BIOGRAFIA IN BREVE

Massimo Gerardo Carrese (1978). Studioso di Storie e caratteristiche dell'immaginazione (facoltà dell'azione) e della fantasia (facoltà del possibile), si occupa di fantasiologia. Dal 2005 svolge attivamente la professione di fantasiologo, voce apparsa anche sul sito della Treccani in riferimento alla sua attività. Presenta in ambito universitario, scolastico e sociale le sue osservazioni (con bibliografia di riferimento, dimostrazioni teoriche e pratiche, giochi e ricerche sul campo) su fantasiaimmaginazione (e di riflesso su creatività) intese come facoltà della mente. Ne studia gli aspetti nelle discipline umanistiche, scientifiche, ludiche, artistiche e nella vita quotidiana. Pubblica i suoi libri per Ngurzu Edizioni. Ha curato diversi corsi di formazione in fantasiologia ed è ideatore del Festival fantasiologicoÈ poeta onomaturgo e ludorimico, ha realizzato un documentario ed è appassionato di arte, di viaggi in autostop, di cinema, di rompicapi. Cura una rubrica fantasiologica "Grilli per la Testa" su un blog italo-polacco. Dipinge, adotta parole, disegna, spasseggia, fotografaÈ anagrammista e musicista improvvisatore. Attualmente...qui

-

BIOGRAFIA APPROFONDITA

Nasce nel 1978 a Thun (Svizzera). Si iscrive all'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale" dove dal 2001 al 2006 è assistente volontario di Letteratura Italiana. Si laurea con il massimo dei voti in Lingue e Letterature Straniere con una tesi dal titolo La ruota del tempo fantastico. Gianni Rodari e la traduzione della fantasia in cui traccia riflessioni sul tema della fantasia ideando un gioco linguistico-alfanumerico che chiama "La ruota del tempo fantastico". La "ruota" gli permette di analizzare le strutture perlopiù linguistiche della fantasia e di confrontare i risultati ottenuti dalle ricerche sul campo con alcune riflessioni dello scrittore Gianni Rodari. Nello stesso lavoro verifica, in ambito traduttivo, le alterazioni linguistico - simboliche dell'immaginazione.

Si occupa di immaginazione e di fantasia (e per riflesso di creatività) definendosi fantasiologo, voce apparsa anche sul sito della Treccani in riferimento alla sua attività. Delle due facoltà, fantasia e immaginazione, ne studia e ricerca le storie, i meccanismi, le bizzarrie in varie discipline e negli aspetti della vita quotidiana. In particolare, ne approfondisce le caratteristiche in Linguistica (studio del Linguaggio e della Lingua umana) e Giochi (importanza scientifica e ri-creativa del gioco; possibilità ludiche, percettive, artistiche, musicali, potenziali del Segno).

Per Massimo Gerardo Carrese la fantasia è la facoltà del possibile, dell'ipotesi (dimostrabile, come per l'immaginazione, con esercizi verificabili. Lo studioso predilige però anche quel tipo di fantasia, che definisce "fantasticheria", non necessariamente da comprovare). L'immaginazione è la facoltà dell'azione, dell'agire con e tra le immagini conservate nella memoria. Fantasia e immaginazione non sono facoltà distinte ma complementari. Articolate sono le differenze per lo studioso tra immaginazione fantasia creatività realtà percezione fantasticheria associazione [a tal proposito si veda l'articolo "Per andare dove?"].  Per approfondire: "pubblicazioni" e scritto+video.

Inizia ufficialmente il suo percorso nel 2005 svolgendo cicli di formazione, corsi e conferenze sulla fantasiologia in tutta Italia (e dal 2012 anche all'estero). La fantasiologia, per come intesa da Carrese, è un percorso di studio interdisciplinare dedito all'immaginazione e alla fantasia esplorate nel vivere quotidiano, nel fantastico, nelle discipline umanistiche, scientifiche, ludiche e artistiche. La fantasiologia è rivolta ai sensi e all'intuito ed è attratta da tutto: persone, parole, disegni, numeri, animali, oggetti, giochi, suoni... e procede aggiornandosi continuamente: non ci sono regole definitive ma definite di volta in volta. Si inoltra nell'ordinario, nell'inverosimile e nelle diverse forme del sapere, equilibrandosi instancabilmente. Ogni incontro fantasiologico è sempre diverso. La fantasiologia è uno sguardo, non una regola.

Realizza corsi in ambito universitario, scolastico (di ogni ordine e grado) e sociale secondo una performance interattiva: i partecipanti sono coinvolti con esercizi, dimostrazioni pratiche, riflessioni, giochi, discussioni. 
 
Tra il 2006 e il 2007 organizza e cura il "Viaggio in Italia sulla Fantasia", ciclo di incontri nazionali in cui presenta le sue considerazioni in merito alla fantasia, all'immaginazione e al Panassurdismo, approccio interdisciplinare a carattere ludico ed esperienziale a cui dà vita nel 2005. Organizza e coordina altri suoi tour nazionali: "Conversazioni sulla Fantasia" (2008-2009), "Conferenze sulla Fantasia" (2011/2012) e Fantasticazioni - Storie dell'immaginazione e della fantasia (performance interattiva 2014/2015). Nel 2016 avvia un quinto tour culturale intitolato "Urubù" in cui presenta il suo catalogo fantasiologico Ngurzu Edizioni. Nello stesso anno attiva il progetto APC - Aziende Per la Cultura, corsi di formazione su fantasia e immaginazione connesse alla creatività imprenditoriale e artigianale del territorio in cui vive: l'alto casertano. 

È membro di varie istituzioni e cofondatore dell'Accademia dei Ludogrammatici (già attiva a Milano dal 1993-94), nata da un'idea di Michele Francipane.

Conduce ricerche sull'immaginario collettivo, in particolare indaga i modi di percepire e di conservare nella mente concetti e parole. Oltre a discuterne nei suoi incontri e in varie pubblicazioni, invia i risultati delle sue ricerche/segnalazioni a editori, testate giornalistiche, conduttori televisivi, centri studi, settori commerciali e in più occasioni si è confrontato con i diretti interessati (es. la redazione di Topolino, settore marketing del Mulino Bianco - Barilla, Johnson & Johnson, Nestlé...).

Nel 2006 attiva Ngurzu Edizioni che pubblica le sue opere distribuite in diverse Biblioteche, Università, Scuole e Centri culturali del Mondo (es. Biblioteca Accademia della Crusca [Firenze], National Library [Edinburgo], Aarhus University [Danimarca], Biblioteca Nacional [Portogallo], Biblioteca di Stato di Mosca [Russia], Biblioteca Nazionale di Budapest [Ungheria], University of Wisconsin-Madison Libraries [U.S.A]...). Per Ngurzu Edizioni pubblica i suoi studi, giochi, poesie e ricerche su fantasia e immaginazione. Le opere sono lavori artigianali curate, con l'aiuto di stampatori e artigiani, dallo stesso autore che realizza le varie fasi di ogni suo libro: dall'ideazione e progettazione alla scelta della carta (o di altri materiali), dall'impaginazione all'illustrazione, dalla promozione alla distribuzione e vendita.

È musicista (improvvisatore, polistrumentista), poeta onomaturgo (inventore di parole) e ludorimico (gioca con i suoni delle parole), autore di scritti su fantasia e immaginazione, ideatore e curatore dell'enciclopedia fantasiologica Alfabetario dei Luoghi (Ngurzu Edizioni - dal 2016, opera in 26 volumi), del Festival fantasiologico e di azioni panassurde ("dimostrazioni panassurde"). È amico del gruppo OPLEPO (Opificio di Letteratura Potenziale) e inventore di giochi interdisciplinari che raggruppa sotto la definizione di "giochi fantasiologici": spaziali (come i suoi rompicapi "I Visibili"), matematici, linguistici, musicali....

Si interessa attivamente di Enigmistica(è anagrammista, con pseudonimo Algernon [ant. francese "con i baffi"]), di Cinema e di Arte Moderna e Contemporanea. È ideatore di un documentario, appassionato di rompicapi, di giochi di logica e di matemagica. Cura una rubrica fantasiologica italo-polacca "Grilli per la Testa" sul blog arteculturaitalopolacca.com. Dipinge, adotta parole, disegna, spasseggia, fotografa e nel tempo libero è un ciclista immaginario e viaggia(va) perlopiù in autostop.

Attualmente...qui

 


|

Diplomi poetici e Premi


Premi Enigmistici:

Premio di Enigmistica Radicale (L'Arca e L'Arco Editore, Nola giugno 2014);

- 9° Simposio Enigmistico Veneto. Frase anagrammata su incipit di Gabriele D'Annunzio (Padova, ottobre 2013)


Per le sue poesie giottose ha conseguito:

- Segnalazione di Merito Poetico al Premio Internazionale Firenze Capitale d'Europa 2013;

- Diploma poetico al  Premio Nazionale di Arti Letterarie (Torino);

- Diploma di merito poetico al Premio Letterario "Pianeta Arte Città di Misilmeri" (Palermo);

- Diploma poetico al Premio di Poesia Nazionale "Marilianum" (Napoli);

- Diploma di merito poetico al Premio Letterario di Poesia e Narrativa A.V.I.S. Capannoli (Pisa);

- Diploma di merito poetico al Concorso Nazionale di Poesia "L'universo di Leonardo" dell'Accademia Poetica di Cervinara (Avellino);

- Diploma poetico al IV Premio Internazionale di Poesia e Artistica "Marilianum" (Napoli);

- Diploma poetico al Premio Nazionale di Poesia e Narrativa "Daniela Bianco" di Bisceglie (Bari).


\-

Riconoscimenti


Premio Volturno 2016 

Benemerito alla Cultura (Caiazzo, 2016)


Diploma d'Onore e Medaglia d'Argento 

Conferito dall'Accademia Internazionale di Arte eLetteratura "Francesco Petrarca" (Roma, 2011)

Premio Apice 2011

Riconoscimento al merito poetico - Venaria Reale (Torino, 2011)


Attestato di merito Città di Caiazzo

"Per l'arte di giocare con le parole trasmettendoci il serio che insieme compongono". 8 marzo 2008


Premio Originalità Poetica

Premio speciale della giuria per l'originalità poetica al Concorso Letterario e Artistico Nazionale ed Internazionale "I colori della Vita" (Roma, 2006)


Premio Originalità Linguistica

Menzione poetica speciale per l'originalità linguistica al Premio "Le Groane" di Arese (Milano, 2006)







Indietro

©2005-2018. Il sito www.fantasiologo.comè proprietà intellettuale di Massimo Gerardo Carrese. È vietata la riproduzione, parziale o totale, in qualsiasi forma e modo, di tutte le parti contenute in esso (immagini, sfondi, testi, musiche, poesie...) previa comunicazione scritta all'autore fantasiologo@fantasiologo.com Ogni abuso sarà punito a norma di legge.