanti sono coinvolti nelle argomentazioni trattate. Si ascolta. Si pensa. Si prova. Si gioca. Questa volta appuntamento è in un luogo inusuale, a lume di stelle, nella Villetta di Visciano in via Padre Pio (adiacente Ufficio Postale). L’ingresso è come sempre libero e aperto a tutti.



Appuntamenti con la fantasiologia

9 luglio 2015
deanotizie.it


Incontri in provincia di Caserta con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese Incontri con Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell'immaginazione, meglio noto come il "fantasiologo" (di cui recentemente si è occupato anche il portale online della Treccani). Il 10 luglio al Bar H di Caiazzo (via Palmieri ore 18:30) e il 12 luglio a Calvi Risorta (piazzetta Visciano, Libreria 80mq, ore 20:30). Due appuntamenti stimolanti incentrati sulla produzione editoriale di Carrese (Ngurzu Edizioni) che, coinvolgendo il pubblico in interazioni attive (esercizi, giochi, dimostrazioni pratiche), parlerà di fantasia e di immaginazione viste nella dimensione quotidiana, irreale e nelle principali discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche. A partire dalle sue produzioni editoriali, lo studioso descriverà le due facoltà della mente in un incontro volto a far comprendere al grande pubblico le tematiche d'interesse della fantasiologia applicata alla didattica, alla vita quotidiana, ai diversi ambiti sociali e culturali. Massimo Gerardo Carrese è saggista, autore di pubblicazioni conservate nelle principali università, centri studi e biblioteche d'Europa, Asia e America. Ideatore di giochi fantasiologici, musicista, cultore dell'Oplepo e di Enigmistica, da oltre un decennio promuove incontri sulla fantasiologia in campo universitario, scolastico e sociale.




Incontri in provincia di Caserta con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese

9 luglio 2015
casertanews.com

Incontri con Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell'immaginazione, meglio noto come il "fantasiologo" (di cui recentemente si è occupato anche il portale online della Treccani). Il 10 luglio al Bar H di Caiazzo (via Palmieri ore 18:30) e il 12 luglio a Calvi Risorta (piazzetta Visciano, Libreria 80mq, ore 20:30). Due appuntamenti stimolanti incentrati sulla produzione editoriale di Carrese (Ngurzu Edizioni) che, coinvolgendo il pubblico in interazioni attive (esercizi, giochi, dimostrazioni pratiche), parlerà di fantasia e di immaginazione viste nella dimensione quotidiana, irreale e nelle principali discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche. A partire dalle sue produzioni editoriali, lo studioso descriverà le due facoltà della mente in un incontro volto a far comprendere al grande pubblico le tematiche d'interesse della fantasiologia applicata alla didattica, alla vita quotidiana, ai diversi ambiti sociali e culturali. Massimo Gerardo Carrese è saggista, autore di pubblicazioni conservate nelle principali università, centri studi e biblioteche d'Europa, Asia e America. Ideatore di giochi fantasiologici, musicista, cultore dell'Oplepo e di Enigmistica, da oltre un decennio promuove incontri sulla fantasiologia in campo universitario, scolastico e sociale. Ingressi libero.



Evento a Caserta, Fantasticazioni a Caiazzo e Calvi Risorta (Caserta) Bar H e Piccola Libreria 80mq dal 10/07/2015 al 12/07/2015
FANTASTICAZIONI


8 luglio 2015
arteit.it


Riflessioni su fantasia e immaginazione, bizzarrissime letture e giochi interdisciplinari con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese tratti dal catalogo Ngurzu Edizioni

Due imperdibili incontri con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. Venerdì 10 luglio al Bar H di San Giovanni e Paolo (Caiazzo, CE) con un aperitivo fantasiologico (ore 19) e domenica 12 luglio nella piazzetta di Padre Pio a Calvi Risorta (ore 21). Gli incontri coinvolgono il pubblico chiamato a partecipare con dimostrazioni pratiche, ascolti e giochi inerenti le riflessioni messe in campo dallo studioso Massimo Gerardo Carrese, meglio noto come “il fantasiologo” (ne ha recentemente parlato anche il portale Treccani) che discuterà di fantasia e di immaginazione a partire dalle sue pubblicazioni edite con Ngurzu Edizioni. Al pubblico presenterà i suoi lavori editoriali per far meglio comprendere che cosa sia la fantasiologia e di che cosa si occupa. Carrese studia le storie, le caratteristiche, le bizzarrie e contraddizioni della fantasia e dell’immaginazione viste in ambito quotidiano e nel fantastico, oltre che nelle principali discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche. Delle due facoltà della mente ne descrive gli aspetti e le potenzialità parlandone da oltre un decennio in ambito universitario, scolastico e sociale. Da letture sgrammaticate a giochi classici e interdisciplinari di sua ideazione, dal design alla matematica, dalla filosofia alla linguistica, Massimo Gerardo Carrese espone nei due incontri i suoi studi e ricerche rendendo partecipe il pubblico che sarà insieme ascoltatore e protagonista con prove e dimostrazioni. Si pensa. Si gioca. Si ascolta. Si prova. Ingresso libero.





20 giugno 2015
"Il Mattino"






A Caserta arriva la notte bianca del libro

a manifestazione nazionale fa tappa anche a Caserta

19 giugno 2015
informareonline.com

Sabato alla Libreria “Che Storia”. Tra gli ospiti il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese

Per il terzo anno consecutivo, la Libreria “Che Storia” (via Tanucci 83) ospita la manifestazione nazionale “Letti di Notte”, la kermesse che si svolge in tutta Italia dedicata alla Notte Bianca del Libro dove, dalle 18 di sabato prossimo, si terranno letture animate da parte dello staff, e da parte dei grandi e piccoli spettatori che accorreranno, seguirà la visione di un laboratorio stop motion (Harry Haller), un incontro dedicata ai bambini che si relazionano con la filosofia (Francesca Pietropaolo), Infine, la presentazione di due recenti lavori, editi da Ngurzu Edizioni, del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione: Zoomimetismi, Breve dizionario degli animali a ritroso (80 nomi di animali e oltre 1000 parole)e Tavole zoomimetiche (47 tavole illustrate dall’autore + 13 da illustrare, gioco fantasiologico a 5 livelli). Le due opere, edite da Ngurzu Edizioni, ricercano nomi di animali che si nascondono, perlopiù scritti al contrario, nelle parole (e non solo italiane). Per esempio: in “cANARino” si nasconde a ritroso una “rana”, in “scANNER” una “renna”, in “cAMALeonte” un “lama”, in “homEPAge” un’“ape”…. L’incontro è molto interattivo: si pensa e si gioca. Da 8 a 107 anni. Carrese è saggista, poeta onomaturgo e ludorimico, musicista, da diverso tempo collabora alle attività didattiche e ricreative di  “Che Storia”, propone momenti di riflessione sui temi della fantasia e dell’immaginazione in ambito interdisciplinare.



“Notte bianca del libro”: tra gli ospiti anche il noto fantasiologo Massimo Gerardo Carrese

manifestazione nazionale fa tappa anche a Caserta

19 giugno 2015
caleno24ore.it



CASERTA – Esiste una notte bianca anche del Libro e del Lettore e per il terzo anno consecutivo, la Libreria “Che Storia” (via Tanucci 83) ospita la manifestazione nazionale “Letti di Notte”, l’evento che il prossimo 20 giugno si attiveràin tutta Italia. Molti gli eventi in programma dalle 18 presso la Libreria Indipendente di via Tanucci: dialoghi con i bambini a cura di Pietropaolo Francesca sui temi della filosofia, una presentazione di uno stop motion ideato nell’ambito di un laboratorio ricreativo e, infine, la presentazione di due testi, editi da Ngurzu Edizioni, del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione: Zoomimetismi, Breve dizionario degli animali a ritroso (80 nomi di animali e oltre 1000 parole)e Tavole zoomimetiche (47 tavole illustrate dall’autore + 13 da illustrare, gioco fantasiologico a 5 livelli). Le due opere ricercano nomi di animali che si nascondono, perlopiù scritti al contrario, nelle parole (e non solo italiane). Per esempio: in “cANARino” si nasconde a ritroso una “rana”, in “scANNER” una “renna”, in “cAMALeonte” un “lama”, in “homEPAge” un’“ape”…. L’incontro è molto interattivo: si pensa e si gioca. Da8 a107 anni. Massimo Gerardo Carrese è saggista, poeta onomaturgo e ludorimico, musicista, cultore di enigmistica e dell’Oplepo, da “Che Storia” proporrà diversi momenti di riflessione sui temi della fantasia e dell’immaginazione in ambito interdisciplinare. Fantasia e immaginazione come facoltà della mente utili non solo ad arricchire l’attività ricreativa, irreale e ludica di ciascun individuo ma per comprendere e curiosare negli aspetti pratici e concreti della fantasia e dell’immaginazione che costituiscono la vita quotidiana e per stimolare e sviluppare le abilità percettive e formative di ogni individuo in ambito pluridisciplinare. Ingresso libero.


Notte bianca del libro, appuntamento col fantasiologo Carrese

La manifestazione nazionale fa tappa anche a Caserta

17 giugno 2015
ecampania.it

Appuntamento a Caserta  sabato 20 giugno a  partire dalle 18 di sabato con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese che presenterà le sue nuove pubblicazioni Ngurzu Edizioni nell’ambito della manifestazione nazionale Letti di notte che darà inizio alla notte bianca del libro, manifestazione nazionale che coinvolge editori, lettori, studiosi e appassionati.

La  Libreria indipendente “Che Storia”  (via Tanucci 83) ospiterà una serie di incontri.  Ad aprire l’evento casertano è Francesca Pietropaolo, laureata in filosofia ed esperta in pratiche filosofiche a cui seguirà  il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione (www.fantasiologo.com) che per l’occasione presenterà Zoomimetismi, Breve dizionario degli animali a ritroso (80 nomi di animali e oltre 1000 parole) e Tavole zoomimetiche (47 tavole illustrate dall’autore + 13 da illustrare), gioco fantasiologico a 5 livelli. Le due opere, edite da Ngurzu Edizioni, ricercano nomi di animali che si nascondono, perlopiù scritti al contrario, nelle parole (e non solo italiane). Per esempio: in “cANARino” si nasconde a ritroso una “rana”, in “scANNER” una “renna”, in “cAMALeonte” un “lama”, in “homEPAge” un’“ape”. L’incontro è molto interattivo: si pensa e si gioca. Da 8 a 107 anni. Segue proiezione in Stop Motion e letture ad alta voce di adulti e bambini.



Teano: Giovani del "Forum" entusiasti del fantasiologo caiatino Massimo Carrese

28 maggio 2015
tr-news.it

[...] Un mese di maggio intenso e per tutti i gusti per i giovani sidicini: oltre al workshop di ecosostenibilità, si sta svolgendo un partecipatissimo corso di scacchi, reading culturali che hanno affrontato temi come la violenza sulle donne e la libertà ed un eccezionale incontro con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese. Attraverso l’incontro con Carrese si è raggiunto l’apice massimo del risveglio mentale. Una vera e propria terapia: bisognerebbe seguire un percorso riabilitativo e abilitativo del e al proprio essere. Abitudine troppo spesso dimenticata quella di lasciarsi andare immergendosi totalmente all’interno dei propri grovigli mentali e sviluppare la capacità di un pensiero alternativo, diverso, colorato.[...]


TRECCANI. I nostri lettori cacciatori di parole nuove/9


maggio 2015
http://www.treccani.it/lingua_italiana/articoli/parole/Neologismi_lettori_9.html

di Silverio Novelli

[...]

Fantasiologo

Come il precedente A. M. è il creatore della locuzione da lui stesso segnalata, così M. G. C. sponsorizza un tipico nome da esperto e studioso (grazie al suffisso -logo, di antichissima e grecissima origine), che lo riguarda direttamente. M. G. C. si definisce fantasiologo, ovvero «studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione». Va detto che il nome è bello. E che M. G. C. ha attirato, negli anni, la curiosità e l'interesse della stampa, dal settimanale «Panorama» nel 1987 alla «Repubblica» nel 2012, con numerose e variegate attestazioni in mezzo. Poiché l'attività del fantasiologo mette in campo l'idea del gioco e, in particolare, del gioco linguistico, ci sentiamo di sostenere che il nome e l'attività rappresentano uno spiraglio divertente e intelligente in tempi di loquele e di azioni spesso funeste. One-man-word,per dir così, M. G. C. non ha ancora eredi in grado di propagare l'uso del nome, svincolandolo dalla propria persona. Vediamo di dargli una mano. [...]



Fantasia e immaginazione: incontro interdisciplinare con lo studioso Carrese

23 maggio 2015
casertanews.it

Fantasia, immaginazione e tanto altro alla Mondadori BookStore di Piano di Sorrento - See more at: http://www.corsoitalianews.it/mondadori-piano-il-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese-incontra-il-pubblico-14052015/#sthash.SaecbJQc.dpuf

Domenica alle 17:30 nel cortile della Biblioteca di Teano, il Forum dei Giovani ospita il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell'immaginazione nel quotidiano e nelle discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche. Che cos'è la fantasia? Come si sviluppa? Quali le differenze con l'immaginazione e la creatività? Sono facoltà o abilità? Un incontro interdisciplinare che spazia dalla linguistica alla matematica, dal gioco alla pedagogia, dalla letteratura alla poesia passando per la medicina, la musica, l'etologia e il design. L'incontro sarà altamente interattivo: i partecipanti saranno chiamati a partecipare con dimostrazioni pratiche ed esercizi al fine di comprendere al meglio il funzionamento e i meccanismi della fantasia e dell'immaginazione. Carrese, che ama definirsi "fantasiologo", una parola che recentemente è rientrata tra le più segnalate dagli utenti del web all'Accademia della Crusca, è saggista, scrittore, ideatore di giochi interdisciplinari, cultore di enigmistica e di letteratura potenziale, è autore di numerosi scritti sulla fantasia e l'immaginazione editi da Ngurzu Edizioni e i suoi testi sono distribuiti nelle principali biblioteche, università e centri studi d'Europa, Asia e America. Ingresso libero.



Teano - fantasia e immaginazione, se ne parla con Massimo Gerardo Carrese

23 maggio 2015
informazione.campania.it

Fantasia, immaginazione e tanto altro alla Mondadori BookStore di Piano di Sorrento - See more at: http://www.corsoitalianews.it/mondadori-piano-il-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese-incontra-il-pubblico-14052015/#sthash.SaecbJQc.dpuf

Incontro interdisciplinare con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese. Che cos'è la fantasia? Quali le differenze con l'immaginazione e la creatività? Sono facoltà/abilità finite o infinite? Quali i loro ruoli nella vita quotidiana, nell'irreale e nelle discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche? A partire dai suoi studi e ricerche sul campo, lo studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell'immaginazione, discuterà delle due facoltà in un incontro interattivo con il pubblico, chiamato a partecipare con dimostrazioni pratiche ed esercizi per comprendere in forma pratica e non solo teorica la fantasia e l'immaginazione. Organizzato dal Comune di Teano e Forum dei Giovani. Cortile Biblioteca, ore 17. Ingresso libero.




Fantasia, immaginazione e tanto altro alla Mondadori BookStore di Piano di Sorrento - See more at: http://www.corsoitalianews.it/mondadori-piano-il-fantasiologo-massimo-gerardo-carrese-incontra-il-pubblico-14052015/#sthash.SaecbJQc.dpuf

Volta, incontri in biblioteca

20 maggio 2015
"Gazzetta di Mantova"

[...] Fantasia ed immaginazione, invece, animeranno il pomeriggio di domani alle 17, grazie al "fantasiologo" Massimo Carrese: un incontro aperto a tutti, adulti e bambini dai 10 anni. [...]


Milano su fantasia e immaginazione: incontro con il fantasiologo Carrese

20 maggio 2015
Mi-lorenteggio.com

Fantasia e immaginazione: dal 20 al 22 maggio Milano incontra il fantasiologo Incontri divulgativi con lo studioso Massimo Gerardo Carrese su caratteristiche, ruoli e aspetti della FANTASIA e dell’IMMAGINAZIONE nella vita quotidiana e nelle discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche Da oltre un decennio lo studioso Massimo Gerardo Carrese gira l’Italia e l’estero a parlare dei suoi studi e ricerche su fantasia e immaginazione, dall’università ai centri per anziani, dalla scuola ai bar, passando per festival di richiamo nazionale a dimensioni casalinghe e per pochi intimi. Carrese è uno studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione in ambito quotidiano e nelle discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche. Gli incontri del “fantasiologo”, come ama definirsi, non sono dei monologhi ma performance interattive dove il pubblico e gli studenti partecipano attivamente perché chiamati a interagire attraverso riflessioni, esercizi, giochi, dimostrazioni pratiche al fine di comprendere meccanismi, aspetti, bizzarrie, caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione nel vivere quotidiano, nell’irreale, nei vari ambiti del sapere. Dal 20 al 22 maggio Carrese sarà in tour in Lombardia con le sue “Fantasticazioni: storie della fantasia e dell’immaginazione”, ospite in scuole, biblioteche e associazioni: Biblioteca di Baranzate, Istituto Comprensivo Filzi, Istituto Comprensivo “Sorelle Agazzi”, Associazione Arci Scuotivento (Monza), Biblioteca Comunale Volta Mantovana (Mantova). Da Platone a Gianni Rodari, da Aristotele a Bruno Munari, passando per l’etologia, la linguistica, la pedagogia, la musica, l’arte, la poesia, la letteratura e il nonsense, Massimo Gerardo Carrese cercherà di rispondere alle domande su che cos’è la fantasia, quali le differenze con l’immaginazione e la creatività; se la fantasia è una dote innata, se è maschile o femminile e se l’immaginazione è legata solo all’immagine. Inoltre argomenterà su quali sono le potenzialità della fantasia nell’attività ludica e didattica e se la fantasia è finita o infinita, se l’immaginazione e legata all’intelligenza e se la creatività è di tutti. Discuterà anche del suo progetto editoriale Ngurzu Edizioni e della parola “fantasiologo”, che ormai lo contraddistingue, rientrata tra le parole più segnalate dagli utenti sul sito dell’Accademia della Crusca. Al termine di ogni incontro sarà disponibile il catalogo fantasiologico Ngurzu Edizioni, le sue pubblicazioni in formato “quaderni” dedicati ai temi della fantasia e immaginazioni, lavori creati artigianalmente dall’autore e conservati nelle principali biblioteche, centri studi e università d’Europa, Asia e America. Carrese è poeta onomaturgo e ludorimico, musicista, membro di varie Istituzioni, inventore di giochi fantasiologici (interdisciplinari), cultore di enigmistica e di letteratura potenziale. 



Piano di Sorrento 15 Maggio - Fantasia e immaginazione: incontro con il fantasiologo Carrese - Piano di Sorrento (Napoli)

13 maggio 2015
allwebitali.it

Che cosa sono la fantasia e l’immaginazione?

il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese incontra il pubblico sui temi della fantasia e dell’immaginazione viste nella vita quotidiana, nell’irreale e nelle discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche

Venerdì 15 maggio ore 19 alla Libreria Mondadori di Piano di Sorrento, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, dialoga con il pubblico sulle due facoltà oggetto dei suoi studi e ricerche che compie da oltre un decennio promuovendo corsi, lezioni e incontri in ambito universitario, scolastico e sociale. Da Platone a Munari, dalla pedagogia alla matematica, dalla medicina al gioco spensierato, da Gianni Rodari ad Aristotele, Carrese si domanda che cos’è la fantasia, da dove deriva, come funziona e quali sono le sue caratteristiche, se è una dote innata o acquisita, qual è la differenza fra creatività, immaginazione e fantasia, qual è il ruolo della fantasia e dell’immaginazione in ambito didattico, se la fantasia è (solo) gioco e se l’immaginazione è legata all’immagine. Massimo Gerardo Carrese è uno studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, membro di varie Istituzioni, poeta onomaturgo e ludorimico, musicista, cultore di letteratura potenziale e di enigmistica, fondatore del Panassurdismo e di Ngurzu Edizioni, è autore di numerose pubblicazioni su fantasia e immaginazione conservate nelle principali biblioteche d’Europa, Asia e America. L’incontro alla Libreria Mondadori sarà altamente interattivo, come tutti gli appuntamenti del fantasiologo: il pubblico è chiamato a partecipare in modo attivo con riflessioni, giochi, esercizi, dimostrazioni pratiche su come funzionano la fantasia e l’immaginazione. Ingresso libero.


Animali a ritroso da Perditempo

9 maggio 2015
artit.it




Evento a Napoli, Animali a ritroso da Perditempo a Napoli (Napoli) Perditempo, San Pietro a Maiella dal 11/05/2015 al 11/05/2015
Animali a ritroso da Perditempo
Il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese parla della sua ultima pubblicazione Zoomimetismi, Breve dizionario degli animali a ritroso, dei suoi studi e ricerche interdisciplinari su fantasia e immaginazione, del progetto editoriale Ngurzu Edizioni

Che cos’è la fantasia? E l’immaginazione? Sono sinonimi? Sono infinite o finite? Appartengono solo al bambino o anche all’adulto? La fantasia è (solo) evasione dalla realtà? Il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, ne parla lunedì 11 maggio alle ore 19 da Perditempo (S. Pietro a Maiella, Napoli) in un incontro interattivo che coinvolge il pubblico in riflessioni, dimostrazioni pratiche, esercizi. Da Platone a Gianni Rodari, da Aristotele a Bruno Munari passando per la linguistica, l’arte, la medicina, la poesia, l’etologia, la pedagogia, i giochi di parole. Elementi e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione nella vita quotidiana e nei vari ambiti del sapere. Carrese presenterà anche il suo ultimo lavoro editoriale, Zoomimetismi, Breve dizionario degli animali a ritroso (Ngurzu Edizioni 2015), un’opera che elenca parole in cui si nascondono a ritroso e nel senso ordinario animali: un “cane” in un “canestro” è ben visibile ma è meno evidente in un “catenaccio”. Qual è l’animale che si nasconde in una “squatarola”? E quale nell’espressione “okay?” Chi si mimetizza in un “granaio” e chi altri in uno “zampognaro”? Ingresso libero. Info www.fantasiologo.com



Giornata Mondiale del Libro: appuntamento a Caserta

Da “Che Storia” Letture e performance del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese
22 aprile 2015
ecampania.it

Il 23 Aprile del 1616 si spensero tre grandi nomi della letteratura mondiale: William Shakespeare, Miguel de Cervantes e l’Inca Gracilaso de la Vega. Ecco perché l’UNESCO ha scelto questa data per la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore che a Caserta fa tappa alla Libreria Indipendente “Che Storia”. Lettore d’eccezione è il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, membro di varie Istituzioni (come l’Accademia dei Ludogrammatici), cultore di enigmistica e di letteratura potenziale, fondatore del “Panassurdismo”, musicista, ideatore della “Ngurzu Edizioni” per cui pubblica le sue opere, sui temi fantasia e immaginazione, diffuse nelle principali biblioteche, università e centri studi d’Europa, Asia e America. Alle ore 19 leggerà alcune sue poesie “ludorimiche” e “giottose” e proporrà un poetico intervento collettivo con i presenti a partire da un gioco fantasiologico di sua ideazione. Carrese è un poeta onomaturgo e ludorimico, vincitore di numerosi riconoscimenti per le sue composizioni ideate con parole inventate (da qui “onomaturgo”) e autore di poesie che giocano tra le rime (ecco perché “ludorimico”. L’appuntamento è domani in via Tanucci 83 alla Libreria “Che Storia”, straordinaria realtà del territorio casertano. L’ingresso è libero. Gradita prenotazione.



Il fantasiologo Carrese ospite dell’associazione Ipazia: “L’immaginazione per evadere dalla realtà. E per crearla”

1 aprile 2015
italia2tv.it
di Chiara Esposito

Si è tenuto ieri a Sala Consilina l’incontro organizzato dall’Associazione “Ipazia-la mente che non mente” e che ha avuto come ospite il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese. Una vera e propria lezione quella che si è tenuta presso la sede del Gruppo Positivo, non un monologo bensì un’interazione molto accesa tra il fantasiologo e le persone presenti all’incontro le quali oltre ad ascoltare, hanno potuto condividere, criticare, mostrare i propri percorsi esperienziali e chiedere quali siano i risvolti reali dell’immaginazione e della fantasia nella didattica o in una dimensione prettamente scolastica e universitaria. Protagoniste del dibattito, infatti, sono state fantasia e immaginazione, le due facoltà della mente al centro degli studi del fantasiologo e che solitamente vengono utilizzate come un’unica parola, come sinonimo e che invece per Massimo non lo sono. “Compio studi e ricerche da oltre un decennio – ha spiegato il fantasiologo – condivido le mie pubblicazioni e riflessioni su fantasia e immaginazione a livello interdisciplinare oltre a tenere dei corsi di molte ore sull’argomento”. “Fantasia e immaginazione sono facoltà per evadere dalla realtà – continua Carrese – e molto probabilmente la condizionano al punto che, secondo il mio parere, la creano anche” conclude Massimo. Ospite per la prima volta a Sala Consilina, Massimo Gerardo Carrese è amico dell’Opificio di Letteratura Potenziale, Saggista, membro dell’Accademia dei Ludodrammatici e della Società Dante Alighieri, poeta onomaturgo e ludorimico, nonché inventore di giochi fantasiologici.

Sala C. Gli studenti del Liceo Classico a lezione con Massimo Gerardo Carrese

31 marzo 2015
unotvweb.it


Fantasia, Immaginazione e realtà: questi le tre parole chiavi da cui è partita questa mattina la lexio magistralis del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese che ha incontrato gli studenti del Liceo Classico di Sala Consilina. Un incontro molto interattivo che ha visto la partecipazione convinta e attiva degli studenti che affascinati dalle spiegazioni del fantasiologo hanno fatto domande, espresso il proprio punto di vista cercando di comprendere e apprendere il più possibile dal docente. Una lezione che ha visto coinvolti anche alcuni docenti che hanno seguito con interesse la lexio magistralis. Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, ha dialogato con loro sui ruoli didattici, esperienziali, ludici e formativi dell’immaginazione e della fantasia. Attraverso questa lezione di “Fantasiologica” Massimo Gerardo Carrese ha cercato di stimolare i giovani alla curiosità e ad “usare il cervello” nel tentativo di superare del senso comune. Attivazione della curiosità fondamentale per superare l’immaginazione che è relazione con l’oggetto e raggiungere la fantasia che è il superamento dell’immaginazione stessa. La bellezza del superamento consistente nel poter poi ricondurre tutto ad una spiegazione logica. Per Massimo Gerardo Carrese Realtà-Immaginazione e Fantasia comunicato tra di loro attraverso un gioco. Il tutto – secondo il fantasiologo – rientra nell’esperienza personale, nella conoscenza personale. Una lezione che ha lasciato molto spazio alle riflessione degli studenti e degli stessi docenti e che attraverso dimostrazioni pratiche ed esercizi ha coinvolto in prima persona lo studente e lo ha spinto a riflettere sui meccanismi, aspetti storici, caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione.




Sala Consilina: domani il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese ospite dell'associazione "Ipazia"

30 marzo 2015
ondanews.it


L'Associazione Ipazia la mente che non mente, ospitata dal Gruppo Positivo di Sala Consilina, ospiterà il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell'immaginazione. L'incontro è a ingresso libero e aperto a tutti e si terrà domani alle ore 16 presso la sede del Gruppo Positivo in via Mezzacapo. Massimo Gerardo Carrese è amico dell'Opificio di Letteratura Potenziale, saggista, membro dell'Accademia dei Ludogrammatici e della Società Dante Alighieri, poeta onomaturgo e ludorimico, inventore di giochi fantasiologoci.



Largo alla fantasia e all’immaginazione

30 marzo 2015
bmagazine.it
scritto da Paola Corona

Il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese fa tappa a Benevento e spiega perché il gioco non è solo un momento di svago

Fantasia non è sinonimo di immaginazione. Ecco perché Massimo Gerardo Carrese, studioso di “Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione”, li utilizza entrambi. Ne ha spiegato il motivo, al Circolo Virtuoso Bukò, domenica sera, in un incontro informale che pian piano ha invitato alla partecipazione, è diventato espansivo, attraente. Esperto di fantasiologia, la domanda più comune che gli rivolgono è dove fa animazione, ma i suoi incontri, le tappe nazionali del IV tour “Fantasticazioni: storie della fantasia e dell'immaginazione” non sono né monologhi né lezioni. Sono delle interazioni metamorfiche, cangianti come le persone che vi partecipano. Fantasia, parola di etimo greco, che “sul dizionario è sinonimo di immaginazione”, spiega Carrese, “quando passò in lingua latina divenne ‘immagine in azione’, da cui immaginazione”. Essendo nate in due momenti diversi, Gianni Rodari, nella sua “Grammatica della fantasia”, ha ritenuto opportuno unirle,  contrapponendosi ad Hegel, difensore dell’eccezionalità della fantasia a discapito dell’immaginazione. Alla domanda quale sia la differenza tra le due parole i presenti hanno tentennato a rispondere. “Immaginazione è creare una serie di collegamenti, di combinazioni muovendosi su una superficie orizzontale”, chiarisce lo studioso, mentre “fantasia è possibilità, intuizione, implica un passaggio ulteriore, un guardare attraverso”. Entrambe le facoltà sono complementari: l’una non esclude l’altra. Tutto diventa più chiaro quando si inizia a giocare attraverso un semplice cartello, sprigionando associazioni mentali e richiami che, afferma, “deformano la realtà superandola in base alle nostre competenze ed esperienze”. Intuire possibilità analogiche negli oggetti o nelle parole diventa una sfida alla fantasia. Non sarà, così, impossibile rispondere a domande quali: come dimostrare che la parola “orso” è composta di quattro lettere? O ancora, come dalla parola “orso” si ottiene “oso”? Massimo Gerardo Carrese, inventore di giochi fantasiologici, poeta onomaturgo e ludorimico, sfata la convinzione che i bambini abbiano più fantasia dei grandi: “semplicemente conoscono meno cose in termini di esperienza e le applicano a tutto”. Più curiosi rispetto agli adulti proprio in virtù delle loro “limitate” cognizioni sensoriali passate, i piccoli sono propensi a porre un maggior numero di domande. Un altro mito da sfatare, secondo Carrese, è credere che giocare sia solo un “passatempo, un divertimento”. Chiedere a presidi ed insegnanti di tenere un corso di fantasia ed immaginazione e ricevere come risposta “noi dobbiamo fare cose serie”, ne è, per lui, la più palese prova. “Fantasia e immaginazione possono essere anche strutturati e logici”, afferma. Un esempio può essere trovare la “dimostrazione del fatto che tutte le parole sono uguali” con il suo gioco “E-tre”. Fantasia è anche possibilità, cioè il vedere cose oltre le immagini, superarle e scoprire che il linguaggio, per quanto codificato “è imperfetto tanto da far sì che due parlanti della stessa lingua non ricevano il medesimo messaggio figurato”. La fantasia vale ben poco senza immaginazione, e viceversa. Non traggono in inganno, perciò, tutte le parole legate al termine “fantasia” come “favellare”, dal latino parlare, fallo, fiaba, favola e fasmate. Leggere nelle cose altre cose, stimolare la creatività giocando è un modo per educare al senso del “tirar fuori” anziché al metodo del “metter dentro”, tipico dell’insegnamento. “Siamo stati incastrati a pensare che il gioco non sia produttivo”, spiega lo studioso. “Invece, è ciò che ti fa immaginare tra realtà e possibilità”. Scherzando, aggiunge: “il gioco è importante, ma provatelo a dire ad qualcuno che sta studiando o lavorando e vedrete se è disponibile a giocare con voi”. Il momento ludico a cui ha dato vita Carrese non esclude il contrario di fantasia e di immaginazione, che non è la realtà, cioè una percezione condivisa, bensì il paradosso, ciò che è contrario al senso comune. Gli esercizi di immaginazione hanno coinvolto i presenti, giovani e adulti, in un rincorrersi di voglia di rispondere, tentazione ludica alternata a silenzi di perplessità per le domande poste. Massimo Carrese è un fantasiologo di professione. A fine serata anche i più reticenti ci credono e curiosano tra le sue pubblicazioni “Ngurzu Edizioni”, le collane di saggi, di improvvisazioni, poesie e crittografie visive. “Tutto fatto a mano, tranne la stampa”, afferma, “per avere la gioia di aver prodotto qualcosa di realmente mio”, trovabile solo tra gli scaffali delle biblioteche e durante i suoi incontri. Largo alla fantasia e all’immaginazione.



Il Circolo Bukò ospita lo studioso Massimo Gerardo Carrese "il fantasiologo"

29 marzo 2015
ntr24.tv



Che cos’è la fantasia e l’immaginazione? Solo in apparenza è una domanda semplice a cui rispondere. Ad esse si pensa come facoltà dell’evasione, dell’irreale, dello svago e della spensieratezza.
Tutto giusto ma...è una informazione incompleta. I sostrati di cui si compongono le due facoltà (e secondo lo studioso Carrese, fantasia e immaginazione non sono sinonimi) sono molto complessi e articolati. L’incontro divulgativo Fantasticazioni: storie dell’immaginazione e della fantasia, ideato e curato dallo stesso Carrese e giunto alla IV edizione nazionale, si prefigge lo scopo di chiarire attraverso un incontro divulgativo, i ruoli esperienziali, formativi, didattici e ludici della fantasia e dell’immaginazione al fine di sviluppare una maggiore consapevolezza delle due facoltà.
A dialogare con il pubblico del Circolo Bukò sarà Massimo Gerardo Carrese, studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione che da oltre un decennio porta in giro in Italia e all’estero i suoi studi e ricerche su fantasia e immaginazione, oltre a dedicarsi a una intensa attività di pubblicazione (Ngurzu Edizioni).
Si può pensare senza immagini? Chi ha più fantasia, un adulto o un bambino? E la creatività, che cos’è? Un pavone è creativo? Quando la fantasia e l’immaginazione sono patologici? Si può insegnare la fantasia? L’incontro è fissato per domenica sera alle 18:30 in via Bologna a Benevento (ingresso libero) e sarà altamente interattivo: il pubblico non viene solo per ascoltare ma per partecipare in prima persona alle argomentazioni con esercizi e dimostrazioni pratiche che spaziano dalla linguistica alla letteratura, dalla matematica all’arte, dalla poesia alla medicina, dal design alla logica, dal nonsense alla pedagogia.  Carrese è saggista, poeta onomaturgo e ludorimico, musicista, inventore di giochi fantasiologici, cultore di enigmistica (pseudonimo Algernon), amico dell'Opificio di Letteratura Potenziale e membro di numerose istituzioni. Dall'Accademia Internazionale "Francesco Petrarca" per i suoi studi ha ricevuto il Diploma d'Onore e la Medaglia d'Argento Maggiori. L'incontro si rivolge a docenti, studenti, appassionati, curiosi.


Il Circolo Bukò ospita lo studioso Massimo Gerardo Carrese "il fantasiologo"

28 marzo 2015
sannioteatrieculture.it



L’incontro divulgativo Fantasticazioni: storie dell’immaginazione e della fantasia, ideato e curato dallo stesso Carrese e giunto alla IV edizione nazionale, si prefigge lo scopo di chiarire attraverso un incontro divulgativo, i ruoli esperienziali,

dalla redazione

Carrese è saggista, poeta onomaturgo e ludorimico, musicista, inventore di giochi fantasiologici, cultore di enigmistica (pseudonimo Algernon), amico dell'Opificio di Letteratura Potenziale e membro di numerose istituzioni. Dall'Accademia Internazionale "Francesco Petrarca" per i suoi studi ha ricevuto il Diploma d'Onore e la Medaglia d'Argento. L'incontro si rivolge a docenti, studenti, appassionati, curiosi. Per approfondire info www.fantasiologo.com



Al Circolo Buko' domani, domenica 29 marzo, ospite sara' lo studioso Massimo Gerardo Carrese

28 marzo 2015
gazzettabenevento.it


Domani, domenica 29 marzo, alle 18.30, Il Circolo Bukò ospiterà lo studioso Massimo Gerardo Carrese che parteciperà ad un convegno sul tema: "Fantasia e immaginazione".
Il fantasiologo discuterà dei ruoli didattici, esperienziali, formativi e ludici della fantasia. "Che cos'è la fantasia e l’immaginazione? Si può pensare senza immagini? Chi ha più fantasia, un adulto o un bambino? E la creatività, che cos'è? Un pavone è creativo? Quando la fantasia e l’immaginazione diventano patologia? Si può insegnare la fantasia? Dove ha sede l'immaginazione? Fantasia e immaginazione sono solo svago e spensieratezza o sono anche altro? I sostrati di cui si compongono le due facoltà (secondo lo studioso Carrese, fantasia e immaginazione non sono sinonimi) sono - si legge nella nota di presentazione dell'evento - molto complessi ed articolati. L’appuntamento divulgativo Fantasticazioni: storie dell’immaginazione e della fantasia, ideato e curato dallo stesso Carrese e giunto alla IV edizione nazionale, si prefigge lo scopo di chiarire attraverso un incontro che coinvolge i partecipanti, i ruoli esperienziali, formativi, didattici e ludici della fantasia e dell’immaginazione al fine di sviluppare una maggiore consapevolezza delle due facoltà".


Fantasia e immaginazione nella didattica e nella vita quotidiana

27 marzo 2015
informareonline.com

A Casal di Principe incontro con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese

Sabato prossimo alle ore 17 a Casal di Principe si parlerà di Fantasia e di immaginazione: ruoli didattici, formativi, esperienziali. L’Associazione “Inversione di Marcia” ha organizzato un incontro culturale con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, esperto di Storie e caratteristiche dell’immaginazione e della fantasia, saggista, poeta onomaturgo e ludorimico, inventore di giochi fantasiologici, musicista, cultore dell’Oplepo e di enigmistica, fondatore del “Panassurdismo” e di Ngurzu Edizioni, per cui pubblica i suoi libri conservati nelle principali biblioteche e università d’Europa, Asia e America. L’incontro, altamente interattivo come tutti gli appuntamenti del fantasiologo Carrese, verte sui temi dell’immaginazione e della fantasia nella vita quotidiana e nei vari ambiti del sapere: dalla linguistica alla matematica, dalla letteratura all’etologia, dalla musica al design. In particolare Carrese incentra la discussione sui ruoli didattici e formativi della fantasia e dell’immaginazione, due facoltà troppo spesso intese come sola ricreazione e svago. L’incontro si terrà in via Pace n. 9. Ingresso libero. Per maggiori informazioni www.fantasiologo.com



Benevento ospita il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese

Incontro divulgativo al Circolo Bukò ruoli didattici, formativi ed esperienziali

26 marzo 2015
ottopagine.it

Domenica (29 marzo) in via Stanislao Bologna presso il Circolo Bukò si terrà l’incontro divulgativo del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. In un confronto molto interattivo, fatto di dimostrazioni pratiche, esercizi e riflessioni, dialogherà dei suoi studi e ricerche su fantasia e immaginazione che cmpie da oltre un decennio presentando i suoi lavori sul territorio nazionale ed estero. Che cos'è la fantasia? E l'immaginazione? Si può insegnare la fantasia? L'immaginazione è patologica? Quali sono i ruoli didattici e formativi dell'immaginazione? Si può pensare senza immagini? La fantasia è abilità maschile o femminile? Ha più fantasia un adulto o un bambino? Troppo spesso le due facoltà sono considerate come sola evasione dalla realtà e mera ricreazione ma, come sostiene lo studioso, sono anche altro. Con il pubblico, che sarà chiamato a interagire con dimostrazioni pratiche, esercizi, riflessioni, discuterà dei ruoli formativi, didattici ed esperienziali della fantasia e dell’immaginazione viste nella vita quotidiana, nell’irreale e nei vari ambiti del sapere. Un incontro che spazia richiamando diverse tematiche: dalla pedagogia alla linguistica, dalla letteratura alla musica, dall’arte alla poesia, dalla matematica al design, dalla medicina all’irreale, dal gioco al nonsenso.

Massimo Gerardo Carrese è saggista, scrittore, inventore di giochi fantasiologici, poeta onomaturgo e ludorimico, musicista, fondatore del "Panassurdismo" e di Ngurzu Edizioni. Membro dell'Accademia dei Ludogrammatici, della Società Dante Alighieri e di varie altre isitituzioni, i suoi scritti sono conservati nelle principali biblioteche e università d'Europa, Asia e America. Si occupa a tempo pieno a studiare e a compiere ricerche sulla fantasia e l'immaginazione in ambito interdisciplinare e a promuovere i suoi incontri come quello di domenica prossima al Circolo Bukò che rientra tra gli appuntamenti del IV tour culturale nazionale "Fantasticazioni: storie della fantasia e dell'immaginazione" da lui ideato e curato .  L’ingresso è gratuito e la performance avrà inizio alle ore 18:30. 




Fantasia e immaginazione

26 marzo 2015
camcampania.it


Sabato 28 marzo a Casal di Principe il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione.

L’Associazione Inversione di Marcia ospita lo studioso per un incontro divulgativo sulla fantasiologia.
La fantasia e l’immaginazione sono due fondamentali facoltà della mente, importantissime per creare evasioni dalla realtà ma…fantasia e immaginazione sono solo irreali? Che cos’è la fantasia? Che cos’è l’immaginazione? Quali sono i loro ruoli in ambito didattico? Dov’è la fantasia e l’immaginazione nel quotidiano? Ha più fantasia un adulto o un bambino? La fantasia è utile a scuola? Si può insegnare a immaginare? La fantasia può essere patologica? È maschile o femminile? Dove risiede l’immaginazione? Quali le differenze con la creatività? A parlarne in un incontro altamente interattivo e coinvolgente è lo studioso Massimo Gerardo Carrese, esperto di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione nella vita quotidiana, nell’irreale, nei vari ambiti del sapere. Sabato 28 alle ore 17, il fantasiologo Carrese sarà ospite dell’Associazione Inversione di Marcia (nei pressi del Parco Don Diana) che opera sul territorio in ambito culturale e sociale. Un incontro destinato a tutti e in cui si affronteranno tematiche che spaziano dalla letteratura alla poesia, dall’arte alla linguistica, dalla letteratura al design, dalla musica alla matematica attraverso il coinvolgimento dei presenti chiamati a interagire con riflessioni, dimostrazioni pratiche, esercizi. Carrese è saggista, poeta onomaturgo e ludorimico, scrittore, musicista, fondatore del “Panassurdismo” e della Ngurzu Edizioni, ideatore di numerosi giochi fantasiologici (interdisciplinari), dal 2005 opera sul territorio nazionale e internazionale promuovendo in ambito universitario, scolastico e sociale i suoi studi e ricerche sui temi della fantasia e dell’immaginazione. Membro di varie Istituzioni, è cultore dell’Oplepo e di Enigmistica (Algernon) e i suoi testi sono conservati nelle principali biblioteche, università e centri studi d’Europa, Asia e America. L’ingresso è gratuito.



A Casal di Principe il fantasiologo Carrese

26 marzo 2015
arteglobale.it

Fantasia e immaginazione

Sabato 28 marzo a Casal di Principe il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. L’Associazione Inversione di Marcia ospita lo studioso per un incontro divulgativo sulla fantasiologia per genitori, insegnanti, bambini


Sabato 28 alle ore 17, il fantasiologo Carrese è ospite dell’Associazione Inversione di Marcia (nei pressi del Parco Don Diana) che opera sul territorio in ambito culturale e sociale. Un incontro destinato a tutti e in cui si dialoga su fantasia e immaginazione viste nella dimensione quotidiana, irreale, e nei vari ambiti del sapere. Gli argomenti soaziano dalla letteratura alla poesia, dall’arte alla linguistica, dalla letteratura al design, dalla musica alla matematica attraverso il coinvolgimento dei presenti chiamati a interagire con riflessioni, dimostrazioni pratiche, esercizi. Carrese è saggista, poeta onomaturgo e ludorimico, scrittore, musicista, fondatore del “Panassurdismo” e della Ngurzu Edizioni, ideatore di numerosi giochi fantasiologici (interdisciplinari), dal 2005 opera sul territorio nazionale e internazionale promuovendo in ambito universitario, scolastico e sociale i suoi studi e ricerche sui temi della fantasia e dell’immaginazione. Ingresso libero




Sala C. Incontro con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese

24 marzo 2015
unotvweb.it


Massimo Gerardo Carrese a confronto con gli studenti del Liceo Classico “Marco Tullio Cicerone” di Sala Consilina. Lo studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione dialogherà con gli studenti venerdì prossimo, 27 marzo a partire dalle ore 9. Oltre ai giovani dell’istituto il dottor Carrese avrà un confronto anche i docenti sui ruoli didattici, esperienziali, ludici e formativi dell’immaginazione e della fantasia. Immaginazione e fantasia, spesso considerate essere soltanto dei momenti di evasione fantastica, di svago e ricreazione, hanno invece anche un sottofondo ricco di storia, di potenzialità, di possibilità ludiche e didattiche poco conosciute ma indagate in passato da filosofi, matematici, musicisti, storici, artisti. La Lextio Magistralis di Massimo Gerardo Carrese sarà una “lezione fantasiologica”, un excursus che spazierà dalla linguistica alla letteratura, dalla poesia all’arte, dalla musica al design, dal senso al nonsenso, dalla logica alla pedagogia, dalla medicina all’etologia. Un incontro interattivo ricco di dimostrazioni pratiche ed esercizi che coinvolgerà in prima persona lo studente e lo inviterà a riflettere sui meccanismi, aspetti storici, caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. Le domande a cui si cercherà di rispondere nel corso della lezione saranno. Che cos’è la fantasia? E L’immaginazione? chi ha più fantasia, un adulto o un bambino? Che ruolo svolge l’immaginazione nello sviluppo mentale dell’essere umano? Un pavone è creativo? Quando la fantasia diventa un pericolo sociale? Che cosa pensavano della fantasia i filosofi? Che cosa vuol dire l’espressione “non ho fantasia”? Ogni essere umano gode della facoltà dell’immaginazione? Massimo Gerardo Carrese è amico dell’Opificio di Letteratura Potenziale, saggista, membro dell’Accademia dei Ludogrammatici e della Società Dante Alighieri, poeta onomaturgo e ludorimico, musicista, inventore di giochi fantasiologici, cultore di Enigmistica (pseudonimo Algernon). Dopo la Lextio Magistralis del mattino, al pomeriggio lo studioso terrà un incontro pubblico ospitato dal Gruppo Positivo di Sala Consilina. 




Sala Consilina: Immaginazione e Fantasia, confronti didattici, formativi, ludici, esperienziali

23 marzo 2015
dentrosalerno.it


Al Liceo Classico “Marco Tullio Cicerone” di Sala Consilina una Lextio Magistralis del fantasiologo Massimo Gerardo Carrese  studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. Il Liceo Classico “Marco Tullio Cicerone” ospita venerdì mattina una lezione di Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione (noto come “il fantasiologo”). Un incontro sui ruoli didattici, esperienziali, ludici e formativi occupati dall’immaginazione e dalla fantasia. Una esplorazione interdisciplinare, quale è l’approccio del suo metodo: osservare diverse discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche per intendere i meccanismi della fantasia e dell’immaginazione: dalla letteratura alla musica, dalla poesia alla linguistica, dal design alla medicina, dall’etologia al nonsense, dal quotidiano all’irreale. Fantasia e immaginazione sono due facoltà spesso considerate momenti di sola evasione dalla realtà circostante quando invece hanno una storia (spesso articolata e contraddittoria) e un sostrato di possibilità e potenzialità il più delle volte riservato solo ad attività ricreative. Gia matematici, filosofi, storici e artisti di ogni luogo ed epoca avevano individuato nella fantasia e nell’immaginazione (che per Carrese non sono sinonimi) caratteristiche e peculiarità. Lo studioso ne discuterà a partire dalle ore 9 presso il Liceo Classico “Cicerone” in un incontro riservato a studenti e a docenti. Massimo Gerardo Carrese è saggista, autore di numerosi scritti, poeta onomaturgo e ludorimico, musicista, inventore di giochi fantasiologici, fondatore del “Panassurdismo” e membro di varie istituzioni. Ideatore della “Ngurzu Edizioni” per cui pubblica i propri testi conservati nelle principali università e biblioteche d’Europa, Asia e America. Appassionato di rompicapi, di arte e di fotografia, è cultore di enigmistica (Algernon) e amico del gruppo dell’Opificio di Letteratura Potenziale. Nel pomeriggio di venerdì, il fantasiologo Carrese sarà ospite dal Gruppo Positivo di Sala Consilina.




Nasce la L.U.T. Libreria Utopica Temporanea

21 marzo 2015
napolitime.it
scritto da Maria Gabriella

articolo qui


Fantasticazioni – storie dell’immaginazione e della fantasia

8 marzo 2015
artit.it

Lunedì 9 marzo 2015, alle ore 19.00, lo spazio Perditempo (San Pietro a Maiella) di Napoli ospita un incontro con il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di storie e caratteristiche dell’immaginazione e della fantasia. L’incontro èdi tipo formativo, esperienziale, ludico, didattico e s’incentra sugli studi e sulle ricerche sul campo condotte da Carrese che da oltre un decennio, a tempo pieno, si occupa di studiare la fantasia e l’immaginazione negli ambiti del quotidiano e nelle discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche promuovendo corsi in ambito universitario, scolastico e sociale. Al centro dell’incontro da Perditempo, interattivo perchè coinvolge tutti i partecipanti con riflessioni, dimostrazioni pratiche ed esercizi, la presentazione del catalogo fantasiologico Ngurzu Edizioni, con le opere dell’autore catalogate nelle più importanti università, centri studi e biblioteche d’Europa, Asia e America. Carrese terrà bizzarrissime letture, giochi fantasiologici, divagazioni su fantasia e immaginazione e presenterà in anteprima alcuni suoi nuovi lavori. Ingresso libero.


 
INCONTRI

“Il Mattino” di Caserta
17 febbraio 2015
 
Negli spazi della libreria Che storia sarà presentato sabato prossimo il catalogo fantasiologico della Ngurzu Edizioni e si svolgerà il Laboratrio di fantasiologia a cura di Massimo Gerardo Carrese, dedicato ad adulti e bambini. Discussioni su fantasia, creatività e immaginazione seguite da giochi fantasiologici classici e originali.

Che lavoro fai? Il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese ospite da “Che Storia”
 
16 febbraio 2015
Caleno24ore.it

CASERTA – C’è uno studioso il cui nome corrisponde a Massimo Gerardo Carrese che svolge una professione del tutto particolare: è un fantasiologo. Di che cosa si occupa un fantasiologo? La parola suggerisce che la sua attività abbia a che fare con la fantasia. Ma in che senso? Carrese è uno studioso di Storie e caratteristiche dell’immaginazione e della fantasia e ne parlerà sabato prossimo nella libreria indipendente “Che Storia” di Caserta, straordinaria realtà campana per competenza e per organizzazione eventi, dove spiegherà i suoi studi e ricerche sul campo che compie sulla fantasia e l’immaginazione viste nella vita quotidiana, nella dimensione fantastica e nelle discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche. L’incontro prevede bizzarrissime letture dal suo catalogo Ngurzu Edizioni, di cui illustrerà le opere, riflessioni multidisciplinari sui temi della fantasia e dell’immaginazione, dimostrazioni pratiche, esercizi, giochi fantasiologici ideati da lui ideati e una introduzione di un suo Laboratorio di Fantasiologia da attivarsi negli spazi di “Che Storia”. Massimo Gerardo Carrese è saggista, fondatore del “Panassurdismo”, membro dell’Accademia dei Ludogrammatici e della Società Dante Alighieri, cultore di enigmistica e dell’Opificio di Letteratura Potenziale. È musicista e poeta onomaturgo (inventore di parole) con al seguito numerosi premi e riconoscimenti. Le sue opere sono conservate nelle principali biblioteche, centri studi e università d’Europa, Asia e America. L’ingresso è libero (gradita la prenotazione) ed è adatto a bambini e adulti.


LA LIBRERIA INDIPENDENTE “CHE STORIA” OSPITA IL FANTASIOLOGO CARRESE
 
16 febbraio 2015
Camcampania.it 
 
Domani pomeriggio, 21-02-15, a Caserta (via Tanucci 83), presso la libreria “Che Storia”, si terrà un incontro sui temi della fantasia, dell’immaginazione e creatività.

A presiedere, uno studioso del settore, Massimo Gerardo Carrese, esperto in Storie e caratteristiche dell’immaginazione e della fantasia, che ama definirsi “fantasiologo”. Chi è un fantasiologo? È chi per professione, come nel caso di Carrese, studia della fantasia e dell’immaginazione la storia, le caratteristiche, i meccanismi, le bizzarrie e contraddizioni visti nella vita quotidiana, nel fantastico e nelle varie discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche. Carrese da oltre un decennio gira l’Italia con i suoi incontri sul tema e tiene lezioni e corsi di formazione sulla “fantasiologia” in università e scuole di ogni ordine e grado. È saggista, poeta onomaturgo, musicista e inventore di giochi interdisciplinari. Da “Che Storia” presenta delle letture, giochi, ricerche e studi tratti dalle sue opere del catalogo Ngurzu Edizioni e coinvolgerà ogni singolo partecipante in dimostrazioni pratiche, esercizi, riflessioni a riprova che la fantasia e l’immaginazione non sono solo importanti momenti di evasione dalla realtà ma la parte fondante di tutta la nostra vita, reale e irreale.

Pietramelara. Carrese ospite in città
 
“Gazzetta di Caserta”
8 febbraio 2015

 
Pietramelara. Il Cafe Retrò ospita domenica 8 febbraio alle ore 18:30 un secondo appuntamento dello studioso Massimo Gerardo Carrese, esperto in storie e caratteristiche dell’immaginazione e della fantasia, noto come “il fantasiologo”, che discuterà dei suoi studi e ricerche e presenterà il catalogo fantasiologico delle sue opere edite per Ngurzu Edizioni. L’incontro si svolgerà in un clima informale, con un aperitivo fantasiologico, con divagazioni , bizzarre letture, giochi interdisciplinari e dialoghi su fantasia e immaginazione viste nella vita quotidiana, nel fantastico e nei vari ambiti del sapere. Carrese è saggista,musicista, poeta onomaturgo, inventore di giochi interdisciplinari, membro di varie istituzioni, fondatore del “Panassurdismo” e di Ngurzu Edizioni, cultore dell’Oplepo e di enigmistica, è autore di numerose pubblicazioni conservate nelle principali biblioteche d’Europa, Asia e America.



Appuntamento con il fantasiologo
A Pietramelara ospite Massimo Gerardo Carrese

7 febbraio 2015
Arteglobale.it


Il Cafe Retrò ospita domenica 8 febbraio alle ore 18:30 un secondo appuntamento dello studioso Massimo Gerardo Carrese, esperto in storie e caratteristiche dell’immaginazione e della fantasia, che discuterà dei suoi studi e ricerche e presenterà il catalogo fantasiologico delle sue opere edite per Ngurzu Edizioni. L’incontro si svolgerà in clima informale, con un aperitivo fantasiologico, con divagazioni, bizzarre letture, giochi interdisciplinari e dialoghi su fantasia e immaginazione viste nella vita quotidiana, nel fantastico e nei vari ambiti del sapere. Ingresso libero. Info su www.fantasiologo.com


  Comunicazione e nuovi linguaggi, il seminario alla “Vanvitelli”
 

24 gennaio 2015
“Il Mattino” di Caserta
    
“Comunicolandia – La comunicazione alla Vanvitelli”: è il titolo delle’evento dedicato al mondo della comunicazione, organizzato alla Scuola Secondaria di Primo grado “Vanvitelli” di Parco degli Aranci a Caserta. Domani, dalle 16 alle 19, alunni, famiglie e ospiti si cimenteranno in laboratori e attività incentrate sul tema della comunicazione: salotti letterari, atelier di lingua straniera, laboratori di pittura e fotografia, poesia visuale, giochi linguistici, perorsi motori, tea parties, piccoli spettacoli teatrali e musicali, divulgazione scientifica. A coordinare i laboratori docenti interni ed esperti esterni, con la collaborazione di librerie ed associazioni locali e di diverse scuole superiori casertane. Nutrito il parterre degli ospiti: dalla scrittrice Giuseppina Ottieri al fotografo d’arte casertano Bruno Cristillo al “fantasiologo” Massimo Gerardo Carrese. […]



Fantasia ed immaginazione: Caserta incontra Carrese

L’istituto comprensivo Vanvitelli dedica una serata originale al tema della comunicazione  


22 gennaio 2015

Ecampania.it

L'Istituto Comprensivo "Vanvitelli" di Caserta ha organizzato per sabato 24 gennaio dalle ore 16:00 alle ore 18:00 presso il Parco degli Aranci di Piazza Ungaretti un evento dedicato al tema della comunicazione analizzata nei diversi contesti musicali, letterari, linguistici, corporei, ludici. Tra gli eventi in programma, una lezione fantasiologica dello studioso Massimo Gerardo Carrese, esperto di Storie e caratteristiche della fantasia e dell'immaginazione, che si definisce “fantasiologo”. Il tema del suo incontro sarà “Fantasia e immaginazione nel gioco della didattica”. Una lezione, con destinatari bambini e adulti, che ripercorre i temi della fantasia e dell’immaginazione nella quotidianità, nelle varie discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche. Carrese è uno studioso a tempo pieno di fantasia e immaginazione, è saggista, poeta onomaturgo, musicista, ideatore di giochi fantasiologici (interdisciplinari), cultore dell'Oplepo e di enigmistica. Da oltre un decennio si occupa di fantasia e immaginazione con incontri in scuole di ogni ordine e grado e università, sul tema dal 2005 intrattiene cicli di incontri nazionali ed esteri. “Per lui la fantasia - si legge sul suo blog - è la facoltà della creazione perciò non è solo un importante momento ludico e di evasione dal circostante ma, soprattutto, la parte fondante della realtà che l'essere umano crea e in cui vive e si definisce”. Fantasia e immaginazione, dunque, non sono la stessa cosa e Carrese ne discute proprio in questo periodo negli incontri culturali del suo tour "Fantasticazioni: storie dell'immaginazione e della fantasia", giunto alla IV edizione nazionale. L'incontro alla scuola "Vanvitelli" sarà un momento di confronto didattico e ludico sui temi della fantasia e dell'immaginazione ma si parlerà anche di libri. A disposizione dei presenti, infatti, il catalogo fantasiologico della Ngurzu Edizioni, di cui Carrese è fondatore, che pubblica le opere dell'autore distribuite nelle principali Biblioteche, Centri Studi e Università d'Europa, Asia e America. Massimo Gerardo Carrese è ideatore del "Panassurdismo", membro della Società Dante Alighieri, dell’Accademia dei Ludogrammatici, della International Lexical Functional Grammar e della Biblioteca di Enigmistica di Modena. Per i suoi studi ha ricevuto la Medaglia d’argento e il Diploma d’Onore dall’Accademia Internazionale di Arte e Letteratura “Francesco Petrarca” di Roma. 
 


Fantasia e immaginazione a scuola


23 gennaio 2015

Saperincampania.it

 
Sabato 24 gennaio dalle ore 16, l’Istituto Comprensivo “Vanvitelli” di Caserta (Parco degli Aranci – Piazza Ungaretti) promuove un ciclo di eventi dedicati alla comunicazione: “Comunicolandia: la comunicazione così come non l’avete mai vista”. Gli interventi in programma mettono in risalto i diversi aspetti della comunicazione: espressione corporea, salotti letterari, atelier linguistici, giochi linguistici, musica, poesia visiva, letteratura. Un evento, organizzato dall’Istituto Comprensivo “Vanvitelli”, a cui parteciperà anche il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, che parlerà del tema “Fantasia e immaginazione nel gioco della didattica”. Carrese è saggista, poeta onomaturgo, inventore di giochi fantasiologici (interdisciplinari), musicista, ideatore del “Panassurdismo” e fondatore della Ngurzu Edizioni. Lo studioso, che già in passato ha presentato alla scuola Vanvitelli suoi percorsi fantasiologici, discuterà di fantasia e di immaginazione visti in ambito didattico, ludico, artistico, scientifico, letterario approfondendo aspetti del quotidiano e dell’irreale. Che cos’è la fantasiologia? La fantasiologia, si legge sul suo blog www.fantasiologo.com, non è una scienza ma un percorso di studio e di ricerca dedicato a fantasia e immaginazione viste nell’esperienza quotidiana, nell’irreale e attraverso le discipline umanistiche, scientifiche, ludiche, artistiche. Della fantasia e immaginazione l’autore ne studia la storia, le caratteristiche, le contraddizioni, i meccanismi, le bizzarrie. Membro dell’Accademia dei Ludogrammatici, della Società Dante Alighieri, Carrese è cultore dell’Oplepo e di enigmistica e durante l’incontro scolastico alla Vanvitelli, che avrà come destinatari bambini e adulti, si rivolgerà ai partecipanti nel modo in cui accade a tutti i suoi eventi e cioè facendo partecipare il pubblico in una forma attiva attraverso dimostrazioni pratiche, riflessioni, esercizi. Non un monologo ma una interazione coinvolgente che richiama l’attenzione a temi che spaziano dalla linguistica alla letteratura, dalla poesia alla musica, dall’enigmistica alla medicina, dall’arte alla scienza, dall’irreale al quotidiano. Carrese è attualmente impegnato a promuovere il suo tour “Fantasticazioni: storie dell’immaginazione e della fantasia” giunto alla IV edizione nazionale in scuole, università e centri culturali d’Italia in cui parla e si confronta sui suoi studi e ricerche che da oltre un decennio presenta, con lezioni e corsi, in ambiti scolastici, universitari e sociali.
 
 

 
CASERTA. IST. COMPRENSIVO 'VANVITELLI':
CICLO DI EVENTI, SI PARTE CON IL FANTASIOLOGO CARRESE...


17 gennaio 2015
 
Goldwebtv.it

L'Istituto Comprensivo di 'Vanvitelli' di Caserta ha organizzato un ciclo di eventi, ecco il comunicato stampa: "Sabato 24 gennaio dalle ore 16, l’Istituto Comprensivo “Vanvitelli” di Caserta (Parco degli Aranci – Piazza Ungaretti) promuove un ciclo di eventi dedicati alla comunicazione: “Comunicolandia: la comunicazione così come non l’avete mai vista”. Gli interventi in programma mettono in risalto i diversi aspetti della comunicazione: espressione corporea, salotti letterari, atelier linguistici, giochi linguistici, musica, poesia visiva, letteratura. Un evento,- si legge - organizzato dall’Istituto Comprensivo “Vanvitelli”, a cui parteciperà anche il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di Storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione, che parlerà del tema “Fantasia e immaginazione nel gioco della didattica”.
  
 
 



  INDIETRO

©2005-2018. Il sito www.fantasiologo.com è proprietà intellettuale di Massimo Gerardo Carrese. È vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e modo, di tutte le parti contenute in esso (immagini, sfondi, testi, musiche, poesie...) previa comunicazione scritta all'autore fantasiologo@fantasiologo.com Ogni abuso sarà punito a norma di legge.